Diapositiva 1

Document Sample
Diapositiva 1 Powered By Docstoc
					 La Norvegia fa parte della penisola scandinava.
Confina a est con la Svezia, a nord con la
Finlandia, la Russia e il Mar Glaciale Artico.
Sugli altri versanti è bagnata dall'oceano
Atlantico, dal Mare del Nord e dal Mar di
Norvegia. Si estende per 385.155 chilometri
quadrati, di cui 62.050 occupati dall'arcipelago
delle Svalbard, gruppo di isole vicino al Polo
Nord. Duemilaecinquecento chilometri dividono
Kristiansad a sud da Capo nord Il 50% del
territorio norvegese è montuoso. L'oceano e i
ghiacci del nord formano i fiordi, insenature che
penetrano fino alle pendici dei monti.
Clima
Grazie alla corrente del Golfo, ha un clima freddo ma
temperato. Freddo nella stagione invernale, più mite
nella stagione estiva. Clima più mite lungo la costa e al
sud. Condizioni molto variabili nelle zone costiere. I
turisti devono equipaggiarsi per qualsiasi tipo di tempo.
Medie ad Oslo: inverno -3/-4° ; estate +18/+19°. è
continentale, più freddo a est dove l'influsso marino non
arriva a mitigare le temperature.
Flora e fauna
Il 28,9% (2000) del territorio norvegese è coperto da
foreste. Nelle zone costiere e nel sud-ovest del paese
sono prevalenti i boschi decidui di latifoglie. Le specie
più diffuse sono la quercia, il frassino, il nocciolo, l'olmo,
l'acero e il tiglio; in alcune zone si trovano inoltre la
betulla, il tasso e l'agrifoglio.
La Storia...
Quando si pensa alla Norvegia, la si associa spesso ai
Vichinghi. Fu il re Vichingo Araldo Bellachioma che unì il
paese in un unico regno attorno al 900 d.C. I Vichinghi
contribuirono alla notorietà del paese circa un secolo
dopo. Salparono a bordo delle loro tipiche navi per
raggiungere tutte le terre conosciute a quel tempo,
attraversando addirittura l’Atlantico fino a raggiungere
l’America. Leif Eriksson scoprì Vinland, come lui la
chiamò, circa 500 anni prima dell’arrivo di Cristoforo
Colombo. L’Era Vichinga occupa un posto molto
importante nella cultura norvegese e nella storia del
paese.
 Oslo       Secondo le leggende nordiche, Oslo
fu fondata attorno al 1048 dal re Haral. Recenti
spedizioni archeologiche hanno trovato reperti
funerari cristiani antecedenti all'anno 1000,
dimostrando che il luogo era popolato già da
tempo.
 Bergen      La città fu fondata nel 1070 da Olaf
Kyrre e venne considerata la capitale della
Norvegia fino al 1299. Rimase, comunque, la
città più popolata ed il maggiore centro
commerciale del paese fino al XIX secolo. Le
basi della sua ricchezza venivano dai traffici
marittimi.
La Norvegia è un paese giovane con una lunga storia
alle spalle, soprattutto come nazione marinara.
Nonostante sia stata dominata dalla Danimarca per 400
anni, la Norvegia è riuscita a mantenere una propria
forte identità culturale, che insieme alle influenze
straniere ha prodotto l’unicità della cultura norvegese.
Questo risulta evidente non solo nei musei e nelle
gallerie, ma anche nel paesaggio.
Oltre che nella musica, nella letteratura e nell’arte, la
cultura norvegese si esprime attraverso i costumi
tradizionali, i bunad, che vengono indossati con orgoglio
nelle occasioni speciali come matrimoni, battesimi e
naturalmente il 17 maggio, giorno della festa nazionale
norvegese.
l'economia norvegese è caratterizzata da un'economia
mista - un mercato capitalista con una chiara presenza
dello Stato.
Come nel resto dell'Europa occidentale, l'espansione
della maggior parte dell'industria norvegese è stata
soprattutto governata dal diritto alla proprietà privata e
dal settore privato. Ciononostante, alcune attività
industriali sono possedute o controllate dallo Stato.
La pubblica amministrazione interviene con tasse, tributi
e sussidi. Essa è anche presente nelle concessioni e
nella regolamentazione dell'ambiente lavorativo, delle
procedure contabili, nelle questioni legate
all'inquinamento e ai prodotti
La Norvegia è uno dei pochi paesi del mondo in
cui l'analfabetismo è pressoché assente: il tasso
di alfabetizzazione della popolazione adulta è
infatti del 99% (1995). L'istruzione è gratuita e
obbligatoria dai 7 ai 16 anni d'età e
l'insegnamento è suddiviso in scuola primaria,
della durata di sei anni, e scuola secondaria,
articolata in un triennio di base e,
successivamente, in un ciclo di studi che può
durare fino a tre anni. Le principali università del
paese sono quelle di Oslo, Bergen, Troms e il
Politecnico di Trondheim.
      Gastronomia
• La Norvegia è rinomata per la qualità dei suoi prodotti
  alimentari, in particolare il pesce.
• Si può trovare salmone affumicato, gravlaks (salmone
  trattato) e trota in molti ristoranti, ma potrete anche
  gustare pesce fresco di mare come il merluzzo, il pesce
  gatto o l’halibut. Anche aringhe e molluschi fanno parte
  della gastronomia locale e non mancate di gustare un
  cartoccio di gamberetti appena pescati dal peschereccio
  mentre siete seduti sul molo in compagnia di una birra
  fresca!
• Se preferite i piatti di carne, vi consigliamo di provare
  durante il vostro soggiorno in Norvegia specialità come
  la renna, l’alce, il cervo o la pernice bianca. Assaggiateli
  con la tipica salsa cremosa, e concedetevi un bicchiere
  di buon vino rosso per una cena indimenticabile.
La Norvegia si trova nell’estremo nord dell’Europa, ma
non è difficile raggiungerla. Essendo parte della
terraferma, il paese può essere facilmente raggiunto in
auto, autobus o treno, grazie anche ai numerosi traghetti
che partono dalla Germania, dalla Danimarca e
dall’Inghilterra. Inoltre, ovunque vorrete andare, ci sarà
sempre un aereo che vi porterà a destinazione.
Andare in Norvegia non è mai stato così facile come
adesso. Ci sono aeroporti sparsi in tutto il paese,
collegati con voli diretti e coincidenze con il resto
d’Europa. Treni ad alta velocità collegano tra di loro le
capitali scandinave di Copenhagen, Stoccolma e Oslo.
La Norvegia è famosa per i suoi fenomeni
naturali come il sole di mezzanotte e
l’aurora boreale. Nelle tre regioni
settentrionali del paese, il sole resta sopra
la linea dell’orizzonte ventiquattro su
ventiquattro dalla metà di maggio alla fine
di luglio.
  L' aurora boreale è un fenomeno ottico
 caratterizzato dal manifestarsi di luce nel
cielo notturno, a volte accompagnato da un
suono basso o da un crepitio. Il fenomeno è
chiamato aurora boreale quando si verifica
    nell'emisfero nord, e aurora australe
             nell'emisfero sud.

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:4
posted:6/8/2012
language:Italian
pages:12