WONDER BOY.doc by yan198555

VIEWS: 3 PAGES: 24

									    MUTUAL FILM COMPANY e PARAMOUNT PICTURES
                      presentano
                    Una produzione
           SCOTT RUDIN – CURTIS HANSON


                  MICHAEL DOUGLAS




WONDER BOYS
                   TOBEY MAGUIRE
                FRANCES McDORMAND
                    KATIE HOLMES
                       RIP TORN
                           e
                 ROBERT DOWNEY JR.
            Musiche CHRISTOPHER YOUNG
          Costumi BEATRIX ARUNA PASZTOR
            Montaggio DEDE ALLEN,A.C.E.
          Scenografie JEANNINE OPPEWALL
        Fotografia DANTE SPINOTTI, A.S.C.-A.I.C.
   Produttori esecutivi ADAM SCHROEDER – NED DOWD
        Tratto dal romanzo di MICHAEL CHABON
             Sceneggiatura STEVE KLOVES
      Prodotto da SCOTT RUDIN – CURTIS HANSON
                Regia CURTIS HANSON


         Colonna sonora Columbia / Sony Music


                   Durata: 1h 51min

   WARNER BROS. ITALIA DISTRIBUZIONE


WWW.WARNERBROS.IT         WWW.WONDERBOYSMOVIE.COM
                                                    1
WONDER BOYS

Un romanzo incompiuto, un’auto rubata, l’animaletto preferito assassinato, uno studente volubile, una moglie
in crisi, un’amante incinta, si può dire con sicurezza che Grady Tripp ha parecchi problemi da affrontare
questo weekend. Grady è un professore di inglese cinquantenne che da anni non pubblica niente, dopo aver
vinto in gioventù il premio come miglior scrittore americano. Non è quindi sorprendente che l’imminenza del
festival letterario del college faccia salire il livello di ansia e insicurezza dell’ex ragazzo prodigio. Il festival,
comunque, si rivela peggiore di quanto immaginasse e il professore si ritrova in un vortice di disavventure in
compagnia di un nuovo ragazzo prodigio, James Leer, il suo studente più dotato. Peccato che sia anche un
bugiardo terribile, che trascina Grady in una picaresca odissea alla scoperta di sé e di un nuovo amore.
Michael Douglas interpreta la commedia “Wonder Boys”, diretta da Curtis Hanson, una presentazione
Paramount Pictures e Mutual Film Company di una produzione Scott Rudin. Nel film troviamo Tobey Maguire,
Frances McDormand, Robert Downey, Jr., Katie Holmes, Rip Torn e Richard Thomas. La sceneggiatura è di
Steve Kloves, tratta da un romanzo di Michael Chabon, i produttori sono Scott Rudin e Curtis Hanson, i
produttori esecutivi Adam Schroeder e Ned Dowd.
Un ragazzo prodigio è qualcuno che ha conosciuto un grande successo da giovanissimo ed è costretto poi a
convivere con l’ansia di non essere all’altezza delle aspettative, una situazione difficile anche per una persona
matura, definizione assolutamente non adatta a Grady. “Wonder Boys” è una storia sul raggiungimento dell’età
adulta, che però riguarda un tipo di 50 anni”, dice il regista Curtis Hanson. “Grady sta ancora cercando la sua
strada e si dibatte fra mille problemi. I personaggi sono molto diversi fra loro, ma per qualche verso si
assomigliano. Non riescono a combinare niente di buono, come tutti noi del resto, ma sono molto più
divertenti, almeno spero!”
Il vincitore di Oscar Michael Douglas è Grady Tripp, l’ex ragazzo prodigio prediletto dai letterati, il cui romanzo
incompiuto sta crescendo e riproducendosi per metastasi ormai da anni. Lui non ha problemi di scrittura, è
solo terrorizzato dall’idea di finire, ha paura che non sia all’altezza del suo capolavoro giovanile e quindi di
essere giudicato indegno del suo status di icona culturale.
“Wonder Boys” è una specie di tragicommedia”, dice Douglas. “E’ divertente e caustica, Grady è certamente
più spassoso e vulnerabile dei personaggi che ho interpretato negli ultimi film. Ottenere successo nella propria
carriera dipende anche, credo, dalla voglia di andare avanti. Questo ruolo è gratificante per me e, spero, una
sorpresa per il pubblico”.
Douglas paragona la situazione di Grady alla sua, quando si ritrovò a 30 anni a vincere l’Oscar come
produttore di “Qualcuno volò sul nido del cuculo”.



                                                                                                                     2
“Ricordo di aver pensato allora “Bene, questo è il capolavoro della mia vita, non potrò fare niente di meglio’.
Certo, dopo ci sono stati altri momenti stupendi, cose fantastiche, ma per me il massimo è stato fra i 25 e i 30
anni”.
Tobey Maguire (“Tempesta di ghiaccio”) è James Leer, lo studente ricco di talento che Grady tiene sotto la sua
ala insicura. Il giovane attira anche l’attenzione dell’editore di Grady, Terry Crabtree. Maguire definisce James
‘uno scrittore dotato, il cui mondo si limita alla sua mente e alla sua macchina da scrivere’.
“Non lo si può definire socievole, non sa come relazionarsi. E’ guardingo e si tiene lontano dai suoi coetanei,
ma nasconde una grande vivacità interiore e gli piace molto stare con Grady e Crabtree, che sono più grandi
di lui”.
In questo film l’amante di Grady non è una donna che ha vent’anni meno di lui, ma una preside di mezza età,
interpretata dalla vincitrice di Oscar Frances McDormand.
Il personaggio di McDormand, Sara Gaskell, è sposata con il capo del dipartimento di Inglese e potrebbe
diventare la madre del figlio di Grady, se decidesse di portare avanti la gravidanza.
“Né Grady, né Sara sono adolescenti”, dice McDormand. “Hanno la stessa età ed hanno vissuto le stesse
esperienze. E’ interessante vedere questo tipo di relazione amorosa, insolita in un film, ma frequente nella vita
di tutti i giorni”.
Sottolineando le somiglianze fra i due amanti, Hanson dice “Grady è andato avanti per forza di inerzia, è tanto
caro, ma frustrante nello stesso tempo. Sara, a modo suo, è uguale a lui. Ha vissuto una situazione che la
faceva sentire a suo agio e non ha mai dovuto confrontarsi con niente. Quando rimane incinta entra in crisi”.
Il festival letterario accresce l’ansia di Grady e Sara, in quanto introduce il mondo esterno nel chiuso ambiente
accademico. Come spiega McDormand, “Questo costringe le persone che hanno scelto l’università a
confrontarsi con chi è andato avanti ed ha avuto successo in altri campi. E’ un momento di crisi, è un momento
cruciale nella vita di molti personaggi”.
Robert Downey, Jr. è Crabtree, l’editore di Tripp, che, malgrado l’apparente sicurezza, ha un disperato
bisogno del romanzo di Grady per rimettere in sesto la sua traballante carriera. Deve ottenere un successo
editoriale subito, ma sono ormai passati sette anni e sembra che il manoscritto di Grady non debba mai finire.
“E’ un film che descrive un fenomeno reale”, dice Downey, “quello dei ‘ragazzi prodigio’. Ricordo la gente che
negli anni ’80 viveva nel lusso a New York e a Los Angeles, frequentava club esclusivi e indossava solo abiti
firmati. Ora, 1O anni dopo, indossano le stesse cose e cercano ancora di fare carriera stando alle costole di
qualcuno. Non hanno fatto altro per 10 anni. Credo che Grady e Crabtree siano in questa situazione, e sono
tutti e due in crisi”.
Richard Thomas è Walter Gaskell, marito di Sara e boss di Grady, in quanto capo del dipartimento di Inglese.
E’ un uomo piuttosto originale, con la sua collezione di memorabilia di Marilyn Monroe e Joe DiMaggio e il suo
affetto per Poe, un cane cieco e irascibile.


                                                                                                                 3
“Walter è completamente concentrato su se stesso”, dice Thomas, “ma a modo suo è una cara persona.
Questo è un film basato sui personaggi e anche se Walter ha un piccolo ruolo, è tratteggiato con finezza e
sappiamo molto di lui”.
C’è un’altra donna che vorrebbe entrare nella vita sentimentale di Grady, Hanna Green, una giovane e bella
studentessa, interpretata da Katie Holmes (“Dawson’s Creek”). Hanna ha affittato una stanza in casa del
professore e cerca di suscitare il suo interesse, visto che è stato lasciato dalla moglie.
“Hanna è in gamba”, dice Holmes, “e potrebbe avere tutti i ragazzi che vuole, ma si è presa una cotta
tremenda per Grady e vuole vedere fino a dove può arrivare, anche a rischio di farlo diventare pazzo”.
Rip Torn è il popolare e soddisfatto scrittore di fiction conosciuto semplicemente come Q. “Q è un tipo furbo e
buffo”, dice Torn, “che prepara la scena al personaggio di Michael Douglas, Grady. Lui è il simbolo del
successo che Grady aveva un tempo, ma che non ha più da anni”.
Nel film appaiono anche Philip Bosco, nel ruolo di Hank Winters, il suocero di Grady, Richard Knox, nella parte
di Vernon Hardapple, Jane Adams, la ragazza incinta di Hardapple, Michael Cavadias, che è Antonia Sloviak,
un travestito compagno di viaggio di Crabtree, e Alan Tudyk, Sam Traxler, il portiere che è stato studente di
Grady.


LA PRODUZIONE

Pittsburgh è una città multietnica, con un mosaico di quartieri diversi fra loro ed ha fornito quindi ottime
locations. La maggior parte delle scene nel college sono state girate alla Carnegie-Mellon University, uno dei
campus più belli del paese, la cui progettazione risale al 1890, sia nei campi da gioco che all’interno della
Baker Hall e del Fine Arts Building, con il suo auditorium ellittico.
La casa di Grady era una dimora vittoriana restaurata, situata nel quartiere Friendship. Altre scene sono state
girate all’aeroporto internazionale di Pittsburgh e nelle strade del quartiere degli affari. Per gli interni e gli
esterni del club Hi-Hat sono state usate due locations, rispettivamente il Modern Cafe, che risale al 1930 e si
trova nel North Side, e il quartiere afro americano di Hill District.
Della facciata del club Hi-Hat si è occupata la scenografa Jeannine Oppewall, una nomination agli Oscar per
“L.A. Confidential”. “Mi sono ispirata alle vecchie facciate con lastre di vetro che vennero applicate negli anni
’30 e ’40 per restaurare gli edifici vittoriani di mattoni”, dice Oppewall. “ Adesso sono decrepite, invecchiate,
come Grady, ora c’è un’altra generazione di ragazzi prodigio”.
“Wonder Boys” si svolge nell’arco di tre giorni d’inverno e, sebbene il film si girasse nella stagione giusta, il
tempo si rifiutava di cooperare. Clima mite e qualche nevicata solo nella prima metà di marzo. Gli alberi erano
in fiore, con tutte le loro foglie verdi, quindi è stata formata una squadra speciale per spargere neve artificiale
biodegradabile, mentre i vivaisti si occupavano di nascondere gli alberi in fiore dietro una cortina di
sempreverdi noleggiati per le riprese.
                                                                                                                  4
Malgrado l’attenzione posta al design, Hanson dice “Desideravamo che il pubblico apprezzasse lo stile in
seconda battuta, non subito. Volevo che il film avesse lo stesso feeling visivo di apparente noncuranza che
caratterizza il mondo in cui vivono i personaggi. Volevo che i personaggi fossero in primo piano e i realizzatori
sullo sfondo”.
Della troupe hanno fatto parte il direttore della fotografia Dante Spinotti, che aveva già lavorato con Hanson in
“L.A. Confidential”, Dede Allen, due nomination agli Oscar, (“Quel pomeriggio di un giorno da cani”, “Reds”) al
montaggio e la costumista Beatrix Aruna Pasztor (“Psycho”, “Will Hunting-Genio ribelle”).




                                                                                                                5
IL CAST


MICHAEL DOUGLAS (Grady Tripp) è un attore e produttore vincitore di Oscar con il dono di scegliere progetti
che riflettono gli orientamenti e le ansie della società civile. Fra i suoi primi successi ricordiamo la serie tv degli
anni ’70 “Le strade di San Francisco”, a fianco di Karl Malden, che gli ha portato tre nominations consecutive
agli Emmy e di cui ha diretto due episodi.
Interessato da tempo alla versione cinematografica del romanzo “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, di Ken
Kesey, Douglas acquistò i diritti dal padre, Kirk Douglas, e creò una società con Saul Zaentz per produrre il
film che nel 1975 ha vinto 5 Oscar, miglior film, regia, protagonista maschile e femminile, sceneggiatura, oltre
a incassare 180 milioni di dollari. Il progetto successivo di Douglas è stato “Sindrome cinese” (1979), un film
antinucleare che ha ottenuto tre nomination agli Oscar.
Douglas è tornato poi a recitare alla fine degli anni ’70 in “Coma profondo”, “Running-Il vincitore”, “Amarti a
New York”, “Condannato a morte per mancanza di indizi” e “Chorus Line”. E’ ritornato produttore/attore nel
1984 con il grande successo “All’inseguimento della pietra verde” e, sempre quell’anno, è stato premiato come
miglior produttore dalla National Association of Theater Owners. L’anno seguente è tornato a lavorare con i
protagonisti di “All’inseguimento della pietra verde”, Kathleen Turner e Danny DeVito, in “Il gioiello del Nilo”.
“Starman”, di cui Douglas è stato produttore esecutivo, è stato il grande successo del Natale 1984 ed ha
portato una nomination agli Oscar come miglior attore a Jeff Bridges. In seguito Douglas ne ha fatto una serie
tv. L’anno successivo, Douglas ha interpretato, al fianco di Glenn Close, “Attrazione fatale” ed è stato il broker
Gordon Gekko in “Wall Street”, ruolo che gli ha fatto vincere un Oscar.
Poi ha interpretato “Black Rain-Pioggia sporca” e, sempre con Kathleen Turner e Danny DeVito, “La guerra dei
Roses”. Nel 1988 ha fondato la Stonebridge Entertainment, Inc., che ha prodotto “Linea mortale”.
“Basic Instinct”, da lui interpretato con Sharon Stone, è stato uno dei grandi successi del 1992 e l’anno
seguente Douglas ha offerto una delle sue interpretazioni migliori con “Un giorno di ordinaria follia”. Quello
stesso anno ha prodotto la commedia di successo “Made in America”. Nel 1994 ha interpretato, con Demi
More, “Rivelazioni”, tratto dal bestseller di Michael Crichton. L’anno dopo è stato protagonista del romantico
“The American President”, mentre recentemente ha girato i thriller “The Game” e “Delitto perfetto”.
Nel 1994 Douglas ha fondato la Douglas/Reuther Productions, con l’amico produttore Steven Reuther,
finanziando “Spiriti nelle tenebre”, con Douglas e Val Kilmer, seguito da “Face/Off” e “The Rainmaker”.
Recentemente ha fondato una nuova casa di produzione, la Further Films, che presto farà uscire “One Night
At McCool’s”.
Douglas, che ha un passato di militante contro il nucleare e la crescita degli armamenti, è stato nominato
messaggero di pace dal segretario generale delle Nazioni Unite Kofi Annan nel 1998 e ha anche fondato



                                                                                                                      6
Costa Nord, un centro culturale a Mallorca, dove da anni possiede una casa. Douglas si è sposato di recente
con l’attrice Catherine Zeta Jones e ha creato un sito web a scopi benefici, www.michaeldouglas.com.


TOBEY MAGUIRE (James Leer) ha dimostrato di possedere un talento straordinario nel portare alla luce la
natura sottile e anticonformista dei personaggi che interpreta.
Recentemente l’abbiamo visto in “Le regole della casa del sidro” di Lasse Hallstrom, tratto dal romanzo di
John Irving, con Michael Caine e Charlize Theron, e in “Ride With the Devil”, di Ang Lee, con Skeet Ulrich,
Jewel e Jeffery Wright.
Maguire si è fatto conoscere con il corto di Griffin Dunne, una nomination agli Oscar, “Duke of Groove”. Fra i
suoi film ricordiamo “Tempesta di ghiaccio”, di Ang Lee, con Christina Ricci, Kevin Kline e Katie Holmes,
“Pleasantville”, di Gary Ross, con Reece Witherspoon, “Harry a pezzi”, di Woody Allen, “SFW”, di Jeffery Levy,
“Voglia di ricominciare”, di Michael Caton-Jones e un cameo in “Paura e delirio a Las Vegas”, di Terry Gilliam.


FRANCES McDORMAND (Sara Gaskell) ha vinto un Oscar per il ruolo della detective Marge Gunderson nel
film di grande successo dei fratelli Coen “Fargo”, ma aveva già ottenuto una nomination nel 1988 per
“Mississippi Burning” come miglior attrice non protagonista.
Fra i suoi film più recenti ricordiamo “Madeline-Il diavoletto della scuola”, “Schegge di paura”, “Lone Star-Stella
solitaria”, “Palookaville”, “Doppio inferno”, “Darkman”, “L’agenda nascosta”, “Passed Away”, “Blood Simple-
Sangue facile”, “Arizona Junior”, “America Oggi”, “Oltre Rangoon” e “Paradise Road”.
In tv ha interpretato “Crazy in Love”, “The Good Ole Boys”, “Talking With…” e “Hidden in America”.
McDormand ha studiato alla Yale School of Drama e fra i suoi successi a Broadway citiamo “Un tram chiamato
desiderio”, che le ha portato una nomination ai Tony per il ruolo di Stella, seguito da “The Sisters
Rosenzweig”, al Lincoln Center e da “The Swan” al Public Theater. E’ stata anche Blanche DuBois in “Un tram
chiamato desiderio” a Dublino, al Gate Theatre e ha lavorato in “Oedipus” al Blue Light Theater Company a
New York, con Billy Crudup. Presto la vedremo con Billy Crudup nel prossimo film di Cameron Crowe per la
Dreamwork.


ROBERT DOWNEY, JR. (Terry Crabtree) ha ricevuto una nomination agli Oscar e ha vinto un BAFTA per
l’interpretazione di “Chaplin”.
Figlio del famoso regista underground degli anni ’60 Robert Downey, è apparso da bambino in un film del
padre del 1970, “Pound”. Quattordici anni dopo è tornato sullo schermo in una produzione Jaffe-Lansing, “First
Born” e da allora ha girato oltre 30 film, tra cui “Vivere e morire a L.A.”, “A scuola con papà”, “Al di là di tutti i
limiti”, “La grande promessa”, “Rented Lips”, “Verdetto finale”, “Uno strano caso”, “Air America”, “Bolle di
sapone”, “Hearts and Souls”, “The Last Party”, “Only You-Amore a prima vista” e “The Danger Zone”.


                                                                                                                     7
Fra i registi con cui ha lavorato ricordiamo Robert Altman (“America Oggi”, “Conflitto di interessi”), Oliver Stone
(“Natural Born Killers”), Jodie Foster (“A casa per le vacanze”), Richard Loncraine (“Riccardo III”), Michael
Hoffman (“Restoration-Il peccato e il castigo”), Mike Figgis (“Complice la notte”), Neil Jordan (“In Dreams”),
Frank Oz (“Bowfinger”), James Toback (“Two Girls and a Guy”, “Black and White”) e di nuovo il padre
(“Piscine-Incontri a Beverly Hills”).


KATIE HOLMES (Hanna Green) è diventata una star con la serie tv di grande successo “Dawson Creek”, in
cui ha il ruolo di Joey, e con “Tempesta di ghiaccio”, interpretata a fianco di Tobey Maguire.
Nata e cresciuta a Toledo, Ohio, Holmes ha iniziato a recitare nelle produzioni teatrali della scuola, poi si è
sottoposta a un provino a Los Angeles ed è stata scelta per “Dawson’s Creek”. Nel 1998 ha girato tre film,
“Generazione perfetta”, “GO!” e “Teaching Mrs. Tingle”, un thriller diretto dal creatore di “Dawson’s Creek”,
Kevin Williamson.


RICHARD THOMAS (Walter Gaskell) ha esordito a sette anni in una produzione di Broadway di “Sunrise at
Campobello”. e quello stesso anno ha girato la serie tv “From These Roots”. Ha poi continuato a lavorare in tv
e in teatro e a 18 anni ha girato il primo film, “Brevi giorni selvaggi”, con Bruce Davison, Barbara Hershey e
Cathy Burns, seguito da “Indianapolis pista infernale”, “Cactus in the Snow”, “A un passo dalla morte”,
“L’idolo”, “Red Sky at Morning” e “September 30, 1955”.
Negli anni ’70, Thomas è apparso nel ruolo di John Boy Walton nella serie tv “The Waltons” ed ha ottenuto un
Emmy. Ha girato poi telefilm di successo come “The Red Badge of Courage”, “No Other Love”, “All Quiet on
the Western Front”, “Roots:The Next Generations”, “Johnny Belinda”, “Living Proof: The Hank Williams, Jr.
Story”, “Hobson’s Choice”, “The Master of Ballantrae”, “Andre’s Mother”, “Yes, Virginia, There Is Santa Claus”,
“The Christmas Box” e “Beyond the Prairie: The True Story of Laura Ingalls Wilder”.
E’ considerato uno dei migliori attori della sua generazione, ricordiamo per il teatro “The Lisbon traviata” di
Terrence McNally, “The Count of Monte Cristo”, “Amleto”, “Peer Gynt”, “the Front Page”, “The Fifth of July” e
due produzioni shakespeariane all’Ahmanson Theatre di L.A., “Misura per misura” e “Sogno di una notte di
mezza estate”.


RIP TORN (Q) ha lavorato molto in teatro, in tv e per il cinema. Con “The Larry Sanders Show” ha vinto un
Emmy e sei nominations consecutive, due CableACE e un American Comedy Award.
Torn ha esordito nel 1956 con “Baby Doll”, seguito da classici come “La dolce ala della giovinezza”, “Cincinnati
Kid”, “Giorno di paga”, “Heartland”, “La foresta silenziosa” (che gli ha portato una nomination agli Oscar), “The
Insider”, “Men in Black”, “Disney’s Hercules” e la commedia di grande successo di Albert Brooks “Prossima
fermata:Paradiso”.


                                                                                                                  8
Torn ha vinto numerosi premi anche per i suoi lavori teatrali, ricordiamo “La gatta sul tetto che scotta” e “Anna
Christie”. Membro dell’Actors Studio e fondatore del Santuary Theater, ha conquistato tre Obie Award, di cui
uno per “Deer Park”, l’altro per la regia di “The Beard”. Recentemente è tornato a Broadway con “The Young
Man From Atlanta”, ottenendo un grande successo.


PHILIP BOSCO (Hank Winters) ha avuto cinque nominations ai Tony e ne ha vinto uno per “Lend Me a
Tenor”, ha conquistato un Emmy per “Read between the Lines”, un Obie alla carriera nel 1989, un Drama
Desk, un Outer Critics Circle e un New York Drama Critics Circle. Dal 1988 è nel Theater Hall of Fame.
Fra i suoi lavori teatrali a New York ricordiamo “Moon Over Buffalo”, “The Heiress”, “An Inspector Calls”,
“Major Barbara”, “You Never Can Tell”, “A Man for All Season” e “heartbreak House”. Fra i suoi film “Il
matrimonio del mio miglior amico”, “Nobody’s Fool”, “Scappiamo col malloppo”, “Una donna in carriera”, “Il
club delle prime mogli”, “Tre scapoli e un bebè”, “Suspect” e “Figli di un Dio minore”. Bosco ha lavorato molto
anche in tv.


RICHARD KNOX (Vernon Hardapple) è un musicista jazz che esordisce nel cinema con “Wonder Boys”. Il suo
gruppo, The Dirty Dozen Brass Band, suona da oltre due decenni ed ha partecipato ai Festival di Newport,
New York, New Orleans e Montreux. La Dirty Dozen ha inciso nove CD che hanno ottenuto ottime critiche. Il
gruppo si è anche esibito con personaggi leggendari della musica, come Dizzy Gillespie, Brandford Marsalis e
Elvis Costello.


JANE ADAMS (Oola) ha riscosso grande successo con “Happiness-Felicità” e fra i suoi film citiamo “Il padre
della sposa II”, “Mrs. Parker e il circolo vizioso”, “Inviati molto speciali”, “Inserzione pericolosa” e “Kansas City”.
Diplomatasi alla Juilliard School of Drama, Adams ha ricevuto un Tony per “An Ispector Calls”, e un Outer
Critics Circle Award come miglior esordiente per “I Hate Hamlet”, di Paul Rudnick.
In tv è apparsa in “Relativity” e “Family Ties” e nei telefilm “Rising Son” e “Life Lessons”.


MICHAEL CAVADIAS (Miss Sloviak/Tony) è al suo debutto nel cinema. Nato a Santa Cruz, California, ha
studiato teatro sperimentale alla New York University. E’ apparso in “The Bribe” e in “bremen Freedom”.
Cavadias è il cantante solista della band Bullett, che si esibisce a New York e Los Angeles.


ALAN TUDYK (Sam Traxler) è apparso in “Patch Adams” e in “28 Days”. Ha interpretato la commedia di Paul
Rudnick “The Most Fabulous Story Ever Told”, “Bunny Bunny”, “Misalliance” e “Even Horizon”. Diplomato alla
Juilliard, si è esibito al Dallas Shakespeare festival. Tudyk ha fondato la N.Y. Improv Troupe ed è fra i
fondatori della Dallas Improv Troupe.


                                                                                                                      9
I REALIZZATORI


CURTIS HANSON (regista-produttore) ha lavorato per la rivista Cinema prima di dedicarsi alla sceneggiatura
e alla regia. Nel 1978 ha scritto la sceneggiatura del film canadese vincitore di molti premi “L’amico
sconosciuto”. Nel 1982, insieme allo scomparso regista Samuel Fuller, ha scritto la sceneggiatura di “Cane
bianco”, diretto da Fuller, e un anno dopo ha scritto quella di “Mai gridare al lupo”, diretto da Carroll Ballard.
Nel 1987 Hanson ha diretto “La finestra della camera da letto”, di cui aveva scritto la sceneggiatura, con Steve
Guttemberg, Elizabeth McGovern e Isabelle Huppert. Sono seguiti poi due thriller, “Cattive compagnie”, con
Rob Lowe e James Spader, e “La mano sulla culla”, con Rebecca DeMornay e Annabella Sciorra. Nel 1994 ha
diretto il film d’azione “River Wild-Il fiume della paura”, con Meryl Streep, Kevin Bacon e David Strathairn.
Recentemente Hanson ha diretto, prodotto e scritto (con Brian Helgeland) “L.A. Confidential”, tratto dal
romanzo di James Ellroy. Oltre all’Oscar per la miglior sceneggiatura e la miglior attrice non protagonista (Kim
Basinger), il film ha vinto il premio per la sceneggiatura del Writers Guild of America, e premi per il miglior film,
la regia e la sceneggiatura dal New York Film Critics Circle, dalla National Society of Film Critics e dalla Los
Angeles Film Critics Association. E’ stato il primo film a vincere il premio per il miglior film e la miglior regia
delle più importanti associazioni.
Hanson è molto impegnato nella battaglia per preservare i film e l’anno scorso è stato nominato presidente del
Film and Television Archive dell’UCLA.


SCOTT RUDIN (produttore). I suoi film: “Le ceneri di Angela”, “Il mistero di Sleepy Hollow”, “Bringing Out the
Dead”, “South Park: Bigger, Longer & Uncut”, “Truman Show”, “A Civil Action”, “In & Out”, “Ransom”, “Mother”,
“La stanza di Marvin”, “Il club delle prime mogli”, “Twilight”, “Ragazze a Beverly Hills”, “Sabrina”, “Nobody’s
Fool”, “Il socio”, “Searching for Bobby Fischer”, “Sister Act”, “La famiglia Addams”, “La famiglia Addams II”, “Il
mio piccolo genio”, “A proposito di Henry”, “Pacific Heights”, “Linea mortale”, “Gli occhi del delitto”, “Fuga
d’inverno”, “He Makes Me Feel Like Dancing” (vincitore di Oscar). In uscita: “Shaft”, di John Singleton. In
teatro: “Passion”, “Indiscretions”, “Amleto”, “Seven Guitars”, “Skylight”, “ A Funny Thing Happened on the Way
to the Forum”, “On the Town” (con il New York Shakespeare Festival), “The Chairs”, “The Judas Kiss”, “Stupid
Kids”, “The Blue Room”, “The Most Fabulous Story Ever Told”, “Closer” (Londra e New York) e “Amy View”. In
preparazione: “Wise Guys” (Stephen Sondheim/John Weidman), “The Light in the Piazza” (Adam Guettel),
“The Wild Party” (Michael John LaChuisa/George Wolfe), “Copenhagen” (Michael Frayn/Michael Blakemore) e
“King Hedley II” (August Wilson).


ADAM SCHROEDER (produttore esecutivo) è stato recentemente produttore esecutivo di “Le ceneri di
Angela”, tratto dal romanzo che ha vinto il Pulitzer, “Il mistero di Sleepy Hollow”, con Johnny Depp e Christina

                                                                                                                     10
Ricci, e “Bringing Out the Dead”, con Nicolas Cage e Ving Rhames. Ricordiamo poi “South Park: Bigger,
Longer & Uncut”, “Truman Show”, “Soldi sporchi”, “Il club delle prime mogli” e “In & Out”. In uscita “Shaft”.
Presidente della Scott Rudin Productions, Schroeder ha debuttato nella produzione con “Ragazze a Beverly
Hills”, da cui è stata tratta la serie tv per la Paramount Television e di cui ha curato la produzione. Ha
coprodotto “Mother”, “La stanza di Marvin” e “Ransom”.


NED DOWD (produttore esecutivo) è stato responsabile della produzione per la Caravan Pictures, e ha
supervisionato 32 film, tra cui alcuni grandi successi di pubblico, come “Un amore tutto suo” e “Angels in the
Outfield”. In precedenza aveva prodotto “I tre moschettieri”, “L’ultimo dei mohicani”, “Stato di grazia” e “Let It
Ride”.
Dowd è stato aiuto regista/direttore di produzione di 34 film, tra cui “Hoffa”, “Una figlia in carriera”, “I soldi degli
altri” e “Nessuna pietà”. Ha prodotto per la HBO il telefilm “Lip Service”, che ha vinto un ACE Award.
Ex giocatore professionista di hockey, Dowd ha iniziato a lavorare nel mondo dello spettacolo nel 1975, con il
film “Colpo secco”. Nato e cresciuto a Boston, Massachusetts, si è laureato alla McGill University di Montreal.
Recentemente ha prodotto “Il tredicesimo guerriero” di John McTiernan, con Antonio Banderas, mentre è in
uscita “Shanghai Noon”, per Spyglass Entertainment.


STEVE KLOVES (sceneggiatore) ha iniziato nel 1984 scrivendo “In gara con la luna”, una produzione Jaffe-
Lansing diretta da Richard Benjamin, la storia di una coppia di giovani nel periodo della Seconda Guerra
mondiale, con Sean Penn, Elizabeth McGovern e, in uno dei suoi primi ruoli, Nicolas Cage. Nel 1989 ha
debuttato come sceneggiatore/regista con “I favolosi Baker”, con Jeff Bridges, Beau Bridges e Michelle
Pfeiffer. Il film ha ottenuto quattro nominations agli Oscar, mentre Michelle Pfeiffer ha vinto un Golden Globe e
un BAFTA.
Quattro anni dopo Kloves ha scritto e diretto il thriller psicologico “Omicidi di provincia”, con Dennis Quaid,
Meg Ryan e Gwyneth Paltrow.


MICHAEL CHABON (scrittore) ha esordito con il romanzo “The Mysteries of Pittsburgh” nel 1988, ottenendo
subito un grande successo. Il suo secondo lavoro, “Wonder Boys” è stato uno dei libri più venduti del 1995.
Chabon ha scritto due raccolte di racconti, “A Model World and Other Stories” (1992) e, recentemente,
“Werewolves in Their Youth” (1999), oltre ad articoli per New Yorker, Esquire e Playboy.


DANTE SPINOTTI (direttore della fotografia) è nato a Tolmezzo, in Italia, dove ha lavorato a molti film, come
“Sotto…sotto…strapazzato da anomala passione” e “I Basilischi”.Ha iniziato a lavorare in America nel 1986,
con il thriller di Michael Mann “Manhunter-Frammenti di un omicidio”, seguito da “Crimini del cuore”, “Spiagge”,


                                                                                                                      11
“I corridoi del potere”, “Paura d’amare”, “L’ultimo dei Mohicani”, “Occhi nelle tenebre”, “Nell”, “Pronti a morire”,
“Heat-La sfida”, “L’amore ha due facce” e “L.A. Confidential”, di Curtis Hanson. Il suo ultimo film è “Man of the
People”, di Michael Mann.


JEANNINE OPPEWALL (scenografie) ha ottenuto due nominations agli Oscar, con “Pleasantville” e “L.A.
Confidential”. Si è laureata in storia medioevale alla Bryn Mawr ed ha iniziato la carriera come ricercatrice per
il designer Charles Eames. Ha iniziato a lavorare nel cinema come assistente sul set di “Tuta blu”, poi ha
iniziato a collaborare con lo scenografo Paul Sylbert in film come “Hard Core”, “Blowout” e “Resurrection”. La
sua prima scenografia è stata per “Tender Mercies-Un tenero ringraziamento” del 1981, seguito poi da
“Maria’s Lovers”, “The Big Easy”, “Ironweed”, “Radio Days”, “The Music Box-Prova d’accusa”, “School Ties”,
“The Vanishing-Scomparsa”, “Lontano da Isaiah”, “I ponti di Madison County”, “Schegge di paura” e “La neve
cade sui cedri”.


DEDE ALLEN (montaggio) ha iniziato la sua carriera alla metà degli anni ’40, come apprendista al montaggio,
aiuto al montaggio e al montaggio sonoro. Il primo film che ha montato da sola è stato “Strategia di una
rapina”, nel 1959. Ricordiamo poi “Lo spaccone”, “Bonnie and Clyde”, “Piccolo grande uomo”, “Mattatoio 5”,
“Serpico”, “Milagro”, “La famiglia Addams”. Ha ottenuto una nomination agli Oscar per “Reds” e “Quel
pomeriggio di un giorno da cani”, quest’ultimo le ha fatto poi vincere un BAFTA.
Allen ha conquistato anche tre nominations agli Eddie, una laurea ad honorem dall’American Film Institute e
un ACE alla carriera. Dal 1992 al 1998 ha lavorato come creativa per Warner Bros.


BEATRIX ARUNA PASZTOR ((costumi) ha disegnato i costumi di oltre 20 film, ricordiamo “She’s So Lovely-
Così carina”, “U-Turn-Inversione di marcia”, “Proposta indecente”, “La leggenda del Re Pescatore” e “I
maledetti di Hollywood”. Per il regista Gus Van Sant ha lavorato in “Drugstore Cowboy”, “My Own private
Idaho”, “Cowgirl-Il nuovo sesso”, “Da morire”, “Will Hunting-Genio ribelle” e “Psycho”.
Nata a Budapest, Pasztor ha studiato all’Accademia e nel 1984 si è trasferita a New York, dove ha lavorato
come disegnatrice di cappelli e vetrinista prima di iniziare la carriera nel mondo del cinema a Los Angeles.




                                                                                                                  12
WONDER BOYS
CAST ARTISTICO


Grady Tripp              MICHAEL DOUGLAS
James Leer               TOBEY MAGUIRE
Sara Gaskell             FRANCES McDORMAND
Terry Crabtree           ROBERT DOWNEY JR.
Hanna Green              KATIE HOLMES
Q                        RIP TORN
Vernon Hardapple         RICHARD KNOX
Oola                     JANE ADAMS
Miss Sloviak             MICHAEL CAVADIAS
Walter Gaskell           RICHARD THOMAS
Traxler                  ALAN TUDYK
Padre di Emily           PHILIP BOSCO
Fred Leer                GEORGE GRIZZARD
Amanda Leer              KELLY BISHOP
Pupcik                   BILLY VELIN
Carrie                   CHARIS MICHELSEN
Howard                   YUSUF GATEWOOD
Madre di Emily           JUNE HILDRETH
Emily (foto)             ELISABETH GRANLI
Buttafuori dell’Hi-Hat   RICHARD HIDLEBIRD
Poe                      SCREAMER
Ospiti del party         BINGO O’MALLEY
                         PATRICIA CRAY
                         MARITA GOLDEN
                         VICTOR QUINAZ
                         JAMES ELLROY
                         LENORA NEMETZ
                         TRACEY D. TURNER
                         JAMES KISICKI
Studenti                 ROB McELHENNEY
                         ANIKA BOBB

                                             13
                                                                     KATHERINE SWEENEY


                                              Produttore associato
                                                 LISA GRUNDY


                                             Direttore di produzione
                                                 ZANE WEINER


                                               Primo aiuto regista
                                            DOUGLAS C. METZGER


                                              Secondo aiuto regista
                                             JONATHAN McGARRY


                                           Montaggio supplementare
                                                CRAIG KITSON


                                           “THINGS HAVE CHANGED”
                                     Scritta e interpretata per “Wonder Boys”
                                                da BOB DYLAN


Associato al casting                                                 EMILY SCHWEBER
Produttore esecutivo per Scott Rudin Productions                     MARK ROYBAL
Operatore di macchina                                                GARY JAY
Primo assistente alla fotografia/secondo
operatore steadicam                                                  DUANE “DC”MANWILLER
Secondo assistente alla fotografia                                   GLENN BROWN
Operatore steadicam/secondo operatore di macchina                    KYLE RUDOLPH
Primo assistente macchinaa “B”                                       CHRIS SILANO
Secondo assistente di macchina “B”                                   PETER SIMONITE
Assistente operatore                                                 WILL DEARBORN
Fotografo di scena                                                   FRANK CONNOR
Direttore artistico                                                  DON WOODRUFF
Arredatore                                                           JAY R. HART


                                                                                           14
Segretaria di edizione             EVA Z. CABRERA
Coordinatore stunts                JEFF IMADA
Stunts                             NORMAN DOUGLASS
                                   FRANK GARBUTT
                                   KEVIN LaMONT JACKSON
                                   JIMMY N. ROBERTS
                                   MICHAEL RUNYARD
Capo tecnico luci                  JAY FORTUNE
Assistente del capo tecnico luci   TOMMY DOLAN
Elettricisti                       JOHN EVANS
                                   FRANK McGOUGH
                                   CHRIS MUCHOW
                                   TROY MUHAMMAD
                                   STEVE PURCELL
                                   JEFF VANDER MOLEN
Capo tecnico allestitore           JIM MALONE
Capo tecnico allestitore           GREGORY FARRELL
Elettricisti allestitori           JARRETT BUBA
                                   DAVID GURNEY
                                   JEAN-PIERRE NUTINI
Primo macchinista                  EDDIE QUINN, SR
Secondo macchinista                THOMAS GILLIGAN
Carrellista                        ALBERT RAMOS
Macchinisti                        BRIAN BUZZELLI
                                   GREGORY EDWARDS
                                   BART FLAHERTY
                                   DENNIS MAITLAND
                                   KEITH SEYMOUR
Primo macchinista allestitore      BILLY KERWICK
Secondo macchinista allestitore    JOSEPH A. VIANO
Macchinisti allestitori            REGIS DONEHUE
                                   RAY EDWARDS
                                   LEE NAGLE
                                   ANDREW TAYLOR


                                                          15
Ispettore di produzione                   JEFF STIMMEL
Assistenti dell’ispettore di produzione   JAMES A. MAHATHEY
                                          STEVE PARYS
Sopralluoghi                              JUDY SEPICH
Capo dipartimento                         GEORGE KARNOFF
Arredatore                                TROY PETERS
Arredatori                                JOHN BUTLER
                                          DENNIS DUBART
                                          RAY PIVIROTTO
                                          JIM SCHNEIDER
Incaricati acquisti                       BARBARA PASTORIK
                                          DIANA STOUGHTON
Capo attrezzista                          CHARLES STEWART
Aiuto attrezzisti                         THOMAS GARRIGAN
                                          MEGAN GRAHAM
                                          SELMA KORA
Creazione riproduzioni di Poe             ALEC GILLIS e
                                          TOM WOODRUFF, JR.
Addestratori                              MARK FORBES
                                          STACY M. BASIL
Assistente costumista                     VANESSA VOGEL
Supervisione costumi                      KENDALL ERRAIR
Costumisti                                DIANE COLLINS
                                          DAVID PAGE
Costumi del sig. Douglas                  FRANK ALLGOOD
Assistente del direttore artistico        GARY KOSKO
Coorsinatore del dipartimento artistico   FRANCINE BYRNE
Grafica                                   SUSAN BURIG
                                          EVA KAMIENSKA-CARTER
Supervisione trucco                       MICHAEL BIGGER
Trucco                                    KYMBRA CALLAGHAN
Trucco del sig. Douglas                   ALLEN WEISINGER
Responsabile acconciature                 AARON F. QUARLES
Parrucchiere                              SACHA P. QUARLES


                                                                 16
Parrucchiere del sig. Douglas      JOSEPH MATHEW COSCIA
Coordinatore effetti speciali      JOHN D. MILINAC
Caposquadra effetti speciali       SCOTT BLACKWELL
Assistenti agli effetti speciali   TOM VON BADINSKI
                                   JIM HEASTINGS
                                   RALPH PIVIROTTO
                                   RAYMOND TASILLO
Effetti neve a cura di             SNOW BUSINESS, INC.
Coordinatore effetti neve          PETER HARAN
Effetti neve                       ROLAND HATHAWAY
                                   MARK RAYMOND
Fonico                             KIRK FRANCIS
Microfonista                       MYCHAL SMITH
Addetto ai cavi                    JIM EMSWILLER
Primo assistente al montaggio      ROLF FLEISCHMANN
Assistente al montaggio            STACEY S. CLIPP
Assistente al montaggio            JOHN MORRISEY
Apprendista montatore              ADAM S. HERNANDEZ
Supervisore post produzione        PAT RAND
Assistente al casting              LINDSEY HAYES
Associato al casting esterni       DONNA BELAJAC
Assistente al casting              VIKKI FERGUSON
Casting generici                   NANCY MOSSER BAILEY
Assistente del sig. Hanson         MARY GRACE SHAUGHNESSY
Assistente del sig. Rudin          EBEN DAVIDSON
Assistenti del sig. Rudin          JOHN COHEN
                                   ANGELIQUE PALOZZI
                                   BEN FAMIGLIETTI
                                   JEREMY SELMAN
                                   PAM BUCHIGNANI
Assistente del sig. Schroeder      LUCIA MURILLO
Assistente del sig. Douglas        JAMIE MIDGLEY
Assistente del sig. Downey         TIM KESSLER
Coordinatore di produzione         JANICE F. SPERLING


                                                            17
Assistente del coordinatore di produzione                        DIANE SUNDERLIN
Segretaria di produzione                                         SUSAN LUKONDI
Secondo secondo aiuto regista                                    ANNIE LOEFFLER
Apprendista DGA                                                  RENEE F. HILL
Ufficio stampa                                                   ERIC MYERS
                                       Assistenti ufficio di produzione
                           JOSHUA A. BAKER                       STEPHEN HOUGH
                           CASEY BROWN                           BETHANY KOSHINSKI
                           PAT BUCKLEY                           AMY KOVALCHICK
                           CAMERON DOUGLAS         HOPE ANNE NATHAN
                           DENNY DRESSLER                        JOHN RICKARD
                           ROBERT ECKENRODE RYAN SWEENEY
                           JESSICA E. GIANNOTTAMIKE ZEMKOSKY
                           JOSH GREENSTEIN
Contabile                                                        MARIE ELDER
Primo assistente contabile                                       JEANINE WILSON
Assistenti contabili                                             LORA UMPHRESS
                                                                 CATHERINE MIDDLETON
Libro paga                                                       KATY TATIAN GENOVESE
Video Assist                                                     DAN CASEY
Pronto soccorso                                                  MARY BETH SPEAR
Supervisione montaggio sonoro                                    DENNIS DRUMMOND
                                                                 DAVID GIAMMARCO
Supervisione montaggio ADR                                       RENEE TONDELLI, M.P.S.E.
Montaggio ADR                                                    GEORGE ANDERSON
Montaggio dialoghi                                               KIM DRUMMOND
                                                                 MARK YARDAS
Supervisione montaggio FX                                        JONATHAN KLEIN
Montaggio FX                                                     DAN YALE
Assistenti montaggio sonoro                                      GALEN GOODPASTER
                                                                 KAREN MINAHAN
                                                                 BILL BURNS
                                                                 JOE SCHIFF
Apprendista montaggio sonoro                                     ROBIN ZACHA


                                                                                            18
Missaggio ADR                        GREG STEELE
Missaggio FX                         RANDY K. SINGER
FX                                   ROBIN HARLAN
                                     SARAH MONAT
Casting voci a cura di               LOOP TROOP
Voci ADR                             TERRY DOUGLAS
                                     CAITLIN McKENNA
                                     CLAUDETTE WELLS
                                     JUNE CHRISTOPHER
                                     BARBARA GOODSON
                                     RAECHEL H. DONAHUE
                                     ARCHIE HAHN
                                     PHIL PROCTOR
                                     NICHOLAS GUEST
                                     DON FULLILOVE
                                     ROGER AARON BROWN
                                     FRED TATASCIORE
                                     NATHAN CARLSON
Missaggio ri-registrazione           CHRISTOPHER JENKINS
                                     RON BARTLETT
                                     MARK SMITH
Registrazione                        MARK NARRAMORE
Ri-registrazione presso              TODD-AO STUDIOS
Supervisione montaggio musiche       THOMAS MILANO
Montaggio musiche                    TANYA NOEL HILL
Musiche orchestrate e dirette da     PETE ANTHONY
Orchestrazione supplementare         CHRISTOPHER YOUNG
                                     BRUCE BABCOCK
Orchestra                            SANDY De CRESCENT
Registrazione e missaggio musiche    ROBERT FERNANDEZ
Musiche registrate e mixate presso   PARAMOUNT       PICTURES   SCORING
STAGE M
Registrazione musiche                PAUL WERTHEIMER
Tecnico                              NORM DLUGATCH


                                                                     19
TECNICO                           DOMINIC GONZALES
Preparazione musiche              BOB BORNSTEIN
Coordinatori colonna sonora       KONSTANTINOS CHRISTIDES
                                  JASPER RANDALL
                                  SUJIN NAM
Programma sintetizzatore          KENNETH BURGOMASTER
Effetti visivi a cura di          CINESITE
Supervisore effetti visivi        JERRY POOLER
Produttore effetti visivi         KEVIN ELAM
Supervisore composite             DAVID LINGENFELSER
Direttore artistico               LUBO HRISTOV
Compositori digitali              DAVID REY
                                  MIKE CASTILLO
                                  KAMA MOIHA
                                  TED ANDRE
                                  SEAN O’CONNOR
                                  CRAIG MATHIESON
                                  JERRY SELLS
Proiezione                        KRYSTINE LANKENAU
Coordinatore VFX                  JESSICA TRENTO
Assistente produzione VFX         BRIDGITTE NANCE
Montaggio VFX                     KEVIN CLARK
Assistente al montaggio VFX       JASON SULLIVAN
Montaggio                         SEAN ROURKE
Operatore dati                    TONY SGUEGLIA
Immagini digitali                 JAY ADAMS
Coordinatore costruzioni          BUSTER PILE
Caposquadra costruzioni           MICHAEL G. RICHER
Caposquadra costruzioni esterni   MIKE MATESIC
                                  JOSEPH WATERKOTTE
Attrezzista di scena              BRIAN STULTZ
Caposquadra                       ALISA B. LUMBRERAS
Tecnici di scena                  TODD HATFIELD
                                  EILEEN GARRIGAN


                                                            20
                                                                      MARK BARILL
                                                                      VINCENT BORRELLI
                                                                      GREGG PUCHALSKI
                                                                      BLAKE RICH
Caposquadra vivaisti                                                  GREGORY JONES
Coordinatore trasporti                                                MARC SCOTT
Responsabile trasporti                                                DENNIS J. BRAUN
Responsabile trasporti                                                DONALD KRAUS
Teatro                                                                PINNACLE        STUDIOS   PITTSBURGH,
PENNSYLVANIA
Tecnico colore                                                        PHIL HETOS
Taglio del negativo                                                   DANA L. MARKER
Consulente Dolby                                                      ANDY POTVIN
Titoli ed effetti visivi a cura di                                    PACIFIC TITLE


                                     L’album della colonna sonora è pubblicato da
                                      COLUMBIA / SONY MUSIC SOUNDTRAX


                                                   “NO REGRETS”
                                                     di Tom Rush


                                     “THINGS AIN’T WHAT THEY USED TO BE”
                                          di Mercer Ellington & Ted Persons
                                           Interpretata da Johnny Hodges
                     Per gentile concessione di The RCA Records Label di BMG Entertainment


                                               “SHOOT YOUR SHOT”
               di Autry DeWalt, Lawrence Horn, James Graves, James Graves Jr. & Dwight Graves
                                       Interpretata da Jr. Walker & the All Stars
                                     Per gentile concessione di Motown Records
                                      Su licenza di Universal Music Enterprises
                                            “NEED YOUR LOVE SO BAD”
                                                    di Mertis John
                                           Interpretata da Little Willie John


                                                                                                         21
            Per gentile concessione di Global Licensing
          Su accordo con Rhino Entertainment Company


                           “SLIP AWAY”
        di William Armstrong, Marcus Daniel & Wilbur Terrell
                  Interpretata da Clarence Carter
         Per gentile concessione di Atlantic recording Corp.
             Su accordo con Warner Special Products


                   “A CHILD’S CLAIM TO FAME”
                           di Richie Furay
                 Interpretata da Buffalo Springfield
Per gentile concessione di Atco Records/Elektra Entertainment Group
             Su accordo con Warner Special Products


                       “BUCKETS OF RAIN”
                 Scritta e interpretata da Bob Dylan
           Per gentile concessione di Columbia Records
               Su accordo con Sony Music Licensing


                      “REASON TO BELIEVE”
                            di Tim Hardin


                   “WATCHING THE WHEELS”
               Scritta e interpretata da John Lennon
            Per gentile concessione di Capitol Records
          Su licenza di EMI-Capitol Music Special Markets


               “YOUTH”, da “Il ritratto di Dorian Gray”
                         di Herbert Stothart


  “BICYCLE MONTAGE” da “Cronache del giovane Indiana Jones”
                       di Laurence Rosenthal
             Per gentile concessione di Lucasfilm Ltd.


                                                                      22
                           TEMA DA “ROUTE 66”
                    Scritto e interpretato da Nelson Riddle
         Per gentile concessione di Columbia TriStar Television, Inc.


                   “GOOD MORNING” da “Babes in Arms”
                     di Arthur Freed & Nacio Herb Brown
               Interpretata da Judy Garland & Mickey Rooney
             Per gentile concessione di Turner Entertainment Co.


                                 “OLD MAN”
                     Scritta e interpretata da Neil Young
                 Per gentile concessione di Reprise Records
                  Su accordo con Warner Special Products


                       “WAITING FOR THE MIRACLE”
                    di Leonard Cohen & Sharon Robinson
                       Interpretata da Leonard Cohen
                Per gentile concessione di Columbia Records
                    Su accordo con Sony Music Licensing


                         “PHILOSOPHERS STONE”
                    Scritta e interpretata da Van Morrison
Per gentile concessione di Virgin Records Limited/Virgin Records America, Inc.


                         “GLAD TO BE UNHAPPY”
                      di Richard Rodgers & Lorenz Hart
                          Interpretata da Lee Wiley
                Per gentile concessione di Audiophile Records


                              “NOT DARK YET”
                     Scritta e interpretata da Bob Dylan
                Per gentile concessione di Columbia Records
                    Su accordo con Sony Music Licensing


                                                                                 23
                                    “SHOOTING STAR”
                             Scritta e interpretata da Bob Dylan
                       Per gentile concessione di Columbia Records
                           Su accordo con Sony Music Licensing


                                “THINGS HAVE CHANGED”
                             Scritta e interpretata da Bob Dylan
                                Una produzione Jack Frost
                       Per gentile concessione di Columbia Records
                           Su accordo con Sony Music Licensing


Le sequenze di “Il ritratto di Dorian Gray” e “Babes in Arms” sono una gentile concessione di
                             TURNER ENTERTAINMENT CO.


  Le sequenze di “Cronache del giovane Indiana Jones” sono una gentile concessione di
                                 PARAMOUNT PICTURES


               Le sequenze di “ROUTE 66” sono una gentile concessione di
                            COLUMBIA TRISTAR TELEVISION


                      “Waterloo Bridge” è una gentile concessione di
                             TURNER ENTERTAINMENT CO.


                     “Written on the Wind” è una gentile concessione di
                                  UNIVERSAL STUDIOS




                                                                                                24

								
To top