Le Cosmologi Antiche

Document Sample
Le Cosmologi Antiche Powered By Docstoc
					                   Liceo scientifico G.Aselli
                         Classe 4 E




Dainesi Marta
Giusti Irene
Lazzari Simone
Rigolli Chiara
Scotellaro Dario
antiche
cosmologie
 Cosmologia: spiegazione
“figurativa” dell’universo e
 della causa dei suoi moti

 Cosmogonia: mito della
      creazione
Le cosmologie antiche possono sembrare
ingenue. La nostra conoscenza attuale ha
aggiunto una dimensione in più al nostro
punto di vista scientifico, rendendolo più
completo e in grado di smascherare alcuni
miti e dogmi.
Ma “per apprendere in quale
direzione si sviluppi la fisica, c’è
solo un mezzo: confrontare il suo
stato attuale con quello di
un’epoca anteriore”
(M. Planck, La conoscenza del mondo
fisico)
Motivi dell’ importanza della
cosmologia nell’antichità:
  Suggestione, fascino e sgomento
  Conoscenza del cosmo rispetto e
  timore nelle proprie genti
  Necessità di trovare
  corrispondenze fra realtà,
  tradizioni e religione
COSMOLOGIE
MESOPOTAMICHE
I babilonesi

Visione orizzontale
del mondo
• orientamento
  geografico
• astrazione
  figurativa
• rappresentazione
  dell’ignoto
COSMOLOGIE
MESOPOTAMICHE
I babilonesi
Visione verticale
del mondo
• cielo(dei), superficie
  terrestre (mortali) e
  mondo sotterraneo
  (defunti).
• universo babilonese:
  montagna appuntita,
  suddiviso in strati
COSMOLOGIE
MESOPOTAMICHE
                    Torre a sette piani
I babilonesi         di Nabucodonosor
  monumento astronomico
  per i 7 astri: sole, luna, e
  i 5 maggiori pianeti che
  percorrono lo zodiaco?

  simboleggia le 7 divisioni dell'universo: la
  terra abitata, circondata da 4 regioni
  corrispondenti ai quattro punti cardinali,
  al di sopra il cielo e al di sotto il regno
  dei morti?
COSMOLOGIE
MESOPOTAMICHE
I sumeri
                         universo
                         a livelli
                cielo
                terra

                inferi
disco di
acqua dolce
COSMOLOGIE
MESOPOTAMICHE
I sumeri

                universo

 montagna cosmica (terra+cielo)

           dei (forze naturali)
COSMOLOGIE
MESOPOTAMICHE
I sumeri

  Movimenti dei corpi celesti        disco
 piatto della terra limitato in estensione




  L’osservare il cielo era un dialogo tra dei e
 uomini tramite il mutare delle costellazioni
COSMOLOGIE
MESOPOTAMICHE

  Idea della lotta e della vittoria delle
potenze della luce su quelle delle tenebre
   mito babilonese: scontri sanguinosi
   modello dei Sumeri: calma e linearità
   “Fallimento scientifico”: anche se sono
presenti condizioni che possono portare alla
nascita della scienza, gli uomini che non
riescono a rendersi ragione del cosmo
perdono progressivamente la fiducia nelle
proprie capacità di indagine
COSMOLOGIE
EGIZIANE

  Arte, scienza, filosofia e religione
 intrecciate e impiegate in una singola ed
 organica unità
  Idea di equilibrio precario ma non
 statico: l’universo non durerà in eterno e
 un giorno tornerà alla sua unità originaria
 (così come gli dei morranno)
      modello inflazionistico
  Creazione non è la trasformazione totale
 e irreversibile dal non-essere all’essere
COSMOLOGIE                   Cielo
EGIZIANE




       N                                  S
Sole
                           Egitto



  non-essere è infinito      non può essere
  interamente trasformato: al di là
  dell’essere si estende senza fine la
  liquida distesa del non-esistente, in cui
  non valgono le leggi del cosmo
COSMOLOGIE
DELL’AMERICA
PRECOLOMBIANA


  la “realtà” che ci circonda é solo l’ombra
  del mondo reale, riflesso del mondo
  celeste, in cui i confini tra uomo e
  natura, tra soggetto e oggetto, sono
  assolutamente indefiniti
  i termini più comuni per descrivere
  l’universo sono “stupore” e “meraviglia”
COSMOLOGIE
DELL’AMERICA        mondo
PRECOLOMBIANA
Atzechi

4 punti cardinali
  unificati da un
  centro: il Sole           5
suddiviso in aree
in relazione col
tempo
                    il centro costituisce il
                    punto di contatto fra il
                    cielo e la terra
COSMOLOGIE
DELL’AMERICA          Pietra del sole
PRECOLOMBIANA
Atzechi
    8 cerchi
   concentrici

  funzione dei
     pianeti
Nel cerchio esterno
due serpenti si
congiungono (testa
in basso)
 COSMOLOGIE
 DELL’AMERICA          Pietra del sole
 PRECOLOMBIANA
 Atzechi

                 Serpenti
  giorno e                       Via Lattea
 notte sono                      contiene il
2 aspetti di                  sistema solare
 una stessa       divisi in
     cosa    13 segmenti (cieli)

             universo contiene
                   tutto
 COSMOLOGIE
 DELL’AMERICA
                             lucertola
 PRECOLOMBIANA
 Maya           cieli
Ogni spigolo è un
punto cardinale sede
di un dio che
sostiene con le mani
parte dell’universo
             Terra
I corpi celesti
rimarranno in
eterno nelle
proprie posizioni   inferi     coccodrillo
COSMOLOGIE          Sole, Luna e    Via Lattea
DELL’AMERICA        Venere
PRECOLOMBIANA
Incas
Dalla capitale si
irradia un
sistema di
direzioni legate
all'astronomia
individuate da
palazzi, templi e
pietre
         Terra piatta e
        divisa in 4 parti   Cuzco
COSMOLOGIE DEL            Oceano sormontato
MONDO CLASSICO           dalla conca emisferica
ARCAICO                         del cielo
cosmogonia congiunta
alla teogonia
i corpi celesti
compiono il loro Terra
percorso sulla
semisfera del cielo e
poi si immergono in
Oceano e girano
intorno all'orizzonte
verso nord, sorgendo
più tardi ad est
COSMOLOGIE DEL La cupola del cielo si sposta su un
MONDO CLASSICO    arco sopra la terra e poi si
ARCAICO                immerge nel mare
Cosmologia
omerica
Piano del mondo,
circondato dall'oceano
giace sulla cima di una
montagna, dentro la
quale c’è il Tartaro
L'atmosfera sopra la
montagna della terra é
spessa e nuvolosa, ma       Il sole, la luna e le stelle
più in alto é rischiarata   sorgono dalle acque alle
dalle stelle                estremità della cupola
COSMOLOGIE
INDIANE


  Poche conoscenze astronomiche,
 inserite in testi religiosi in versi

  Nuovi elementi culturali posti
 accanto a quelli vecchi

  Studio dell'astronomia scopi
 calendariali e sacrificali
COSMOLOGIE
INDIANE




     Universo




                Monte
                Meru
COSMOLOGIE
INDIANE
Cosmologia vedica
2 concezioni:
universo bipartito, formato da terra e cielo,
paragonate a due ciotole        concetto di terra
concava
universo tripartito formato da terra, atmosfera e
cielo
Himalaya divide la Terra in Europa ed Asia. Le
ruotano attorno gli astri. Sole illumina a turno
Europa e Asia         mentre in una parte del mondo
è giorno, nell’altra è notte
COSMOLOGIE
INDIANE
Cosmologia buddista

  Universo costituito da 3 strati
  orizzontali, traduzione spaziale degli
  stati mistici della coscienza:
  mondo del desiderio, in cui si trova la
  terra
  mondo della forma
  mondo misterioso della non forma, sopra
  la montagna assiale
 COSMOLOGIE CINESI          punto limite di altezza
                            intorno al quale gira il
 Cosmologia Kai Thien    firmamento senza fermarsi
                                        firmamento
Si adattava alle
dottrine di
Confucio


relazioni di
superiorità e                                 acqua
sottomissione
tra cielo e        Terra costituita da 9 continenti,
Terra              ognuno circondato da un "piccolo
                   mare" e da un "grande mare"
COSMOLOGIE CINESI
Cosmologia Kai Thien

Contraddizione: una Terra quadrata non può
combaciare con il cielo emisferico        Terra
considerata una cupola emisferica.
Intuito anche attraverso:
   calcoli trigonometrici
   stella polare, nel caso di una Terra piatta,
si sarebbe dovuta trovare sempre alla stessa
altezza, contrariamente a quanto si osserva
Comparsa e scomparsa degli astri dalla visuale
dipende unicamente dal punto di osservazione
COSMOLOGIE CINESI
Cosmologia Hun Thien

 Cielo sferico        Terra sferica

 Parità tra cielo e Terra, in contrapposizione alle
 teorie confuciane

 Zhang Heng ha scoperto la sfericità della Terra
 osservando le eclissi lunari, nel momento in cui la
 Terra oscura con la sua ombra la Luna

 Sospensione nello spazio ed il costante movimento
 della Terra al quale si deve l’alternarsi delle
 stagioni
         superiorità rispetto al sistema tolemaico
COSMOLOGIE CINESI
Cosmologia Hsüan Yeh

La geometria euclidea non era disponibile
(solo metodi algebrici)       non si elaborò
alcun modello geometrico, tratta soltanto
della natura e del moto del cielo

Le stelle sono luci d’origine incerta che
fluttuano in modi diversi nello spazio vuoto,
mosse da qualche tipo di vento o vapore
COSMOLOGIE CINESI
Cosmologia Hsüan Yeh

Nega l’esistenza di un “cielo” con forma e
sostanza. Chiarore e oscurità del cielo,
essendo sconfinato, sono fenomeni apparenti

Primi a concepire l’Universo come infinito
(l’universo limitato è presente persino nel
rivoluzionario sistema copernicano!)

Influenza su Giordano Bruno, Gilbert e
Godwin?
COSMOLOGIE CINESI
Cosmologia taoista

Da Yin e Yang, qualità energetiche primordiali,
si genera la triade Cielo - Uomo - Terra che
racchiude in sé tutto il vivente
Universo spazio temporalizzato
Energia trasformatrice (azione costante e
alterna di yin e yang) non soggetta a
trasformazioni, porta alla cognizione della
realtà come incessante mutamento
Nel movimento del Sole non c’è arresto, ma solo
punti di riferimento       4 punti cardinali +
centro (orientamento psicologico)
antiche
cosmologie




      cosmologie
         greche
            Cenni generali
• È collocata tra il 700 a.C. e il 400 d.C.
• Studia la natura
• Si basa sull’osservazione e utilizza
  metodi geometrici
• Distinzione tra pianeti e stelle fisse


   L’astronomia nasce come scienza
 Scuola ionica

• Si sviluppa tra il VII e il V secolo a.C.
• I principali esponenti sono Talete,
 Anassimandro e Anassimene
• Principio fondamentale della natura è un
elemento materiale o un’entità astratta.
  Talete di Mileto

• È il fondatore della Scuola di Mileto
• Terra: tonda, galleggia sull’Oceano
• Stelle: costituite di fuoco
• Conosce eclittica e equatore.
• Individua l’Orsa Minore e parla di:
 suddivisione in 4 stagioni e 365 giorni
 solstizi e equinozi
 ciclo Sàros
  Anassimene
• Teoria sulla formazione del sistema solare
• Concepì l’esistenza delle stelle fisse
• Volta celeste: racchiude
  i pianeti nel loro
  movimento circolare
  attorno alla Terra
• Terra: piatta (sezione
  concava di cilindro),
  sospesa e sostenuta dall’aria
• Luna: riceve luce dal Sole
• Spiega le eclissi
Anassimandro
• Inventore dello gnomone e della
  sfera celeste
• Terra: a forma di cilindro e in
  equilibrio al centro dell’universo
• Cielo: racchiude l’atmosfera e -
  negli altri strati - il Sole,la Luna
  e le stelle
• Astri: formati da aria e fuoco
• Spiega eclissi e fasi lunari
  (sfiatatoi)
Parmenide

• Terra: sferica, divisa in 5 zone
• Sistema di sfere concentriche:
 Estremo Olimpo
 Elemento sottile
 Stella della sera e del mattino
 Sole
 Luna
 Terra
 Scuola pitagorica

• Astronomia, geometria e musica: espressione
  dell’ordine universale
• Universo: formato da corpi che si muovono
  secondo uno schema numerico
• Si considerano modelli diversi da quello
  geocentrico
• I maggiori esponenti sono Pitagora, Filolao,
  Ecfanto di Siracusa
  Pitagora

• Terra: nel centro dell'Universo e
  sferica
• Luna: inclinata verso l'equatore della
  Terra
• Venere come stella notturna è lo stesso
  pianeta di Venere come stella diurna
  Filolao
• Il centro del mondo è Hestia e non
  la Terra, che vi ruota attorno
• Cosmo: suddiviso in tre
  domini concentrici:
 Olimpo: vi hanno sede le
  stelle fisse e termina
  esteriormente il mondo
 Mondo: vi hanno sede i 5
  pianeti, Sole e Luna
 Cielo: vi hanno sede Terra e
  Antiterra
 Ecfanto di Siracusa


• Terra: ruota intorno al proprio asse
• Asse terrestre: disposto nella direzione
  del fuoco centrale e dell’Antiterra
Platone
• Modello dell’universo a due sfere
  che:
 spiega i moti diurno e annuale del Sole e
  quello diurno delle stelle fisse
 non riesce a formulare previsioni valide
  sulle posizioni dei pianeti
 è definito in termini matematici rigorosi
  (cerchio e sfera)
 attribuisce grande valore all’osservazione
• Luna: riceve luce dal Sole
    Eudosso di Cnido
• L’anno è diviso in 365 giorni e ¼
• Teoria delle 27 sfere omocentriche:
 Terra: al centro, sfera perfetta
 Ogni sfera ruotante del pianeta è
  agganciata per due poli ad un’altra sfera:
  quindi, ogni traiettoria è la risultante delle
  rotazioni di un fascio di sfere
  concentriche:
 una per le stelle fisse
 due per Sole e Luna
 quattro per gli altri pianeti
   Aristotele
• Modello delle sfere
  omocentriche: descrizione
  fisica del mondo
• I movimenti delle sfere
  formano un unico sistema in
  cui:
 le sfere inferiori dipendono
  dalle superiori
 la forza motrice dell’universo si
  propaga fino al centro
 introduce i reagenti
 Primo Motore Immobile: causa
  prima del moto degli astri
• Classifica in “moti interni o
  propri” e “moti esterni o
  acquisiti”
 Scuola Alessandrina

• Metodo scientifico
• Dottrina delle sfere
• Massimi esponenti: Aristarco di Samo,
  Eratostene di Cirene, Ipparco di
  Nicea, Apollonio di Perga
Aristarco di Samo
• Prima ipotesi eliocentrica
• Astrometria: distanze Terra-Luna e Terra-
  Sole
• Terra: a causa delle dimensioni ha moti di
  rotazione e rivoluzione
• Sole: moti apparenti, immobile
• Luna: moti apparenti, rivoluzione intorno
  alla Terra
• Pianeti: moti relativi alla Terra
 Eratostene di Cirene


• Misurazione del meridiano terrestre
• Lunghezza della circonferenza terrestre:
  attuale Zenith
• Distanza Terra-Sole e Terra-Luna
• Luna: circonferenza, raggio d’orbita
 Ipparco di Nicea

• Fondatore dell’astronomia osservativa
• Teorie degli eccentrici e degli epicicli
• Moto della Terra intorno al sole:
  determinazione delle stagioni
• Moto della Luna
• Primo catalogo con più di 1000 stelle
• Perfezionamento della durata di un anno
• Astrolabio
  Apollonio di Perga

• Misura e cataloga le posizioni degli astri, e
  confronta i suoi dati con quelli precedenti
• Teoria dei deferenti:
gli astri erranti descrivono gli epicicli e
ruotano intorno alla Terra in deferenti
risulta un moto elicoidale che contempla
  inversioni periodiche del moto apparente
  visto dalla Terra
            Conclusione
  I Greci, un popolo privo di tecnologia,
     grazie all’intuizione, alla vitalità
intellettuale e all’uso della ragione, sono
    riusciti a costruire strutture del
pensiero ampie e complicate, ma anche e
   soprattutto a gettare le basi per lo
   sviluppo delle moderne metodologie
               scientifiche.
antiche
cosmologie




      cosmologie
         greche



     cosmologie
       romane
    Astronomia e Cosmologia
            Romana

   • Ruolo marginale nell’innovazione

• Traduzione e accettazione del modello
                 greco

  • Osservazioni più astrologiche che
             astronomiche
                  Autori

• TITO MACCO PLAUTO e QUINTO ENNIO
  L’astronomia (più astrologia) nella commedia
              e nella storiografia

       • MARCO TULLIO CICERONE
   La traduzione del modello greco in forma
                     latina

           • CAIO GIULIO CESARE
  L’introduzione di un calendario ufficiale per
              Roma e i suoi domini
• MARCO VITRUVIO POLLIONE
   L’applicazione dell’astronomia
 nell’ingegneria e nell’architettura

     • CALPURNIO SICULO
     Astronomia e agricoltura

          • SENECA
  Un primo esempio di “metodo
           scientifico”
          antiche
          cosmologie




                cosmologie
                   greche



               cosmologie
Tolomeo          romane
            Claudio Tolomeo
• Il risveglio dell’astronomia
• L’Almagesto: un’auctoritas del Medioevo
• Determinazione dell’ obliquità dell’eclittica
  con l’orizzonte e con il meridiano
• Ipotesi sulla lunghezza dell’anno
• Teoria del moto della Luna
• Catalogo di 1028 stelle
• Teoria dei pianeti
                        antiche
                        cosmologie




                              cosmologie
                                 greche
cenni pre-
copernicani

                             cosmologie
              Tolomeo          romane
            Albategnius
 Tavole perfezionate dei moti del Sole e
 della Luna
 Perfezionamento dell'Almagesto

 Spostamento annuo di 21° dell’apogeo

  solare
 L’uso della trigonometria in campo

 astronomico
         Paolo Toscanelli
   Realizzazione dello gnomone
   Prime osservazioni di comete
       Leonardo Da Vinci
   Scintillio delle stelle
   Calore del Sole
   Centralità del Sole
   Primitivo concetto di attrazione
    gravitazionale
                        antiche
                        cosmologie

appendici


                              cosmologie
                                 greche
cenni pre-
copernicani

                             cosmologie
              Tolomeo          romane
  Castel del Monte

 forti simbolismi
  astrologici
 posizione studiata in
  modo che nei giorni di
  solstizio ed equinozio
  le ombre gettate
  dalle pareti abbiano
  una particolare
  direzione
                       PROPORZIONE AUREA
 BC: AB = AB : AC
 Posto AC = l si ha:
        AB  BC  l         e        (*)   BC  AC  AB2       da cui      BC  l  AB
 Sostituendolo nella (*) si ha        l  AB   l  AB 2
 Sviluppando i calcoli, si ottiene l’equazione di secondo grado AB2  l  AB  l 2  0

  le cui soluzioni sono   AB1, 2   
                                                         
                                      l  l 2  4l 2 l   1  5
                                                     
                                                                    
                                                        
                                           2                 2
                                               l  1 5
Esclusa la soluzione negativa si ha AB                   l  0,618034 ... quindi BC  l  0,381966...
                                                    2
                                                       AB l  0.618034 ..
 Calcolandone il rapporto, detto rapporto aureo, si ha                    1,618034 ..
                                                       BC l  0,381966 ..
STONEHENGE

 Enorme calcolatore in grado di predire i
  principali eventi astronomici
 Calendario costruito dagli antichi per
  ricordare particolari giorni dell’anno in cui
  svolgere determinati riti religiosi
                        Era composto da:
• 30 pietre disposte verticalmente sul terreno
• 30 disposte orizzontalmente come architravi
• un secondo circolo di pietre all’interno (bluestones)
• una serie di 5 imponenti triliti al centro,
  disposti a ferro di cavallo
• internamente vi era una serie di bluestones
  disposte a ferro di cavallo
• una Altar Stone al centro della serie di bluestones
• due terrapieni paralleli, che compongono il
  viale cerimoniale
• Heel Stone, enorme pietra che si trova su
 questo viale
• terrapieno circolare
• quattro piccole pietre erette intorno al margine
  interno del terrapieno (station stone)
• 56 pozzetti, le fosse di Aubrey, immediatamente adiacenti al
  terrapieno
• 2 anelli di buche, dette fosse X e Y, tra il terrapieno e il Tempio
  The end
...grazie per
l’attenzione!

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:14
posted:6/7/2012
language:Italian
pages:70