STORIA MEDIEVALE ALBERZONI ANDENNA by dN5O7g

VIEWS: 86 PAGES: 4

									. - Storia medievale
GR. A-K: PROF. MARIA PIA ALBERZONI; GR. L-Z: PROF. GIANCARLO ANDENNA

Gr. A-K: Prof. Maria Pia Alberzoni

OBIETTIVO DEL CORSO

   I MODULO (esame semestrale), (Primo semestre)
Conoscenza di base dei caratteri originali del Medioevo europeo, con un
approfondimento critico su un particolare tema.
    II MODULO (Corso A e Corso magistrale), (Secondo semestre)
Capacità di lettura e interpretazione critica delle fonti e della letteratura
storiografica relative a un circoscritto problema storico.

PROGRAMMA DEL CORSO

   I MODULO
Momenti della storia del Medioevo significativi per la formazione di una identità
europea.
1. L’incontro romano-germanico alle origini del Medioevo europeo.
2. Il monachesimo.
3. Gli imperi medievali.
4. Papato e impero nei secoli centrali del Medioevo (secc. XI-XIII).
5. Ordini religiosi, Comuni, Università: il volto della nuova Europa.
   II MODULO
Il governo del Comune.

BIBLIOGRAFIA
    I MODULO (Esame semestrale)
1. Conoscenza di base della storia del medioevo conseguita con lo studio di uno dei
    seguenti manuali:
G. VITOLO, Medioevo. I caratteri originali di un’età di transizione, Sansoni RCS, Milano.
    oppure
P. CORSI-E. PISPISA-B. VETERE, Storia del Medioevo, Monduzzi Editore, Bologna, 2008.
    oppure
F. CARDINI-M. MONTESANO, Storia medievale, Le Monnier Università, Firenze, 2006.
    oppure
M. MESCHINI.R. PERSICO, I giorni della storia. 2 (dal III secolo d.C. al Trecento), Archimede
    Edizioni, 2008, con la seguente integrazione per i secoli finali del medioevo:
G. CASTELNUOVO-G.M. VARANINI, Processi di costruzione statale in Europa, in Storia Medievale,
    Donzelli, Roma, 1998 (pp. 585-614) e E.I. MINEO, Alle origini dell'Italia di antico regime, in
    Storia Medievale, Donzelli, Roma, 1998 (pp. 617-651).
(Le fotocopie di questi testi sono riproducibili all'Ufficio Fotocopie e fotoriproduzioni).
2. Lettura, commento e interpretazione di alcune fonti significative.
3. È inoltre richiesta la lettura di uno dei seguenti libri:
P. DELOGU, Il Medioevo, Il Mulino, Bologna.
F. SENATORE, Medioevo: istruzioni per l’uso, Bruno Mondadori, 2008.
A. VAUCHEZ, La spiritualità dell’Occidente medievale, Vita e Pensiero, Milano, 2006.
G.M. VIAN, La donazione di Costantino, Il Mulino, Bologna, 2004.

    II MODULO
La bibliografia sarà indicata durante il corso e segnalata in Blackboard.

DIDATTICA DEL CORSO
    Lezioni in aula, affiancate da iniziative seminariali e possibili escursioni in luoghi di
particolare interesse per i temi trattati.

METODO DI VALUTAZIONE
    Esami orali.

AVVERTENZE
    Gli studenti che devono acquisire solo 5 o 6 CFU (I modulo o esame semestrale)
sosterranno l’esame relativo al I modulo, che si intende propedeutico della disciplina. Per
acquisire 10 o 12 CFU occorre sostenere l’esame per entrambi i moduli. Si intende che il
diverso numero di CFU è legato all’anno di iscrizione al corso.
   Orario e luogo di ricevimento
   Il Prof. Maria Pia Alberzoni riceve gli studenti come da avviso affisso all’albo presso il
Dipartimento di Scienze storiche (Gregorianum, II piano) e indicato nella bacheca web del
docente e nell’apposita sezione in Blackboard.

Gr. L-Z: Prof. Giancarlo Andenna

OBIETTIVO DEL CORSO

    I MODULO (Primo semestre) 30 ore (6 crediti)
Conoscenza di base dei caratteri originali del Medioevo europeo.
(Dovrà essere seguito sia da studenti del triennio che hanno l’obbligo di un esame
di storia medievale da 6 crediti, sia da quelli da 12 crediti).
    II MODULO (Secondo semestre) ulteriori 30 ore, per un totale di 12 crediti.
(Dovrà essere seguito subito dopo il primo modulo da studenti che hanno l’obbligo
di un esame da 12 crediti e da studenti della laurea specialistica, nonché da altri
studenti che vogliano avere ulteriori 6 crediti per il settore M-STO-01).

PROGRAMMA DEL CORSO

    I MODULO
Momenti della storia del Medioevo significativi per la formazione di una identità
europea.
1. L’incontro romano-germanico alle origini del Medioevo europeo.
2. Le Chiese episcopali e il monachesimo.
3. Imperi e regni medievali e le autonomie locali: incastellamento e dominatus
   loci.
4. L’affermazione del papato romano e la pastorale della Chiesa nei secoli centrali
   del Medioevo.
5. Sviluppo demografico, Comuni, Università e Ordini religiosi: il volto della
   nuova Europa.
6. Società comunale e società feudale.
7. La nascita del mondo moderno tra Trecento e Quattrocento.
    II MODULO
L’Europa e l’Italia nel tardo Quattrocento: problemi politici, economici e
finanziari, in rapporto anche con il mondo religioso e con gli ordini ecclesiastici.

BIBLIOGRAFIA
     Per il I Modulo
Si consiglia la frequenza assidua. Per la parte di storia generale lo studente dovrà studiare
     uno dei seguenti manuali:
G. VITOLO, Medioevo. I caratteri originali di un’età di transizione, Sansoni RCS, Milano, 2003.
F. CARDINI-M. MONTESANO, Storia medievale, Le Monnier Università/ Storia, Firenze, 2007.
G. PICCINNI, I mille anni del Medioevo, Bruno Mondadori, Milano, 1999.

Inoltre tutti dovranno studiare:
G. ANDENNA, Storia della Lombardia medioevale, Utet Libreria, Torino, 2009.

    Per il II Modulo
Si consiglia la frequenza assidua, in quanto le lezioni saranno integrate da esercitazioni su
    documenti dell’Archivio di Stato di Milano.
In ogni caso tutti dovranno studiare i due libri seguenti:
R. FUBINI, Italia quattrocentesca. Politica e diplomazia nell’età di Lorenzo il Magnifico, Franco
    Angeli, Milano, 2011.
A. TENENTI, L’Italia del Quattrocento. Economia e società, Laterza, Bari, 2004.
A questi testi saranno aggiunti altri articoli del docente che verranno indicati durante il
   corso.
Sono previste ore di esercitazione sulle fonti che sarebbe opportuno frequentare, soprattutto
   per gli specialisti.

DIDATTICA DEL CORSO
    Lezioni in aula; possibili seminari di gruppo su documenti d’archivio e su fonti
narrative; lavori personali guidati dal docente.

METODO DI VALUTAZIONE
   Esame orale anche con discussione per gli specialisti di eventuali tesine personali scritte.

AVVERTENZE
    Orario e luogo di ricevimento
    Il Prof. Giancarlo Andenna riceve gli studenti il mercoledì dalle ore 10,30 alle ore 11,30
e il giovedì dalle ore 10,30 alle ore 11,30 presso il suo studio (Gregorianum, II piano),
oppure all’inizio e al termine delle lezioni.

								
To top