III lettera di Giovanni by Brudythebrady

VIEWS: 76 PAGES: 9

									Il cammino nella verità.
       III Le!era " Giovanni



              Www.semplicementelavorando.it
Informazioni sulla le!era.

                               Schema letterale:

 Tema: il cammino nella
                            V 1-4 introduzione (A)

          verità
                                 V 5-12 corpo

                                    -- 5-8 (B)

                                  -- 9-12 (B1)

Parola chiave: Verità (6 V) V 13-15 conclusione (C)

                             Scritta nel: fine I sec.

 La lettera è indirizzata a Gaio, amico credente di
Paolo e Timoteo, fece alcuni viaggi con essi, e aveva
   una chiesa in casa sua (V. lettera ai Romani)
Informazioni de!agliate sulla le!era.

 Schema letterario

Gruppo (A) V1-4 = Saluti e introduzione alla lettera.


(B) V 5-8 = Gioia di Giovanni, buon comportamento
e fedeltà del vero credente, Gaio esempio di fede,
buona testimonianza

(B1) V 9-12= Falsi credenti contrapposti alla fede
genuina di Gaio, avvertimento di Giovanni.

(C) V 13-15 = Conclusioni e saluti
Gru$o A.                 Anal%i.


 Giovanni in 5 versi, usa per 4 volte la parola verità.

Gaio era un fedele credente e di questo le persone ne
            davano degna testimonianza.

            Gaio camminava nella verità.

      Giovanni era felice del cammino di Gaio.

La fedeltà di Gaio ed il suo cammino cristiano erano
una luce di speranza e gioia nella sua epoca malata.

 Anche Dio è felice quando i suoi figli camminano
                     nella verità.
Gru$o B.                 Anal%i.


   La fedeltà di Gaio si dimostrava non solo nel suo
   cammino cristiano, ma anche nel rapporto con i
                         fratelli.

Amava i credenti, anche i fratelli esterni, provvedendo
                  e ospitandoli in casa.

Gaio cercava in tutti i modi di aiutare e collaborare in
   favore della verità, Gaio è l'esempio che un buon
 credente deve seguire: fedele, ama, impegnato per la
                     verità, ospitale.
Gru$o B1.               Anal%i.

   In contrapposizione dell'amore di Gaio, vi era
                l'orgoglio di Diotrefe.

            Combatteva contro la verità

 Non voleva l'espansione del vangelo e cacciava chi
           aveva rapporti con gli apostoli.

Sparlava e parlava male dei fratelli e sopratutto degli
                       apostoli.

            Lui non era un figlio di Dio!

 Giovanni promette di riprendere pubblicamente le
               opere di questo uomo.

Gru$o C.                 Anal%i.


Nell'ultima parte della lettera Giovanni mette l'enfasi
  sull'importanza di avere amicizie tra fratelli, avere
contatti, chiacchierare, parlare delle cose del Signore.

   Si mette l'importanza dell'amicizia e del fatto di
                        vedersi.

 L'amore per i fratelli ci deve spingere ad avere una
    comunione con loro e avere momenti per stare
assieme. Purtroppo oggi non si parla più di ospitalità
o comunione, ma questo è un tema importantissimo!
Cosa possiamo imparare da
      questa lettera.
 Essere sempre fedeli

 Camminare nella verità (sana dottrina)

 Amare i fratelli

 Curare i fratelli (ospitalità, condivisone, ecc.)

 Combattere i nemici della verità

 Non imitare il male.

 Avere contatti fra fratelli.
Il cammino nella verità.
       III Le!era " Giovanni



              Www.semplicementelavorando.it

								
To top