VERBALE N 88 by Yr6IZ22

VIEWS: 5 PAGES: 5

									                            ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO “CIRO POLLINI”
                                              Via Marsala 11 – Mortara
                                 Indirizzi : Agrario – Alberghiero – Servizi Sociali

                                   Collegio dei Docenti : VERBALE N. 88
                                                        --------
Il giorno 20 febraio 2009 alle ore 14,30, nell'auditorium del Liceo Scientifico Omodeo di Mortara
si è riunito il Collegio dei Docenti dell’Istituto “Pollini” in seduta ordinaria col seguente o.d.g.:
      Approvazione verbale 20/11/08
      Comunicazioni del Preside
      Sperimentazione classi pilota
      Rete provinciale per INNOVADIDATTICA
      Progetto Leonardo per il sociale
      Learning week e uscite didattiche
      Inglese nelle prove di qualifica
      Nuovo quadro surrogatori alberghiero
      Calendario e orario lezioni
      Varie
Sono presenti 85 docenti su 118 ; risultano assenti i prof. .Allevi, Avvisati Carmine, Avvisati
Pasquale, Baiamonte, Borghi, Cioffi, Debattista,Dondi, Ferrari, Fiori, Frattini, Grosso, Guerra,
Vallini, Iennaco, Marucci, Milazzo, Noviello, Oteri, Palomino, Panza, Pilerio, Rigato, Rossi
Rosetta, Roviglione, Rubinacci, Scanavini, Sebastiani, Sperti, Travaglino, Vitale, Zambelli.
Presiede la seduta il Dirigente, Prof. Alberto Hénin, funge da segretario la Prof.ssa Carlucci.
Constatata la presenza del numero legale, la seduta è aperta dal Dirigente.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 1: approvazione del verbale della seduta precedente
Il Dirigente pone ai voti il verbale n. 87 del 20 novembre 2009 esposto all’albo nelle sale
insegnanti, chiedendo ai presenti di esprimere eventuali proposte emendative.
In assenza di interventi il verbale viene messo ai voti e il Collegio dei Docenti delibera a maggio-
ranza ( 2 astenuti, nessun contrario) di approvare il verbale della seduta del 20 novembre2009.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 2: comunicazioni del Dirigente Scolastico
Il dirigente dà le seguenti comunicazioni
      L'Istituto ha superato la prima fase del PROGETTO L.A.I.V. , il progetto definitivo deve
         essere elaborato entro il 15 aprile e inserito nel POF; tale condizione è necessaria per l'am-
         missione alla partecipazione. La prof.ssa Carlucci ha seguito un corso di formazione obbli-
         gatorio per la partecipazione al bando.
      È stato approvato il nuovo regolamento per l'istruzione professionale con i nuovi quadri ora-
         ri: il curriculum si articola in anni 2 + 3 per includere l'obbligo scolastico; il quadro orario
         prevede 32 ore settimanali con tagli sulle materie scientifiche e sui laboratori. (Allegato n. 2
         schema di confronto curricula)
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 3: Sperimentazione classi pilota
Si è conclusa la seconda fase del corso di formazione per la sperimentazione (progettazione per assi
culturali)
Si sono individuate 3 classi pilota (1A, 1D, 1H) su cui avviare la fase sperimentale. I coordinatori
dei consigli di classe hanno evidenziato le problematiche emerse, in base alle quali la collaborazio-
ne con il CIDI va rinegoziata. E' necessario in particolare lavorare sui consigli di classe, sugli alunni
più difficili e sulla valutazione delle competenze. Verrà anche offerta la possibilità di una consulen-
za a distanza.
Interviene la prof.ssa Pigorini chiedendo che la collaborazione con il CIDI sia produttiva e concreta
per esempio nella costruzione di griglie condivise per la valutazione.

                                                          1/5
Il dirigente propone quindi l'apertura della terza fase di sperimentazione per le tre classi pilota, pre-
vio lavoro dei Consigli di classe sulle competenze
Delinera n. 1
visto l’art. 7 del D.Lgs. 297/94,
visto l’art. 6 del D.P.R. 275/99
visto il D.M. 139/2007
tenuto conto della proposta del Dirigente,
il Collegio dei Docenti delibera a maggioranza (84 favorevoli, 1 astenuto) di approvare la terza fase
del progetto di formazione/consulenza sulla didattica per competenze al fine di supportare la realiz-
zazione degli obiettivi formativi dell’obbligo scolastico.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 4: Rete provinciale per INNOVADIDATTICA.
Il Ministero ha investito sulla produzione, collaudo e validazione di materiali didattici (UDA o mo-
duli) per competenze, come surrogato della promessa task force a suporto delle scuole sperimentan-
ti i nuovi obiettivi dell’obbligo..
Il progetto deve realizzare la continuità tra la terza media e la prima superiore e fare riferimento agli
standard OCSE-PISA, vicini a quelli della sperimentazione regionale.
Vengono finanziate piccole ma solide reti formate da scuole superiori, CFP, scuole medie, enti for-
mativi accreditati per la consulenza in itinere ed il controllo dei prodotti.
A fronte di questa ipotesi, il Dirigente, dopo aver consultato i referenti per il POF e i coordinatori di
classe, propone di valorizzare le esperienze pregresse dell'istituto per concludere in crescendo il pri-
mo anno di sperimentazione dell'obbligo scolastico.
La rete didattica sarebbe così composta: Cossa – Cremona – Josti/Travelli – (già in collaborazione
sull'educazione ambientale) - CFP Pavia – CFP Martinoli (Clerici).
La consulenza potrebbe essere offerta da CIDI/ADI/ANIS. Le ultime due sono associazioni costi-
tuite da docenti e Presidi che hanno esperienza sul tema della valutazione di competenze.
Nell'istituto si dovrebbe creare un gruppo di lavoro che, partendo dalle UDA già sperimentate, le ri-
organizzasse in base agli assi culturali, di cittadinanza, conformi agli standard OCSE-PISA, inclu-
dendo il rapporto di continuità medie-superiori. Si dovrebbe poi procedere a standardizzarle dando
loro il medesimo format, a dotarle di avvertenze per l'uso e a pubblicarle.
Il tempo è poco, la scadenza per la presentazione è infatti il 28 febbraio 2009, inoltre il progetto po-
trebbe non essere selezionato, il finanziamento previsto è di 30.000 €.
La parte metodologica del Progetto è già stata elaborata dal dirigente, i docenti però dovrebbero ca-
talogare le UDA.
Offrono la loro disponibilità i seguenti docenti:
Indirizzo Agrario: TOTI, PIGORINI, ZANETTI, SACCHI
Indirizzo Alberghiero: VITOLO, MAZZA, SERGI
Indirizzo Sociale: CARLUCCI, SERRA e tutto il Consiglio della 1 D
Delibera n. 2
visto l’art. 7 del D.Lgs. 297/94,
visto l’art. 6 del D.P.R. 275/99
tenuto conto della proposta del Dirigente,
il Collegio delibera a maggioranza (83 voti favorevoli, 1 astenuto, 1 contrario) di concorrere al pro-
getto “INNOVADIDATTICA” e, nel caso di vittoria, si impegna a produrre il materiale necessario.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 5: Progetto eMPaTHY per il sociale
L'obiettivo del Progetto è portare il sociale in Europa; tale indirizzo infatti è stato fino ad oggi piut-
tosto ripiegato sul territorio.
La proposta proviene dal Centro Servizi Volontariato; il progetto si pone all'interno dell'Azione
Leonardo e ha il fine di far conoscere le modalità di impegno del terzo settore nell'assistenza sociale
in Europa. Prevede la partecipazione a una settimana di corso di formazione e 3 settimane di stage
in Irlanda (possibili anche Spagna o Francia).

                                                          2/5
Le scadenze sono le seguenti:
ottobre-dicembre 2009 SELEZIONE
gennaio-maggio 2010 PREPARAZIONE in sede
giugno -luglio 2010 MOBILITA'
2011 ripetizione per un'altra leva
L'esperienza potrà essere offerta solo a gruppi ristretti di allievi.
Delibera n.3
visto l’art. 7 del D.Lgs. 297/94,
considerato gli art. 3 e 4 del DPR 275/99,
tenuto conto del POF approvato nella seduta del 16/9/2008 e del P.A.A. deliberato il 15/10/2008,
vista la proposta presentata dal Dirigente ,
tenuto conto del dibattito,
il Collegio delibera all'unanimità la partecipazione al progetto eMPaTY, azione Leonardo, per l'in-
serimento del sociale in Europa.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 6: Learning week e uscite didattiche
La scuola ha aderito all'iniziativa regionale dell'OLTRE SCUOLA, l'iniziativa, a parere dei docenti
promotori, ha dato esito soddisfacente; si sono tuttavia evidenziati alcuni limiti come lo scarso coor-
dinamento con l'attività didattica e la riduzione delle ore di lezione che, sommata ai diversi eventi
che hanno determinato la sospensione della didattica, può costituire un problema per la garanzia del
minimo di 200 giorni di scuola.
Il dirigente propone che l'istituto si faccia carico della modalità di lavoro, trasformando i viaggi di
istruzione in learning week..La prof.ssa Carlucci suggerisce di inserire in questo percorso le diverse
esperienze collegate al giorno della memoria realizzando così un viaggio della memoria, più volte
sollecitato da diversi alunni.
In relazione ai viaggi di istruzione il dirigente propone l'integrazione, nel quadro già approvato, del
viaggio a Monaco per le classi 3B ed E da tenersi all'inizio di aprile, in treno.
Delibera n.4
visto l’art. 7 del D.Lgs. 297/94,
considerato gli art. 3 e 4 del DPR 275/99,
tenuto conto del POF approvato nella seduta del 16/9/2008, e del P.A.A. deliberato il 15/10/2008,
vista la proposta presentata dal Dirigente ,
tenuto conto del dibattito,
il Collegio approva all'unanimità la proposta di assunzione in proprio della pratica delle Learning
week e la meta proposta come parte integrante del Piano Annuale delle Attività, approvato nel
Collegio del 15/10/2008, da riconfermare per il prossimo a.s.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 7: Inglese nelle prove di qualifica
Il dirigente segnala la proposta dei docenti delle 3e alberghiero - sala bar, di inserire la prova di
inglese all'interno del test di comprensione.
 A fronte di tale ipotesi si pongono alcuni interrogativi :
     - quale peso ad inglese nella comprensione?
     - se poi la qualifica di terza fosse regionale: sempre solo comprensione?
     - gli allievi sono preparati ad affrontarla?
     - i docenti possono riprogrammare?
     - francese è già previsto nella prova professionale ma quale peso deve avere nella valutazione
         ±7?
 La prof.ssa Gazzaniga osserva che le prove di simulazione sono già state fatte con il criterio tradi-
zionale, non sarebbe perciò corretto modificare il percorso in opera.
Anche la prof.ssa Mazza esprime perplessità poiché il POF prevede l'esame con la modalità con
sueta, la modifica richiederebbe revisione dei punteggi e dei criteri di ammissione. E' possibile ri-
pensarci, ma per il prossimo anno. La prof.ssa Carlucci osserva che l'eventuale modifica dovrebbe

                                                          3/5
riguardare tutti gli indirizzi e fa presente che i docenti di lettere stanno valutando la possibilità di
trasformare la prova di comprensione in prova di produzione poiché esiste troppa frattura tra la di-
dattica del triennio e quella del biennio post-qualifica.
Gazzaniga e Mazza propongono la creazione di una commissione per l'analisi del problema.
Il dirigente trae le conclusioni del dibattito confermando l'opportunità di far decorrere le eventuali
modifiche dal mese di settembre; inoltre rammenta che le prime del prossimo anno non consegui-
ranno più la qualifica se non come nostra offerta interna concorrenziale alla regione. Condivide l'i-
dea di affidare al dipartimento di lingue la programmazione per il prossimo anno. Tale soluzione
trova il consenso anche della prof:ssa Gerli, poiché è necessario rivedere la programmazione svi-
luppando maggiormente l'aspetto tecnico.
Seguono interventi a conferma dell'inserimento della prova di inglese (Di Leo, Di Pleco, Sergi)
Delibera n.5
visto l’art. 7 del D.Lgs. 297/94,
tenuto conto del POF approvato nella seduta del 16/9/2008,
vista la proposta presentata dal Dirigente ,
tenuto conto del dibattito,
Il collegio delibera a maggioranza (82 voti favorevoli, 3 astenuti) di assegnare al dipartimento di
lingue l'incarico:di analizzare e valutare l'ipotesi di inserire nelle prove di qualifica delle classi
terze.
–    la lingua francese nella prova professionale
–    la lingua inglese nella prova di comprensione
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 8: Nuovo quadro surrogatori alberghiero
I corsi surrogatori dell'indirizzo alberghiero attualmente sono così strutturati:
–Esperto di Ristorazione gastronomica regionale
–Esperto di beverage management
–Esperto di gestione villaggi vacanze
Il Prof Marsotto avanza la proposta di sdoppiare la prima area in due settori:
–Esperto di ristorazione viaggiante (navi da crociera)
–Esperto di ristorazione gastronomica regionale
allo scopo di rendere internazionale l'approccio alla cucina introducendo anche, come terza lingua,
lo spagnolo tecnico.
Il progetto viene allegato (allegato n.3) al presente verbale e ne costituisce parte integrante
Delibera n 6
visto l’art. 7 del D.Lgs. 297/94,
tenuto conto del POF approvato nella seduta del 16/9/2008, e del P.A.A. deliberato il 15/10/2008,
vista la proposta presentata dal coordinatore del Dipartimento alberghiero
tenuto conto del dibattito,
Il Collegio delibera a maggioranza (83 voti favorevoli, 2 astenuti) di inserire nel prossimo POF un
quarto indirizzo di specializzazione nella terz’area dell’alberghiero: quello di esperto di ristorazione
viaggiante.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 9: Calendario e orario lezioni
Il Preside comunica il calendario dell'anno scolastico 2009-10; esso è allegato al presente verbale di
cui costituisce parte integrante (allegato n.4)
In merito alla scansione oraria delle lezioni è in atto una trattativa tra i dirigenti (Pollini e Liceo),
F.S. e ditte di trasporto su gomma per attuare alcune modifiche degli orari, al fine di raggiungere
maggiore omogeneità di entrate ed uscite riducendo così ritardi e richieste di permessi.
In ogni caso, per questo anno scolastico, sono da apportare alcune variazioni poiché l'anticipo di
cinque minuti della prima ora ha creato problemi e le ore centrali sono troppo brevi, inoltre è neces-
sario recuperare un giorno di scuola a causa della concomitanza tra sperimentazione della learning
week e chiusura per neve e per turni elettorali. Il dirigente dunque comunica che il Consiglio

                                                          4/5
d’istituto ha adottato la seguente proposta da attuare nel secondo quadrimestre (previo passaggio dal
confronto con la R.S.U.)
– Inizio: 8.10
– Intervallo: 10’
– 4ª ora di 50’
– Termine: 13.15
Altre modifiche saranno proposte quando cambieranno gli orari dei treni
Il prolungamento delle lezioni di 5 minuti per mezzo quadrimestre permette il recupero di 6 ore e
mezzo corrispondente ad un giorno di scuola; saranno ricalcolati i recuperi orari dei docenti; l'orario
pomeridiano resterà invariato.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Punto 10: Varie
Il dirigente propone al collegio la candidatura della prof.ssa Brandolini come funzione strumentale
per la formazione. Le linee programmatiche, individuate tramite l'inchiesta della prof.ssa Pigorini,
sono orientate verso la valorizzazione delle competenze dei docenti e verso la formazione sulla si-
curezza che riguarda tutto il personale.
Delibera n.7
visto l’art.30 del CCNL 2002-05,
considerato il POF già approvato,
tenuto conto della delibera del Collegio del 16/9/2008,
viste le candidature disponibili,
il Collegio dei Docenti delibera all'unanimità l’assegnazione della funzione strumentale per la
formazione alla prof.ssa Brandolini.
Il Preside comunica inoltre:
     - il Prof. Galizia ha dato la disponibilità ad essere il referente per il volontariato
     - si sta attivando la procedura per istruzione domiciliare dell'alunna Sara Fede, docente di
         sostegno Prof. Frattini (5 ore settimanali)
     - gli esami preliminari per i privatisti nei tre settori si terranno dal 21 al 29/5
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
La riunione si chiude alle ore 17 e di essa viene compilato il presente verbale, integrato dai seguenti
allegati che ne costituiscono parte integrante:
      2 (due) pag. di firme di presenza
      schema di confronto nuovo/vecchio curriculum (una pagina)
      progetto sdoppiamento surrogatorio alberghiero (quattro pagine)
      calendario anno scolastico 2009-2010 (una pagina)

       La Segretaria                                                          Il Dirigente Scolastico
Prof.ssa Elisabetta Carlucci                                                  Prof. Alberto Hénin




                                                          5/5

								
To top