Docstoc

Pascal Bruckner - PDF

Document Sample
Pascal Bruckner - PDF Powered By Docstoc
					pagina 8 • 4 maggio 2012
                                                    il paginone
                                                                                                            Come mai il terrore di un cataclism
           entre un asteroide sfreccia verso     ci con la nave spaziale che ci trasporta, ge-            leader politici, scienziati e intellettu
M          la Terra, cittadini terrorizzati si
           riversano nelle strade di Bruxel-
           les per ammirare il gigantesco
oggetto che cresce davanti ai loro occhi.
Presto svanirà dal loro orizzonte senza al-
                                                 mendo. Come è potuto accadere un simile
                                                 cambiamento? Nel corso dell’ultimo mez-
                                                 zo secolo, gli intellettuali di sinistra hanno
                                                 individuato due grandi capri espiatori per
                                                 le disgrazie del mondo. In primo luogo il
                                                                                                         spiega origini e pericoli delle «follie
cun danno – ma prima compare uno stra-           marxismo ha designato il capitalismo co-
no signore anziano, il professor Philippu-       me responsabile della miseria dell’uma-
lus vestito di un lenzuolo bianco con una        nità. In secondo luogo, l’ideologia del “ter-
lunga barba, intento a colpire un gong e         zo mondo”, delusa dalle indulgenze bor-
urlare: «Questa è una punizione; pentitevi,      ghesi della classe operaia, ha etichettato
perché il mondo sta finendo!».                   l’Occidente come la culla dello schiavi-
A noi fa sorridere questa buffa scena            smo, del colonialismo e dell’imperialismo.
estratta dal fumetto di Tintin, La stella Mi-    L’ambientalismo ora ha individuato un al-
steriosa, pubblicato in Belgio nel 1941.Tut-     tro colpevole – la stessa umanità, la cui vo-
tavia è anche una scena molto familiare          lontà è dominare il pianeta – che essen-
perché molte persone sia in Europa sia ne-       zialmente è un composto dei precedenti
gli Stati Uniti si sono recentemente con-        due, un capitalismo inventato dall’Occi-
vinte che la Fine sia vicina. Questa depri-      dente che opprime i popoli e distrugge la
mente convinzione può sembrare sor-              terra. In verità l’ambientalismo si conside-
prendente, dato che l’Occidente continua         ra come la realizzazione di tutte le prece-
a godere di uno standard di vita senza pre-      denti critiche. «Esistono solo due soluzio-
cedenti.Tuttavia il professor Philippulus è      ni – ha dichiarato il presidente boliviano
riuscito ad accreditarsi presso i governi, i     Evo Morales nel 2009 – o muore il capita-
media e i le istituzioni in generale, diffon-    lismo, o muore il Pianeta Terra».
dendo costantemente paura per il pro-            La Terra quindi è diventata un nuovo pro-
gresso, la scienza, la demografia, il riscal-    letariato che deve essere salvato dallo
damento globale, la tecnologia, il cibo. Fra     sfruttamento – se necessario, riducendo il




                                                                                                         Strategia del                                                                            di Pascal B


cinque o dieci anni le temperature aumen-        numero di esseri umani, come ha detto l’o-       merosi cliché apocalittici che affollano        re di Fukushima è esploso a seguito del-
teranno, la Terra sarà inabitabile, si molti-    ceanografo Jacques Cousteau nel 1991. Il         la letteratura moderna.                         l’enorme terremoto del Giappone nel
plicheranno i disastri naturali, il clima ci     Movimento per l’Estinzione Umana Vo-                                                             marzo 2011, si è semplicemente confer-
porterà alla guerra e gli impianti nucleari      lontaria, un gruppo di persone che hanno         L’ambientalismo è diventato un’ideolo-          mato un sentimento di ansia che esisteva
esploderanno. L’uomo ha commesso il              deciso di non riprodursi, ha annunciato:         gia mondiale che copre tutta l’esistenza –      già, alla ricerca di qualche contenuto. Fra
peccato dell’orgoglio; ha distrutto il suo       «Ogni volta che uno di noi decide di non         non semplicemente i modelli di produzio-        sei mesi, altre preoccupazioni ci assali-
habitat e devastato il pianeta; deve fare        aggiungere un altro di noi ai miliardi che       ne ma anche gli stili di vita. Lo riscopria-    ranno: una pandemia, un’influenza avia-
ammenda. Dal mio punto di vista non              occupano questo pianeta devastato, un al-        mo nell’ampia gamma della retorica              ria, le riserve alimentari, lo scioglimento
dobbiamo minimizzare i pericoli cui an-          tro raggio di speranza splende nell’oscu-        marxista, ora applicata all’ambiente: lo        delle calotte glaciali, le radiazioni dei te-
diamo incontro. Piuttosto dobbiamo capi-         rità. Quando ogni essere umano sceglierà         scientismo onnipresente, visioni spaven-        lefoni cellulari. La paura inoltre diventa
re perché la paura di un’apocalisse ha col-      di smettere di procreare, la biosfera della      tose della realtà, addirittura moniti ai col-   una profezia auto-appagante, con la
pito così tanti dei nostri leader politici,      terra potrà tornare alla sua passata glo-        pevoli che fraintendono coloro che augu-        stampa che riporta – come fosse una sco-




                                                                                                  “
scienziati e intellettuali che insistono a ra-   ria». L’ambientalista inglese James Love-
gionare e discutere come se stessero se-         lock, chimico di formazione, considera la              Retorica ambientalista, movimenti in favore dell’estinzione
guendo il copione di un mediocre film ca-        Terra come un organismo vivente e gli es-
tastrofico di Hollywood.                         seri umani come un’infezione al suo inter-       umana, perfino “scioperi dell’utero”. Ormai si è innescato
                                                 no, che prolifera a scapito della totalità,
Verso la fine del XXI secolo, si è verifi-       che a sua volta cerca di rigettarli ed espel-    un meccanismo di tic e manie incontrollabili. Ma forse,
                                                                                                  lo scopo è solo quello di confonderci per renderci docili

                                                                                                                                                                               ”
cato un cambiamento esemplare nel no-            lerli. In Francia un politico dei Verdi,Yves
stro modo di pensare: abbiamo deciso che         Cochet, ha proposto uno “sciopero dell’u-
l’era delle rivoluzioni era finita e che l’era   tero”con tanto di multe per le coppie che        rano il loro bene. Scrit-                                         perta sorprendente –
delle catastrofi era iniziata. La prima ri-      concepiscono un terzo figlio, poiché ogni        tori, giornalisti, politici                                       che i giovani sono assa-
guardava le aspettative, la speranza che la      figlio corrisponde, in termini di inquina-       e scienziati concorrono                                           liti dalla preoccupazione
razza umana potesse procedere verso il           mento, a 620 viaggi andata e ritorno da          tutti nel ritratto di abo-                                       per il riscaldamento glo-
suo obiettivo. Ma una volta annunciata la        Parigi a New York.                               minio e dichiarano la                                            bale che la stessa stampa
fine della storia, sconfitto il nemico comu-     «La nostra casa sta bruciando, ma non            propria iper-lucidità:                                           instilla in loro di conti-
nista e – più recentemente – tutt’altro che      vi diamo attenzione», ha detto Jacques           solo loro riescono a ve-                                         nuo. E di riflesso, i son-
vinta la guerra al terrorismo, l’idea di pro-    Chiraq al Vertice Mondiale sullo Svilup-         dere        chiaramente                                          daggi di opinione rifletto-
gresso giace moribonda. Al futuro umano          po Sostenibile nel 2002. Sir Martin              mentre gli altri vegeta-                                        no quanto promulgato
del mondo si è sostituito il futuro del mon-     Rees, un astrofisico inglese ed ex presi-        no nell’oscurità. La                                            dai media. Siamo vacci-
do in quanto entità materiale. Anche la          dente della Royal Society, dà all’uma-           paura diffusa da que-                                           nati contro l’ansia dalla
lunga lista di vittime emblematiche –            nità il 50 per cento di possibilità di so-       sti intellettuali è come                                        ripetizione degli stessi te-
ebrei, neri, schiavi, proletari, popoli colo-    pravvivere oltre il XXI secolo. Secondo          un enzima ingordo                                               mi, che diventano una
nizzati – è stata sostituita, poco a poco, con   gli oncologi e i tossicologi la fine della       che inghiotte ansia, se                                        sorta di narcotico di cui
il Pianeta, il nuovo modello di tutta la mi-     specie umana arriverà ancor prima del            ne alimenta, e poi la                                          non possiamo fare a me-
seria. Non siamo più stati chiamati a par-       previsto, verso il 2060, a causa della ge-       rigetta indietro per i                                         no. Per svegliare la gente
tecipare ad una comunità particolare;            nerale sterilizzazione dello sperma. E si        nuovi arrivati. Quan-                                          occorre una retorica più
piuttosto, siamo stati invitati a identificar-   potrebbe continuare ad elencare i nu-            do l’impianto nuclea-                                          estrema, che comprende
                                                                                                                                                                             4 maggio 2012 • pagina 9


ma planetario ha colpito così tanti
uali? Lo scrittore e filosofo francese                                                                     Immagini evocative della crisi ambientale
                                                                                                            che starebbe portando il nostro pianeta
                                                                                                                                                           dove stiamo andando: verso il peggio. Una
                                                                                                                                                           conseguenza di questa sicurezza è che ini-
e catastrofiste sempre più dilaganti»                                                                          al collasso. In basso, la locandina
                                                                                                              di “Una scomoda verità” di Al Gore
                                                                                                                                                           ziamo a sospettare che le infinite Cassan-
                                                                                                                                                           dra che si profetizzano attorno a noi non
                                                                                                                                                           intendono tanto avvisarci, ma condannar-
                                                                                                           sarie, adeguare il proprio termostato,          ci. Nell’ebraismo classico, il profeta cerca-
                                                                                                           piantare alberi e spegnere gli apparecchi       va di dare nuova vita alla causa di Dio
                                                                                                           elettrici.Visto che ci troviamo in perdita di   contro i re e i potenti. Nella cristianità, i
                                                                                                           fronte alle minacce planetarie, convertire-     movimenti millenari incarnavano una
                                                                                                           mo la nostra impotenza in gesti propizia-       speranza di giustizia contro una Chiesa
                                                                                                           tori, che ci daranno l’illusione dell’azione.   che sguazzava nel lusso e nei vizi. Ma nel-
                                                                                                           Prima l’ideologia della catastrofe ci terro-    la società laica, un profeta non ha altra
                                                                                                           rizza, poi ci tranquillizza proponendoci        funzione se non l’indignazione. Succede
                                                                                                           piccoli rituali di animismo post-tecnologi-     quindi che finisce con l’intossicarsi delle
                                                                                                           co. Ma dobbiamo essere chiari: non si può       sue stesse parole e afferma una legittimità
                                                                                                           evitare una calamità cosmica controllan-        senza alcuna base, prendendosela con
                                                                                                           do la pressione degli pneumatici o facen-       quella stessa distruzione contro cui fa fin-
                                                                                                           do la raccolta differenziata. Allo stesso       ta di avvisarci. Avrete quello che vi meri-
                                                                                                           modo, ci viene detto che «il nostro potere      tate! – è questo l’istinto suicida che ci rivol-
                                                                                                           supera la nostra conoscenza», come ha           gono i nostri misantropi. Non si tratta di
                                                                                                           sostenuto tempo fa il filosofo tedesco          piccole anime che ci mettono in guardia
                                                                                                           Hans Jonas, ma ci viene anche detto che         contro i problemi, ma si tratta di piccole
                                                                                                           dobbiamo cambiare la nostra alimenta-           menti che augurano la nostra sofferenza
                                                                                                           zione, ridurre i viaggi in aereo, consumare     se avremo la presunzione di rifiutarci di
                                                                                                           meno beni materiali e smettere di guidare       ascoltarle. La catastrofe non è il loro timo-
                                                                                                           auto ciuccia-benzina. Si tratta dell’aporia     re, ma la loro gioia. C’è una breve distan-
                                                                                                           centrale del neo-ascetismo verde: attribui-     za fra lucidità e amarezza, fra predizione
                                                                                                           re un’esagerata importanza al comporta-         e anatema. Un altro risultato della certez-
                                                                                                           mento ordinario umano, indebolendo così         za dei catastrofisti è che il loro predicare,
                                                                                                           il suo interesse alla stessa umiltà che cer-    che ci vaccina contro il veleno del terrore,
                                                                                                           ca di instillare.                               ci porta alla pietrificazione. Il tremito che
                                                                                                           Un’altra contraddizione che riguarda il di-     ci vogliono iniettare non funziona.
                                                                                                           scorso apocalittico è che, anche se cerca
                                                                                                           disperatamente di indebolirci, per convin-      L’ansia ha l’ultima parola. Avremmo
                                                                                                           cerci del caos planetario finisce per narco-    dovuto essere in guardia, invece siamo di-




ll’Apocalisse
                                                                                                           tizzarci, rendendo la nostra eventuale          sarmati. Questo potrebbe addirittura esse-
                                                                                                           scomparsa parte della nostra routine quo-       re lo scopo di questo rumoroso panico:
                                                                                                           tidiana. All’inizio, certo, le notizie di di-   confonderci per renderci docili. Invece di
                                                                                                           struzione che sentiamo – l’acidificazione       incoraggiarci a resistere, propaga sconfor-
                                                                                                           degli oceani, l’inquinamento dell’aria – ca-    to e disperazione. L’ideologia della cata-
                                                                                                           ricano la nostra esistenza tranquilla con       strofe diventa uno strumento di rassegna-
                                                                                                           una strana eccitazione. Il nemico è tra noi,    zione politica e filosofica.
                                                                                                           e aspetta solo un nostro piccolo errore, ed     Quello che sorprende è che l’umore da ca-
                                                                                                           è sempre più insidioso perché è invisibile.     tastrofe prevale soprattutto in Occidente,
 Bruckner                                                                                                  Se la missione dei riti antichi era di espia-   come se fosse una peculiarità di popola-
                                                                                                           re la violenza di una comunità con una vit-     zioni privilegiate. Nonostante le crisi eco-
                                                                                                           tima sacrificale, la funzione dei nostri riti   nomiche degli ultimi anni, la gente vive
                                                                                                                                                           meglio negli Stati Uniti e in Europa che al-
            un incredibile numero di analogie con                                                                                                          trove, è per questo che emigranti da tutto
            l’Olocausto.                                                                                                                                   il mondo vogliono andare in quei paesi.
            Noël Mamère, un politico francese deiVer-                                                                                                      Tuttavia non siamo mai stati così inclini a
            di, ha accusato un altro politico, Claude                                                                                                      condannare le nostre società. Forse il nuo-
            Allègre, di essere un negazionista del ri-                                                                                                     vo puritanesimo verde non è altro che la
            scaldamento globale – un termine france-                                                                                                       reazione di un Occidente privato della sua
            se che si riferisce a coloro che rinnegano i                                                                                                   suprema competenza, l’ultimo avatar di
            genocidi di ebrei e armeni. L’economista                                                                                                       un infelice neocolonialismo che predica
            Rajendra Pachauri, capo della Commis-                                                                                                          ad altre culture la saggezza che non ha
            sione Intergovernativa sul Cambiamento                                                                                                         mai praticato. Per gli ultimi venti anni, i
            Climatico, ha esplicitamente paragonato                                                                                                        popoli non europei sono diventati padroni
            lo statista eco-scettico danese Bjørn Lom-                                                                                                     del loro futuro e hanno smesso di guarda-
            borg al Führer. Il climatologo americano                                                                                                       re a noi come modelli infallibili. Probabil-
            James Hansen ha accusato le compagnie                                                                                                          mente accoglieranno le nostre professioni
            petrolifere che tentano di «diffondere dub-                                                                                                    di fede ambientalista con gentile indiffe-
            bi sul riscaldamento mondiale» di «alti                                                                                                        renza. Miliardi di persone guardano alla
            crimini contro l’umanità e la natura» e ha                                                                                                     crescita economica, con tutto l’inquina-
            chiamato «treni della morte» quei treni                                                                                                        mento che l’accompagna, per migliorare
            che trasportano il carbone americano.                                                                                                          le proprie condizioni. Chi siamo noi per ri-




                                                            “
            Una strategia di discorsi catastrofici radi-                                                                                                   fiutarli? La preoccupazione ambientale è
            cata nel tempo, che sia diffusa da predica-            La paura che viene quotidianamante diffusa, soprattutto                                 universale; il male della fine del mondo è
            tori o da propagandisti, è la correzione re-                                                                                                   puramente Occidentale. Per fronteggiare
            troattiva. Questa tecnica consiste nell’ac-     dai mass media, è diventata un enzima ingordo che inghiotte ansia,                             questo pessimismo, potremmo elencare le
            cumulare un’incredibile quantità di noti-                                                                                                      buone notizie degli ultimi venti anni: la de-
            zie spaventose e poi – alla fine – stempe-
                                                            se ne alimenta, e poi la rigetta indietro per i nuovi arrivati.                                mocrazia sta facendo lenti progressi, più
                                                            Avremmo dovuto essere in guardia, invece siamo disarmati

                                                                                                                                            ”
            rarle con un lieve raggio di speranza. Per                                                                                                     di un miliardo di persone sono uscite da
            prima cosa farà crollare tutte le resistenze,                                                                                                  uno stato di assoluta povertà, l’aspettativa
            poi offrirà una strada d’uscita alla stordita   zioni, siccità, epidemie e micidiali ondate    contemporanei è – in primo luogo – di           di vita è aumentata nella maggior parte
            audience. Così è stato lo slogan del docu-      di calore al di là di quanto sia mai succes-   drammatizzare lo status quo e di esaltarci      dei paesi, le guerre stanno diminuendo,
            mentario di Al Gore Una scomoda verità          so – una catastrofe creata da noi».            attraverso l’imminenza di un cataclisma.        molte malattie gravi sono state sradicate.
            che sentenziava: «L’umanità è seduta so-                                                       Tuttavia la certezza delle profezie rende       Ma servirebbe a poco. La nostra percezio-
            pra una bomba ad orologeria. Se la mag-         Ora, questi sono i mezzi che il nostro ex      effimero questo effetto. Il linguaggio della    ne è inversamente proporzionale alla
            gior parte degli scienziati mondiali hanno      vice presidente, come la maggior parte de-     paura non comprende il termine “forse”.         realtà. L’apocalisse cristiana si considera-
            ragione, ci restano solo dieci anni per evi-    gli ambientalisti, propone per ridurre le      Ci dice piuttosto che l’orrore è inevitabile.   va una rivelazione carica di speranza per
            tare un’enorme catastrofe che potrebbe          emissioni di anidride carbonica: usare         Refrattario a ogni dubbio, trae soddisfa-       l’avvento del regno di Dio. L’oggi non ha
            portare l’intero sistema climatico del no-      lampadine a basso consumo energetico,          zione segnando gli stadi di degrado. Si         niente da offrire. E non c’è più alcuna pro-
            stro pianeta ad una distruzione epica che       controllare la pressione dei pneumatici, ri-   tratta di un altro paradosso della paura: al-   messa di redenzione.
            comporterà sbalzi meteorologici, inonda-        ciclare, eliminare le confezioni non neces-    la fine è rassicurante. Almeno sappiamo                                       © City Journal

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:21
posted:5/4/2012
language:English
pages:2
Description: articolo di Pascal Bruckner pubblicato su Liberal del 04.05.2012