Docstoc

UOMO-DELLE-STELLE

Document Sample
UOMO-DELLE-STELLE Powered By Docstoc
					                                                                                                                                            sfide › numeri uno


                                                 Sognatore, pittore di stelle, artista eclettico.
                                      Con un progetto ambizioso: costruire in Egitto una piramide di luce
                                         da affiancare a quelle dei faraoni. Per un messaggio di pace.
                                                   Millionaire ha incontrato Ottavio Fabbri




      l’uomodelle                   stelle
                                    «Visionario convinto, è uno di                l’illuminazione di notte ci sarà l’energia
                                                                                                                                                                     di Lucia Ingrosso
                                                                                                                                                             l.ingrosso@millionaire.it




      Ottavio Fabbri e il top
      di diamanti da lui creato
                                    quegli uomini che sognano in                  solare immagazzinata durante il giorno.         chi è
                                    grande, e che i propri sogni ri-              «La collocazione sarà in Egitto, a Giza.        Ottavio Fabbri è regista, pittore, gallerista, musicista,
      e dato in beneficenza.
      A fianco, alcune sue opere,
                                    escono a realizzarli». Così è                 Qui le tre piramidi di Cheope, Chefren          disegnatore di abiti e di traiettorie magiche. Il padre
                                    stato definito Ottavio Fabbri, fi-            e Micerino sono posizionate in modo da          Dino era editore (uno dei tre fratelli della Fratelli
      tra cui l'autoritratto                                                                                                      Fabbri Editori, casa editrice fondata nel 1947). La
      Homo Cosmicus.                glio dell’editore Dino Fabbri,                replicare la posizione di tre stelle della      madre, Pierina Tassis, veniva dalla famiglia che aveva
                                    pittore e artista a 360 gradi, sul-           Costellazione di Orione» ha spiegato Fab-       fondato le Poste ed era pittrice e gallerista.
                                    la rivista Architectural Digest. Di recente   bri a Millionaire. «L’obiettivo è di com-       Un’infanzia speciale. «Quando mio padre diceva
                                    si è parlato molto di lui per la sua in-      pletare il quadro. Così ho pensato la mia       “Sabato usciamo con Raffaello” io credevo che ci
                                                                                                                                  saremmo incontrati davvero, mentre lui si riferiva
                                    tenzione di costruire una quarta pira-        piramide in due possibili posizioni al-
                                                                                                                                  alle uscite in edicola (I maestri del colore,
                                    mide nella valle di Giza, al Cairo. È un      ternative, a replicare quella delle due stel-   pubblicazione a fascicoli di grande successo, ndr).
                                    progetto solido e fondato, in cui nulla è     le più esterne alla costellazione. Sarà un      Ma poi pittori come Dalì e Picasso o poeti come
                                    lasciato al caso. La quarta piramide, che     monumento immateriale e simbolico,              Ungaretti e Montale li incontravo davvero: erano
                                    contribuirà a completare la sequenza del-     fatto di luce: 460 fari da 2.000 watt, visi-    habitué in casa. Ho avuto la fortuna di crescere in
                                                                                                                                  un’atmosfera straordinaria, unica dal punto di vista
                                    le stelle di Orione, sarà tutta di luce. Un   bile anche a grandissima distanza. Il go-       artistico e culturale» racconta Fabbri.
                                    simbolo di pace. Un progetto faraonico        verno egiziano è molto interessato              Gli studi. Fabbri ha fatto studi classici e si è
                                    ma anche ecocompatibile: a garantire          e, salvo imprevisti, questa grande              laureato in Scienze politiche.


108                                                                                                                                                                                           109
      sfide › numeri uno


                                                                                                                                                                                                                                                  dicono di lui               «Ho già visto i dipinti
                                                                                                                                                                                                                                                                              di Fabbri nello spazio»
                                                                                                                                                                                                                                                                              Buzz Aldrin, astronauta dell’Apollo 11
                                                                                                                                                                                                                                                                              «Ottavio Fabbri è come
                                                                                                                                                                                                                                                                              se avesse dipinto da sempre»
                                                                                                                                                                                                                                                                              Achille Bonito Oliva, critico d’arte
                                                                                                                                                                                                                                                                              «I suoi colori bruciano con l’intensità
                                                                                                                                                                                                                                                                              di simboli, con l’aggressività
                                                                                                                                                                                                                                                                              di un microcosmo esplosivo»
                                                                                                                                                                                                                                                                              Federico Zeri, storico dell’arte
                                                                                                                                                                                                                       La piramide di                                         Tutte le informazioni sulle piramide
                                                                                                            penso) che esistano. Mia figlia dice che ven-                                                              luce sarà posi-                                        di luce sono reperibili on line:
                                                                                Sopra, gli obelischi
                                                                         di luce proposti da Fabbri         go da un’altra costellazione e ha ragione. Io                                                              zionata vicino                                         www.pyramidofpeaceandlight.com
                                                                             ad Alberto di Monaco.          sento di venire da Orione e di raccontare co-                                                              a quelle dei tre
                                                                             Qui la tenda luminosa                                                                                                                     faraoni.
                                                                                                            se che ho già visto. Ho sintetizzato questa
                                                                                      per Gheddafi.
                                                                                                            visione proprio nel mio autoritratto Homo
                                                                                                            Cosmicus del 1997».
                                                                                                            Ma questo “rapporto privilegiato con le                                                                                       Sarà un monumento immate-
                                                                                                            stelle” l’aiuta anche a vivere meglio?                                                                                        riale e simbolico, fatto di luce:
                                                                                                                                                                                                                                          460 fari da 2.000 watt.
                                                                                                            «Credo che dipingere le stelle rallenti il me-
                                                                                                            tabolismo. Io mi sento e dimostro molto
                                                                                                            meno anni di quelli che ho. Posso cam-
                                                                                                            minare per ore senza stancarmi. In un isti-
                                                                                                            tuto medico sono oggetto di studio. I me-
                                                                                                            dici invecchiano, io no. Mi aiuta a stare be-
                                                                                                            ne anche vivere in costante movimento,                                       A garantire l’illumina-
                                                                                                            stare in tutti i luoghi dove abbondano pal-                                  zione di notte ci sarà l’e-
                                                                                                            me e cieli stellati: Roma, Emirati Arabi, Co-                                nergia solare immagaz-
                                                                                                            sta Azzurra».                                                                zinata durante il giorno.
                                                                                                            E il cinema?
                                                                                                            «È stato il mio primo amore, appena finita
                                                                                                            l’università. Ho fatto l’assistente volontario
                                                                                                            di grandi registi: Luchino Visconti prima e         tri. Mi dicono che sono un polo di energia
           installazione si farà».                      fra 1945 e 1995, ndr) mi definì il “Mozart          Michelangelo Antonioni poi. Quindi sono             (confermo, ndr)».
      Ma c’è di più: dalla tenda di luce per            dei quadri”, proprio perché distinguevo un          diventato regista a mia volta, spaziando dai        Come si diventa “poli di energia”?
      Gheddafi agli obelischi di Monte Carlo…           originale da una copia. Ho iniziato a dipin-        film ai documentari. Mi sono sempre con-            «Avendo una passione. Qualsiasi passione
      «Sono convinto che tutto ciò che è orienta-       gere a metà degli anni Ottanta. Le mie stel-        siderato uno spirito eclettico. Ho diretto          – per una persona, un’arte, uno sport – aiu-
      to verso la pace vada illuminato. Il mio obiet-   le rispecchiano la mia ansia di infinito. E il      Massimo Boldi in Movie Rush (1976), così            ta a rigenerarci ogni giorno. Ed è un nutri-
      tivo è dare luminosità e visibilità a eventi e    mio desiderio di avvicinarmi agli altri: le stel-   come Dalla e De Gregori in Banana Repu-             mento di felicità. Poi bisogna impegnarsi in
      monumenti. La Tenda di luce di Gheddafi           le le vediamo tutti, perciò fanno parte della       blic, il video della loro storica tournée (1979).   tutto, anche nel divertimento. E percorrere
      è prevista per il decimo anniversario del-
      l’Unione africana. Ad Alberto di Monaco,
                                                        cultura di ogni popolo. Fanno sognare gli
                                                        innamorati e tranquillizzano i bambini. A
                                                                                                            Ho fatto poi una serie di documentari a ca-
                                                                                                            rattere sociale, su persone che vivevano per
                                                                                                                                                                con fiducia tutte le strade che si aprono. Ali-
                                                                                                                                                                mentandosi della propria energia. E non sot-
                                                                                                                                                                                                                                  le stelle addosso
      mio amico da sempre, ho invece proposto           oggi, mi hanno dedicato una ventina di mo-          strada, nei cartoni. Già da allora, avevo il de-    tovalutando mai la propria anima, pena il                         Ottavio Fabbri ha il sogno di consegnare la sua arte (e le sue stelle) alla
      due obelischi di luce da posizionare ai due       stre personali. Opere mie sono presenti in          siderio di far parlare chi di solito non veni-      rischio che ci prenda alle spalle. E poi, na-                     portata di tutti. Per questo ha creato Stars&stars, una linea di abbigliamento
      capi del Golfo di Monte Carlo, per rendere        collezioni importanti, così come al Ludwig          va ascoltato. Di portare la luce dove c’era         turalmente, conoscere e rispettare gli altri».                    e accessori a tema stellare. «L’intento era quello di avvicinare le donne alle
      questo luogo ancora più magico e unico».          Museum di Colonia. Dipingo sulle classi-            l’ombra. L’ultimo film, Viaggio d’amore con         Lei ha dei maestri?                                               stelle. E portare un po’ di cielo sulla Terra. La collezione l’ho disegnata io,
      Lei è anche un grande pittore di stelle.          che tele, ma anche sul velluto».                    Omar Sharif, Lea Massari e la sceneggiatu-          «Sì, perché, come diceva Fellini, “Bisogna                        per poi realizzarla grazie al contributo della mia costellazione familiare,
      Quando è nata questa passione?                    Lei si definisce homo cosmicus, perché?             ra di Tonino Guerra, l’ho diretto nel 1990».        fare come le galline: beccare un po’ qua e                        cioè di mia moglie e delle mie figlie (Dina, 12 anni e Ottavia, 16), nonché di
                                                        «Tutti conosciamo il nostro indirizzo fisico,       Lei è anche musicista e gallerista (ha due          un po’ là”. Io ascolto tutti e poi trattengo per                  validi artigiani che hanno avuto la pazienza di ascoltarmi. Si va dalla
      «È stata molto precoce. Dopo “mamma” e
                                                                                                            gallerie, a Milano e Monte Carlo). Come             me quello che ritengo più interessante. Ma-                       maglietta che costa pochi euro, al top di diamanti che ho donato all’Airc
      “papà” la prima parola che ho pronuncia-          sulla Terra. Ma non siamo consapevoli di vi-
                                                                                                                                                                                                                                  (Associazione italiana per la ricerca sul cancro) per beneficenza».A essere
      to è stata “telescopio”. E poi, già a quattro     vere in un ambito più ampio. Io mi sento            conciliare tutte queste attività?                   dre Teresa diceva: “Non giudicare gli altri,
                                                                                                                                                                                                                                  innovativo – oltre il tema delle stelle – è l’utilizzo di materiali particolari e
      anni, avevo l’“occhio assoluto”                              testimone di un sentimento di ap-        «Ho bisogno di dormire pochissimo e que-            se no non hai il tempo di amarli”. Il regista
                                                                                                                                                                                                                                  l’attenzione al fattore moda. «Indossano miei capi, fra gli altri, Sharon Stone,
      (l’equivalente dell’orecchio asso-     «Siamo fatti          partenenza e di una cultura più          sto mi consente di vivere il doppio. Di not-        Roberto Rossellini sosteneva: “Devi capire                        Julia Roberts e la regina Rania di Giordania.Attualmente la distribuzione
                                                                                                            te dipingo le mie amate stelle e porto avan-        bene quali sono le tue coordinate spazio-
      luto dei direttori d’orchestra), cioè
      riconoscevo con sicurezza l’auto-
                                              di polvere,          universale. Secondo me, questa
                                                                   consapevolezza aiuta ad avere più        ti i miei progetti. Di giorno, faccio tutto il      temporali: dove vivi e quando vivi. Quindi
                                                                                                                                                                                                                                  avviene in luoghi selezionati, come la nostra galleria d’arte di via Bigli a
                                                                                                                                                                                                                                  Milano. Ma finita questa fase di test, avverrà il lancio commerciale vero e
                                             ma è polvere
                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 ‹‹‹
      re dei dipinti che vedevo. L’Euro-                           rispetto delle altre culture e anche     resto. Ho anche la fortuna di saper comu-           lasciare un segno del tuo passaggio”».                            proprio. Non mi spingono valutazioni economiche, ma il desiderio di far
      peo (storico settimanale pubblicato      di stelle»          delle altre civiltà, se è vero (come     nicare le mie idee, di entusiasmare gli al-         INFO: www.ottaviofabbri.com                                       sentire le donne più belle». INFO: www.starsandstars.it

110                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     111

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:20
posted:4/21/2012
language:Italian
pages:2