ATTESTAZIONE DI CONFORMITA� e CERTIFICAZIONE DI ABITABILITA� by FTN0pDK3

VIEWS: 54 PAGES: 2

									                                  ATTESTAZIONE DI CONFORMITA’ e
                                   CERTIFICAZIONE DI ABITABILITA’
                                           ( art. 86 L.R. 1/2005 - D.P.R. 425 del 22.4.1994 )

Il sottoscritto        .................................................................................., Codice Fiscale ………………….
domiciliato in ........................................... , via/loc.tà........................................................ n.............. iscritto
all’ordine / collegio ......................................................................................... in qualità di professionista
incaricato dal Sig. ……………………………, Codice Fiscale/ Partita I.V.A. …………………………….
proprietario dell’immobile posto in Siena, via /loc. .............................................................. n..............
autorizzato con ......................................................................,


                                                                         VISTA
        1) la certificazione di collaudo statico a firma di ……………….. redatto in data .........................,
         depositato al      ........................................ di ............................... in data.............................. ai sensi
         delle leggi 1086/71 e/o legge 64/74;

        2) la ricevuta di avvenuta dichiarazione di iscrizione al catasto dell’immobile in data ................prot.
         n............................... con la quale          l’immobile risulta rappresentato al N.C.E.U. , sez......
         Foglio..................... particella............... sub.................;

        3) il D.U.R.C. (documento unico di regolarità contributiva) presentato in data …………….. prot. n.
         ………………… unitamente alla comunicazione di ultimazione dei lavori;

        4) la dichiarazione congiunta del proprietario,dell’installatore e direttore dei lavori attestante la
         potenzialità dell’impianto termico inferiore alle 30.000 kcal/h totali, ovvero il collaudo o certificato di
         prevenzione incendi per i casi stabiliti dalle vigenti norme;

        5) la dichiarazione di conformità degli impianti elettrico , elettronico, riscaldamento, idrosa-nitario,gas,
         sollevamento, antincendio e scariche atmosferiche, resa dalle imprese installatrici (legge46/90);

        6) la certificazione di rispondenza alla normativa in materia di risparmio energetico (l. 10/91);

        7) la certificazione di prevenzione incendi rilasciata dai Vigili del Fuoco per le attività soggette;

        8) il collaudo dell’impianto di sollevamento (ascensore, montacarichi, ecc.) da                                       parte di soggetto
         abilitato;

        9) il collaudo della fognatura interna al fabbricato resa dal Direttore dei Lavori e/o relativa
         Autorizzazione allo Scarico n.          del           per gli impianti non collegati alla Fognatura
         Comunale;

        10) gli allacciamenti ai servizi di rete ( fognatura , acquedotto, illuminazione, gas,ecc), ovvero nei casi
         in cui la zona non risulti servita, la dichiarazione di conformità dell’approvvigionamento idrico e
         smaltimento liquami, resa dal Direttore dei Lavori alle vigenti disposizioni di legge;

        11) il collaudo eseguito dagli uffici comunali delle opere di urbanizzazione primaria relative alla
         lottizzazione , prot. n. ..................... del.................. , ovvero asseverazione del Direttore dei lavori
         e del titolare della lottizzazione attestante la conformità dello stralcio funzionale ;


        12) elaborato tecnico della copertura completo degli elaborati previsti all’Art. 5 del Decreto del
         Presidente della Giunta Regionale 23 novembre 2005, n. 62/R “Regolamento di attuazione art. 82,
         comma 16 L.R. 1/05

        13) altro..............................................................................
                                                              CERTIFICA
 -     la conformità delle opere eseguite rispetto al titolo legittimante l’attività edilizia;
 -     la conformità dell’intervento alle norme igienico-sanitarie;
 -     l’avvenuta prosciugatura dei muri e la salubrità degli ambienti ,
 -     la conformità dell’intervento alla Legge 13/89, al D.M. 236/89 (di cui alla parte II del D.P.R. 380/01) ed
       alla L.R. 47/91;
 -     la conformità dell’intervento alle istruzioni tecniche di cui all’art. 82 comma 16 L.R. 1/2005.


                                                             E DICHIARA
ai sensi dell’art. 86 della L.R. 1/2005 che i locali evidenziati nel sottostante prospetto, posti in
...................................................................... via/loc .........................................................


                                                           SONO ABITABILI
     N.C.E.U                              Sezione                           Foglio                          Particella
      N.C.T.                              Sezione                           Foglio                          Particella
     Numero           Livello di         Subalterno         Numero         Numero              Destinazione      Parti Comuni
      Civico            piano                               vani utili       vani
                                                                          accessori




Numero totale Unità                                                      (*) Ingresso I, Disimpegni D, Scala S, Locali
Immobiliari                                                              Tecnologici LT, Ascensore A, Stenditoio ST,Altro
                                                                         ............................
                                                                         ......................................................................................
                                                                         ..
[ ] Segue / [ ] Non segue in foglio allegato                             Per la distinzione tra vani utili e vani accessori vedasi
                                                                         D.P.R. 01/12/1949 n.1142 e Circ.Min.n.1820 del
                                                                         23/7/60

Ai sensi dell’art. 86 comma 3 si allega copia del fascicolo di cui all’art. 4, comma 1, lettera b) del D.LGS
494/1996 (ove, ai sensi del medesimo decreto legislativo ne sia prevista la formazione).

Siena, li...............................................
                                                                                       In Fede

								
To top