sicurezza alimentare by aiPADj2I

VIEWS: 55 PAGES: 27

									 L’ETICHETTATURA DEI PRODOTTI
AGROALIMENTARI VEICOLO PER UNA
    SCELTA CONSAPEVOLE DEI
         CONSUMATORI

            Maria Severina Liberati
    Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali




                                                                1
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                        Contesto

• Anni ’90: emergenze alimentari (BSE, diossina…);

• Esigenza di approntare efficaci sistemi di allerta e
  rafforzare gli organismi di controllo;

• Nuova sensibilitá dei consumatori verso le garanzie di
  salubritá degli alimenti lungo l’intera catena alimentare.



                                                                           2
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                        Contesto
• Nuova ratio che sancisce il primato della sicurezza
  alimentare, prerequisito della qualitá;

• L’etichettatura diventa uno degli obiettivi strategici
  della politica comunitaria e nazionale ai fini della tutela
  del consumatore;

• Massima tutela del consumatore, controllo di filiera,
  valorizzazione produzioni agroalimentari.


                                                                           3
                             Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


       Sicurezza alimentare: quadro normativo

• Libro Verde del 1997 sui principi generali della
  legislazione alimentare;
• Libro Bianco del 2000 sulla sicurezza alimentare;
• Regolamento (CE) n. 178/2002 (c.d. General Food
  Law) “che stabilisce i principi e i requisiti generali della
  legislazione alimentare, istituisce l’Autorità europea per
  la sicurezza alimentare e fissa procedure nel campo
  della sicurezza alimentare”.
• D.lgs. 190/2006 “Disciplina sanzionatoria per le
  violazioni del Reg. (CE) n. 178/2002”.



                                                                            4
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                 Fiducia e informazione
• Il quadro normativo deve far sì che i consumatori, gli
  altri soggetti interessati e le controparti commerciali
  abbiano fiducia nei processi decisionali alla base della
  legislazione alimentare, nel suo fondamento scientifico e
  nell’indipendenza delle istituzioni;
• “La legislazione alimentare si prefigge di tutelare gli
  interessi dei consumatori e di costituire una base per
  consentire ai consumatori di compiere scelte
  consapevoli in relazione agli alimenti che consumano”
  (Reg. n. 178/2002, art. 8).


                                                                           5
                           Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


      Informazione lungo la filiera agroalimentare

• Produttori e trasformatori hanno necessità di regole
  chiare rispetto a pratiche di concorrenza sleale;
• La distribuzione mira alla fidelizzazione del cliente;
• I consumatori hanno bisogno di comprendee le
  caratteristiche degli alimenti loro proposti;
• Le Autorità di controllo devono garantire il cittadino-
  consumatore e il buon funzionamento del mercato.




                                                                          6
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                         Finalità

• Garantire un alto livello di protezione dei consumatori
  attraverso una corretta informazione;
• Aumentare la sicurezza giuridica degli operatori
  economici e la correttezza delle operazioni commerciali;
• Facilitare la libera circolazione dei prodotti alimentari
  all'interno della UE ;
• Garantire trasparenza sul mercato comunitario.




                                                                           7
                        Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


             Strumenti di informazione

- ETICHETTA;
- PUBBLICITÁ (RADIO, TV, STAMPA…);
                                                       ALTERNATIVE
- SITI INTERNET;                                          MEANS
- OPUSCOLI E LOCANDINE;


Tutte le informazioni connesse alla presentazione dei
prodotti sono soggette alle prescrizioni generali di
trasparenza e veridicitá.


                                                                       8
                         Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                    Etichettatura

L’etichetta dei prodotti alimentari rappresenta il più
diretto veicolo informativo al consumatore e in quanto
tale deve essere trasparente strumento di tutela;

Infatti un’etichettatura adeguata in merito all’esatta
denominazione merceologica dei prodotti e delle loro
caratteristiche qualitative consente al consumatore di
operare effettivamente una ”scelta”, con cognizione di
                           causa.


                                                                        9
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori

            Etichettatura: quadro normativo
• D.lgs. 109/92 “attuazione delle direttive CEE n. 89/395
e 89/396 concernenti etichettatura, presentazione e
pubblicità dei prodotti alimentari”;

• Direttiva 2000/13/CE “ravvicinamento delle legislazioni
degli Stati membri concernenti l’etichettatura e la
presentazione dei prodotti alimentari, nonché la relativa
pubblicità”;

• D.lgs. 181/03: “attuazione della direttiva 2000/13/CE”.


                                                                          10
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


       Etichettatura OGM: quadro normativo

- Regolamento (CE) 1829/2003 “relativo agli alimenti e
mangimi          geneticamente           modificati”;

- Regolamento (CE) 1830/2003 “concernente
tracciabilità ed etichettatura degli OGM e la tracciabilità
di alimenti e mangimi ottenuti da OGM;

- D.lgs. 70/2005: sanzioni per le violazioni dei Regg.
1829/03 e 1830/03/CE.


                                                                          11
                             Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


            Etichettatura: quadro normativo

• D.lgs. 114/06 “attuazione delle direttive 2003/89/CE,
2004/77/CE e 2005/63/CE in materia di indicazione degli
ingredienti contenuti nei prodotti alimentari”;

• Reg. (CE) 1924/2006 “relativo alle indicazioni
nutrizionali e sulla salute fornite sui prodotti alimentari”;

• Reg. (CE) 1925/2006 “sull’aggiunta di vitamine e
minerali e di talune altre sostanze agli alimenti”.



                                                                           12
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                      Etichettatura
• La forte valenza comunicativa assegnata all’etichetta è
  mutuata direttamente dalle produzioni a qualitá
  regolamentata (Regg. (CE) n. 2092/91, 2081/92 ora
  510/06, 2082/92 ora 509/06, 1760/2000);

• Un quadro normativo in materia di etichettatura è infatti
  necessario non solo a tutelare il prodotto alimentare in
  quanto tale, ma anche ad assicurare la trasparenza del
  processo produttivo, elemento centrale negli alimenti
  con disciplinare di produzione.


                                                                          13
                           Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                      Etichettatura
• Infatti l’etichettatura, se accompagnata da un efficace
  sistema di controllo, è necessaria a garantire
  concorrenza leale, trasparenza, credibilitá dei prodotti
  e tutela del consumatore;

• Il sistema dei logo comunitari è un esempio di efficace
  strategia comunicativa: sono di facile individuazione,
  concentrano significati complessi e sono di
  comprensione internazionale.


                                                                         14
                           Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                  Direttiva 2000/13/CE
• Stabilisce le norme comunitarie di carattere generale
  ed orizzontale applicabili a tutti i prodotti alimentari
  immessi in commercio, definendo anche i criteri delle
  indicazioni facoltative;

• Le norme di carattere specifico e verticale riguardanti
  soltanto determinati prodotti alimentari devono invece
  essere stabilite nell’ambito delle disposizioni che
  disciplinano tali prodotti.



                                                                         15
                             Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                   Direttiva 2000/13/CE
• Qualsiasi regolamentazione relativa all’etichettatura dei
  prodotti alimentari deve essere fondata anzitutto sulla
  necessità d’informare e tutelare i consumatori;

• È necessario stabilire l’elenco delle diciture che devono
  figurare in linea di principio nell’etichettatura di tutti i
  prodotti alimentari.




                                                                           16
                             Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                   Direttiva 2000/13/CE
• È necessario assicurare un’informazione adeguata dei
  consumatori, in particolare indicando tutti gli ingredienti
  in etichettatura;

• Le norme di etichettatura devono comportare anche il
  divieto di indurre in errore l’acquirente o di attribuire ai
  prodotti alimentari proprietà medicamentose.




                                                                           17
                           Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                  Direttiva 2000/13/CE

• La necessitá di informare i consumatori implica di
  imporre, fra l’altro, requisiti linguistici;

• Tutte le informazioni devono venire riportate nella
  lingua del paese ove avviene la commercializzazione,
  ma nulla vieta che possano esere riportate anche in più
  lingue.




                                                                         18
                           Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori

              Direttiva 2000/13/CE: art. 1
• La direttiva riguarda l’etichettatura dei prodotti
  alimentari destinati ad essere consegnati come tali al
  consumatore finale, ma anche a ristoranti, ospedali,
  mense ed altre collettività;

• “Etichettatura”: le menzioni, indicazioni, marchi di
  fabbrica o di commercio, immagini o simboli riferentisi
  ad un prodotto alimentare e figuranti su qualsiasi
  imballaggio, documento, cartello, etichetta, anello o
  fascetta che accompagni tale prodotto alimentare o che
  ad esso si riferisca.


                                                                         19
                               Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori

                Direttiva 2000/13/CE: art. 2
  L’etichettatura e le relative modalitá di realizzazione non
  devono essere tali da indurre in errore l’acquirente :
• per quanto riguarda le caratteristiche del prodotto
  alimentare e in particolare la natura, l’identità, le qualità,
  la composizione, la quantità, la conservazione, l’origine
  o la provenienza, il modo di fabbricazione o di
  ottenimento;
• attribuendo al prodotto alimentare effetti o proprietà che
  non possiede.


                                                                             20
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori

Direttiva 2000/13/CE: art. 3 – indicazioni obbligatorie
• Denominazione di vendita;
• Elenco ingredienti;
• Quantità di taluni ingredienti;
• Se in imballaggi preconfezionati, il quantitativo netto;
• Termine minimo di conservazione (data di scadenza per
  i più deperibili);
• Conservazione e utilizzazione;
• Nome e indirizzo di fabbricante o condizionatore o
  venditore;

                                                                          21
                           Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


Direttiva 2000/13/CE: art. 3 – indicazioni obbligatorie

• Se necessarie, le istruzioni per l’uso;
• Luogo d’origine o provenienza, qualora l’omissione
  possa indurre in errore il consumatore (circa origine o
  provenienza)


               Problematica dell’origine
             geografica delle materie prime
                      in etichetta


                                                                         22
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori


                 Etichettatura d’origine
Decreto intermin. 14/01/05: linee guida per la stesura del
manuale aziendale di rintracciabilitá;
Dal 7 giugno 2005 è obbligatorio indicare in etichetta anche
il riferimento territoriale degli allevamenti di origine:

Decreto intermin. 23/09/05: denominazione di vendita
“passata di pomodoro”;
Decreto intermin. 17/02/06: obbligo di indicare l’origine
del pomodoro impiegato nella passata, a decorrere dal 15
giugno 2006.


                                                                          23
                             Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori

 Legge 3 agosto 2004, n. 204 "conversione in legge, con
 modificazioni, del D.L. 24 giugno 2004, n. 157, recante
  disposizioni urgenti per l'etichettatura di alcuni prodotti
 agroalimentari, nonchè in materia di agricoltura e pesca“

• Attualmente la legge è stata abrogata a seguito del
  contrasto con la normativa comunitaria in quanto
  considerata ostacolo tecnico al mercato;
• L’importanza della sensibilità relativa all’origine in
  etichetta ha un ruolo centrale ai fini della valorizzazione
  del made in Italy;


                                                                           24
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori

         Etichettatura d’origine e made in Italy
• Globalizzazione dei mercati, nuovi equilibri dei circuiti
  commerciali e in sede di negoziazione WTO;
• Evoluzione tecnologica dei processi produttivi e
  conseguente affinamento delle tecniche di sofisticazione;
• Rischio agropirateria;


       Valore della denominazione d’origine italiana;
        made in Italy come volano di competitività



                                                                          25
                            Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori

  Legge 11 marzo 2006 n. 81 “Conversione del DL n.
    2/2006 recante interventi urgenti per I settori
   dell’agricoltura, dell’agroindustria, della pesca,
       nonchè in materia di fiscalità d’impresa
• 4-quater: al fine di prevenire le frodi nel commercio
  dell'olio di oliva ed assicurare una migliore
  informazione ai consumatori, e' fatto divieto ai pubblici
  esercizi di proporre al consumo, fatti salvi gli usi di
  cucina e di preparazione dei pasti, olio di oliva in
  contenitori non etichettati conformemente alla normativa
  vigente.


                                                                          26
              Etichettatura per una scelta consapevole dei consumatori




“IN REALTÁ NON PUÓ SUSSISTERE
UNA SITUAZIONE DI SICUREZZA
ALIMENTARE SE NON C’È UN
EFFICACE SISTEMA DI CONTROLLO,
MONITORAGGIO E VIGILANZA”



                                                            27

								
To top