IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE - DICHIARAZIONE by kdHEg1

VIEWS: 0 PAGES: 3

									                         IMPOSTA SUL REDDITO DELLE PERSONE FISICHE - DICHIARAZIONE
                                   (Art. 23 D.P.R. n. 600/73 e successive modificazioni)

Il/La Sottoscritto/a________________________________________________ nato/a a __________________________ (___)

il ____/____/________ residente a ______________________________________________________________________

Stato Civile: __________________________, titolo di studio: _________________________________________________

Codice Fiscale ____________________ in qualità di dipendente della ditta ______________________________________

dalla data del ____/____/________, ai sensi dell'art. 23 DPR n. 600 del 29/9/73 e successive modificazioni
                                                               DICHIARA
sotto la propria responsabilità civile e penale, consapevole delle sanzioni di legge, di aver diritto a decorrere dal _____/___/________
alle sottoelencate DETRAZIONI IRPEF (Contrassegnare le caselle che interessano):

        DETRAZIONE PER LAVORO DIPENDENTE (Art. 13 c. 1 lett. a),b),c) e c. 2 Tuir) a decorrere dal ___/___/______
    richiede di applicare le detrazioni tenendo conto in via presuntiva del reddito complessivo presunto pari a ____________ €

        DETRAZIONE PER CONIUGE A CARICO (Vedi Nota A)                                            dal ____/____/________ al ____/____/________

         DETRAZIONE CONIUGE A CARICO PER IL PRIMO FIGLIO dal ____/____/________ al ____/____/_______
Per il primo figlio spetta, in caso di mancanza (perchè deceduto) del coniuge, ovvero quando l'altro genitore non ha riconosciuto i figli
naturali e il contribuente non è coniugato o, se coniugato, si è successivamente legalmente ed effettivamente separato, ovvero vi sono
figli adottivi, affidati o affiliati del solo contribuente e questi non è coniugato o, se coniugato, si è successivamente legalmente ed
effettivamente separato. Se la detrazione come figlio a carico é maggiormente conveniente rispetto a quella come coniuge sarà
attribuita la prima.

        DETRAZIONE PER FIGLI A CARICO (Vedi Nota B e Nota C)
Attenzione: il numero da indicare non deve comprendere l'eventuale primo figlio per il quale è riconosciuta la sopra specificata
detrazione nella misura prevista per il coniuge.
N. _____ figli carico                  dal ________ al _________          al 100%            al 50%
di cui figli inferiori ai 3 anni n. _________ con date di nascita ______________ , _______________ , _______________

N. _____ figli a carico portatori di handicap ai sensi dell'articolo 3 della legge 104/92

       DETRAZIONE PER ALTRI FAMILIARI A CARICO (Vedi Nota D)
N. _____ altri familiari a carico dal ________ al _________ _ al 100% -                                      _ al 50%

Ai fini della determinazione della ritenuta IRPEF secondo quanto disposto dalla circolare 326/E/1997 Agenzia Entrate,
       RICHIEDE l'applicazione di un'aliquota superiore, pari a _______,_____%
             e chiede che il sostituto d'imposta, in fase di conguaglio  effettui  non effettui la restituzione dell'eventuale credito.

       ADDIZIONALE REGIONALE: Ai fini dell'applicazione dell'addizionale regionale dovuta (ai sensi dell'articolo 50 del
decreto legislativo 446/97 e delle Leggi Regionali applicate dalle singole Regioni), dichiara che nel nucleo famigliare NON SONO
PRESENTI familiari disabili ai sensi della Legge 5 febbraio 1992 n. 104.

Si allega Stato di famiglia a titolo di documentazione delle prescelte detrazioni per carichi di famiglia.

Dichiara inoltre ai sensi dell'art. 8 c. 4 del D.L. 12.09.83 N. 463 convertito nella Legge 11/11/83 N. 638:
      DI NON ESSERE PENSIONATO D'INVALIDITA'
      DI ESSERE PENSIONATO D'INVALIDITA'
          Ai fini dell'applicazione del massimale contributivo (art. 2 c. 18 L. 335/95), il sottoscritto dichiara che alla data del
31/12/95:
      ERA PRIVO DI ANZIANITA' CONTRIBUTIVA PRESSO QUALSIASI FORMA PENSIONISTICA OBBLIGATORIA
      AVEVA GIA' MATURATO ANZIANITA' CONTRIBUTIVA PRESSO UNA FORMA PENSIONISTICA
OBBLIGATORIA

Il sottoscritto si impegna a comunicare tempestivamente eventuali modifiche della situazione indicata che comportino
variazione all'ammontare delle deduzioni d'imposta ed ai codici sopra riportati.


_________________, lì ___/___/_____               Firma ........................................................................


Attenzione: per tutte le detrazioni la cui attribuzione é effettuata in base al reddito, per determinare l'ammontare della
detrazione spettante il sostituto d'imposta farà riferimento, in via presuntiva, all'ammontare complessivo dei redditi di lavoro
dipendente che corrisponderà nel corso del periodo d'imposta.
(NOTA A) La detrazione spetta se il coniuge non è legalmente ed effettivamente separato, non possiede redditi propri per un
ammontare superiore al limite annuo previsto per legge (vedere nota E) al lordo degli oneri deducibili, includendo i redditi esenti e
quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d'imposta sostitutiva di qualsiasi importo.
(NOTA B) La detrazione spetta per ciascun figlio, compresi i figli naturali riconosciuti, i figli adottivi e gli affidati o affiliati,
indipendentemente dall'età e che siano o meno studenti, che non abbiano redditi propri al lordo degli oneri deducibili per ammontare
superiore al limite annuo previsto per legge (Vedi nota E). La detrazione spetta anche se il figlio è in servizio di leva.
(NOTA C) La detrazione è ripartita nella misura del 50% tra i genitori non legalmente ed effettivamente separati ovvero, previo
accordo tra gli stessi, spetta al genitore che possiede un reddito complessivo di ammontare più elevato. In caso di separazione
legale ed effettiva o di annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, la detrazione spetta, in mancanza
di accordo, al genitore affidatario. Nel caso di affidamento congiunto o condiviso, la detrazione è ripartita, in mancanza di accordo,
nella misura del 50% tra i genitori. Ove il genitore affidatario ovvero, in caso di affidamento congiunto, uno dei genitori affidatari non
possa usufruire in tutto o in parte della detrazione, per limiti di reddito, la detrazione è assegnata per intero al secondo genitore.
Quest'ultimo, salvo diverso accordo tra le parti, è tenuto a riversare all'altro genitore affidatario un importo pari all'intera detrazione
ovvero, in caso di affidamento congiunto, pari al 50% della detrazione stessa. In caso di coniuge fiscalmente a carico dell'altro, la
detrazione compete a quest'ultimo per l'intero importo.
(NOTA D) La detrazione spetta per ogni altra persona indicata nell'articolo 433 c.c. (i genitori, e, in loro mancanza, gli ascendenti
prossimi, anche naturali; gli adottati; i generi e le nuore; il suocero e la suocera; i fratelli e le sorelle germani o unilaterali, con
precedenza dei germani sugli unilaterali) che conviva con il contribuente o percepisca assegni alimentari non risultanti da
provvedimenti dell'autorità giudiziaria, a condizione che non abbia redditi propri al lordo degli oneri deducibili per ammontare
superiore al limite annuo previsto per legge (Vedi nota E).
(NOTA E) Limite di reddito per l'anno d'imposta 2007 = € 2.840,51

___________________________________________________________________________________________

____________________________________________________________________________________________________

                                      SOLO IN CASO DI ASSUNZIONE IN CORSO D'ANNO:

Poichè il sottoscritto è stato assunto in corso d'anno, dichiara altresì: (barrare la casella interessata):
1.  Di NON aver avuto altri rapporti di lavoro nel corrente anno solare
2.  Di aver avuto altri rapporti di lavoro nel corrente anno solare Dal _______________ al _________________

Trovandomi nella condizione di cui al punto 2) ed avvalendomi della FACOLTA' prevista dal D.P.R. 600/73 art. 23 comma 4 (così
come modificato dal D.Lgs. 314/97 art. 7 comma 4 lettera n), facoltà che consente di tener conto ai fini delle operazioni di
conguaglio di fine anno dei redditi di lavoro dipendente percepiti nel corso di precedenti rapporti intrattenuti, al fine di evitare
l'obbligo della presentazione della dichiarazione dei redditi:

       DICHIARO DI VOLERMI AVVALERE DELLA SUDDETTA FACOLTA' (*)
       DICHIARO DI NON VOLERMI AVVALERE DELLA SUDDETTA FACOLTA'
(*) A tal fine mi impegno a produrre la documentazione necessaria (Modelli di certificazione Unica CUD dei precedenti
datori di lavoro) nei termini di legge. La mancata consegna dei modelli CUD esonera il datore di lavoro dall'obbligo di
adempiere alla suindicata richiesta.

DICHIARO inoltre che in caso di incapienza delle retribuzioni a subire il prelievo delle imposte:
      mi impegno a versare, alla vostra spettabile, l'importo corrispondente alle residue ritenute dovute
      autorizzo la vostra spettabile ad effettuare il prelievo sulle retribuzioni dei periodi di paga successivi al periodo di
conguaglio. Su tali somme sarà applicato l'interesse in ragione dell'1% mensile.

Ai fini della determinazione del contributo IVS aggiuntivo comunico di aver percepito retribuzioni soggette a contributi sociali per un
totale di € ____________________________
Inoltre ai fini delle disposizioni di cui all'art. 3 del Decreto Legislativo n.314/97 dichiaro di aver percepito e/o ricevuto, nel corso dei
suddetti precedenti rapporti di lavoro, beni e servizi (fringe benefit) per un valore complessivo pari a €_________________________

_________________, lì                Firma ..........................................................................


***********************************************************************************************************
                               IMPORTI E VALORI RELATIVI AL PERIODO D'IMPOSTA 2007

TABELLA - DETRAZIONE PER REDDITO DI LAVORO DIPENDENTE
reddito complessivo                fino a   8.000 €           detrazione 1.840 €
reddito complessivo da 8.000 € fino a     15.000 € detrazione 1.338 € + 502 € x ((15.000 - reddito complessivo) : 7.000)
reddito complessivo da 15.000 € fino a    55.000 € detrazione 1.338 € x ((55.000 - reddito complessivo) : 40.000)
reddito complessivo superiore a 55.000 €             detrazione 0
La detrazione è aumentata di:
10 € per R.C. da 23.000 € a 24.000 €        20 € per R.C. da 24.000 € a 25.000 €      30 € per R.C. da 25.000 € a 26.000 €

40 € per R.C. da 26.000 € a 27.700 €                  25 € per R.C. da 27.700 € a 28.000 €

TABELLA - DETRAZIONE CONIUGE A CARICO
reddito complessivo                fino a        15.000 €            detrazione 800 € - (110 x reddito complessivo : 15.000)
reddito complessivo da 15.000 € fino a           40.000 € detrazione 690 €
reddito complessivo da 40.000 € fino a           80.000 € detrazione 690 € x ((80.000 - reddito complessivo) : 40.000)
reddito complessivo superiore a 80.000 €                    detrazione 0
La detrazione è aumentata di:
10 € per R.C. da 29.000 € a 29.200 €      20 € per R.C. da 29.200 € a 34.700 €        30 € per R.C. da 34.700 € a 35.000 €
20 € per R.C. da 35.000 € a 35.100 €               10 € per R.C. da 35.100 € a 35.200 €

TABELLA - DETRAZIONI FIGLI A CARICO
 € 800 per ogni figlio a carico, aumentate di:         € 100 per i figli con età inferiore a 3 anni
                                    € 220 per i figli portatori di handicap ai sensi della legge 104/92 art. 3
                                    € 200 per ogni figlio a carico, se i figli a carico sono più di tre
 L'ammontare effettivo è calcolato in funzione del coefficiente che scaturisce dalla seguente formula :
(( 95.000 + 15.000 x ogni figlio successivo al primo) - reddito complessivo) : (95.000 + 15.000 x ogni figlio successivo al primo)

TABELLA - DETRAZIONI ALTRI FAMILIARI A CARICO
€ 750 per gli altri familiari a carico. L'ammontare effettivo è calcolato in funzione del coefficiente che scaturisce dalla seguente
formula:
((80.000 - reddito complessivo) : 80.000)

								
To top