Le societ� e le associazioni sportive by xfpXVUwB

VIEWS: 66 PAGES: 12

									                        ITC “G.GINANNI”

                              Ravenna




                 Appunti per il Progetto Iges



   Le società e le associazioni sportive
   Come costituire un'associazione sportiva
   Atto costitutivo
   Statuto della Società Sportiva
   Interlocutori istituzionali:Ass.Sport ,C.O.N.I.
                          Le società e le associazioni sportive
Nel linguaggio corrente si intendono “società sportive” quegli Enti a base associativa che operano
nel mondo dello sport, e viene utilizzata alla stregua di “associazioni sportive”. La loro peculiarità
consiste nel porsi come soggetti tanto nell’ordinamento generale dello Stato che in quello sportivo.
Il riconoscimento della loro presenza risale alla legge 426 del 16 dicembre 1942, con la quale si
istituisce il CONI con potere di riconoscere le suddette società che, a loro volta, saranno senza fine
di lucro e assoggettate al CONI o, per delega, alle federazioni sportive. Il non riconoscimento o la
non affiliazione delle società, comporta la rinuncia alla pratica agonistica ed ai vantaggi di ordine
fiscale previsti dall’inquadramento nell’organizzazione ufficiale. Attraverso queste associazioni, la
pratica sportiva, si inserisce in una serie di norme dell’ordinamento sportivo.
A loro volta, tramite l’affiliazione alle federazioni riconosciute dal CONI, le associazioni divengono
soggetti dell’ordinamento sportivo stesso. Tesseramento ed affiliazione sono regolati dall’aspetto
pubblicistico delle federazioni, ricadono quindi sotto la giustizia amministrativa. Le associazioni
sportive non sono tenute a costituirsi sotto una particolare forma giuridica, salvo che non intendano
stipulare contratti con gli atleti.
Dato che queste associazioni non erano, e non dovrebbero essere, a scopo di lucro, eventuali utili
conseguiti dovevano essere destinati al potenziamento dell’attività sociale o in beneficenza e questo
già prima dell’emanazione della legge 91 del 1981. L’unica autonomia residua era scegliere la
destinazione di eventuali utili societari. Il problema che si pose fu soprattutto per le società
calcistiche formatesi sottoforma di s.p.a., in contrasto (come fine) con quello della società sportiva.
Vale a dire una prettamente a fini di lucro e l’altra no-profit. Il problema venne risolto con la legge
n.91 del 1981 che prendeva in considerazione la non remota eventualità di un utile societario. Per
mezzo di questa riforma, le società sportive hanno potuto reperire e gestire notevoli flussi finanziari.
Ricadono nella definizione di società professionistiche solo quelle che risultano affiliate a
Federazioni che operano la distinzione dall’attività dilettantistica da quella professionistica e,
inoltre, stipulano contratti con atleti professionisti.
Diviene a questo punto fondamentale inquadrare anche chi è considerato sportivo professionista e,
nella fattispecie, è ritenuto tale colui il quale presta la sua attività sportiva in forma continuativa, e
dietro compenso derivante da un contratto di lavoro con una società sportiva. Naturalmente, il
soggetto in questione, dovrà essere riconosciuto da una federazione sportiva della quale rispetterà il
regolamento.
Ovviamente, le restanti, sono considerate società dilettantistiche e non intrattengono rapporti con
atleti professionisti e, ancor meno, perseguono fini di lucro. Normalmente risultano costituite
sottoforma di associazione non riconosciuta.
Tuttavia, ultimamente, anche nel settore dilettantistico, gli sport vengono esercitati con modalità
sempre più affini a quelle degli sport professionistici, facendo prevalere la componente economica
su quella ideale.
Un altro punto importante, e direttamente imputabile a quanto sopra esposto, è la questione del
fallimento delle società sportive professionistiche. Anche se si è ormai approdati all’assoggettabilità
di queste ultime al fallimento. Questo perché è innegabile l’attività imprenditoriale che le sorregge.
Tuttavia, anche prima che tale prassi venisse a pieno titolo accolta, si era ben propensi al suo
utilizzo. Anche le società sportive dilettantistiche che operano su modelli imprenditoriali e che si
sono rivelate insolventi, possono essere dichiarate fallite.
Le conseguenze che da ciò scaturiscono per gli associati sono differenti dalla norma e, nel dettaglio,
il fallimento si estende ai soli soci che hanno partecipato alla divisione degli utili.
Assieme alle Federazioni, il CONI, ha previsto l’esistenza di Enti minori, riconosciuti al fine di
promuovere lo sport e le nuove discipline. Detti enti non assumono la connotazione di Ente
pubblico, ed il loro ruolo è di promozione delle discipline sportive in maniera prevalentemente
ludica piuttosto che agonistica.
                       Come costituire un'associazione sportiva
L'associazione è il risultato di un contratto fra più persone che hanno uno scopo comune, e
decidono di associarsi per perseguirlo.
Cosa bisogna fare in pratica per fare un'associazione?
La prima cosa da fare è redigere un Atto Costitutivo, nel quale viene indicato:
     Dove e quando l'associazione viene costituita;
     Chi sono i Soci fondatori;
     Come viene denominata l'associazione;
     Chi sono i primi componenti degli organi di controllo dell'associazione;
     Lo Statuto dell'associazione, che deve essere allegato
L'associazione deve poi essere resa nota allo Stato per poter operare nel rispetto delle leggi: infatti
nella Costituzione della Repubblica Italiana è sancito il diritto di associazione che non è in alcun
modo limitabile dalle leggi, ma contemporaneamente sono proibite le società segrete (vedi P2
eccetera).
Le modalità di notifica dell'esistenza di un'associazione sono varie e dipendono da vari fattori di
dettaglio che sarebbe troppo lungo spiegare in questa sede: basti sapere che le modalità applicabili
ai casi più semplici sono due, e cioè
     Scrittura privata autenticata: l'atto costitutivo viene autenticato da un notaio oppure da un
         altro pubblico ufficiale autorizzato (ad esempio un funzionario comunale) che certifica che
         l'atto è stato sottoscritto in sua presenza dopo essersi accertato dell'identità dei sottoscrittori.
         Il notaio provvede poi agli adempimenti necessari.
     Scrittura privata registrata: l'atto costitutivo, redatto dai soci fondatori, viene depositato
         dal presidente (cioè il legale rappresentante della neo-costituita associazione) presso
         l'Ufficio del Registro competente per territorio. Questa modalità è certamente più economica
         (occorre pagare la sola imposta di registro di circa 130 Euro ed i bolli da apporre ai
         documenti) poichè non richiede la prestazione di un notaio.
Contemporaneamente alla costituzione dell'associazione è necessario aprire per essa un codice
fiscale compilando ad opera del presidente un apposito modulo, disponibile anche presso l'Ufficio
territoriale dell'Agenzia delle Entrate.
Il codice fiscale è indispensabile per la gestione fiscale dell'associazione, di qualsiasi tipo essa sia:
esistono infatti vari regimi fiscali cui aderire, ed alcuni sono fortemente semplificati per meglio
aderire alle necessità delle piccole associazioni senza fini di lucro quali, ad esempio possono essere
le società sportive dilettantistiche che sono il nostro caso tipico.
Lo Statuto si accompagna all'atto costitutivo ed è il documento che regola la vita ed il
funzionamento dell'associazione.
La logica della sua stesura è semplice: poichè ogni associazione è costituita da persone, i soci,
questi vengono definiti nelle loro qualifiche, diritti e doveri nei confronti dell'associazione.
Poi, non essendo possibile di principio una gestione assembleare dell'associazione (alla quale non
può essere posto limite nel numero di soci), vengono definiti gli organi sociali attraverso i quali,
mediante un meccanismo di delega, i soci garantiscono il funzionamento dell'associazione.
Infine vengono descritte le modalità di gestione del patrimonio e delle entrate, nonchè le modalità di
eventuale scioglimento dell'associazione e conseguente liquidazione dei beni.

Gli organi sociali indispensabili al corretto funzionamento di un'associazione sono:
     L'assemblea dei soci: è l'organo principale dell'associazione, cui tutti i soci hanno diritto
       insopprimibile (ossia non limitabile da nessuna clausola) di partecipare. Gli amministratori
       dell'associazione hanno il potere-dovere di convocare l'assemblea almeno una volta l'anno
       per rendere conto dei propri atti gestionali attraverso l'approvazione del bilancio. Peraltro i
       soci hanno a loro volta il diritto di richiedere la convocazione dell'assemblea, con richiesta
       motivata da almeno un decimo del totale di essi. Poichè le modalità di convocazione
        dell'assemblea, se errate, possono provocare l'invalidazione della stessa è lo statuto che
        normalmente descrive in dettaglio cosa e come fare.
        L'assemblea ha competenze che non possono essere delegate ad altri organi: ad esempio la
        nomina e la revoca degli amministratori, la modifica dello statuto, l'approvazione del
        bilancio consuntivo annuale, lo scioglimento anticipato dell'associazione.
     L'organo amministrativo, che può essere denominato nei modi più diversi (consiglio
        direttivo, consiglio di amministrazione, ecc.), può essere costituito anche da più organi
        (collegiali o costituiti da un singolo individuo) con competenze diverse ancorchè coordinate.
        Va da sè che una piccola associazione non ha ragione di avere organi amministrativi che
        richiedano legioni di soci ad occuparne le sedie: ad esempio, oltre al presidente che è anche
        il legale rappresentante, se non diversamente prescritto dallo statuto (che va quindi redatto
        con attenzione) bastano un consigliere ed un vicepresidente.
Possono poi esistere i cosiddetti organi di controllo, che possono essere di tipo amministrativo (ad
esempio il collegio dei revisori dei conti) o disciplinare (collegio dei probiviri, commissione di
disciplina, ecc.).
Ancorchè non obbligatori gli organi di controllo possono rendersi necessari quando le associazioni
prevedono di assumere una dimensione non banale, andando incontro per questo ad una vita
associativa di una certa complessità.

Il patrimonio dell'associazione viene costituito all'atto della sua nascita (se si decide di farlo)
mediante conferimento di beni o denaro da parte dei fondatori, e successivamente attraverso le
entrate provenienti dal funzionamento corrente.
Per potersi classificare come ente non commerciale (in termini puramente fiscali, e quindi poter
usufruire dei regimi agevolativi previsti per questi casi) un'associazione deve avere fonti di entrata
così classificate (e specificate nello statuto):
      Quote di iscrizione all'associazione, eventualmente variabili per particolari categorie di soci
         (ad es. benemeriti, sostenitori);
      Contributi annuali dei soci, ordinari e straordinari;
      Versamenti volontari dei soci;
      Sovvenzioni, donazioni e lasciti testamentari;
      Contributi provenienti da enti nazionali, locali o internazionali, istituti di credito o altri
         soggetti privati.
La possibilità di usufruire di regimi fiscali particolari, essendo assai complessa, esula dalla
trattazione che stiamo facendo e sarà oggetto di altri appunti.
I Libri Sociali sono la memoria storica delle attività dell'associazione sia verso i soci che verso
terzi, e sono indispensabili per stabilire le responsabilità all'interno del sodalizio.
Ovvio che una tenuta ordinata e precisa dei libri sociali, quali essi siano, risulta nella piena
trasparenza della gestione operativa ed amministrativa dell'associazione.
Oltre alla documentazione necessaria ai fini fiscali, che qui non discutiamo, vi sono alcuni libri
sociali che rappresentano effettivamente la vita associativa: essi sono
      Libro Soci: riporta i dati, ordinati cronologicamente, dei soci. Devono essere riportati in
         esso i dati anagrafici del singolo socio, la data di affiliazione, i rinnovi periodici, l'eventuale
         decadenza;
      Libro verbale degli Organi Direttivi: riporta il resoconto delle riunioni degli organi
         direttivi del sodalizio, le decisioni prese ed è controfirmato dal presidente e dal segretario
         della singola seduta, con l'approvazione dell'organo direttivo stesso;
      Libro Verbale dell'Assemblea dei Soci: riporta la verbalizzazione delle assemblee con
         firma del presidente e del segretario, con l'approvazione dell'organo direttivo;
      Libro verbale di ogni altro organo sociale definito dallo statuto: per ogni organo definito
         dallo statuto, ne riporta i verbali di riunione e le decisioni prese.
I libri sociali non sono soggetti all'obbligo di vidimazione per cui possono essere redatti con una
certa libertà di forma, ancorchè sia richiesto che siano ordinati, leggibili e non presentino alterazioni
o contraffazioni.
Nel caso si voglia usufruire dei vantaggi della vidimazione, come ad esempio la certezza della data
di assunzione dell'atto contenuto, è compito del legale rappresentante (salvo diversa disposizione
statutaria) curarne la redazione nei termini di legge.
Peraltro lo Statuto può prevedere anche regole per la tenuta dei libri sociali, limitatamente alla
diligenza ed ad aspetti tecnici (ad esempio tipo del supporto: registro, fogli numerati, fogli mobili
staccati, ecc.) al fine di rispettare il requisito di trasparenza e documentazione verso i soci e verso
terzi delle attività sociali. In caso lo statuto non regoli la tenuta dei libri sociali si fa riferimento al
Codice Civile.

                                          Atto costitutivo
                                  Verbale di Assemblea costitutiva del
                                   Ginanni tennis table team (GTT)

                                          Ravenna, 26/03/2012

Alle ore 10:00, in data odierna, presso la sede dell’ITC Ginanni di Ravenna si riunisce l’Assemblea
         per la costituzione dell’Associazione denominata Ginanni tennis table team (GTT)
“alla presenza delle seguenti persone in qualità di fondatori:

1. Tizio Caio, nato a XX il XX/XX/XXXX, residente a XX,              C.F. XYZ, identificato mediante il
   documento XXX (C.I, Passaporto, Patente, ecc.); FIRMA
2. Tizio Caio, nato a XX il XX/XX/XXXX, residente a XX,              C.F. XYZ, identificato mediante il
   documento XXX (C.I, Passaporto, Patente, ecc.); FIRMA
3. Tizio Caio, nato a XX il XX/XX/XXXX, residente a XX,              C.F. XYZ, identificato mediante il
   documento XXX (C.I, Passaporto, Patente, ecc.); FIRMA
4. Tizio Caio, nato a XX il XX/XX/XXXX, residente a XX,              C.F. XYZ, identificato mediante il
   documento XXX (C.I, Passaporto, Patente, ecc.); FIRMA
5. Tizio Caio, nato a XX il XX/XX/XXXX, residente a XX,              C.F. XYZ, identificato mediante il
   documento XXX (C.I, Passaporto, Patente, ecc.); FIRMA
6. Tizio Caio, nato a XX il XX/XX/XXXX, residente a XX,              C.F. XYZ, identificato mediante il
   documento XXX (C.I, Passaporto, Patente, ecc.); FIRMA
7. Tizio Caio, nato a XX il XX/XX/XXXX, residente a XX,              C.F. XYZ, identificato mediante il
   documento XXX (C.I, Passaporto, Patente, ecc.); FIRMA
8. Tizio Caio, nato a XX il XX/XX/XXXX, residente a XX,              C.F. XYZ, identificato mediante il
   documento XXX (C.I, Passaporto, Patente, ecc.); FIRMA

I convenuti stabiliscono di costituire l’Associazione di cui al titolo approvandone, dopo
approfondita discussione, lo Statuto che è allegato al presente atto, e danno incarico al Sig XX di
fungere da segretario per la redazione del presente atto costitutivo di associazione.
I convenuti stabiliscono di eleggere un Consiglio Direttivo Provvisorio dando ad esso il mandato ad
espletare gli adempimenti previsti dalla Legge in ordine alla costituzione dell’associazione ed
all’avviamento della sua attività, nonchè di indire appena possibile le elezioni degli Organi Sociali
nelle modalità previste dallo Statuto.
Il Consiglio Direttivo testè nominato all’unanimità è il seguente:

       XX (Presidente)
       YY (Vicepresidente)
       ZZ (Consigliere)
          WW (Tesoriere)

 Il Consiglio Direttivo assume, come primo atto, di eleggere la Sede Sociale presso la sede dell’ITC
 Ginanni di Ravenna, via Carducci n 11, CAP 48110.
 Alle ore 12:00 la riunione è sciolta, previa lettura e correzione del presente atto.

                                                                          In fede

                                                                      Il Segretario
                                                                           XX


                                          STATUTO DELLA SOCIETÀ SPORTIVA

                                                                      TITOLO I
Denominazione-sede

 Art.1.
 È costituita la
 .....................................................................................................................................................
 (denominazione sociale)
 associazione sportiva dilettantistica (di seguito denominata Società sportiva) senza fine di lucro con
 sede a
 ................................................................................................................................................................

                                                                     TITOLO II
Scopo-Oggetto

 Art.2.
  La Società sportiva non persegue fini di lucro, promuove lo sport come strumento di maturazione
 personale e di
 impegno sociale, aderisce al Centro Sportivo Italiano, del quale rispetta lo Statuto e i Regolamenti,
 può praticare le discipline sportive e le attività sportive dallo stesso proposte e organizzate. La
 Società sportiva, inoltre, rispetta lo Statuto e i Regolamenti del Comitato Olimpico Nazionale
 Italiano.
 La Società sportiva può anche affiliarsi ad una o più Federazioni Sportive Nazionali del CONI
 delle quali parimenti si impegna a rispettare lo Statuto e i Regolamenti.

 Art.3.
 I colori sociali della Società sportiva sono
 ............................................................................................................


                                                                    TITOLO III
Soci
 Art4.
 La durata della società è illimitata e ne possono fare parte quanti ne condividono le finalità e i
 principi, ne accettano lo Statuto e versano le quote sociali previste.
 Art.5.
 L’ammissione dei soci è deliberata dal Consiglio Direttivo e non è ammessa l’appartenenza
 associativa a tempo determinato, fatte salve le norme sul vincolo sportivo.
                                            TITOLO IV
Recesso-Esclusione
Art.6
La qualifica di socio si perde per dimissioni, morosità e motivato provvedimento assunto dal
Consiglio Direttivo.
Avverso tali provvedimenti è ammesso ricorso al Collegio regionale dei Probiviri e, in ultima
istanza, al Collegio nazionale dei Probiviri del C.S.I.

                                             TITOLO V
Organi dell’Associazione
Art.6.
Gli organi della Società sportiva sono: l’Assemblea dei soci, il Presidente, il Consiglio Direttivo.
Assemblee
Art.7.
La vita della Società sportiva è regolata dall’Assemblea dei soci che si riunisce in via ordinaria
almeno una volta l’anno per l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo e l’elezione delle
cariche sociali; l’assemblea, inoltre, può essere convocata su iniziativa del Consiglio Direttivo o su
richiesta motivata allo stesso di almeno 1/3 dei soci. L’assemblea ordinaria è valida in prima
convocazione con la presenza di almeno la metà più uno dei soci aventi diritto a voto, in seconda
convocazione qualunque sia il numero dei presenti. Tutte le deliberazioni vengono adottate a
maggioranza dei presenti.
Art.8.
 L’assemblea si riunisce in via straordinaria per le modifiche allo Statuto, la deliberazione relativa
al mancato rinnovo dell’affiliazione al C.S.I. e lo scioglimento della società sportiva. L’assemblea
straordinaria è validamente costituita anche in seconda convocazione con la presenza di almeno la
metà più uno dei soci aventi
diritto a voto e delibera validamente con la maggioranza di metà più uno dei presenti.
Art.9.
L’assemblea, sia ordinaria che straordinaria, può svolgersi anche mediante consultazione scritta col
consenso espresso dai soci per iscritto sulle singole delibere. Intervengono alle assemblee tutti i
soci in regola con le quote sociali; possono votare e candidarsi alle cariche sociali i soci
maggiorenni. Non sono ammesse deleghe.
Presidente
Art.10.
Il presidente è eletto annualmente dall’Assemblea dei soci, presiede l’Assemblea e il Consiglio
Direttivo e ha la rappresentanza legale della società sportiva. In caso di assenza o impedimento è
sostituito dal Vicepresidente o
da altro componente del Consiglio Direttivo appositamente delegato.
Consiglio Direttivo
Art.11.
Il Consiglio Direttivo è composto dal Presidente e da ………. componenti, eletti annualmente
dall’Assemblea dei soci. In occasione della prima riunione il Consiglio elegge tra i suoi
componenti uno o più vicepresidenti, il
segretario e l’amministratore.
Il Consiglio Direttivo è dotato dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria della
Società sportiva.
I componenti del Consiglio Direttivo non possono rivestire le stesse cariche presso altre Società
sportive affiliate al C.S.I.
                                              TITOLO VI
Fondo Comune
Art.12.
Il patrimonio della Società sportiva è costituito dalle quote di iscrizione, dai corrispettivi versati dai
socie per i servizi istituzionali, da contributi di enti pubblici e privati, da liberalità e da eventuali beni
mobili e immobili di proprietà della Società sportiva ad essa pervenuti a qualsiasi titolo. L’esercizio
finanziario coincide con l’anno solare.
Art.13.
Eventuali avanzi di gestione, fondi, riserve o capitali non possono essere distribuiti ai soci neanche in
forma indiretta e devono essere utilizzati per il raggiungimento dei fini istituzionali.
Art.14.
 In caso di scioglimento l’eventuale patrimonio residuo sarà devoluto ai sensi dell’art. 90 della
L.282/2002 e successive integrazioni e modificazioni.


                                              TITOLO VII
Norma finale

Art.15. Per quanto non espressamente contemplato nel presente Statuto si fa espresso rimando alle
vigenti norme in materia di associazionismo sportivo dilettantistico, di enti non commerciali e di
associazioni senza finalità di lucro.


                Interlocutori istituzionali per il manager sportivo
L’Assessore allo Sport

Nell'ordinamento italiano è detto assessore il componente dell'organo esecutivo di un ente
territoriale locale, in particolare della giunta regionale, provinciale o comunale, diverso dal
presidente (che, nel caso del comune, è il sindaco)..

Nomina
Gli assessori comunali e provinciali sono nominati dal sindaco o, rispettivamente, dal presidente
della provincia fra i cittadini in possesso dei requisiti di candidabilità, eleggibilità e compatibilità
alla carica di consigliere. Per quel che riguarda le regioni a statuto ordinario, secondo l'art. 122 della
Costituzione: "Il Presidente eletto nomina e revoca i componenti della Giunta". La disposizione
costituzionale nulla dice sui requisiti per la nomina ad assessore, che sono quindi lasciati alla
disciplina dello statuto regionale.
Nella pratica gli assessori sono scelti tra gli esponenti delle forze politiche appartenenti alla
coalizione che sostiene il sindaco, il presidente della provincia o il presidente della regione.
Funzioni
A ciascun assessore è solitamente attribuita la "delega" per un determinato settore dell'attività
amministrativa dell'ente, sebbene non si tratti necessariamente di una delega amministrativa in
senso proprio, comportante l'esercizio di poteri esterni. In virtù della delega l'assessore, oltre a
riferire in giunta sulle questioni afferenti al suo settore e a fungere da relatore per le relative
deliberazioni, sovrintende ad un insieme di uffici dell'ente che nella prassi è denominato
assessorato. Sebbene l'assessorato sia per certi versi assimilabile ad un piccolo ministero, a
differenza di questo non costituisce un'amministrazione distinta ma una semplice ripartizione
organizzativa in seno dell'ente.
L’assessore allo sport del Comune
L'Assessorato comunale allo sport, su preciso mandato del Consiglio comunale, opera storicamente
in tre ambiti principali:
      la gestione degli impianti sportivi cittadini,
      promozione sportiva:coordinare ,sostenere e sovrintendere le molteplici realtà socio-
        sportive ed assicurare in particolare il sostegno economico dei soggetti sportivi che si
        impegnano nell'organizzazione di eventi agonistici e non solo (es:per il progetto Iges
        l’ass.allo Sport di Ravenna ha stipulato una convenzione con l’ITC Ginanni)
      realizzazione di manifestazioni in ambito sportivo

                                 Il C.O.N.I. e Federazioni sportive


CONI: Comitato Olimpico Nazionale Italiano

Il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) è un'organizzazione, nata tra il 9 e il 10 giugno
1914 come parte del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), con lo scopo di curare
l'organizzazione e il potenziamento dello sport italiano attraverso le federazioni nazionali sportive
e in particolare la preparazione degli atleti al fine di consentirne la partecipazione ai giochi
olimpici.
Oggi, oltre a svolgere i suddetti compiti,e’ l’ autorità di disciplina ,regolazione e gestione delle
attività sportive nazionali ed è l’Ente pubblico a cui è demandata l'organizzazione e il
potenziamento dello sport nazionale, promuovendo la massima diffusione della pratica sportiva.
Dopo le ultime modifiche normative del D.L. 8 gennaio 2004 (n. 15), è la Confederazione delle
Federazioni Sportive e delle Discipline Associate. Fondato il 9 e 10 giugno del 1914 a Roma in
via permanente, oggi il CONI è presente in 102 Province e 19 Regioni,e riconosce:

      45 federazioni sportive
      18 discipline associate
      17 enti di promozione sportiva nazionali
      1 ente di promozione sportiva territoriale
      19 associazioni benemerite

A questi organismi aderiscono circa 95.000 società sportive per un totale di circa 11 milioni

Il CONI è posto sotto la vigilanza del Ministero per i beni e le attività culturali.
Gli organi di governo del CONI sono il Consiglio nazionale e la Giunta.
Per approfondimenti leggere lo Statuto del C.O.N.I. sul sito
www.fitet.org/documenti/regolamenti/statuto_coni.pdf

                                   Le FEDERAZIONI SPORTIVE
Le FEDERAZIONI SPORTIVE NAZIONALI riconosciute dal CONI sono 45:
 Una federazione sportiva è un ente che organizza e disciplina lo svolgimento dell'attività
agonistica di un determinato sport.
Solitamente per ogni sport vi è una federazione mondiale che organizza le competizioni
internazionali, e le federazioni nazionali, ad essa affiliate, alle quali è delegata l'organizzazione
delle competizioni nazionali e locali. Alcuni sport hanno anche delle federazioni continentali.
Per partecipare alle gare organizzate da una federazione sportiva, gli atleti si devono tesserare
presso la federazione stessa e, generalmente, iscriversi ad una società sportiva a sua volta iscritta
alla federazione. Il tesseramento è di norma annuale e soggetto al superamento di esami medici che
certifichino che l'atleta può svolgere l'attività agonistica senza pregiudizio per la propria salute.
In passato le competizioni organizzate dalle federazioni sportive erano rigorosamente
riservate ai dilettanti; negli ultimi decenni le federazioni dei principali sport hanno invece
"aperto" la partecipazione, in date diverse, anche ai professionisti. In alcuni sport (ad
esempio il golf) tuttavia si continuano ad organizzare competizioni separate tra dilettanti e
professionisti (le gare aperte ad entrambi sono chiamate Open).In elenco federazioni
sportive,discipline associate ed enti di promozione sportiva

      Club d’Italia (AeCI)
      Automobile Club d'Italia (ACI)
      Federazione Italiana Atletica Leggera (FIDAL)
      Federazione Italiana Badminton (FIBa)
      Federazione Italiana Baseball Softball (FIBS)
      Federazione Italiana Bocce (FIB)
      Federazione Italiana Danza Sportiva (FIDS)
      Federazione Italiana Discipline Armi Sportive da Caccia (FIDASC)
      Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC)
      Federazione Italiana Canoa Kayak (FICK)
      Federazione Italiana Canottaggio (FIC)
      Federazione Ciclistica Italiana (FCI)
      Federazione Italiana Cronometristi (FICr)
      Federazione Ginnastica d'Italia (FGdI)
      Federazione Italiana Golf (FIG)
      Federazione Italiana Giuoco Handball (FIGH)
      Federazione Italiana Giuoco Squash (FIGS)
      Federazione Italiana Hockey (FIH)
      Federazione Italiana Hockey E Pattinaggio (FIHP)
      Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali (FIJLKAM)
      Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI)
      Federazione Motociclistica Italiana (FMI)
      Federazione Italiana Motonautica (FIM)
      Federazione Italiana Nuoto (FIN)
      Federazione Italiana Pallacanestro (FIP)
      Federazione Italiana Pallavolo (FIPAV)
      Federazione Italiana Pentathlon Moderno (FIPM)
      Federazione Italiana Pesca Sportiva E Attività Subacquee (FIPSAS)
      Federazione Italiana Pesistica E Cultura Fisica (FIPCF)
      Federazione Pugilistica Italiana (FPI)
      Federazione Italiana Rugby (FIR)
      Federazione Italiana Scherma (FIS)
      Federazione Italiana Sci Nautico (FISN)
      Federazione Italiana Sport del Ghiaccio (FISG)
      Comitato Italiano Paralimpico (CIP)
      Federazione Italiana Sport Equestri (FISE)
      Federazione Italiana Sport Invernali (FISI)
      Federazione Italiana Taekwondo (FITA)
      Federazione Italiana Tennis (FIT)
      Federazione Italiana Tennistavolo (FITET)
      Unione Italiana Tiro a Segno (UITS)
      Federazione Italiana Tiro a Volo (FITAV)
      Federazione Italiana Tiro con L'arco (FITARCO)
      Federazione Italiana Triathlon (FITRI)
      Federazione Italiana Vela (FIV)



Il CONI riconosce inoltre, anche tramite alcune sue federazioni, cui risultano aderenti,
le seguenti DISCIPLINE ASSOCIATE:

FEDERAZIONE ARRAMPICATA
                                           FASI         www.federclimb.it
SPORTIVA ITALIANA
FEDERAZIONE ITALIANA SPORT
                                           FISB         www.fisb.it
BOWLING
FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO
                                           FIGB         www.federbridge.it
BRIDGE
FEDERAZIONE ITALIANA
                                           FICSF        ---
CANOTTAGGIO SEDILE FISSO
FEDERAZIONE CRICKET ITALIANA               FCRI         www.crickitalia.org
FEDERAZIONE ITALIANA DAMA                  FID          www.fid.it
FEDERAZIONE ITALIANA DANZA
                                           FIDS         www.fids.it
SPORTIVA
FEDERAZIONE ITALIANA GIOCHI E
                                           FIGEST       ---
SPORT TRADIZIONALI
FEDERAZIONE ITALIANA KENDO                 FIK          ---
FEDERAZIONE ITALIANA
                                           FIPAP        www.palloneelastico.it
PALLAPUGNO
FEDERAZIONE ITALIANA
                                           FIPT         www.federtamburello.it
PALLATAMBURELLO
FEDERAZIONE SCACCHISTICA
                                           FSI          www.federscacchi.it
ITALIANA
FEDERAZIONE ITALIANA SPORT
                                           FISS         ---
SILENZIOSI
FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO
                                           FIGS         www.figs.it
SQUASH
FEDERAZIONE ITALIANA TURISMO
EQUESTRE E TECNICHE DI                     FITETREC
                                                    ---
RICOGNIZIONE EQUESTRE                      - ANTE
COMPETITIVA - ANTE
FEDERAZIONE ITALIANA TWIRLING              FITW         ---
FEDERAZIONE ITALIANA WUSHU
                                           FIWUK        ---
KUNG FU
FEDERAZIONE ITALIANA SPORT
                                           FISO         www.fiso.it
ORIENTAMENTO
Ci sono poi altri ISTITUTI e ASSOCIAZIONI SPORTIVE di rilievo:

Associazione Italiana Ginnastica
                                                       A.I.G.A. ---
Aerobica
                                                                  www.sportsman-
Federazione Italiana Aerobica                          F.I.A.
                                                                  club.it
                                                       FIAeF-
Federazione Italiana Aerobica e Fitness                           www.fiaf.it
                                                       SIAF
Federazione italiana Fitness                           F.I.F.     www.fif.it

Gli ENTI DI PROMOZIONE SPORTIVA

Sono Enti di Promozione Sportiva (EPS) le Associazioni a livello nazionale che hanno per fine
istituzionale la promozione e la organizzazione di attività fisico-sportive con finalità ricreative e
formative, e che svolgono le loro funzioni nel rispetto dei principi, delle regole e delle competenze
del Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI), delle Federazioni Sportive Nazionali e delle
Discipline Associate.I più importanti sono:

ALLEANZA SPORTIVA ITALIANA                       A.S.I.         www.alleanzasportiva.it
ASSOCIAZIONE CENTRI SPORTIVI
                                                 A.C.S.I.       www.acsi.it
ITALIANI
ENTE NAZIONALE DEMOCRATICO DI
                              E.N.D.A.S. www.endas.it
AZIONE SOCIALE
ASSOCIAZIONE ITALIANA CULTURA
                              A.I.C.S.                          www.aics.info
E SPORT
CENTRI SPORTIVI AZIENDALI
                                                 C.S.A.In.      ---
INDUSTRIALI
CENTRO NAZIONALE SPORTIVO                        C.N.S.
                                                                www.cnsl-libertas.it
LIBERTAS                                         Libertas
CENTRO SPORTIVO NAZIONALE                        C.N.S.
                                                                www.cnsfiamma.org
FIAMMA                                           FIAMMA
CENTRO SPORTIVO EDUCATIVI
                                                 C.S.E.N.       ---
NAZIONALE
CENTRO SPORTIVO ITALIANO                         C.S.I.         ---
CENTRO UNIVERSITARIO SPORTIVO
                              C.U.S.I.                          www.cusi.it
ITALIANO
MOVIMENTO SPORTIVO
                                                 M.S.P.I.       ---
PROMOZIONALE ITALIA
POLISPORTIVE GIOVANILI
                                                 P.G.S.         ---
SALESIANE
UNIONE ITALIANA SPORT PER
                                                 U.I.S.P.       www.uisp.it
TUTTI
UNIONE SPORTIVA ACLI                             U.S. ACLI E-mail: usacli@acli.it

								
To top