Bioetica/che

Document Sample
Bioetica/che Powered By Docstoc
					       Bioetica/che
• Principi    • Peso
• Valori      • Gerarchia
• Ideologie   • Pluralità
        Bioetica/che
             • Beneficenza
             • Non-maleficenza
• Principi   • Autonomia
             • Fedeltà
             • Veridicità
             • Sacralità della vita
                 Principi



• medico – paziente
•conoscenza – libertà (principio di precauzione)
•bene – beni (principio di giustizia)
       Bioetica/che
             • Libertà
             • Utilità
• Valori     • Dignità
             • Sacralità
             • Benessere
         Bioetica/che
                 • Laicità
• Ideologie      • Cristianesimo e…
                 • Liberalismo
    Bioetica     • Utilitarismo
  interculturale • Totalitarismo
         Bioetica/che

               • Persona
• Fini         • Cura
               • Utilità
          Bioetica/che

                      • Diritti
• Scelte soggettive   • Interessi
     (paziente)       • Preferenze
                   Diritti

•Teoria della scelta: bisogna promuovere
l’autonomia e la libertà del soggetto

•Teoria degli interessi: bisogna promuovere
il well being o il welfare


Qual è l’istanza ultimativa?
                   Interessi
•‘critical’ or ‘persisting’: quegli interessi che,
se fossero rispettati, renderebbero
effettivamente la vita del soggetto
interessato migliore

•‘experiential’ quegli interessi che
presupponiamo servano e non servano a
migliorare le condizioni di vita
            Preferenze



•‘self-regarding ’
•‘other-regarding’
          Principio di Beneficenza
Garantisci il bene del malato ( Codice ippocratico - S.
Tommaso )–




Cosa è il bene?                                 Chi lo decide?
                         Potestà medica
“Risponde a criteri di ragionevolezza che il chirurgo taccia al
paziente la gravità del suo male e il rischio che un’operazione
comporta”
        Rapporto medico - paziente
Rifiuto del paternalismo nasce nella filosofia di Locke per separare
la relazione politica, che è un rapporto tra uguali, da tutte le altre
forme di relazione sociale che, sviluppando rapporti tra disuguali,
non possono essere definite politiche: il rapporto paterno e il
rapporto servile.

Caso «Massimo»
ASSISE FIRENZE,
26.6.1991,
        Rapporto medico - paziente
Amicizia tra disuguali (Aristotele)
La consapevolezza della differenza di ruoli a costituire il legame.
Abbiamo la ricerca di un'unità di intenti, lo sforzo per
determinare dei fini comuni, che si giustificano attraverso la
convinzione che esista un bene comune, di cui però nessuna
delle parti ha, già a priori, la misura. La misura si costituisce nel
dialogo, si realizza nel reciproco adattarsi l'uno all'altro
attraverso la conoscenza: un'amicizia, dunque; un incontro di
esistenze e non un incontro di volontà.
             Principio di Autonomia
Nessuno può dirmi come posso essere felice (Kant)
Autodeterminazione



Consenso informato



                                     ?Autonomia del medico?

   Art. 32 Costituzione : Nessuno può essere obbligato a un
   determinato trattamento sanitario, se non per disposizione di
   legge
Il cittadino ha il diritto di vivere e
morire alla luce delle sue convinzioni
religiose ed etiche, delle sue idee sul
perché la sua vita abbia valore e dove
risieda quel valore (Dworkin)
“...welfare is liberating; it is what
we need to be able to pursue our
lives not only to best advantage,
but also in our own way”
(J. Harris)
           Consenso informato
Canterbury v. Spence: 464 F 2d 772,780 (DC Cir.
1972).

thrue consent to what happens to one’s self is the
informed exercise of a choice, and that entails an
opportunity to evaluate knowledgeably the options
available and the risks attendant upon each
        Principio di Non-maleficenza
Non arrecare danno a meno che questo non sia garantito da
un beneficio superiore
Teoria del doppio effetto




Cosa è il bene?
                                                       Quali beni?

                   Aborto selettivo, terapeutico, eugenetico
                   Eutanasia
           Posizione di garanzia
Posizione di garanzia

“Il medico al quale vengano richieste prestazioni che
contrastino con la sua coscienza o con il suo
convincimento clinico, può rifiutare la propria opera,
a meno che questo comportamento non sia di grave e
immediato nocumento per la salute della persona”
art. 19
                    Principio di Verità
   a) tutta l’informazione possibile;
   b) quello che un paziente ragionevole vorrebbe veramente
      conoscere (diritto di non essere informati)


     Chi è il malato?               Straniero      in    terra
                                    straniera (Engelhardt).

                                    Deportato: la malattia ci
Malato o malattia
                                    "invade" (Gadamer)
                 Principio di Fedeltà
     paziente ragionevole (Germania)
                                        disease per esprimere la
     terapia ragionevole (Francia)
                                       concettualizzazione         della
                                       malattia fatta dai medici;
                                       illness per descrivere il modo in
      Chi è il malato?                 cui il malato avverte la propria
                                       situazione esistenziale;
                                        sickness per illustrare la
Malato o malattia?                     capacità che devono avere i
20.000 malattie in un grande           familiari di comprendere e
ospedale si faranno, più o meno,       condividere la condizione del
solo 800 diagnosi, mentre un           malato
medico generico ne farà al massimo
300
        Principio di precauzione
      Rapporto tra libertà e scienze
        “Better safe than sorry”
Se esiste il rischio di un grave disastro nessuna azione
deve essere intrapresa che possa aumentare tale rischio

Non è applicabile il rapporto costi- benefici tutte volta
in cui vi sia il rischio di un grave disastro

Principio di Prevenzione (rischi certi) o principio
di Precauzione (rischi incerti)?
           Principio libertario



I rischi sono inevitabili: il rischio maggiore è la
perdita della libertà umana e della libertà
scientifica
                  Sacralità della vita
                Evangelium vitae 1995

La vita è una realtà sacra (penultima) che ci viene affidata perché la
custodiamo con senso di responsabilità e la portiamo a perfezione
nell’amore e nel dono di noi stessi a Dio

    Sacralità          Inviolabilità dal primo inizio fino al suo termine

Valori umani e morali essenziali e nativi, che scaturiscono dalla verità
stessa dell’essere umano e tutelano la dignità della persona.
Valori che nessuno Stato, maggioranza, individuo potranno mai creare,
modificare o distruggere
                   Sacralità della vita
                    Ronald Dworkin

    Sacro è tutto ciò che ha un valore intrinseco, indipendente
    dall’utilità o dagli apprezzamenti soggettivi


    Sacralità           Investimento (naturale o culturale) di vita: non
                        frustrare gli investimenti già fatti
                        Zoe \ bios
                        Vita fatto \ vita valore
Valori umani e morali essenziali per me, perché ne sono responsabili e ho
il dovere di proteggerli
            Evangelium vitae
                Sacralità

              Verità
Sacralità

                      Libertà
           Investimento di vita




                        Libertà

Naturale
                                      Culturale

                     Responsabilità
              Scienza                    Morale
                         Deontologia




La deontologia, individua i fini e il sistema di doveri,
   le procedure

a) grava di responsabilità etiche le singole scienze

b) sgrava, in qualche modo, di responsabilità lo
   scienziato, definendo e chiarificando gli orizzonti di
   discrezionalità delle sue scelte.
             Consenso informato
Forma:
consenso verbale testimoniato
consenso scritto
consenso surrogato



 Incapaci:
 1) criterio evidenziale -rispetto della volontà quale che sia
 2) criterio di integrità (art. 9 impone di prendere in
 considerazione i desideri precedentemente espressi)
 consenso presunto o esplicito – testamento biologico
 3) criterio di beneficenza (necessità e urgenza)
                  Living will

 L’atto con il quale una persona, nel pieno possesso
delle proprie capacità mentali, esprime la sua
volontà o incarica terzi di eseguire le sue volontà
in ordine ai trattamenti ai quali vorrebbe o non
vorrebbe essere sottoposta nell’eventualità in cui,
per effetto del decorso di una malattia o di traumi
improvvisi, non fosse più in grado di esprimere il
proprio consenso o il proprio dissenso informato.
           I diritti del malato
•Dichiarazione di Amsterdam del 1994 sulla
promozione dei diritti dei pazienti in Europa
(emanata dall’Ufficio europeo dell’OMS)

•Convenzione sui diritti umani e la biomedicina,
emanata a Oviedo il 4 aprile 1997 (e ratificata
dall’Italia con L. 28 marzo 2001, n. 145)
                 I diritti del malato
1975 un’infermiera americana, Amelia J. Barbus, a compilare una
“carta” The Dying Person’s Bill of Rights
in cui rivendicava il diritto al rispetto della vita del malato fino al
momento dell’exitus e una morte degna per questi.

Tali diritti si riferivano al tipo di assistenza e terapie,
all’alleviamento del dolore e delle sofferenze, al sostegno morale,
spirituale e psicologico, al rispetto delle proprie credenze religiose
e/o spirituali, nonché all’accompagnamento verso la morte.
“Ho il diritto di essere trattato come un essere umano vivente fino alla
mia morte. Ho il diritto di mantenere un senso di speranza, qualunque
cosa accada. Ho il diritto di essere curato da coloro che mantengono
comunque un senso di speranza, qualunque cosa accada. Ho il diritto di
esprimere a mio modo i miei sentimenti e le mie emozioni
nell’avvicinarmi alla morte. Ho il diritto di partecipare nelle decisioni
riguardanti la mia assistenza. Ho il diritto di aspettarmi continue
attenzioni mediche ed infermieristiche anche quando gli obiettivi
terapeutici devono essere sostituiti con quelli del conforto.
Ho il diritto di non morire da solo. Ho il diritto di essere liberato dal
dolore. Ho il diritto di ricevere risposte oneste alle mie domande.Ho il
diritto di non essere ingannato. Ho il diritto di morire in pace e con
dignità. Ho il diritto di conservare la mia individualità e di non essere
giudicato per le mie decisioni anche se contrarie alle credenze degli altri.
Ho il diritto di discutere e approfondire le mie esperienze religiose e/o
spirituali. Ho il diritto di aspettarmi che la santità del corpo umano sarà
rispettata dopo la morte. Ho il diritto di essere assistito da persone
intelligenti, sensibili, preoccupate che siano disponibili a comprendere i
miei bisogni e che ricavino una certa soddisfazione nel1 ‘aiutarmi di
fronte alla morte”.
                     Living will
letterale: testamento biologico, testamento di vita,
testamento per la vita.
manageriale: biocard.
tematiche:      direttive   anticipate    di   trattamento
(18.12.2003) , volontà previe di trattamento, dichiarazioni
di volontà anticipate.
burocratiche:        procura     sanitaria,    carta     di
autodeterminazione.

Patientenverfügungen,                 Patiententestament,
Patientenbriefe, Betreuungsverfügung, Vorsorgevollmacht.
                         Living will

Introdotto nel 1906 da una legge dell’Ohio, rimasta poi isolata fino agli
anni ’60, in cui cominciò a diffondersi a tal punto nella pratica medica
americana da essere disciplinato da una legge federale del 1991 (Patient
self determination act), a cui si sono adeguati i singoli stati.
In Europa il riconoscimento legislativo è arrivato intorno agli anni ’90,
ma solo in alcuni paesi (Olanda e Danimarca). Si deve aspettare il
2002 perché il Belgio contempli la Declaration anticipée all’interno del
Titolo III della legge del 28 maggio sull’eutanasia e la Spagna preveda
le Instrucciones previas all’art. 11 della legge n. 41 del 14 novembre
sull’autonomia del malato e sui diritti e sulle obbligazioni in tema di
informazione e documentazione clinica.
                     Living will
 In Gran Bretagna la House of Lords e la House of
Commons hanno discusso più volte (1936, 1950, 1969,
1970) questo problema, senza pervenire ad alcun
provvedimento specifico. Se ne è nuovamente occupata,
nel 1994, una Commissione scientifica incaricata dal
governo di studiare tutte le questioni relative alla “mental
incapacity”: anche in questo caso, malgrado le
raccomandazioni della Commissione, il Lord Chancellor
preferì evitare uno specifico provvedimento legislativo,
suggerendo      piuttosto    di    emanare      un’organica
regolamentazione deontologica.
                     Living will
                                •desiderio     di     trattamento
                                (advance statement of wishes,
Manifestazione di volontà       Betreuungsverfügung),
                                • volontà      anticipate      di
                                trattamento (advance decision,
                                Patientenverfügungen)
                                • rifiuto di determinate terapie
                                (advance refusal).


Attribuzione di potere decisionale a una terza persona
        (durable power of attorney, Vorsorgevollmacht).
            Living will Ms. B
I termini dell’atto stabilivano che per il tempo
in cui lei non fosse più stata in grado di dare
istruzioni, avrebbe desiderato che il
trattamento venisse interrotto ove lei fosse
stata in una condizione di sofferenza dovuta
alle condizioni del trattamento, a un danno
mentale permanente o ad una incoscienza
permanente.
            Il paziente è capace
               di una decisione
                competente?
                                                                            Cultura anglosassone
       SI
                                        NO
                                                                           Principio di autonomia

                                    Ha lasciato
Consenso informato
                               direttive anticipate?


                          SI                                 NO

                                                       Sono note le sue
              Direttive anticipate                      valutazioni o
                                                         preferenze?


                                          SI                                       NO

                                                                          Valutazione medica
                                    Volontà presunta
                                                                                  del
                                 (sustituted judgement)
                                                                           miglior interesse
            Il paziente è capace
               di una decisione
                competente?
                                                                         Modello continentale
       NO
                                       SI
                                                                        Principio paternalistico

                               Valutazione medica
Consenso informato
                                miglior interesse


                          No                              NO

                                                    Sono note le sue
              Direttive anticipate                   valutazioni o
                                                      preferenze?


                                         NO                                     SI

                                                                       Valutazione medica
                                   Volontà presunta
                                                                               del
                                (sustituted judgement)
                                                                        miglior interesse
            Il paziente è capace
               di una decisione
                competente?

       SI
                                      NO                             Modello intermedio

                                  Ha lasciato
Consenso informato
                             direttive anticipate?


                          NO                            SI


                                                Valutazione medica
              Direttive anticipate
                                                 Miglior interesse


                                        NO                                SI

                                                                 Valutazione medica
                                  Volontà presunta
                                                                         del
                               (sustituted judgement)
                                                                  miglior interesse
            Il paziente è capace
               di una decisione
                competente?                                                 Principio di autonomia
                                                                             prevale in parte sul
       SI
                                        NO                                 Principio di beneficenza
                                                                                 (Living will)
                                    Ha lasciato
Consenso informato
                               direttive anticipate?


                          SI                                 NO

                                                       Sono note le sue
              Direttive anticipate                      valutazioni o
                                                         preferenze?


                                          No                                       SI

                                                                          Valutazione medica
                                    Volontà presunta
                                                                                  del
                                 (sustituted judgement)
                                                                           miglior interesse
   Perché non è sufficiente la
         deontologia?

Scienza = etica dell’oppressione (Romano Guardini)
                   possibilità pura
     potenza = senza limiti, senza regole etica
       Tutto ciò che è possibile è legittimo



            Chi? Come? Che cosa?
  Domande – Bisogni – Condizioni di appagamento-
               Sfere di competenza
           Perché non è sufficiente la
                 deontologia?
                  Etica = scienza triste (Theodor Adorno)
                          Corre dietro agli eventi
                                impotenza


“se non ci siamo fermati è perché le prospettive terapeutiche, mediche
aperte al nostro lavoro sono troppo fantastiche per essere abbandonate
(West Fondatore Geron Corporation all’unnuncio della prima clonazione
di un embrione)


Se non l’avessimo fatto noi l’avrebbe fatto qualcun altro: la tecnologia
era disponibile (Wilmut, in occasione della clonazione di Dolly)
                    Management

Etica del manager = minimizzare i dubbi morali
                    massimizzare i guadagni


Etica dello scienziato = la scienza non si può fermare
                          l’unico modo per non fermarla è
                          garantire i finanziamenti
                          i finanziamenti vengono dal mercato.

Più sono ricco come manager e più sono in grado di fare lo
scienziato
Deontologia
              Guadagni

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:6
posted:3/25/2012
language:Latin
pages:46