la busta paga 2007 by 9Q1057zw

VIEWS: 101 PAGES: 24

									        Breve guida per il calcolo
        dello stipendio ad un
        supplente breve e saltuario
Aggiornata alla Finanziaria 2007 e al C.C.N.L. 2005

Ass.te Amm.vo SIRRITIELLO Angelo
DESCRIZIONE VOCI CEDOLINO
              Esempio di stampa di un
              cedolino con il programma
              ministeriale SISSI
              DESCRIZIONE VOCI:
              VOCE STIPENDIO
              Indica la voce stipendio lordo del
              dipendente rapportato al n° dei giorni
              e al n° delle ore settimanali…………

              L’esempio prospettato è relativo ad
              un dipendente di Scuola Materna in
              servizio per 8 giorni per n° 25 ore
              settimanali…………
             Consultando la tabella Stipendio si avrà:
             STIPENDIO LORDO MENSILE TABELLARE
              Docente Scuola Materna € 933,17

             Rapportandolo a 8 gg. Di servizio per 25
             ore sett.li si avrà:
             = (933,17/30*8)*25/25=    248,85
DESCRIZIONE VOCI CEDOLINO
              DESCRIZIONE VOCI:
              VOCE I.I.S
             Indica la voce Indennità Integrativa
             Speciale lorda del dipendente
             rapportato al n° dei giorni e al n°
             delle ore settimanali…………


             Consultando la tabella I.I.S
             C.C.N.L. 2005 si avrà:

             INDENNITA’ INTEG. MENSILE
             LORDA TABELLARE
             Docente Scuola Materna € 532,01


             Rapportandolo a 8 gg. di servizio per 25
             ore sett.li si avrà:
             = (532.01/30*8)*25/25=     141.87
DESCRIZIONE VOCI CEDOLINO
              DESCRIZIONE VOCI:
              VOCE 13^ STIPENDIO
              Indica la parte di tredicesima
              mensilità relativa alla voce stipendio
              rapportata al n° dei giorni di servizio

              STIPENDIO x 8 gg. € 248.85
              Tredicesima stip = 248.85/12 =    20.74

              VOCE 13^ I.I.S
             Indica la parte di tredicesima
             mensilità relativa alla voce Indennita
             Integrativa Speciale rapportata al n°
             dei giorni di servizio


             I.I.S. x 8 gg. € 141.87
             Tredicesima I.I.S = 141.87/12 =   11,82
DESCRIZIONE VOCI CEDOLINO
              DESCRIZIONE VOCI:
              VOCE FERIE
            Indica la quantità espressa in
            decimali delle Ferie maturate ma non
            godute dal dipendente rapportate al
            n° dei giorni di servizio……………
            NOTA:
            Per dipendenti con più di 3 anni di
            servizio spettano gg. 32 di ferie in un
            anno di servizio ………..
            Per dipendenti con meno di 3 anni di
            servizio spettano gg. 30 di ferie in un
            anno di servizio……..

             Formula per il calcolo delle ferie:
             Giorni di ferie= giorni di servizio x 30 oppure 32 (ferie annue )
                                   360 ( giorni dell’anno scolastico )


             Nel caso specifico si ha:
             GG. Ferie = (8*30)/360=             0,67
             Imp. Ferie = Stip+IIS * gg.ferie
                            (gg. di servizio)
                = (248.85+141.87)*0.67 =                 32.72
                              8
          PROSPETTO RITENUTE PREV.LI E ASSISTENZIALI




        DETTAGLIO RITENUTE PREVIDENZIALI E ASSISTENZIALI
Diminuzione Importo Lordo D.P.C.M. – Ritenuta operata sull’80% della
somma (Stip+13^ Stip + IIS + 13^ IIS )
Fondo Garanz. al 100% Ritenuta operata sul 100% di IIS + 13^ IIS +13^ STIP

Fondo Garanzia al 118% - Ritenuta operata sulla voce stipendio aumentata del 18%

INPDAP al 100% - Ritenuta operata sul 100% della IIS + 13^ IIS + 13^ STIP
INPDAP al 118% - Ritenuta operata sullo Stipendio aumentato del 18%
           PROSPETTO RITENUTE PREV.LI E ASSISTENZIALI




   PROCEDENDO CON I CALCOLI SI HA:
  Diminuzione Importo Lordo D.P.C.M.
Imponibile = 248.85 (Stip) + 20.74 (13^ Stip) + 141.87 (IIS) + 11.82 (13^ IIS) =

                          423.28 di cui 80% =        338.63
  considerando che viene applicata un’aliquota del 2.50% la ritenuta operata risulta essere

                                          8.46
             PROSPETTO RITENUTE PREV.LI E ASSISTENZIALI




   Fondo Garanzia al 100%

Imp. = 141.87 (I.I.S) +       11.82 (13^ I.I.S) + 20.74 (13^ STIP)          = 174.43

  considerando che viene applicata un’aliquota del 0.35% la ritenuta operata risulta essere


                                          0.61
             PROSPETTO RITENUTE PREV.LI E ASSISTENZIALI




   Fondo Garanzia al 118%

Imponibile = Voce Stipendio aumentata del 18%
                          248.85*118/100 =              293.64
  considerando che viene applicata un’aliquota del 0.35% la ritenuta operata risulta essere

                                          1.03
                       IL CEDOLINO DELLO STIPENDIO




   INPDAP al 100%

Imp. = 141.87 (I.I.S) +       11.82 (13^ I.I.S) + 20.74 (13^ STIP)           = 174.43

  considerando che viene applicata un’aliquota dell’8.80% la ritenuta operata risulta essere


                                           15.35
             PROSPETTO RITENUTE PREV.LI E ASSISTENZIALI




   INPDAP al 118%

Imponibile = Stipendio aumentato del 18%
                          248.85*18/100 =               293.64
  considerando che viene applicata un’aliquota del 8.80% la ritenuta operata risulta essere

                                          25.84
                                  LE DETRAZIONI
                                        Premessa:
                                        Per il calcolo delle detrazioni spettanti la
                                        voce “reddito” si intende il reddito
                                        complessivo annuo del dipendente. In
                                        particolare nel caso di supplenti brevi e
                                        saltuari, si considera il reddito annuo
                                        rapportato a 270 giorni così come
                                        avveniva per il calcolo delle deduzioni.
                                        Esempio: Consideriamo un supplente
                                        che ha lavorato 8 giorni con qualifica di
                                        docente di Scuola dell’Infanzia ……Il
                                        reddito mensile è ottenuto dalla
La Legge Finanziaria 2007 ha previsto diofferenza tra le competenze per
in particolare la sostituzione delle    liquidazione fondamentale ( Stipendio +
deduzioni per oneri familiari con delle
detrazioni di imposta per carichi di    I.I.S ) e le ritenute previdenziali ed
famiglia (modifica dell’Art. 12 del     assistenziali applicate a tali voci.
TUIR) e la sostituzione delle deduzioni
base (No Tax Area) con delle
detrazioni di imposta “Altre            Red.Mensile= ( 248,85+141,87 ) – 47.66 = 343,06
Detrazioni” (modifica dell’Art. 13 del
TUIR)                                   Reddito Annuo rapportato a 9 mesi (270 gg )
Pertanto le deduzioni dall’imponibile
IRPeF previste dalla vecchia            Redd. Annuo = 343,06*270                = 11578,28
Finanziaria vengono sostituite da                        gg. di servizio (8 )

detrazioni da applicare all’imposta
IRPeF lorda.
                    COME CALCOLARE LA DETRAZIONE
                                      Per chiarire la modalità di
                                      determinazione del reddito Irpef Mensile
                                      utilizzata dal programma SISSI, si
                                      riporta di seguito un esempio di calcolo
                                      ad un supplente breve e saltuario di
                                      Scuola Materna con 8 giorni di servizio
                                      e 25 ore sett.li.
                                       Stipendio * 8 gg. = 248.85
                                       IIS * 8 gg. = 141.87
                                      Considerando che su tali voci si
                                      applicano le seguenti ritenute:
  Dim. Imp. Lordo DPCM = al 2.50% dell’80% di (STIP+IIS )= 7.814
  Fondo Garanzia al 100% = al 0.35% del 100% di IIS = 0.496
  Fondo garanzia al 118% = al 0.35% del 118% di STIP = 1.027
          INPDAP al 100% = al 8.80% del 100% di IIS = 12.484
          INPDAP al 118% = al 8.80% del 118% di STIP = 25.840
                                                  TOTALE = 47.661
Redd. Mensile IRPEF = (STIP+IIS) – Ritenute = (248.85+141.87)- 47.66=   343.06
                       COME CALCOLARE LA DETRAZIONE
                                               REDDITO MENSILE IRPEF= 343.06
                                                Imponibile per i giorni previsti
                                                = 343.06*270 =         11.578,28
                                                 8 (gg.di servizio )    (reddito complessivo)


                                              Nel nostro caso specifico l’insegnante ha
                                            solo detrazioni per lavoratore dipendente
                                            ..e non ha chiesto nessuna detrazione per
                                            coniuge a carico e figli a carico…………..ci
                                            potrebbero essere situazioni in cui il
                                            dipendente chiede alla Scuola che paga lo
                                            stipendio ….di applicargli le detrazioni
                                            sopra descritte…
La Finanziaria 2007 ha previsto come detrazione per lavoro dipendente i seguenti scaglioni:

        LIMITI DI REDDITO COMPLESSIVO                       Importo Detrazione

                  Fino a 8000 €                                    € 1840
              Da 8000 € a 15.000 €                1338+502*[(15000-    reddito Comples   )/7000]
             Da 15001 € a 55.000 €                 1338*[(55000-   reddito Comples   )/40000]
                  Oltre 55000 €                                     €0
                      COME CALCOLARE LA DETRAZIONE
                                         Nel nostro caso specifico essendo
                                         il reddito complessivo pari a:

                                              11.578,28




    Verra’ applicata per il calcolo delle detrazioni la seguente formula

    Detraz. Spett. annua = 1338+502* (15000 – 11578.28 )=          1538.38
                                            7000
    Rapportata ai giorni di servizio ( 8gg ) si avrà:

Detraz. Spett. mensile = 1538.38*365=            34.70
                          8 ( gg. Servizio )
                COME CALCOLARE LE DETRAZIONI
                                       Altri tipi di detrazione che
                                        possono essere richiesti sono le
                                        detrazioni per carichi di famiglia
                                       Detrazione per coniuge a carico
                                       Detrazione per Figli e assimilati a
                                        carico
                                       Detrazione per altri familiari a
                                        carico
                                Si considerano a carico i coniugi e altri familiari
                                compresi nel nucleo familiare che non
                                possiedono redditi propri per un ammontare
                                superiore a € 2840,51

   Detrazione per coniuge a carico

    LIMITI DI REDDITO COMPLESSIVO                Importo Detrazione

            Fino a 15000 €                  € 800-110*( reddito/15000 )
         Da 15001 € a 40000 €                          € 690
         Da 40001 € a 80000 €              € 690*[(80000-reddito)/40000]
            Oltre 80000 €                               €0
                          COME CALCOLARE LE DETRAZIONI
       Detrazione per figli e assimilati a carico
TIPOLOGIA                                                Importo Detrazione

Figlio                                                            € 800
Figlio minore di 3 anni                                           € 900
Figlio con Handicap                                              € 1020
Figlio con Handicap < di 3 anni                                  € 1120

Tale importo teorico va attribuito nella percentuale derivante dal rapporto matematico
                               (95.000 – reddito)/ 95.000
Se il risultato del rapporto della formula è uguale a 0, minore di 0 o uguale ad 1, la detrazione non compete .
Per i contribuenti con più di 3 figli a carico la detrazione è aumentata di 200 euro per ciascun figlio a partire
dalprimo. Il limite di reddito (95.000) è aumentato di 15.000 euro per ogni figlio successivo al primo.
La detrazione può essere corrisposta al 50% oppure al 100% a seconda della percentuale di carico di ciascun
figlio. Tale percentuale può differire da figlio a figlio.
In mancanza del coniuge, per il primo figlio spetta, se più onveniente, la detrazione prevista per il coniuge


        Detrazione per altri familiari a carico
Nel caso di altri familiari (altre persone conviventi con il richiedente la detrazione) a
carico, per ciascuno di loro spetta una detrazione annuale dall’imposta lorda pari a:
750 * (80.000 – reddito)/ 80.000
da ripartire pro quota tra coloro che hanno diritto alla detrazione.
“Se il risultato del rapporto presente nella formula è uguale a 0, minore di 0 o uguale
ad 1, la detrazione non compete.
                             COME CALCOLARE L’IRPEF
                                                        Che cos’è l’IRPEF……………
                                                        È un’imposta che viene calcolata
                                                        sul reddito delle persone fisiche
                                                        che viene trattenuta dal datore di
                                                        lavoro per poi versarla
                                                        all’erario…..viene calcolata sulla
                                                        base imponibile …cioè la somma
                                                        di tutte le retribuzioni e indennità
                                                        percepite al netto delle ritenute
                                                        previdenziali e assistenziali e delle
                                                        detrazioni di imposta ……tenendo
                                                        presente che le quote per il
                                                        nucleo familiare non concorrono a
 Aliquote fiscali e fasce di reddito imponibili         formare tale base imponibile
                   Anno 2007

   da                    a             aliquota         Sul reddito di cui sopra si
    0                15.000,00                    23%   applicano le detrazioni IRPEF
                                                        introdotte dalla finanziaria 2007
15.000,00            28.000,00                    27%   così suddivise
28.001,00            55.000,00                    38%
                                                        Tornando al nostro esempio di
55.001,00            75.000,00                    41%   calcolo del cedolino
                                                        prospettato in figura avremo:
COME CALCOLARE L’IRPEF
              RITENUTE ERARIALI ( IRPEF )
                 Distinguiamo 2 voci
           “ SCAGLIONI” e “ ALIQUOTA MAX”
             Il primo imponibile risulta essere
             la somma delle competenze lorde
             ( Stipendio + IIS ) depurato delle
             ritenute prev.li e assis.li applicate
             a tale voci.
                            Ritenute prev.li e assistenz.li su STIPENDIO e IIS
            Tipo Ritenuta          Applicata       Impon.         Aliquota       Ritenuta

                                                   248.85+              2.50
         Dim Imp. Lor DPCM          Stip+IIS        141.87         sull’80%       7.814
         FONDO GARANZIA                                             0.35 sul
         100%                         IIS          141.87             100%        0.469
         FONDO GARANZIA             STIP al                         0.35 sul
         118%                        118%          293.64             100%        1.027
                                                                    8.80 sul
         INPDAP al 100%               IIS          141.87             100%       12.484
                                    STIP al                         8.80 sul
         INPDAP al 118%              118%          293.64             118%       25.840
                                                                   TOTALE        47.66
         Quindi avremo in formula:
         [( Stip+IIS) – Ritenute Prev.li e Assistenz.li]


         [(248.85+141.87)- 47.66) =                                    343.06
COME CALCOLARE L’IRPEF
         RITENUTE ERARIALI ( IRPEF )
         Applicando l’aliquota derivante
         dallo scaglionamento
         dell’imponibile
             Aliquote fiscali e fasce di reddito imponibili
                               Anno 2007

                 da               a            aliquota

                  0         15.000,00                 23%
             15.000,00      28.000,00                 27%
             28.001,00      55.000,00                 38%
             55.001,00      75.000,00                 41%

          Si avrà un’aliquota corrispondente
          al 23% ne deriva che la ritenuta
          IRPEF risulta essere


          [Imponibile * aliquota IRPEF ]=


           [343.06 * 23%]=                            78.90
COME CALCOLARE L’IRPEF
         RITENUTE ERARIALI ( IRPEF )
           Mentre il secondo imponibile chiamato “ALIQUOTA MAX”
           risulta essere la somma di quelle voci che vanno tassate
           ad aliquota massima ( esp. 13^ IIS …13^
           STIP..compenso ferie )sempre depurato delle ritenute
           previdenz.li e assistenz.li applicate a tali voci
                          Ritenute prev.li e assistenz.li su 13^ STIP e 13^ IIS
            Tipo Ritenuta           Applicata a         Impon.       Aliquota     Ritenuta
                                  80% di 13^IIS+         9.46+
         Dim Imp. Lor DPCM          13^STIP              16.59           2.50       0.65
         FONDO GARANZIA              100% di
         100%                    13^ IIS+13^STP          32.56           0.35       0.11
         FONDO GARANZIA
         118%                               Non presente nessuna delle voci 13^
                                     100% di
         INPDAP al 100%          13^ IIS+13^STP          32.56           8.80       2.87

         INPDAP al 118%                     Non presente nessuna delle voci 13^

                                                                    TOTALE        3.63
         Quindi avremo in formula:
          [(13^STIP+13^IIS+ Ferie) – Ritenute Prev.li e Assist.li]

          [( 20.74+11.82+32.72) – 3.63 ]=                              61.65
          Di conseguenza una ritenuta IRPEF

         [Imponibile * aliquota IRPEF ]
          [61.65* 23%]=                                 14.18
LE ADDIZIONALI ALL’IRPEF
          ADDIZIONALE REGIONALE
          Istituita con l’art. 50 del D.L.vo
          446/97 e una ritenuta stabilita da
          ciascuna regione con proprio
          provvedimento da pubblicare sulla
          gazzetta ufficiale …..tale trattenuta
          viene effettuata in una unica
          soluzione nel periodo di paga in cui
          viene effettuato il conguaglio di
          fine rapporto
          Esempio in figura
           Dipendente con domicilio fiscale in
           BASILICATA ( aliq. Regionale 0,9 % ) si ha
           una ritenuta pari a
           [(imp. Lordo – ritenute prev.li e ass.li *
           aliquota reg.)]



             [( 456.00 – 51.29)*0.9/100]


                          3.64
LE ADDIZIONALI ALL’IRPEF
          ADDIZIONALE COMUNALE
          Istituita con l’art. 1 del D.L.vo
          360/98 e una ritenuta stabilita da
          ciascun comune con proprio
          provvedimento ..può variare dallo
          0.2% al 0.5%....tale trattenuta
          viene effettuata in una unica
          soluzione nel periodo di paga in cui
          viene effettuato il conguaglio di
          fine rapporto
          Esempio in figura
           Dipendente con domicilio fiscale in un comune
           ****** con ( aliq. Comunale 0.2 % ) si ha
           una ritenuta pari a:
           [(imp. Lordo – ritenute prev.li e ass.li *
           aliquota comunale)]



             [( 456.00 – 51.29)*0.2/100]


                          0.81
     Con quest’ultima diapositiva abbiamo
    terminato il nostro percorso……per capire
       un po’ di più di questo sconosciuto
       ………..IL CEDOLINO” o come tutti lo
        conosciamo …”LA FASCETTA” …..

      Spero che il mio piccolo contributo possa
      essere di aiuto a tutte quelle nuove figure
      scolastiche che si avvicinano in questo
      complicato mondo della gestione contabile
      ad un supplente pagato dalla scuola.…..


Buon Lavoro

                           A.A. Angelo SIRRITIELLO
                           angelo.sirritiello@istruzione.it

								
To top