FRODE OLIO by mv0QQs4

VIEWS: 14 PAGES: 25

									FRODE OLIO
     Per frode si intende un
       inganno che tende a
       ledere un altrui diritto, a
       evitare un fatto
       spiacevolmente gravoso,
       compiuto con
       l’intenzione di ingannare
           OLIO IN COMMERCIO
Per l’olio le frodi sono sofisticazioni
   qualitative della sua composizione
   chimica e riguardano di conseguenza
   la genuinità del prodotto.
Per alterarne la qualità esistono
   trattamenti chimici e fisici che ne
   alzano il livello di qualità, queste frodi
   sono considerate per la comunità
   europea, frodi alimentari
   merceologiche .
La gravità delle frodi sta nel fatto che
   tutto l' olio di oliva di marca presente
   in commercio (per es. nei
   supermarket), è olio in miscela
                          OLI IMPORTATI
L'Italia nel 2001 ha importato, da paesi come Spagna,
    Grecia, Turchia e Tunisia, circa 450.000 tonnellate
    d'olio, non solo extravergine ma anche normale olio
    d'oliva o olio "lampante"; una parte va a finire
    all'interno di bottiglie che non sempre ne dichiarano la
    presenza e la tipologia: grazie ad un'etichettatura non
    proprio rigorosa, viene dichiarato un contenuto di olio
    extravergine rigorosamente nostrano!
        Comunque non è illecito, perché la normativa
    vigente non richiede di specificare la
    provenienza dell'olio sull'etichetta:
      il regolamento comunitario
     1019/2002 dispone infatti che l'indicazione di
    provenienza è facoltativa, quindi
       se manca, si tratta quasi sicuramente di olio estero,
    eventualmente miscelato con olio italiano in
    percentuale inferiore al 75 per cento. Se invece la
    percentuale di olio italiano raggiunge il 75 per cento,
    allora l'etichetta può segnalarne la prevalenza, sempre
    che il restante olio provenga da un paese della Ue.
               FRODI GENERALI

-olio d'oliva e dell'olio "lampante" importato attraverso semplici tecniche termiche e
  fisiche, mescolati con extravergine italiano, etichettati e posti anch'essi in commercio
  come "olio d'oliva italiano":
- Un olio che nasce difettato, ripulito, deodorato, miscelato e immesso sul mercato
  come extravergine
- miscele a base di olio di nocciola sofisticato e immesso nel mercato.
  - problema è della "triangolazione": un carico d' olio parte da un paese qualsiasi,
  comunitario o extracomunitario e quando giunge in Italia può trasformarsi facilmente
  non solo in olio extravergine, ma addirittura in extravergine italiano, eliminando solo i
  documenti
   Le manipolazioni illecite


                     Le manipolazioni illecite

          Trattamenti                         Commistioni
atti ad rendere un olio di oliva             tra oli di oliva
 appartenente ad una classe                  appartenenti
     commerciale inferiore,                    alle diverse
      simile ad un altro di              classi merceologiche,
        maggior pregio;                 compreso l’olio di semi
  Analisi destinate a


              Analisi destinate a

   Analisi destinate        Analisi destinate
           ad                      ad
 accertare la genuinità         accertare
            e                       lo
l’esatta classificazione          stato
                            di conservazione
Analisi destinate ad accertare la genuinità e
           l’esatta classificazione

     Analisi destinate ad accertare la genuinità e l’esatta classificazione

                                        Analisi chimiche             Panel test

Prova di Wood

                Acidità libera

                                 Quantità di iodio

                                               Numero di perossidi

                                                               Spettrofotometria

                                                                              Gascromatografia
                gascromatografia
1)di stabilire la composizione acidica qualitativa e quantitativa di
qualsiasi sostanza grassa;
2) di individuare se un olio d'oliva sia extravergine o lavorato
industrialmente;
3) di individuare qualunque grasso del quale sia nota con
sufficiente approssimazione la composizione sia dal punto di
vista qualitativo che quantitativo;
4) di individuare una miscela di olio d'oliva nella quale siano
presenti grassi vegetali o animali estranei.
                                Individuazione dell'aggiunta
                     di oli raffinati di oliva ad oli extravergini di oliva

                                    Determinazione degli stereni          Determinazione    tramite
Analisi spettrofotometria
                                                                              analisi infrarosso
    nell'ultravioletto.               tramite gascromatografia                   di acidi con
                                  (campestadieni e stigmastadieni),           doppi legami tras
           Analisi spettrofotometrica
               nell'ultravioletto.
Metodica analitica: Analisi spettrofotometrica nell'ultravioletto.
Caratteristica chimico-fisica discriminante: Nel processo di raffinazione
(decolorazione) si formano dei composti (dieni e trieni coniugati)
che assorbono a determinate lunghezze d'onda (232 nm e 270
nm); tali composti sono assenti negli oli di oliva extravergini.
  Determinazione degli stereni
Metodica analitica: Determinazione degli stereni (campestadieni e
stigmastadieni), idrocarburi derivati dagli steroli durante i
trattamenti di raffinazione o di desterolizzazione applicati agli oli
vegetali tramite gascromatografia
Caratteristica chimico-fisica discriminante: La presente norma può
essere impiegata per scoprire oli di semi desterolizzati nell'olio
d'oliva raffinato, nell'olio di sansa di oliva raffinato e nelle
miscele di questi oli con olio d'oliva vergine. Nel processo di
raffinazione (deodorazione) si originano dei prodotti olefinici di
degradazione degli steroli ed in particolare gli Stigmastadieni, che
si formano per disidratazione del b-Sitosterolo; tali composti
sono pressoché assenti negli oli di oliva vergini.
Determinazione tramite analisi infrarosso di
       acidi con doppi legami tras

 Metodica analitica: Determinazione tramite analisi
infrarosso di acidi con doppi legami tras
 Caratteristiche chimico–fisica discriminante:All’interno della
frazione gliceridica dell’olio extravergine di oliva ci sono
doppietti isolati con configurazione geometrica cis se
tagliato con oli rettificati questo conterrà una certa
quantità di acidi grassi con configurazione trans
    Individuazione dell'aggiunta
di oli di sansa di oliva ad oli di oliva

                     Individuazione dell'aggiunta
                 di oli di sansa di oliva ad oli di oliva:


            Determinazione
                                               Determinazione
          gascromatografica
                                         gascromatografica delle cere
       dell'eritrodiolo e uvaolo
     Determinazione gascromatografica
          dell'eritrodiolo e uvaolo.

Metodica analitica:Determinazione gascromatografica
dell'eritrodiolo e uvaolo.
Caratteristica chimico-fisica discriminante: L'eritrodiolo e
uvaolo sono dialcoli triterpenici che sono localizzati
nella cuticola esterna della drupa dell'olivo e passano in
minime quantità nell'olio ottenuto mediante estrazione
meccanica; tali composti sono presenti in cospicua
quantità negli oli di sansa di oliva, per l'effetto
solubilizzante più marcato, esercitato dal solvente di
estrazione.
Determinazione gascromatografica
           delle cere.
Metodica analitica:
Determinazione
gascromatografica delle cere.
Caratteristica chimico-fisica
discriminante: Le cere sono esteri
di alcoli alifatici con acidi grassi
che, negli oli di oliva ottenuti
mediante estrazione meccanica,
sono presenti in modeste
quantità; l'olio di sansa di oliva,
peraltro, per effetto dell'azione
più drastica esercitata dal
solvente di estrazione, presenta
un contenuto in cere
consistente.
           Individuazione
  dell'aggiunta di olio di semi ad
olio di oliva o olio di sansa di oliva:


                       Individuazione
                dell'aggiunta di olio di semi
                              ad
                         olio di oliva
                  o olio di sansa di oliva:

     Determinazione
                        Determinazione     Determinazione
     gascromatografia
                        gascromatografia   della trilinoleina
           della
                              della                per
      composizione
                         composizione       cromatografia
          acidica
                            sterolica
                                    .           liquida.
Determinazione gascromatografica
   della composizione acidica.
Metodica analitica: Determinazione
gascromatografica della composizione
acidica.
Caratteristica chimico-fisica discriminante: L'olio di
oliva ha una composizione percentuale in
acidi grassi abbastanza definita, che si
differenzia da quella degli oli estratti da altre
oleaginose. La normativa prende in
considerazione, come indici, solo alcuni acidi
grassi ed in particolare quelli presenti in
minor quantità, ritenuti a ragione i più
discriminanti per le varie possibili
commistioni illecite perpetrate. Con la
determinazione della composizione acidica
per via gascromatografica si possono
evidenziare anche alcuni isomeri trans degli
acidi grassi la cui presenza può dare un
contributo nella evidenziazione di
commistioni con oli di semi ad alto
contenuto in acido oleico, desterolati con
trattamenti illeciti.
Determinazione gascromatografica
   della composizione sterolica




Figura 1 - Gascromatogramma della frazione         Figura 2 - Gascromatogramma della frazione
 sterolica di un olio di oliva grezzo                    sterolica di un olio di oliva raffinato

  Metodica analitica: Determinazione gascromatografica della composizione sterolica.
 Caratteristica chimico-fisica discriminante: La componente sterolica rappresenta "l'impronta
 digitale" degli oli vegetali, essendo legata strettamente alla famiglia botanica di
 appartenenza del seme o frutto oleoso da cui è stato estratto l'olio. Questa
 caratteristica è utilmente sfruttata per individuare commistioni con oli di semi ad alto
 contenuto in acido oleico (girasole, cartamo, ...), dove la determinazione della
 composizione acidica non è in grado di raggiungere lo scopo.
Determinazione della trilinoleina per
      cromatografia liquida.


  Metodica analitica: Determinazione della trilinoleina
  per cromatografia liquida.
  Caratteristica chimico-fisica discriminante: Nella
  composizione trigliceridica degli oli di oliva la
  trilinoleina è presente in modeste quantità. Negli oli
  di semi, considerato il più alto valore in acido
  linoleico nella composizione acidica, questo
  trigliceride è presente in quantità più consistenti.
           Individuazione
dell'aggiunta di oli esterificati ad
 oli di oliva o oli di sansa di oliva

                          .
                Individuazione
              dell'aggiunta di oli
                  esterificati ad
                   oli di oliva e
              oli di sansa di oliva:


             Determinazione degli acidi
                      grassi in
                     posizione
                  2 del trigliceride
Determinazione degli acidi grassi in
    posizione 2 del trigliceride.
Metodica analitica: Determinazione degli acidi grassi in
posizione 2 del trigliceride.
Caratteristica chimico-fisica discriminante: Analizzando
attentamente la distribuzione degli acidi grassi nei
trigliceridi degli oli di oliva, emerge che la posizione 2 è
preferenzialmente occupata dagli acidi grassi insaturi e
la percentuale di quelli saturi non supera in genere il
2%. Negli oli esterificati, essendo questi prodotti
ottenuti per sintesi chimica, la distribuzione degli acidi
grassi saturi in posizione 2 è uguale a quella delle altre
posizioni.
      Individuazione di trasformazione
di un olio di qualità inferiore in uno di qualità
                   superiore


               Individuazione di trasformazione
                 di un olio di qualità inferiore
                 in uno di qualità superiore:

           analitica della composizione degli alcoli superiori
   Determinazione analitica della
 composizione degli alcoli superiori
Metodica analitica:
 Determinazione
 analitica della
 composizione degli
 alcoli superiori
Caratteristica chimico-fisica
 discriminante:
Negli oli di sansa
 decerati la presenza in
 percentuale degli alcoli
 superiori viene
 modificata
               Indicazioni per clienti
Ogni cittadino deve saper leggere le etichette degli oli per
   non essere frodati da grandi nomi e sapere le
   differenze organolettiche e fisiche tra le diverse
   categorie di oli e i possibili modi per eliminare dal
   mercato questi prodotti che in alcuni casi ledono alla
   salute del cittadino
Ecco qualche modo per proteggersi:
  instaurate un rapporto di fiducia con un fornitore
   affidabile, soprattutto quando acquistate il prodotto
   allo stato sfuso;
  diffidate dalla vendita "porta a porta", spesso si tratta
   di persone che smerciano miscele di olio di semi e di
   oliva con l'aggiunta di clorofilla e betacarotene;
  se acquistate prodotti preconfezionati, scegliete
   aziende che, per serietà ed immagine, ne assicurino la
   qualità (in più occasioni sono state scoperte aziende
   fantasma, senza responsabile né sede sociale, che
   avevano immesso sul mercato notevolissimi
   quantitativi di oli extravergine sofisticati);
  leggete l'etichetta con attenzione che, anche se non
   sempre garantisce l'origine dell'olio, costituisce
   comunque una "carta d'identità" di qualsiasi alimento;
  diffidate delle confezioni anonime prive della corretta
   etichettatura;
  tenete anche presente il rapporto qualità-prezzo
                   INDICATIONS FOR THE
                         CLIENTS
Every citizen has to know how to read the lebels of the oils in order
    not to be deceived by great names, and to know the organoletic
    and physical differences amoung the various categories of oil and
    the possible ways to eliminate fron the market those products that
    in same cases may harm the health of citizen.
Here are some ways to get some protection:
   Estabilish a relationship of trust with a reliable supplier above all
    when you purchase the product in small bulks
   Don’t trust door ton door sales. It is often about mixture of
    vegetable and olive oils with the addittion of chlophyll and
    betacarotene
   If you purchase manufactured products choose trustworthy firms
    whose status guarantees quality(on many occaasions ghost firms,
    without ony legal status, have introduce on the market large
    amounts of modified extravergin oil
   Read labels careful, since even if not alway7s it guarantees the
    origin of the oli however it is a kind of identity card on any food
   Don’t trust packing with no labels
   Pay attention to the quality-price relationship

								
To top