Docstoc

Fisco_e_studi_di_settore

Document Sample
Fisco_e_studi_di_settore Powered By Docstoc
					       Fisco e studi di settore.
   L’impatto delle pari opportunità


             Genova, 30 gennaio 2009



         Traccia dell’intervento di Elisabetta Garbarino
Agenzia Liguria Lavoro – Ente Strumentale della Regione Liguria
            CONTESTO:
IN CHE TERMINI PORRE LA QUESTIONE
Tendenziale crescita delle donne nelle professioni giuridiche
Processo lungo
• Anni 80: inizio punto di svolta
• Anni 90: “esercito femminile delle professioni”




         A livello nazionale le donne sono circa la metà egli iscritti.
      Il problema, quindi, non si pone in termini quantitativi,
                         ma QUALITATIVI
                                Elisabetta Garbarino                      2
                     INFATTI……..
A parità numerica, non corrisponde una parità nell’esercizio della
  professione.

• Accettazione livelli minori di compenso
                                                     46% soci o titolari di studi
                                                     a fronte dell’86% di uomini
• Limitata partecipazione a partnership

• Scarsa presenza ai vertici di organismi o Associazioni forensi

• Attività forense in settori del diritto tipicamente femminili




                              Elisabetta Garbarino                                  3
                      E ALLORA …..
Presunzione di competenza[1]:
   la donna è più disponibile ad occuparsi di “persone”
                    piuttosto che di “casi”

       Si crea una polarizzazione netta fra aree di esercizio
        principalmente femminili, sottopagate e orientate alla
      soluzione di problemi di natura privata e aree giuridiche
      dominate da uomini, lucrative e orientate verso attività di
                         stampo societario[2]
[1]   Mirella Giannini, Giornata Europea delle Donne Avvocato, Roma, giugno
       2006
[2]   Indagine sul fenomeno della discriminazione di genere nella professione
       legale inglese, a cura di Daniel Muzio e Sharon Bolton


                                Elisabetta Garbarino                        4
       UN ESEMPIO SIGNIFICATIVO
Tra le avvocate penaliste, il 70% chiede la cancellazione
  dall’Albo mediamente 4 anni dopo l’ottenimento del
  titolo[1]
                            Risorsa tempo
                            Esigenza di conciliazione

   – Asili nido all’interno dei tribunali
   – Riconoscimento diritto di rinvio delle cause nel periodo finale
     della gravidanza e nei mesi successivi al parto
   – Sistemi di tutela dell’allattamento

  [1] Le donne nell’avvocatura, Polis, n. 120, 2005



                              Elisabetta Garbarino                 5
  EVOLUZIONE DEL RICONOSCIMENTO


Nel quadro normativo italiano non vi è una tutela articolata
  e codificata delle pari opportunità nelle libere professioni:
  la tutela va ricercata in un insieme non sistematico di
  norme.
• l. 546/87: riconoscimento diritto lavoratrici autonome
  (artigiane ed esercenti attività commerciali) dell’indennità
  di maternità
• l. 379/90: estensione a libere professioniste
• d lgs 151/01: TU di riordino per lavoratrici autonome e
  libere professioniste
       casse di previdenza e assistenza ordini professionali

                           Elisabetta Garbarino                6
 LA CONOSCENZA COME PREVENZIONE

2006: Protocollo di intesa tra Ministero Pari Opportunità e
  Consiglio Nazionale Forense:
• impegno a sviluppare un rapporto di collaborazione
  finalizzato alla definizione di un comune progetto di
  attività di
   – studio
   – ricerca
   – formazione
Conoscere ed approfondire il fenomeno è il presupposto
• per prevenire situazioni di discriminazione
• e per attivare azioni positive


                       Elisabetta Garbarino               7
        STUDI DI SETTORE ……..
Come noto, gli studi di settore sono strumenti volti a facilitare la
   ricostruzione induttiva dei redditi di impresa e lavoro autonomo
   attraverso la determinazione di funzioni di ricavo e compenso per
   gruppi omogenei di contribuenti operanti nello stesso settore di
   attività.
La legge prevede alcuni casi di inapplicabilità:
      … contribuenti … che si trovano in un periodo di non normale
                          svolgimento dell’attività
Nonostante non sia direttamente prevista dal legislatore, una causa
   potrebbe proprio essere la maternità, quale evento significativo dello
   scostamento dei ricavi/corrispettivi rispetto ai parametri definiti dagli
   studi di settore.

• … ma questo va provato (Sentenza n. 60 del 2005 della
  Commissione Provinciale di Gorizia)
• …. e il lavoro di cura non è solo nell’evento “maternità”

                              Elisabetta Garbarino                         8
         ………. E CONOSCENZA

Una attenta impostazione e una corretta applicazione degli studi di
  settore potrebbe diventare uno strumento molto utile dal punto di
  vista conoscitivo           Parallelismo con rilevazione
                                    aziende con più di 100
                                          dipendenti


Se la costruzione del quadro entro cui leggere le informazioni reddituali
  considerasse le condizioni correlate al bisogno di cura (bambini e
  anziani) , allora potrebbe diventare uno strumento di conoscenza del
  reale

                       Ho detto “se”,
        come diceva la matrigna di Cenerentola…….


                             Elisabetta Garbarino                       9

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:3
posted:3/10/2012
language:Italian
pages:9