Docstoc

OCCIDENTE #72 - 6/03/2012

Document Sample
OCCIDENTE #72 - 6/03/2012 Powered By Docstoc
					 Attenzione ai costruttori professionali di trame e ragnatele in SPE (Pag. 2)


  ò




  /informazioni- commenti-opinioni –immagini /
  / informazioni - commenti- opinioni –immagini /
 “

  “Se l’Occidente si alza per difendersi, sotto un altro nome, con un altro viso e con
  niente che sia la proiezione del Passato, rinascerà l’Ordine di Sparta.” -M Bardèche-

  Palermo------------------n° 72-----------------6 Marzo 2012

                                                                                            Sul caso dei due marò arrestati in India
                                                                                            protesta flebilmente 'Italia “ufficiale”
                                                                                            che parla di misure inaccettabili. Su
                                                                                            indicazione del ministro degli Esteri,
                                                                                            Giulio Terzi, il segretario generale della
                                                                                            Farnesina, Massolo, ha espresso
                                                                                            all'Incaricato d'Affari indiano a Roma
                                                                                            la vivissima preoccupazione del governo
                                                                                            italiano per la decisione del tribunale
                                                                                            indiano. Lo riferisce una nota della
                                                                                            Farnesina. Nel definire inaccettabili tali
                                                                                            misure in considerazione dello status dei
                                                                                            nostri due militari - prosegue la nota - e
                                                                                            nel sottolineare l'estrema sensibilità
                                                                                            della questione per le Autorità italiane,
                                                                                            per le famiglie e per l'opinione pubblica
                                                                                            e parlamentare italiana, l'ambasciatore
                                                                                            Massolo ha ribadito la ferma richiesta
                                                                                            che ogni sforzo venga fatto per reperire
                                                                                            prontamente per i nostri militari
                                                                                            strutture e condizioni di permanenza
                                                                                            idonee.. Tutto qua ? Sì, per ora tutto
                                                                                            qua. Chiediamo “condizioni di
                                                                                            permanenza idonee” sapendo che
                                                                                            incombe, esplicita, la minaccia d’una
                                                                                            condanna a morte. Lo “sbotto” viene
                                                                                            invece dai familiari e sono parole molto
                                                                                            più schiette :''Ancora non riusciamo a
                                                                                            crederci e per questo non sappiamo cosa
                   Peccato che gli Zombies siano gli Italiani                               pensare e cosa fare''.''Non abbiamo
                                                                                            notizie ufficiali, non ci crediamo ancora.
                                                                                            Posso solo dire che vedo troppa
*La teoria della grande coalizione per il 2013 si fa largo, sempre di più, sia nel          decisione da parte dello Stato Indiano.
centrosinistra (area Enrico Letta, il più esplicito) sia nel centrodestra (fino a ieri a    Invece non so cosa lo Stato italiano stia
trazione berlusconiana). In ampi settori del Pdl questa lenta meccanica si                  facendo, non capisco. Qualcuno ci dice
accompagna a una intuizione – smentita ma più che mai vera – del Cavaliere:                 di stare tranquilli, di non preoccuparci
pensionare il Pdl, creatura che ha ormai esaurito la sua spinta propulsiva, per             ma non sappiamo cosa fare''. ''Sentiamo
ricostruire il polo dei moderati con Casini e Gianfranco Fini. Il che, come si vede ad      la solidarietà dell'opinione pubblica
una prima occhiata,più che un passo “avanti” appare piuttosto come un significativo,        italiana e continuiamo a sperare''. Sì, gli
ancorchè malcelato, balzo all’indietro. D’altro canto se per la ricerca del “nuovo” ci si   Italiani “ci sono”. Ma lo Stato esita,
affida ad ingegneri ed architetti già provati e malriusciti,il risultato non può essere     balbetta, latita. "Tecnicamente è
che questo : un’Italia, più che sclerotizzata, letteralmente ossificata. Con vigile         sequestro di persona: gli indiani hanno
discrezione, all’ombra dei partiti, si muove Napolitano, che benedice e asseconda           rapito i due maro'". E' il giudizio senza
questo movimento con tutti gli strumenti a sua disposizione. Il Quirinale è forse           mezzi termini di Augusto Sinagra,
l’istituzione più impegnata a favorire l’ncontro tra le forze che compongono la             ordinario di diritto delle Comunità
maggioranza tripartita che sostiene Monti, come fa intuire l’intenso lavorio del            europee alla facoltà di Scienze Politiche
presidente del Senato Schifani (“questa occasione per le riforme non possiamo               della "Sapienza" di Roma. "Di
perderla”, ha detto )Sono le condizioni della pacificazione, o meglio, come spiega il       giuridico in questa vicenda c'è poco: la
prof.Salvati “gli orientamenti comunemente condivisi che sono necessari affinché la         competenza è dello Stato italiano,
dialettica tra i partiti possa svolgersi senza esasperazioni dannose”.Cioè in santa         perché il fatto si è verificato in acque
pace. La parola nuova è dunque “Tutti”; la chiave per una ridislocazione “non               internazionali, dove si applica la legge
faziosa” della politica. Dicono “Tutti per l’Italia”; ma intendono “Tutto pur di            della bandiera. Se si è verificato...". Il
continuare a governare l’Italia”. Muffe di tutta Italia, riunitevi. Nel segno del Nulla.    professore indica nella "debolezza delle
                                                                                            azioni di governo" il successivo
                                                                                            svolgimento della vicenda e l'attuale
                                                                                            stato di prigionia dei due militari
                                                                                            italiani: "Il Paese ha mostrato poca
                                                                                            dignità nazionale e la responsabilità è di
                                                                                            tutti, a partire dal premier in giù,
                                                                                            passando per il ministro degli Esteri.
                                                                 La cosa che pochi dicono è che
                                                                                                            Eh ! Mica
                                                                   qualunque governo ci fosse               stiam qui
                                                                     stato al posto dell'attuale               per
                                                                                                            lasciare
                                                                       avrebbe dovuto fare le                 alla
                                                                    identiche cose. Forse non
                                                                   tutte, forse in modo un po'              Destra il
                                                                                                            monopolio
                                                                 diverso. Forse “per gradi”. Ora              dello
                                                                    a parole tutti propongono
                                                                                                              strip
                                                                 rimedi migliori, meno drastici,             Politico
                                                                  più equi. A quelli del passato            ideologico
                                                                   governo che dicono questo
                                                                 basta domandare “perché non
                                                                     lo avete fatto?” e a quelli
                                                                  dell'ex-opposizione “perché
                                                                   non avete voluto le elezioni
                                                                         per poi farlo voi?”.


                                 Abilissima la Sinistra estrema a costruir teoremi, gialli, a
                                 disegnar grandi congiure, ad insinuar sospetti e del tutto
                                  compiacente la stampa perché il sensazionalismo “tira”




A proposito di TAV abbiamo letto in questi giorni MOLTI articoli. Perchè le Opinioni, per noi,
devono PARTIRE da notizie, da fatti certi e "neutri", da FOTOGRAFIE della Realtà. Non da
                                                                            fac-simili di Fatti.
"slogans" orecchiabili che, ripetuti all'infinito, si cerca di tramutare in fac
                                                 ra
Certo il "fatto" poi "passa" attraverso la nostra persona. Ognuno lo legge, lo interpreta, lo "capisce"
a modo suo...se lo "traduce"....
Noi sappiamo, oggi, con certezza che in questa Italia che hanno reso "strana" e poco poco-funzionante
TUTTO, fino alla feccia, fino al pelino, passa attraverso le maglie d della "mediazione politica" : anche
la concessione d'un chiosco di gelati su un lungomare.
                                                                                        nulla-osta e poi
Prima di quella concessione, intanto un martirio di carte, di passaggi, di pareri, di nulla
                                                             (magari
verso la fine dell'iter,regolarmente un qualsiasi impiccio (mag il diesel del gruppo elettrogeno "che
inquina") che sembra bloccare tutto.
Ed a volte lo blocca DAVVERO (ne conosciamo MILLE ED UNA DI FOLLIE COSI').
      p
A MENO CHE....a meno che, in zona Cesarini, qualcuno non ti avvisi che per ottenere quella licenza,
   ella
quella Valutazione d'Impatto Ambientale "favorevole"....."FORSE E' MEGLIO CHE PARLI COL
CONSIGLIERE X"....
Che, si badi, potrebbe essere sia di maggioranza che di opposizione....
Sappiamo che si chiama "democrazia decentrata".
                                       RATO"
Il punto è che "DEVI RESTARE "GRATO" A QUALCUNO. O con un esborso o con i voti.
Esattamente come per le "servitù di passaggio" nel Medio Evo. L'unica differenza è che allora
nessuno estorceva voti.
L'ITALIA DEMOCRATICA STILA COSI' ORDINARIAMENTE. E' UNO SCHIFO E LO
SAPPIAMO TUTTI. Però "intuirlo" non basta.
Se metti per iscritto OPINIONI su questo traccheggio, DEVI AVERNE NOZIONE ESATTA. Devi
avere FATTI su cui appoggiarti. Documenti, testimonianze, "prove".
                                                                             "presunte".
Altrimenti fai solo il DEMAGOGO. Il Ripetitore di banalità generiche e "presunte
Devi esser certo che una qualche Legge scritta sia stata violata.
Non puoi andare in giro a dire che un nuovo chiosco dei gelati è stato aperto SOLO PERCHE'
L'ASSESSORE LI' NON PAGHERA' MAI IL CONO GELATO PER SE' E LA SUA FAMIGLIA.
Perchè rischi il RIDICOLO.
E NON SIGNIFICA NIENTE l'Allusione maligna "Certo Qualcuno ci avrà guadagnato
qualcosa"...perchè CHIUNQUE FACCIA QUALCOSA A QUESTO MONDO lo fa per "guadagnarci
Qualcosa".
Quale morale, quale linea politica può sostenere che OGNI GUADAGNO SIA DI PER SE'
UN'OPERA DEL DIAVOLO ? Non lo dicono più nemmeno gli ultimi komunisti.
NON CI PIACE, insomma, la Linea del Sospetto "a priori". Puzza di “travagliamo” a u n miglio.
Un conto è stare Attenti, Vigili sul terreno della Trasparenza un conto è interpretare il ruolo di chi
VUOLE SPORCARE TUTTO ed inchiodare il Mondo intero in nome di una propria (questa sì)
"presunta" Superiorità Morale.
Non possiamo guardar male , come"raccomandato" ogni vincitore di regolare Concorso.
                                          i
E non possiamo dire che il passaggio dai lampioni a gas a quelli elettrici sia stato un BUSINESS PER
QUALCUNO, perchè diciamo, con fasulla aria "da furbi" delle colossali BANALITA' ed
OVVIETA'.
Non m possiamo diventare cani che ululano alla luna perchè ogni notte SI STUPISCONO
                   tare
di vederla rispuntare lassù nel cielo gigantesca e "minacciosa"...A buon intenditor......
                                                                          -di Marco Licata-


  Anche alle primarie di Palermo, nel centrosinistra, stracciati i
 nomi “ufficiali. Avrebbe vinto un “nuovo”. Ma è solo una facciata
Si sono concluse a Palermo le primarie del Centro-sinistra....
Ha Vinto Ferrandelli, il “nuovo” della politica: già assessore comunale di cui, chissà perchè, non
viene in mente alcuna fervida battaglia intrapresa contro la cattiva amministrazione precedente o
verso il mal costume politico dilagante, dall'assenteismo in aula comunale, agli stipendi di
consiglieri     e     assessori     lievitati   progressivamente      a    dismisura      nel   tempo.
Qualcuno lo ha persino definito come un giovane politico “che si sa muovere come un vecchio
volpone”. E c-’è da crederci! Si è fatto un'intera campagna elettorale mettendo cartelloni per tutta
Palermo, organizzando convegni al Politeama e nei cinema. Si è prodigato ad incontrare i ragazzi
delle varie associazioni “no profit” di Palermo. Si è “speso” tempestando le TV locali di
“interviste” E tant'altro spendersi...
A proposito di spendere e di trasparenza, non sarebbe lecito chiedersi piuttosto con quali risorse
finanziarie costui avrebbe organizzato tutte queste cose, visto i costi che tutto questo comporta, e
visto che sostiene di aver affrontato tutto questo SENZA ALCUN APPOGGIO da parte del PD o
dell'IDV (partito nel quale in teoria ancora milita)?
Senz'altro l'appoggio di Cracolici, Arnone, Lumia (e compagnia bella del PD siciliano) sarà stato
solo un generoso e disinteressato aiuto a parole di “amici illuminati”.... Ma se non fosse solo un
aiuto ideologico, allora, perchè non dirlo??
Sia chiaro, nulla da recriminare o da denunciare, se non fosse che questi personaggi sono,
rappresentanti abbastanza indicativi di tutta una “vecchia politica” che partendo dal PCI giunge
fino ai giorni d'oggi, più o meno insulsa ed inconsistente com'è sempre stata, rappresentando né
più, né meno, che quella politica “di carriera” decisamente inconcludente del passato, che di certo
non si è particolarmente distinta per il suo “fare” . Ma Lui ha Vinto! A dispetto di tutti, si dice. A
dispetto per fino della “vecchia logica” che conduceva Orlando ad appoggiare Rita Borsellino, (per
la verità, candidata abbastanza inconsistente).
Ma quello che colpisce di più è che quando lui militava nell'IDV, Orlando era un sant'uomo,
mentre appena alla vigilia di queste primarie improvvisamente era diventato addirittura quasi il
“mostro”, un nemico da combattere...Una gran prova di “coerenza” per il nostro giovane e
rampante       politicante      del       “nuovo    che     avanza”      dalla     sinistra   italiana.   Weh, ragassi! Mi raccomando :
Si è mosso bene. Proprio come un vecchio volpone: Si è circondato da un'abile clac che si
                                                                                                          per ora PROFILO BASSO !
consumava le mani ad ogni suo “affondo” di arguzie. Si è “speso” tanto, anzi tantissimo... Eppure
la chicca sulla “torta” elettorale che lo qualifica credo sia nella sua frase più recente. Quella della
vittoria: Lui crede che sia ora che “chi ha perso accetti sportivamente il risultato”. Accidenti che
profonda analisi!
“Sportivamente”!...Viene da urlare: Oddio, un altro con la fissa del Calcio nella Politica!
E poi che ci azzecca lo sport con i programmi?
A proposito. Invito tutti ad andare su You Tube ad ascoltare le acute analisi del personaggio, i
discorsi privi di un minimo accenno ad un programma definito per la Città, se non con frasi
generiche in pieno stile “cchiù pilu pi tutti!”.
Almeno per farsi un'idea di cosa dovremmo attenderci dalla sua eventuale prossima elezione a
Sindaco. Ma di più, mi domando: Davvero c'è chi gli crede? Ma soprattutto IN COSA gli si
dovrebbe credere?Perchè Sarò io limitato, ma non lo capisco. La sensazione mia infatti è un'altra
ed è che Palermo serva solo come “tavolaccio” su cui consumare una strana “mattanza” cannibale
interna al centro sinistra, nient'altro.
Buona a regalarci sicuramente una “ulteriore”sinistra ma giammai una sinistra nuova. Tanto
meno una novità reale per una grande e problematica città come Palermo.
Certo non è una novità che alla sinistra italiana ed a chi la segue col suo voto piaccia tantissimo
auto-sodomizzarsi senza concludere nient'altro che un puro “orgasmo” al suo interno.
E sia ben chiaro, che scriverò poi anche del centro-destra a riguardo. Anche se sarà come pescare
nell'acquario....Ma la mia sensazione resta la stessa: l'idea delle primarie intese come postribolo
delle battaglie interne alla vecchia politica. Ferrandelli vince le primarie? Spumeggianti festini che
mal celano antichi rancori interni e nuovi rimpasti fatti sempre degli stessi “ingredienti”:
Lumia dalla Sicilia, non perde tempo a chiedere addirittura le dimissioni di Bersani.
Gli fa “eco” da Bruxelles Sonia Alfano che si scomoda (addirittura) dal suo caldo scranno europeo
per chiedere un ripensamento dei vertici dell'IDV (si riferisce per caso criticamente ad Orlando?!)
e degli equilibri della compagine interna al centro-sinistra.


E Questo dovrebbe essere il “nuovo” che avanza da sinistra? Ah, beh ….Se lo dicono loro!
                                                    Mai amato Lucia Annunziata, un equivoco
                                                         storico come giornalista. il carisma
                                                        televisivo di una verza". Al punto di
                                                    “tifare”per Berlusconi quando La mandò a
                                                      quel paese per la sua arroganza formale.
                                                       La sua polemica, poi, sull'ipocrisia dei
                                                       funerali a Dalla (premiato secondo lei
                                                       perchè non aveva mai fatto outing) e il
                                                    tirar fuori la storia della sua omosessualità
                                                    è stata una cosa vergognosa. Chiunque ha
                                                      diritto, finchè non viola la legge, di fare
                                                         quello che vuole. Se Dalla non volle
                                                    parlarne, perchè ci ha tenuto Lei a sporcar
                                                           tutto ? E poi una considerazione
                                                    sull'opportunità del suo intervento proprio
                                                    il giorno dell'addio aLucio Dalla. La gente
                                                      deve fare outing? Solo gli omosessuali o
                                                       anche chi si masturba? Ma per favore!
                                                         Che brutta persona la Annunziata,
                                                       repellente a tutti i livelli. Bene ha fatto
                                                      Bernardo Boschi, il confessore di Dalla a       Il Più grande Spettacolo
                                                        dichiarare: «La Chiesa condanna il
                                                     peccato, non il peccatore quando questi fa      dopo la II Guerra Mondiale
                                                        un certo cammino. Questi Soloni che
                                                       imperversano, dicendo che la Chiesa è
                                                      ipocrita non sanno niente della Chiesa».




     abba
                                                                 -di Luigi Cardarelli-
                       Pare certo che neanche questa volta cambierà qualcosa nel
panorama politico italiano. Dopo la sbronza etilica e napoleonica del signore d'Arcore è
tutto un gran fermento da restaurazione mitteleuropea, da banchieri apolidi. Il
craxiano Silvio s'è beccato la sesta fortuita prescrizione, spernacchiando più
                                       na
che giustamente la faziosa e sprecona procura di Milano; adesso cercherà di sistemare
la faccenda Ruby e poi si toglierà di mezzo definitivamente. Anche in famiglia la sua
parabola vira al discendente, visto che la figlia Barbara ha distrutto pure Pato.Lascia un
vuoto politico enorme ed in eredità Fede, Ferrara e Minzolini.Oltre ad un nutrito stuolo
di barzellettieri.
Alfano, Bersani e Casini allora non sono più tre segretari di partito ma solo i
capicorrente della ricomposta democrazia cr          cristiana, del risorto monocolore
democristo. Parcellizzati e balcanizzati i residui antagonisti della Lega, idv e sel,
i quali invece che oppositori dovrebbero esser chiamati riserve di lusso, panchinari
scomodi pronti all'evenienza. Si sa, la "rosa" serve ampia. Ma il big-bang epocale della
politica nostrana ci sarà il giorno dopo le amministrative prossime, quando gli affamati
milioni di gnu pidiellini dopo il tracollo elettorale, migreranno al galoppo verso i folti
pascoli del Serengeti per cercar di sfamarsi ancora. Non troveranno niente per potersi
risistemare, ormai contano solo Monti, Draghi e re Giorgio Stuart.
Intanto da secca previsione, appare Walter Veltroni il volto nuovo del pd, intervistato a
iosa: come fosse lo scopritore delle Americhe o il trionfatore degli Oscar, e non altresì
      pone
"sciupone l'Africano" come lo definiva Prodi. L'unico parlamentare in carriera con un
possibile futuro è il Pierfurby bolognese, Lui è davvero un'altra tempra; viene
direttamente dalle viscere della "balena bianca". L'altro assunto vero è che il popolo
italiano sembra disposto quindi a patir anche la fame, purchè gli lascino Sanremo,
Fiorello e la partita di pallone. Infine, dopo il bailamme ligure, non sarà affatto Adriano
Celentano il prossimo senatore a vita. S.M. Napolitano si starebbe indirizzando verso
una donna, una figura seria, super partes, istituzionale, bancocentrica
e sapiente. I rumors scommettono su Carla Bruni.




     ecce
                                                                                                                        MA VA’ !

				
DOCUMENT INFO
Description: Agenzia di informazione diretta da Guido Virzi Bisettimanale di formazione e controinformazione.