solo ad un grande personaggio by Yx0aA0

VIEWS: 3 PAGES: 7

									                              ROTARY CLUB MILANO AQUILEIA
                         Club n° 12240                                                              Distretto 2040
                                                                                         Anno Sociale 2010 – 2011

                         Bollettino n.° 19/33°                                                      Anno XXXIII

              Riunioni Conviviali: Lunedì non festivi ore 20 presso Hotel de la Ville - Via Hoepli n° 6 Milano tel.02. 8791311

Presidente         Gianni Giulio Gusella                                                                 Motto del Presidente:
Vice Presidente:   Pasquale Bressi
Segretario         Alessandra Caricato                                                                    “Da Compito a Metodo ”
Tesoriere          Francesco Ferretti
Prefetto           Claudio Granata
Consiglieri:       Francesco Caruso – Ignazio Chevallard - Graziano Della Rossa
                   Daniele Loro - Paolo Pennacchi - Luigi Scardovi - Giancarlo Vinacci         Motto del Rotary International:
                                                                                                   “Impegniamoci nelle Comunità,
Inc. President  Pasquale Bressi
Past President: Giuseppe Zanetti
Presidente Commissione Effettivo: Graziano Della Rossa
                                                                                                              Uniamo i Continenti”
Presidente Commissione Amministrazione: Ignazio Chevallard
Presidente Commissione Rotary Foundation: Paolo Pennacchi
Presidente Commissione Pubbliche Relazioni: Annamaria Oliva
Presidente Commissione Programmi: Luigi Scardovi
Presidente Commissione Nuove Generazioni: Francesco Caruso
Presidente Commissione Bollettino: Lorenzo Segarizzi



                                                   Presiede: Gianni Giulio Gusella

Conviviale del: 31 Gennaio 2011            Relatore: Signora Giovanna Pinna
                          Titolo: “ Coco Chanel”

                                     CALENDARIO DELLE PROSSIME RIUNIONI

           LUNEDI’ 07 FEBBRAIO 2011                                                      LUNEDI’ 14 FEBBRAIO 2011
              Assemblea del club                                                            Avv. Paolo Binaschi
              “Modifica articoli Regolamento”                                               Legale – Diritti d’autore

       A seguire Dott. Simone Giuliani                                              “La tutela del diritto d’autore”
          “Corretto uso di internet”
                                                                                    (è gradita la presenza dei Coniugi )
          Cena P.U.- Hotel de la Ville Ore 20                                        Cena P.U.- Hotel de la Ville Ore 20
           LUNEDI’ 21 FEBBRAIO 2011                                                      LUNEDI’ 28 FEBBRAIO 2011
              Dott. Claudio Torrisi
                          Mauri Spagnol
                                                                                               “DA DEFINIRE”
              “Editoria enciclopedica”
         (è gradita la presenza dei Coniugi )
          Cena P.U.- Hotel de la Ville Ore 20

                          85%
                          80%
                          75%
                          70%
                          65%
                          60%
                          55%
                          50%
                          45%
                          40%
                          35%
                          30%
                          25%
                          20%
                          15%
                          10%
                           5%
                           0%

                                lug-     set-      ott-      nov-      dic-      gen-      feb-   mar-   apr-    mag-       giu-
                                 10       10        10        10        10        11        11     11     11      11         11
           2010/2011           52%       61%       64%       83%       82%       57%        0%    0%      0%       0%       0%
                                         ELENCO SOCI E PRESENZE

    Soci iscritti n° 65               Presenti n°     35               % Serata 63.64               Bollettino n° 19/33°

   % di ottobre 64,35             % di novembre 82,72              % di dicembre 82,46             % di gennaio 57.27


                            P    G T                                  P    G    T                                P    G     T
ALBANESE C.                     X 02 DI FERDINANDO R.                      X 09 SANTORO R.                        X         13
BALLANTINI G.                   X 04 FERRAUTO G.                       X       13 SCARDOVI L.                     X         12
BASILE L.                  X        11 FERRETTI F.                         X 13 SCATIGNA M.                            X    05
BASSI M.                   X        04 FRANÇOIS J.                     X       14 SEGARIZZI L.                     X        15
BEDENDO G.                      X 13 FRANZONI A.                               01 TETOLW R.                           CO    06
BONADEI R.        (dof)         X 02 FRESCHI P.                        X       16 VALTOLINA M. (dof)                   X    00
BRESSI P.                       X 11 GALLAVRESI A. (dof)                   X 01 VEDANI V.                 (dof)        X    04
CAIRO F.                   X        10 GATTESCHI A.                    X       17 VENTURA P.                      X         16
CANDIANI L.                X        05 GHIZZONI M.                         X 03 VINACCI G.                             R    09
CANIATO L.         (dof)        X 07 GIULIANI S.                           X 12 VINCIGUERRA P.                         X    01
CAPRIOGLIO M.S.            X        06 GOIDANICH M. (dof)                  X 02 ZANETTI G.                        X         11
CARAMANTI G.               X        17 GRANATA C.                      X       18
CARICATO A.                X        18 GUSELLA G.G.                    X       19
CARUSO F.                  X        17 LORO D.                         X       12
CASTELFRANCO S.            X        14 MANDELLI G.                         R 18 SOCI ONORARI
CAVALLINI L.               X        06 MANFREDI L.                         X 05
CAVANA G.                  X        13 MANTEGAZZA F.                       X 04 AMORI S.                                    00
CHEVALLARD I.              X        14 MAUTI G.                        X       05 CERINI E.                                 00
CLEMENTE C.                     X 07 MICHELI L.               ( dof) X         14 COLOMBO G.                                00
COLOSI L.                       X 00 MORANDI F.                                16 FIORATTI A.                               00
CONTI F.                   X        17 NOTTI S.                            X 11 GENZINI O.                                  02
COPPOLA LIBETTA                     08 OLIVA A.                        X       15 MANENTI L.                                00
COTTINO G.                      X 10 PENNACCHI P.                      X       11 MONDINA A.                                00
CRUDO V.                   X        16 PICECI L.               (dof)       X 03 NAVONI M.M.                       X         04
DAMIANI E.                 X        04 POGGIO F.                       X       15 NICOLA G.                                 02
DE AMBROGGI L.                      09 QUILICI U.                          X 04 RUOZI R.                                    00
DELLA ROSSA G.             X        17 SANTA MARIA F.(dof)                 X 01 VEGETO A.                                   02
 Legenda: P: presente, G: si scusa per l’assenza, T: totale presenze al Club. I Soci evidenziati in blu sono i fondatori.
           Numeri di telefono per avvisare della propria assenza: 02- 55190079 oppure 02. 5512283
Ospiti del Club:
Signora Giovanna Pinna con il marito Roberto Patrignani
Dott. Erika Mangano Presidente Rtc Milano Aquileia Giardini
Signor Pier Francesco Caruso Presidente Interact Milano Aquileia
Signor Roberto Montorsi Vice Presidente Interact Milano Aquileia
Visitatori Rotaractiani:
Chiara e Alessandro Alfieri – Alberto Arosio – Stefano Bosia –Domenico Crosti – Marzio De Corato – Raul
Escobedo Sanchez – Anna Elisa Landriscina –Ylenia Mangano –Alberto Pagliughi –Davide Pasini – Lorenzo
Pizzuti – Laura Pozzo – Giorgia Sala – Margherita Senati.

Coniugi : Bassi - Candiani - Caramanti – Caruso – Castelfranco - Chevallard – Conti – Crudo - Della Rossa
Ferrauto – Granata - Gusella – Poggio - Santoro – Segarizzi – Ventura – Vinciguerra.
Ospiti di Soci:
Dottoressa Giovanna Bombelli ospite di Gusella
Signori Giuseppe e Mariangela Moretti ospiti di Poggio
Arch. Maria Luisa Crudo ospite del Padre
Signor Marco Castelfranco ospite del Padre
Soci presenti presso altri Club o Distretto:
Mandelli: 31/01/2011 Premio Professionalità
Gusella : 26/01/2011 Riunione Gruppo 5

                                            TANTI AUGURI AI SOCI   COMPLEANNI .
PICECI LUIGI                     04.02                                  SEGARIZZI LORENZO                         07.02
                                           TANTI AUGURI AI CONIUGI   COMPLEANNI .
FRESCHI PAOLA                    03.02                                  COTTINO MARIELLA                          04.02
                                           NOTIZIE:
                                       DEL PRESIDENTE;
                                      DAGLI ALTRI CLUB;
                                      DALLA SEGRETERIA.


Notizie del Presidente:

Il Socio Enzo Ronzoni ha rassegnato le dimissioni con effetto 31.12.2010.
Il Socio Robin Tetlow ha chiesto ed ottenuto il congedo fino al 30.06.2011.

Abbiamo due appuntamenti importanti nel mese di febbraio:

Il primo: l’Assemblea per la modifica del regolamento, che dobbiamo assolutamente
approvare. Vi chiedo la cortesia di essere tutti presenti od in alternativa far pervenire il vostro
voto, direttamente al nostro segretario Alessandra Caricato Mazzarotto. Il testo con le
modifiche Vi è stato inviato separatamente con la convocazione.

Il secondo: coincide con il Festival di San Remo e San Valentino. Per quella data abbiamo
preparato una serata dedicata al mondo della canzone con particolare attenzione alla tutela
del diritto d’autore. Per le Signore presenti ci sarà un pensiero legato a San Valentino.

Milano City Marathon Vedi lettera con i dettagli in ultima pagina


Notizie del Segretario
Sabato 12 febbraio ore 21
LA VEDOVA ALLEGRA
di Victor Leon e Leo Stein musica di Franz
 L'AMICIZIA TRA ROTARIANI
passa e si rafforza anche attraverso piccole cose.Ad esempio la messa in scena in forma integrale, musica e
prosa, scene e balletto, attori e cantanti di una VEDOVA ALLEGRA di chiaro sapore rotariano.
Per questo sarà bello ritrovarsi in tanti sabato 12 febbraio al Circolo Volta di via Giusti 16 (fondato 1882!),
ore 21 - meglio arrivare per le 20,40 - dove il Presidente dello storico sodalizio milanese è l'amico
LAMBERTO MICHELI rotariano dell'Aquileia. E' lui che ospita questa produzione firmata da DANIELE
RUBBOLI (Milano Sud Ovest) con alcuni artisti professionisti del suo Laboratorio Lirico Europeo di Milano,
tra i quali l'affermato soprano TIZIANA SCACIGA DELLA SILVA figlia del rotariano DIEGO (Mi Sud Ovest) e
WALTER RUBBOLI figlio di Daniele, mentre la direzione musicale è di una splendida professionista
milanese, DEBORA MORI figlia del baritono ORAZIO, rotariano del distretto 2050 .
Una serata in compagnia della piu' celebre operetta di tutti i tempi, in una edizione ricca di umori rotariani,
per toccare con mano l'Amicizia Rotariana
Daniele Rubboli
prenotazioni Segreteria Circolo Volta: 02.33.11.315
                  ROTARY CLUB - MILANO AQUILEIA - ANNO 2010- 2011

Conviviale del:    31 GENNAIO 2011                Relatore: Signora Giovanna Pinna

                                      Titolo: “Coco Chanel”
     Cronaca della serata a cura di Lorenzo Segarizzi - Foto di Enzo Crudo e Giorgia Sala
                                                       chiusura della serata alla nostra relatrice,
Nel corso di questo anno, abbiamo la                   direttore media corporate della celebre
fortuna di partecipare a delle riunioni                maison parigina : “Cara Giovanna tu non
preparate e studiate nei minimi particolari,           potevi che lavorare che per Coco Chanel !”
con colpi di scena ad effetto. Il primo della
serata: il neo Presidente del nostro Interact
Pier Francesco Caruso ha avuto il compito
d’investire un nuovo Socio Roberto
Montorsi.




                                                       da sx: Patrignani Pinna Gusella Bombelli
                                                       Caruso

                                                       E in effetti la nostra elegante e garbata
                                                       ospite è riuscita a trasmetterci quelle
da sx: P.F. Caruso e Roberto Montorsi                  emozioni che sono legate non solo ad un
                                                       grande personaggio, ma anche ad un’ epoca
Il secondo: nelle mani della Presidente del            che interessa tutto il Novecento e arriva
nostro    Rotaract    Erika   Mangano        il        fino ai giorni nostri. La presentazione
Presidente Gusella, a nome di tutti i Soci, ha         dell’ospite tocca ad Alessandra Caricato,
consegnato la seconda rata del contributo              sua amica da tempo, che in poche ed
per il Club complimentandosi per l’ottimo              efficaci battute delinea il profilo di Giovanna
lavoro     svolto      fino    ad       oggi.          Pinna: dopo gli studi in lingue straniere
                                                       entra il una famosa agenzia di pubblicità
                                                       dove rimane per dieci anni. Nel 1990 inizia
                                                       una nuova avventura che la porta ad
                                                       occuparsi prima di Dior, poi diventa
                                                       direttore media in Branca e finalmente nel
                                                       2000 è chiamata ad occuparsi della
                                                       direzione media corporate di Chanel. Da
                                                       questo osservatorio privilegiato la signora
                                                       Pinna vive intensamente giorno per giorno
                                                       l’evoluzione della moda in tutto il mondo.
                                                       Un’esperienza unica non solo professionale,
                                                       ma anche umana che Giovanna riesce a
                                                       trasmettere non solo alle numerose a
                                                       attente signore presenti, ma anche agli
da sx: Gusella ed Erika Mangano                        uomini, agli ospiti e ai ragazzi del Rotaract e
                                                       Interact     intervenuti      numerosi      alla
 Prima di passare alla cronaca della serata            conviviale.    La    figura    e    l’opera   di
vera propria, permettetemi di descrivere               mademoiselle Chanel balzano subito a tutto
una sala piena fino al limite della capienza,          tondo grazie alla piacevole e intrigante
tantissime signore, oltre 20 tra ragazze e             conversazione della nostra relatrice.
ragazzi, ospiti, figli ed amici. Tutto questo
dava idea dell’importanza dell’argomento               Nata a Saumur, Francia, il 19 agosto 1883,
scelto per la serata.                                  Gabrielle Chanel, chiamata "Coco", ebbe
                                                       una      infanzia molto umile e triste,
Il complimento più bello è quello fatto dal            trascorsa in gran parte in un orfanotrofio di
nostro Presidente Gianni Giulio Gusella in             suore, dalle pareti beige, che vestivano un
saio    bianco     e   nero,    colori   che
influenzeranno per sempre il suo geniale
modo di creare gli abiti. Tutti i negozi
Chanel hanno come colori base bianco,
nero e beige. Secondo Giovanna lo stile
lanciato da lei ha rappresentato molto bene
il nuovo modello femminile del '900, ossia
un tipo di donna dedita al lavoro, a una vita
dinamica, sportiva, priva di etichette e
dotata di autoironia, fornendo a questo
modello il modo più idoneo di vestire.

Inizia la sua carriera disegnando cappelli,
prima a Parigi nel 1908 e poi a Deauville. In
queste città, nel '14, apre i suoi primi
negozi, seguiti nel '16 da un salone di alta
moda a Biarritz. Lo strepitoso successo la
colse negli Anni Venti, quando arriva ad
aprire i battenti di una delle sue sedi in rue
de Cambon n.31 a Parigi . In buona
sostanza, si può dire che Chanel rimpiazzò il
vestiario poco pratico della belle èpoque
con una moda larga e comoda.

La     signora   Pinna    sottolinea     come     La nostra relatrice Giovanna Pinna
l'inserimento della maglia lavorata a mano e
poi confezionata industrialmente rimane
                                                  Affascinante la descrizione della nostra
una delle novità più sensazionali proposte
                                                  relatrice quando introduce il tema dei
da Chanel. Inoltre, le bigiotterie in perle, le
                                                  profumi: il celeberrimo Chanel N°5 venne
lunghe catene dorate, l'assemblaggio di
                                                  creato nel 1921 da Ernest Beaux, famoso
pietre vere con gemme false, i cristalli che
                                                  “naso” dell’epoca: secondo le indicazioni di
hanno l'apparenza di diamanti sono
                                                  Coco doveva incarnare un concetto di
accessori indispensabili dell'abbigliamento
                                                  femminilità    senza     tempo,     unica   e
Chanel e segni riconoscibili della sua griffe.
                                                  affascinante. Il N°5 non fu innovativo
                                                  soltanto per la struttura della fragranza, ma
Quindi Chanel introdusse nuovamente il            per la novità del nome e l'essenzialità del
"tailleur di Chanel" che consisteva di vari       flacone. Indimenticabile poi, la famosa
pezzi:. le gonne erano tagliate più corte e i     affermazione di Marylin che, sollecitata a
tailleur erano fatti di un tessuto cardigan       confessare come e con quale abbigliamento
ben lavorato. Aiutata da un breve ma              andasse a letto, confessò: "Con due sole
significativo filmato la Pinna fa intravedere     gocce di Chanel N.5", proiettando in questo
come Chanel riesce ad essere singolare nel        modo, ulteriormente, il nome della stilista e
suo rivoluzionare l'industria della moda e        del suo profumo nella storia del costume.
nell'aiutare il percorso delle donne verso
l'emancipazione.
                                                  Purtroppo anche questa bella favola ha una
                                                  fine triste, come triste è stato l’inizio: la
Lo scoppio della seconda guerra mondiale e        scomparsa di questa grande creatrice di
le accuse di amicizie con i nazisti, impose       moda è avvenuta in una camera dell’hotel
però un'improvvisa battuta di arresto. Nel        Ritz a Parigi il 10 gennaio 1971 all’età di 88
'54, quando torna nel mondo della moda,           anni: era domenica ed era sola.
Chanel          ha         71          anni.
Ottava lettera del Governatore
Caro Presidente, Caro Segretario,
il motto scelto quest’anno dal Presidente Internazionale Ray Klinginsmith
Impegniamoci nelle comunità- Uniamo i continenti è efficace perché consente di condensare in
poche parole molti aspetti fondamentali del Rotary, e quindi ci aiuta a comunicarlo bene e
rapidamente. E tutti sappiamo quanto nella società di oggi sia importante comunicare bene i
valori della nostra associazione. Anche nel caso dell’Intesa mondiale, tema del mese di
febbraio, faccio ricorso ad esso, per soffermarmi con voi su alcuni aspetti dello spirito di
servizio rotariano. In una mia precedente lettera ho presentato la stretta connessione che
esiste fra il servizio locale per migliorare le condizioni di vita dei meno fortunati, e l’impegno a
livello globale. Dicevo che il rotariano è cittadino del mondo e che si trova a casa propria in ogni
Club che visita ovunque esso sia, per via dello stesso spirito che anima i Soci dappertutto sulla
Terra. E questo deriva proprio dall’abitudine che il rotariano ha di mettere a disposizione le sue
competenze professionali, il suo tempo, le sue risorse anche per servizi da effettuare in posti
lontani, ove le condizioni di vita sono ancora al di sotto dei limiti di decenza e dove non
esistono valide alternative. E ciò che facciamo a livello internazionale non può che riflettersi a
livello della comunità locale, dando maggiore forza al nostro servizio, così che poi l’attività a
livello globale diventi il naturale frutto del nostro vivere lo spirito del Rotary nella nostra
comunità. Il linguaggio rotariano diventa così universale ed universale è anche la sensibilità
del Socio. Parlando di Intesa mondiale, ci rendiamo conto che essa può essere declinata in
molti modi: alcuni di altissimo profilo che fanno riferimento all’intesa fra Stati che sappiamo,
per conoscenza della storia, essere di difficile attuazione e mantenimento, e che quindi richiede
che il Rotary International continui nel tempo ad operarsi attivamente per la pace mondiale;
altri più alla nostra portata e che si riferiscono all’intesa fra Club e Distretti, uniti dallo spirito
rotariano, ma caratterizzati da specificità del loro territorio sia sociali, che culturali. Questa
intesa fa si che il Rotary riesca a raggiungere l’unità senza l’uniformità; c’è poi l’intesa quella
fra Soci con interessi comuni, che nelle fellowships realizzano il loro programma di attività,
unendo l’utile al dilettevole: le nostre fellowship a livello mondiale sono un formidabile
strumento di raccolta fondi per i programmi di servizio, e sono una bella scuola di amicizia;
vi è l’intesa fra i rotariani e gli altri uomini e donne con cui si entra in contatto per motivi vari e
il cui denominatore comune non può che essere lo sviluppo delle condizioni di vita delle
comunità, cioè il fine principale del nostro servizio al di sopra dell’interesse personale;
infine vi è il rapporto fra uomini e donne appartenenti tutti al Rotary, uniti dall’identità
Associativa, ma distinti per nazionalità, territorio, cultura, interessi lavorativi ecc.: è l’essenza
più vera del nostro essere rotariani, è ben articolata nei nostri valori (amicizia, tolleranza,
servizio al di sopra di ogni interesse personale, valorizzazione delle diversità e leadership) e
trova la sua espressione più alta nel Congresso Internazionale, che quest’anno sarà tenuto dal
21 al 25 maggio a New Orleans; vi invito a partecipare, facendo anche azione di stimolo verso i
vostri soci, perché è un’esperienza memorabile per ogni rotariano. Per quanto riguarda
quest’ultima mi preme ulteriormente enfatizzare un concetto e cioè che tutti noi per il semplice
fatto di appartenere al Rotary, siamo chiamati a sviluppare il senso dell’identità rotariana
nutrendo rapporti di servizio, di tolleranza, di sensibilità verso gli altri rotariani, e promuovendo
azioni che dimostrino in tale direzione la volontà di progredire: e questo, finché gli altri si
trovano in realtà difficili e critiche ci riesce abbastanza naturale, perché in noi facilmente si fa
strada il desiderio di aiutare al di sopra di ogni interesse personale chi è meno fortunato .
Ma quando ci rapportiamo a rotariani come noi, che vivono in realtà discretamente agiate come
le nostre, che si confrontano con noi in larga misura e su tanti temi che hanno idee diverse dalle
nostre, che talvolta si contrappongono ai nostri tentativi, come dobbiamo comportarci per
raggiungere l’Intesa, e che valore ha essa per noi ? Ci viene in aiuto in questo frangente la
parola stessa: intesa presuppone il dialogo, il confronto, la conoscenza reciproca, il rispetto,
cioè l’abbandono dell’egoismo o più semplicemente dei giochetti di qualsivoglia potere.
Mettere in atto tutte queste cose non è né facile né semplice: è però indispensabile per
raggiungere questo fine che reputo basilare. È su questi punti che dobbiamo misurarci: è qui
che dimostriamo se il nostro servizio è al di sopra di ogni interesse personale, se siamo in grado
di superare la prova delle 4 domande, se siamo rotariani veramente. E di nuovo su questi punti
non possiamo aspettarci che sia il Club o il Distretto a risolverci le grane: il compito è tutto di
ciascuno di noi, senza scuse, senza se e senza ma. Nelle mie visite ai Club ho incontrato tanti
rotariani veri, e mi fa piacere dire qui pubblicamente che sono loro la vera essenza della nostra
Organizzazione, la forza viva del Rotary, la speranza di un futuro ancora migliore, teso a
raggiungere l’Intesa mondiale.
Ancora ho incontrato Rotariani che sono in cammino e che si impegnano con coraggio e lealtà:
anche a loro voglio dare un segno di riconoscimento e di ringraziamento per lo sforzo che
esprimono, incoraggiandoli a non desistere, anzi a perseverare perché la loro meta è vicina, e la
luce in fondo al tunnel è sempre più forte e intensa.
Poi ho incontrato Rotariani che si lamentano perché ritengono che qualcuno con cui vengono in
contatto in altri club stia causando loro delle ingiustizie: a costoro ho detto, e ripeto, che sono
disponibile ad aiutarli, a patto che abbandonino il desiderio di ripristino della cosiddetta
giustizia a tutti i costi, ed accettino di sedersi a tavolino con i loro colleghi per un dibattito
civile, tollerante, rispettoso, in sintesi rotariano.
Su questa base ho già affrontato e risolto situazioni di conflitto, con buona pace di tutti: e così
intendo continuare a fare, anche per i prossimi mesi.
Ho infine incontrato Rotariani pigri e svogliati, che vivacchiano ai margini dell’Associazione e
non si domandano più cosa ci stanno a fare nel Rotary .
A costoro ho detto che il Rotary, cioè noi tutti ad ogni livello è disponibile a fornire aiuto per
chiarire la loro posizione, ma che la decisione se impegnarsi e raggiungere una delle categorie
sopra descritte, è unicamente loro, e che se non dovessero decidersi in tal senso farebbero
meglio a lasciare. L’ appartenenza al Rotary non è obbligatoria ma non è neanche priva di
conseguenze precise per ogni socio. Ciascuno deve scegliere se stare di qua o di là del confine:
e questa scelta è dinamica e come tale va rinnovata e confermata continuamente. La chiarezza
è uno dei valori base per l’Intesa mondiale: la coerenza ne è un altro pilastro. E l’Intesa
mondiale è una condizione essenziale per essere rotariani veri.
Impegniamoci nelle Comunità - Uniamo i Continenti
Buon lavoro
Giulio Koch
Calendario eventi distrettuali:
Marzo 2011
da Merc. 9 da Dom. 13 RYLA
Università Cattolica del Sacro Cuore
Agusta Westland
Alagna Valsesia
Sab. 12 SIPE – Seminario Istruzione Presidenti Eletti
Kilometro Rosso c/o Parco Scientifico Tecnologico
Via Stezzano, 87 - Bergamo
Aprile 2011
Sab. 9 Assemblea Distrettuale 2011-2012
Università Bicocca – Milano
Sab. 16 e Dom. 17 Conferenza Internazionale “Sorella Acqua”
Assisi

Partecipate con il Rotary alla MilanoCity Marathon e fate correre anche la ricerca
Lettera Firmata dal Segretario Distrettuale Gianfranco Mandelli
Il prossimo 10 aprile 2011 avrà luogo la XI edizione della Milano City Marathon, diventata ormai
una manifestazione a livello internazionale, alla quale partecipano i più grandi campioni mondiali della
specialità. Anche quest’anno l’evento avrà una notevole risonanza sui più importanti mezzi di
informazione, sia nazionali sia esteri. Il Distretto 2040 ha quindi deciso di patrocinare il progetto
avviato dal RC Milano Naviglio Grande San Carlo (che da oltre tre anni, insieme ad altri club del
Gruppo 1, eroga borse di studio a favore di giovani ricercatori che svolgono la loro attività all’interno
dell’Istituto Farmacologico Mario Negri che, come noto, è una fondazione non profit, diretto del Prof.
Silvio Garattini, da 50 anni impegnata nella ricerca, nella formazione e nell’informazione delle scienze
biomediche al servizio dell’ammalato). Nell’ambito del Charity Program della Milano City Marathon
(al quale, nell’edizione dello scorso anno, hanno aderito oltre 2.000 maratoneti), il progetto è stato
denominato Research Partner e ha già assunto una specifica autonoma rilevanza. Si tratta di
un’occasione che consentirà di avere una significativa visibilità per la nostra associazione ma,
soprattutto, consentirà un’attività fund-raising significativa per tutti i club. Il 50% della normale quota
di iscrizione alla Maratona è infatti destinato all’erogazione di una (o più) borse di studio a favore dei
ricercatori impegnati nel progetto. Ai partecipanti sarà fornita una pettorina con il logo del Rotary
Ai club non viene chiesto alcun contributo in denaro, ma solo di promuovere il massimo delle
iscrizioni (che possono essere individuali ma anche a squadre composte di 4 persone di entrambi i
sessi) nei luoghi di lavoro, presso gli amici (anche dei figli, sportivi e non) o presso i conoscenti (ad
esempio, contattando le pro-loco e le associazioni sportive presenti sul territorio, ma anche nei bar,
nelle lavanderia, dal panettiere, ecc.). Per maggiori informazioni Ti invito a collegarTi al sito del RC
Milano Naviglio Grande San Carlo accedendo dal sito del Distretto tramite l’apposito link, oppure
collegandoTi direttamente all’indirizzo www.minavigliograndesancarlo.org. Nel sito potrai trovare il
modulo da utilizzare per l’iscrizione (che reca il logo del Rotary), i regolamenti della maratona
individuale e di quella a staffetta, ed altro materiale che illustra le finalità del progetto.

								
To top