La Carboneria - Liceo Socrate by c0JGZIi

VIEWS: 28 PAGES: 18

									La storia

Il programma

Gradi carbonarici

Simboli

Carbonari famosi

Alcune testimonianze

La carboneria oggi
•   (XVIII secolo) confraternita di S.Teobaldo

•   Filiazione dei Charbonniers: associazione artigiana della
    Franca Contea dai connotati mutualistico-religiosi

•   Da caratteristiche evangeliche a caratteristiche pratiche,
    da non segretezza a segretezza.

•   Introdotta nel 1806 nel Sud Italia

•   Gioacchino Murat cerca inizialmente di utilizzarne gli
    affliati, poi cerca di reprimerla
• 1814-15 la setta inizia a diffondersi in molte regioni d’Italia

• Macerata, 23 Giugno 1817: primo tentativo carbonaro
  insurrezionale

• Napoli 1820-21, vera e propria rivoluzione liberale con Pepe

• Dure repressioni
    – Rovigo, 1818
    – Lombardia,1820

• Alessandria, 10 Marzo 1821:insurrezione
    – Promotore Giacomo Garelli
    – Isidoro Palma, comandante, proclama la costituzione di Spagna
    – Con Carlo Felice iniziano le condanne a morte
• 28 Settembre 1823, Annibale della Gerga diventa papa
  Leone XII
   – Da vita ad un regime poliziesco nello stato Pontificio
   – Agostino Rivarola, famigerato prete della morte


• 28 Giugno 1828, risveglio dei moti carbonari nel regno
  delle due Sicilie
   – La guida è il canonico Antonio De Luca
   – Proclamata la Costituzione (quella della rivoluzione francese del
     1791)
   – Palinuro, Antonio Gallotti
   – Saverio Del Carretto si occupa dell’azione repressiva
• Declino delle società carbonare a causa dei loro fallimenti
  dovuti dalla mancanza di obiettivi comuni e azioni
  concordate.
• I singoli affiliati confluiscono verso altre società segrete,
  guidate da prestigiosi intellettuali.
   – Confalonieri in Lombardia
   – Buonarroti, carboneria democratica riformata
   – Mazzini, Giovine Italia


• 1 Novembre 1830, Ciro Menotti si mette alla guida di una
  rivoluzione credendo nell’appoggio di Francesco IV, che
  lo tradirà causandone il fallimento.


• Continua il declino della Carboneria
   – Il programma varia da paese a paese
   – Alcuni vogliono la repubblica, altri la monarchia costituzionale
   – Mancato coinvolgimento delle masse popolari
• Costituzione liberale

  – Concezione giuridica della libertà e
    dell’uguaglianza

  – Modello di Costituzione inglese e quella
    francese del ’91 e del ’95.
•    “L’Alta Potentissima Assemblea riconosce solo
     nove gradi” e cioè:
    1. Apprendisti                   SIMBOLICI
    2. Maestri
    3. Cavalieri di Tebe
    4. Discepoli                     SUBLIMI
    5. Apostoli
    6. Evangelisti
    7. Patriarchi
    8. Arcipatriarchi
    9. Potentissimi Arcipatriarchi   ASSEMBLAICI
•    Secondo il Luzio, inizialmente la Carboneria
     riconosceva solo tre gradi:
    1.   Apprendista
    2.   Maestro
    3.   Gran Maestro


•    Successivamente, nel Regno di Napoli, si
     crearono cinque gradi superiori al Gran Maestro:
    4.   Deputato al Gran Maestro dell’Uguaglianza
    5.   Assistente al Consiglio del GM
    6.   Primo Compagno al GM
    7.   Alta Luce
    8.   Gran Patriarca
• Ad ogni grado corrispondeva una graduale
  comunicazione agli affiliati del programma




• Per accedervi venne istituito un cerimoniale
  formalistico e molto complesso.
• Spiegazione dei simboli secondo la Costituzione
  Napoletana del 1818:
   –   Il tronco d’albero
   –   Il panno bianco
   –   L’acqua
   –   Il sale
   –   La corona di spine
   –   La croce
   –   La terra
   –   La scala
   –   Il fascio di legna
   –   I nastri
• Attilio ed Emilio Bandiera

• Luigi Porro –Labertenghi

• Benedetto Musolino

• Francesco Mario Pagano

• Domenico Cirillo

• Giuseppe Marchianò

• Pietro De Roberto
• Tommaso Ortale

• Domenico Mauro

• Gennaro Placco

• Giuseppe Andreoli

• Vincenzo Straticò

• Michele Morelli
• Le mie prigioni” di
  Silvio Pellico




• “Ricordanze della mia
  vita” di Luigi
  Settembrini
• La nuova Carboneria Italiana è
  un’associazione culturale di uomini liberi

• Combatte in maniera non violenta l’Unità
  ideale della nostra Nazione.

• Composta da uomini ossequienti delle leggi
  dello stato, ma risoluti a far rivivere gli
  ideali del Risorgimento.
Arianna Pieragostini IIA

								
To top