FEDERICO II DI SVEVIA by HC120302052756

VIEWS: 152 PAGES: 8

									FEDERICO II
 DI SVEVIA


                  BRONZO RAFFIGURANTE
                    FEDERICO II (1798)
              Da un calco di statua del XIII sec.
       Cronologia federiciana
1194   Nasce a Jesi il 26 dicembre
1211   Viene eletto re di Germania
1215   Viene incoronato re dei Romani
1220   Viene incoronato imperatore
1228   Gregorio IX lo scomunica
1229   Si incorona re di Gerusalemme
1231   Emanazione delle Costituzioni Melfitane
1237   Vittoria di Cortenuova
1245   Innocenzo IV lo scomunica
1249   Sconfitta di Fossalta
1250   Muore a Castel Fiorentino il 13 dicembre
                  Chi è Federico?
      Nelle sue vene scorre il sangue di due famiglie reali

   HOHENSTAUFEN                            ALTAVILLA
Nipote di                          Nipote di
FEDERICO I                         RUGGERO II
detto Barbarossa                   Re di Sicilia (morto nel 1154)
Imperatore (morto nel 1190)
Figlio di
ENRICO VI                          Figlio di
Imperatore dal 1191             e COSTANZA D’ALTAVILLA
Re di Sicilia dal 1194             Sorella del re di Sicilia
                                   Guglielmo I (morto nel 1166)
                                   e zia del re di Sicilia
                                   Guglielmo II (morto nel 1189)
      De arte venandi cum avibus



Il trattato sulla caccia con il falcone che fu la bibbia dei
falconieri ha grande importanza per l’intento con il quale
Federico lo redasse: un po’ manuale pratico e un po’ opera
di divulgazione scientifica che mostrasse le cose che sono,
come sono.
Un segno della modernità culturale dell’imperatore.
        Le Costituzioni Melfitane
Così dette dalla città di Melfi in cui vennero emanate nel
1231, le Constitutiones erano un complesso di
disposizioni che limitavano il potere dei feudatari, della
Chiesa e delle singole città a favore del disegno
centralistico di Federico II.

Proibiamo ai chierici, ai conti, ai baroni e alle
gerarchie minori di svolgere nelle loro terre le funzioni
che spettano al maestro giustiziere.
Noi vogliamo che soltanto i magistrati da noi
prescelti, e solo in nome nostro, amministrino i diritti
regi e quelli dei sudditi.
Federico e i
   Papi:
un rapporto
  difficile
Pupillo e poi rivale di
Innocenzo III
Scomunicato da
Gregorio IX e da
Innocenzo IV
Punto di riferimento della   L’imperatore sulla ruota della Fortuna
opposizione ghibellina in            (dai Carmina Burana)

Italia
       Federico e i Comuni
La lotta dei Comuni contro l’imperatore è la lotta
per affermare le istanze particolaristiche contro la
volontà accentratrice di Federico II.
Gli alleati dell’imperatore sono quei ghibellini che
si erano sempre appoggiati alla potenza sveva, ma
non certo per cederle parti di potere.
A Cortenuova (1237) Federico II ottiene la sua
maggior vittoria; a Parma (1248) con la sconfitta
ad opera della coalizione tra Papa, Comuni e città
marinare, cade definitivamente il potere degli
Svevi.
                 I discendenti
                  di Federico
     Costanza d’Aragona                Enrico VII



Iolanda di Brienne            Corrado IV        Corradino


                              Margherita            Enrico II
Isabella d’Inghilterra


    Bianca Lancia d’Agliano                 Manfredi

								
To top