merano relazione tecnico illustrativa 2

Document Sample
merano relazione tecnico illustrativa 2 Powered By Docstoc
					      ”Villa Rosenstein”




COSTRUZIONE DI UNA PALAZZINA ABITATIVA A
         MAIA ALTA – MERANO




         RELAZIONE TECNICO ILLUSTRATIVA
                        Relazione illustrativa
1.     PREMESSA

La presente relazione con dettagli costruttivi viene fornita al fine di far comprendere
il tipo d’intervento e le caratteristiche tecnico-qualitative della costruzione.
Il progetto prevede inoltre che la costruzione rispecchi quanto prescritto dalle
normative provinciali vigenti in relazione alla tipologia “casa clima tipo B” .

2.     UBICAZIONE DELL’ IMMOBILE

Il lotto è situato nelle immediate vicinanze di piazza Fontana, cuore di Maia Alta a
Merano, si affaccia a ovest sulla Via Virgilio ed è confinante a est con il terreno
coltivato a frutteto dei principi di Liechtenstein, con la villa estiva ed il “castello”
proprietà degli stessi, a sud con una succursale di quartiere del corpo dei vigili del
fuoco e a nord con la proprietà Klotzner.
L’accesso è previsto direttamente dalla Via Virgilio.




                                                                                      2
3.     PROGETTO

La palazzina, destinata a residenza per nr. 9/14 abitazioni, si articolerà su 5 livelli, di cui
uno interrato, dove troveranno luogo autorimesse e cantine.
La committente durante la realizzazione dell’opera si impegna a rispettare tutte le
normative vigenti, ad usare materiali testati e certificati ed a fornire tutta la
documentazione riguardante il rispetto del decreto del Presidente del Consiglio 5
dicembre 1997 in materia di requisiti acustici passivi degli edifici. Per la muratura
esterna si richiede un abbattimento acustico di 44 dB. L’isolamento termico e le varie
caratteristiche di completamento dovranno soddisfare lo standard per “casa clima
tipo B” secondo le normative vigenti della provincia di Bolzano.


4.     CARATTERISTICHE TECNICHE DELL’INTERVENTO
                          - PARTE STATICA -

Strutturalmente, la realizzazione è di tipo “tradizionale”, con le strutture portanti del
piano interrato in c.a. (autorimesse e cantine), con muri controterra e del vano scala
dello spessore di cm. 20/30 (vedi relazione calcoli c.a.) con pilastrature a campate
regolari, su fondazioni lineari, a travi e su plinti di fondazione quadrati. I solai saranno
a “lastra” per il 1° solaio. Per la parte dell’interrato debordante dal sedime casa e
previsto un solaio di spess. 24 cm. pieno, desunto dal progetto dei cementi armati,
per il 1° solaio interno casa spess. 6+16+4=24cm.. Dal piano terra proseguiranno solo i
pilastri e le murature del corpo scala in c.a., con le murature perimetrali di
tamponamento in blocchi di laterizio del tipo “Poroton” dello spessore di cm. 25/30.
Per il 2° solaio 3° e 4° solaio ( interno casa ) è previsto un solaio con travetti
precompressi e interposti blocchi di laterizio con getto di completamento 16+6=22cm
(tipo RDB Celersap precompresso, per il 4° solaio debordante e interessato a
maggiori carichi ( zona terrazza e giardino ) il solaio a travetti è previsto come da
calcoli cementi armati.



a)     FONDAZIONI

Fondazioni muri: lineari in calcestruzzo, del tipo Rck30 con seguenti dimensioni:
altezza h=50cm, larghezza b=80cm – 120cm secondo i carichi applicati ed armatura in
acciaio FeB44k come previsto dai calcoli statici.
Fondazioni pilastri: travi in Rck30 con altezza h=50cm e larghezza b=150-250cm o
plinti quadrati in Rck25 delle seguenti dimensioni: altezza h=50cm, larghezza
b=200cm – 300cm secondo i carichi applicati ed armatura in acciaio FeB44k come
prevista dai calcoli statici, rispondenti alla normativa sui cementi armati. Prima della
loro realizzazione, dovrà essere eseguita la sistemazione del piano di posa con getto
di magrone in cls Rck15. Sono comprese predisposizioni per passaggio tubazioni reti
tecnologiche.

                                                                                             3
b)      STRUTTURE DI ELEVAZIONE

Le strutture dell’edificio saranno eseguite in c.a. con pilastri, travi, muratura portante
interrato in c.a. e tamponamenti perimetrali dei piani superiori in blocchi di laterizio
tipo “Poroton”.

      Piano interrato: le murature perimetrali saranno eseguite in cemento armato
       di classe Rck30, i pilastri saranno eseguiti in cemento armato di classe Rck30.
       L’impermeabilizzazione dei muri controterra e del solaio debordante
       dell’interrato, sarà garantita dalla posa di doppia guaina isolante mm. 4+4
       saldata a caldo, massetto di protezione e posa di T.N.T. tipo “Enkadrain”
       spess. cm. 2 ( doppio geotessile filtrante con interposta geostuoia in
       polipropilene tridimensionale e accoppiata sui due lati termicamente) che
       favorisce il rapido drenaggio delle acque. Uno strato di 50 cm di ghiaia
       circonderà l’intero perimetro dell’interrato, così come all’interno del reticolo
       di fondazione.

      Piano terra e superiori: le murature perimetrali saranno eseguite con blocchi di
       laterizio del tipo “Poroton” dello spessore di 25/30cm.

      Vano scale: le murature saranno realizzate in c.a. con spessore di 20 cm. Con
       armatura in FeB44k prevista dai c.a.

      Vano ascensore: le murature, comprensive di fossa saranno realizzate in c.a.
       con spessore di 20cm fino al 1° solaio, dal piano terra verrà realizzata una
       struttura portante in acciaio Fe430, zincata e verniciata a polveri di colore
       “grigio micaceo” o a scelta della D.L. nella gamma ral.
       La verniciatura della struttura è prevista per i montanti d’angolo, i traversi di
       irrigidimento e per i pannelli di tamponamento ai lati delle entrate. E’ previsto
       il tamponamento in cristallo di sicurezza per le due pareti ortogonali alle
       entrate, il cristallo se necessita dovrà avere caratteristiche REI con resistenza
       richiesta. La parte debordante della struttura in acciaio ( fine corsa ) sarà
       ancorata a un solaio in c.a. spess. cm. 20 di copertura, o potrà essere del tipo
       autoportante con “camino” di sfiato collegato all’ esterno.(vedi altre
       specifiche di seguito art. Vano ascensore – ascensore e cabina )

c)      STRUTTURE ORIZZONTALI

      Solaio p. terra interno edificio (1°solaio): solaio a lastra h=6+14+4=24cm
       confezionate con cls di classe Rck30, con sovraccarico accidentale per
       abitazioni. Solaio pieno h=24cm debordante dal sedime casa, carrabile come
       da calcoli statici c.a..

      Piani superiori (2,°3°,e 4°solaio): i solai interpiano, saranno realizzati con solai
       con travetti precompressi e interposti blocchi di laterizio con getto di

                                                                                         4
         completamento confezionate con cls di classe Rck30 h=16+6=22cm (tipo RDB
         Celersap precompresso) e travi a spessore solaio, come da calcoli statici c.a..

      Balconi: verranno eseguite in c.a. con uno spessore variabile tra 16 – 22cm ed
       un collegamento verticale con i solai interni tramite elementi per l’isolamento
       termico tipo ISOKORB o similare. Insolazione impermeabilizzante esterna dei
       balconi con “MAPELASTIC” o similare.

      Scale e pianerottoli: verranno eseguite in c.a. con uno spessore di 18cm ed un
       collegamento con i solai interni tramite elementi con isolamento termico ed
       acustico tipo TRONSOLE o similare.

d)       OPERE IN C.A.

         Travi, pilastri, cordoli, solette monolitiche, scale, pianerottoli, solai, ed altre
         strutture minori in cls, dovranno essere confezionate con cls di classe Rck30,
         armate con ferro ad aderenza migliorata FeB44k e controllato in stabilimento.
         Il tutto come previsto dai calcoli statici ed indicazione della D.L.

e)       ULTIMO LIVELLO E COPERTURA ( TETTO )

         Piani superiori (5° solaio): realizzato con solaio a travetti precompressi e
         interposti blocchi di laterizio con getto di completamento con calcestruzzo
         confezionato di classe Rck30 h=6+14+4=24cm (tipo RDB Celersap
         precompresso) e travi a spessore solaio, il tutto come previsto dai calcoli
         statici ed indicazione della D.L.
          Il pacchetto successivo sopra solaio comprende: strato separatore composto
         di barriera vapore, isolazione in fibra di legno o similare spess. cm20, tavolato
         in legno posto in piano da cm.2, travetti in legno a diverse sezioni per
         ventilazione copertura e pendenza falda tetto, secondo tavolato in legno da
         cm. 2 posto in pendenza e fissato ai travetti sottostanti, guaina tipo “stanisol”,
         lamiera di copertura aggraffata tipo “uginox”.


f)       DIVISORIE INTERNE

         Le pareti divisorie degli appartamenti si potranno desumere dalle piante e
         verranno realizzate nel seguente modo:
        mattoni in cemento faccia a vista spessore cm. 12 per murature cantina e
         autorimesse;
        mattoni porizzati tipo “Poroton” spessore cm. 8 / 12 per divisorie interne
         appartamenti;
        doppio tavolato in mattoni porizzati tipo “Poroton” dello spessore di cm. 12 +
         8, con interposto pannello di sughero di cm. 2 o similare e guaina acustica
         “Supermant” o parete spess. cm. 18 in cls. Con posa sui due lati verticali di


                                                                                          5
         pannelli in “Eraklit” cm. 4 o similari. Il tutto è previsto quali divisorie tra
         appartamenti per l’abbattimento dei rumori;
        murature in c.a. di spessore 20 cm., per corpo vano scala, con posa lato
         interno (appartamento) di tramezza in “Poroton” spess. cm. 8;
        La sup. esterna rivestita con posa di cappotto termico tipo Lambdapor o
         similare da 8 cm. Sul pannello isolante è prevista una rasatura costituita dai
         seguenti strati: rete di armatura Röfix “P50”, collante rasante bianco Röfix
         “Unistar Light”, Primer “UNI” e intonaco Röfix “SiSi” o similare. Tinteggiatura
         esterna ai silicati.
        Intonaco per interni del tipo premiscelato “Tassullo, Fassa o Grigolin”, dello
         spessore medio di cm.1.50, verrà eseguito su tutte le pareti e soffitti in
         laterizio e tinteggiate come pure i soffitti con una mano di isolante e con 2
         mani di tempera colore bianco.
        La parte in c.a. relativa all’intradosso trave rampe e pianerottoli scale saranno
         realizzate in calcestruzzo a vista e tinteggiate con idoneo colore a scelta D.L.
        I muri interrato in c.a. rimarranno a vista come pure i soffitti eseguiti a lastra.
         Saranno tinteggiati con idoneo colore o eseguiti con fuga a vista a scelta D.L.
         le murature divisorie autorimesse e dei locali tecnici.

g)       COLLEGAMENTO VERTICALE

L’edificio è dotato di un corpo scale esterno, aventi le seguenti caratteristiche:
    Scale: di larghezza netta 1,20 m., rivestite sulla pedata (spess. cm. 3 per pedate
        e soglie) e sull’alzata (spess. cm. 2) con granito “Padang” o similari a
        superficie levigata e bordo satinato antiscivolo. Eventuale variante per alzata
        con granito scuro “nero Africa” o similare, il tutto a scelta della D.L.
    Battiscopa: a “correre” sui pianerottoli, sulle alzate e pedate scala con spess.
        10/15mm, altezza 8cm.
    Pianerottoli: piastrelle in granito “Padang” o “nero Africa” o similare formato
        45x 45cm, spess. 15mm.o eventuali formati a scelta della D.L..

h)       ISOLAZIONE SOLAI

- Pacchetto di isolazione termico/acustico come da progetto esecutivo: vedi allegati
(oggetto: strutture “studio tecnico Johann Mayr”).


i)       IMPIANTO ELETTRICO
Vedi allegato progetto a firma studio tecnico Masiero.




l)       IMPIANTO TERMOIDRAULICO
Vedi allegato progetto a firma studio tecnico Johann Mayr.


                                                                                          6
PARTICOLARE INDICATIVO COLLETTORI DI DISTRIBUZIONE INTERNO AGLI APPARTAMENTI




                                                                               7
PARTICOLARE INDICATIVO POSA PANNELLI RADIANTI A PAVIMENTO




                                                            8
SISTEMA INDICATIVO DI CONTABILIZZAZIONE




                                          9
PANNELLI SOLARI

Pannelli solari per produzione acqua calda completi di bollitore solare atto a soddisfare il
fabbisogno di acqua calda ad uso sanitario dell’intero complesso, il bollitore è collegato ad un
punto termostato alla caldaia per poter eventualmente supplire in alcuni periodi dell’anno a
produzione solare insufficiente.



 m)      PAVIMENTI

 Piano interrato: il pavimento del piano interrato sarà interamente eseguito con
 battuto industriale di cemento di spess. di almeno 15cm. spolvero di particelle al
 quarzo corindone antiusura.
 La rampa di accesso sarà eseguita in mattonelle autobloccanti in cemento con
 caratteristiche antisdrucciolo e drenanti con strato superficiale antiusura, stessa
 pavimentazione in mattonelle autobloccanti drenanti è prevista per la strada di
 accesso alle autorimesse interrate.

 Negli appartamenti i pavimenti previsti avranno le seguenti caratteristiche:

 Zona giorno: i pavimenti dei soggiorni, ingressi, angoli cottura e bagni, saranno
 realizzati con piastrelle in ceramica monocottura di prima scelta, formato 20 x 20 / 30
 x 30 / 40 X 40 posate a squadra con le pareti e con fuga stretta. Le piastrelle verranno
 scelte attraverso idonea campionatura messa a disposizione tra primarie marche.
 Tipo e colore dei pavimenti potranno essere scelti dal cliente, purché ne sia data
 comunicazione in tempo utile. Il rivestimento delle pareti con piastrelle in ceramica
 monocottura di prima scelta, verrà eseguito nei bagni per un’altezza max di m.2,20 su
 tutto il perimetro dell’ambiente. Il prezzo di listino per le ceramiche pavimento e
 rivestimento previsto è fino a €/ mq. 40,00 (quaranta/00). L’eventuale posa in
 diagonale decisa dal cliente e la posa a fuga larga avrà un costo suppletivo per singola
 lavorazione di €/mq. 3.20 (tre/20).

  Zona notte: i pavimenti delle stanze da letto e i disbrighi/corridoi zona notte saranno
 in listoni di legno di larg. 10 / 12 x 900 / 1200 cm., con spessore di mm. 12 / 14 in Rovere,
 Iroko, faggio di prima scelta o in altra essenza equivalente, strato nobile mm. 4/5 con
 posa flottante o incollata finito in superficie con due mani di fondo e tre mani di
 vernice, pavimento certificato al fuoco in classe 1).Il prezzo di listino previsto per il
 pavimento in legno e’ di €/mq. 90,00 (novanta/00).

 Battiscopa: su tutti i lati dei locali sarà applicato un battiscopa in multistrato ricurvo di
 altezza 80 mm. e finitura superficiale con impiallacciatura in legno laccato bianco o
 nell’essenza in base al pavimento in legno o in base all’ essenza delle porte interne a
 scelta del cliente o della D.L.




                                                                                             10
NB: Le campionature per le tipologie previste dei pavimenti e rivestimenti in
    ceramica, così come per i pavimenti in legno, saranno a disposizione presso la
    sala mostra della società preposta alla fornitura e posa dei materiali.




Balconi e terrazze: I balconi avranno struttura portante in c.a. con pavimentazioni in
piastrelle di gres scelti dalla D.L. formati 30x30 / 20x20 / 15/15 o posati con l’uso dei
formati previsti in modo misto.
- I raccordi verticali con i solai saranno realizzati con elementi isolanti tipo “Isokorb “o
similari e la sup. orizzontale dei balconi sarà isolata con Mapelastic o similare.
- I parapetti dei poggioli saranno realizzati con struttura portante in acciaio zincato e
verniciata a polveri, così come il corrimano a sez. tonda.
- La struttura dei parapetti sarà rivestita esternamente con profili orizzontali in legno
trattato di larice o essenza equivalente e dovranno avere caratteristiche di resistenza
idonee all’uso esterno. I profili dovranno coprire anche lo spessore della soletta per
un’altezza totale di ca. 1.30 m.

                                         Esempio




Vano scale: I corrimano e i parapetti vano scala , saranno realizzati con struttura
portante e corrimano a sez. tonda in acciaio inox.
                                                                                         11
5. OPERE DA SERRAMENTISTA

Finestre e portefinestre con serramento composto da telaio fisso di spessore 83 mm.
X mm. 90, telaio mobile di spessore 83 mm e di un rivestimento esterno in profilati di
alluminio a giunto aperto, sezione finita telaio fisso e mobile compreso rivestimento
in alluminio mm. 111 x 130.5. Profilo di tenuta secondo norma DIN 68121 a tripla
battuta. Il profilo del legno lamellare di abete/larice 1° scelta, a 3 lamelle di uguale
spessore trattato per esterni e con vernice di finitura trasparente. Il profilo in
alluminio sarà di spessore minimo 1,5 mm. (in lega PAL Mg Si 3569-66) fissato
all’esterno in modo pressoché invisibile, privo di tensione e garantendo l’espansione
termica dei diversi materiali. Vetrata isolante speciale di sicurezza composta da triplo
vetro 3+3/18/3 , il tutto a basso emissivo e ad alto isolamento acustico. Le vetrate a
piano terra sono pure previste nel tipo di sicurezza antisfondamento 4+4/18/3.

Porte interne: saranno del tipo a specchiatura liscia a struttura cellulare tamburate
piene, impiallacciate o laccate nella tinta a scelta della D.L., complete di ferramenta di
portata e chiusura. Le porte saranno composte dai seguenti elementi principali:

    Falso telaio in legno di abete dello spessore minimo di 20 mm., con zanche in
     lamiera zincata, debitamente ancorate per dare stabilità e tenuta all’intero
     serramento. Compresi controtelai tipo “Scrigno” o simili, per porte a
     scomparsa, nel numero previsto in progetto.

    Telaio fisso in abete di prima scelta dello spessore minimo di 30 mm., rivestito
     sulle parti a vista da impiallacciatura pregiata, completo di mostre, fissate con
     incastri e collanti od altro sistema idoneo – larghezza telaio per muri finiti fino
     a 15 cm.

    Battente con ossatura in legno duro, con elementi uniti mediante incastro o
     sistema di analoghe caratteristiche, anima costituita da nido d’ape plastificato
     dello spessore di 35 mm. e maglie di 10 mm., rivestito sulle due facce con
     pannelli in KDF, o con compensato di rovere o similare di prima scelta di mm. 4.

    Ferramenta di portata, manovra e bloccaggio con caratteristiche e qualità
     idonee all’uso cui è stata destinata, composta da tre cerniere in acciaio

                                                                                       12
       bronzato del tipo incassato od a tre gambi filettati, serratura con relative
       chiavi, gruppo maniglie in alluminio, complete di placche, di tipo e colore a
       scelta della D.L.

    Finitura superficiale del telaio e del battente mediante applicazione di due
     mani, successive di vernice poliuretanica, nel colore e nell’aspetto a scelta
     della D.L., previa opportuna preparazione del fondo in modo da ottenere un
     supporto idoneo al successivo trattamento.

    Sono comprese le guarnizioni di tenuta, le sigillature, l’idonea campionatura
     completa di accessori.

                       esempio impiallacciato e laccato




    Le porte interne, impiallacciate a specchiatura liscia, saranno scelte attraverso
     idonea campionatura messa a disposizione dall’impresa - Eventuale fornitura e
     posa in opera di nuove porte a battente oltre le previste €/cad. 450,00 e a
     scomparsa €/cad. 850,00.- per la tipologia prevista.


Portoncini blindati: ogni appartamento sarà dotato di portoncino blindato, delle
dimensioni di cm. 85/90 x 210, costituito da controtelaio in acciaio elettrozincato,
telaio in acciaio verniciato a polveri poliesteri anta in monolamiera interna e esterna,
elettrozincata da nervature interne saldate, dello spessore di 25/10 guarnizioni
perimetrali in gomma, cerniere regolabili in acciaio rotanti su perno – sfera. Rostri
fissi nr. 4 in acciaio imbottito cromato, serratura di sicurezza a doppia mappa o a
cilindro piastra al manganese antitrapano a protezione serratura e asta verticale
telescopica più deviatore orizzontale inferiore autobloccante, spioncino panoramico
rivestito con pannello liscio di colore esterno a scelta della D.L. ed interamente con
pannello liscio rimessato in gradazione con le porte interne; completo di insolazione
                                                                                      13
acustica, con pomolo esterno, maniglia interna a chiave tipo Europa; completo
inoltre di insolazione termica per garantire il raggiungimento standard casa clima B
Uw <= 1,26 W/(m²K) [g=0,61; Uf=2,05 26 W/(m²K); Ug=1,10 26 W/(m²K)]




Vano Ascensore: sarà del tipo a incastellatura con montanti metallici verniciati nelle
tinte ral disponibili e a scelta della D.L. dimensioni interne vano mm.1500x1650/1700 -
fossa 1150 – testata 3550 al netto dei ganci, dimensioni esterne vano 1600x1750/1800,
tamponamento perimetrale in cristallo certificato al fuoco e antisfondamento,
previsto dall’estradosso primo solaio (p. terra) fino all’intradosso ultimo solaio vano
scale. Dalla fossa interrata all’estradosso primo solaio vano scala la struttura sarà in
calcestruzzo (vedi descrizione b strutture di elevazione).

Ascensore e cabina: di tipo “Kone Monospace 5” a fune di dimensioni nette interne
mm.950 x 1300,( vano corsa delle dimensioni nette interne di larg. mm. 1500 x prof.
mm. 1700 ) con pareti cabina in acciaio inox e in cristallo trasparente panoramico la
parete opposta all’entrata, porte vano ascensore e ascensore in acciaio inox da
mm.900x2000 netto , avente una capacità di portata di 480 Kg. per 6 persone e nr. 5
fermate. Il tutto conforme alla normativa vigente.
Vedi allegato brochure ascensori Kone.

Porte piano interrato: le porte delle cantine al piano interrato, saranno tipo REI 60
con serratura Yale. Le porte per il vano scala accesso zona interrato dovranno essere
del tipo antifumo REI 120 complete di maniglione di apertura antipanico.
Le porte di accesso alle autorimesse interne saranno del tipo a basculante complete
di eventuali griglie di aerazione e predisposte per l’ automazione.
La porta principale di accesso al piano interrato sarà del tipo sezionale ad apertura
automatica, completa di un telecomando per appartamento.



6. OPERE DA LATTONIERE

Canali di gronda, tubi di scarico, converse, collarini, compluvi e displuvi come tutte le
lattonerie in genere saranno realizzate in uginox 6/10.

7.     RETI TECNOLOGICHE

Formazione reti per gas metano, telefono, energia elettrica, acqua potabile e
fognature, fino ai collettori esterni di erogazione o di allaccio principali; formazione
delle reti acque bianche e nere, nonché dei sottoservizi, con tubazioni in pvc UNI
303/1, nei diametri necessari all’uso.
Sono compresi:
- la realizzazione di canalizzazioni per lo smaltimento delle acque meteoriche, con
tubazioni in P.V.C. diametro 160/200 mm.
                                                                                      14
- cameretta per sifone Firenze completa di ispezioni e chiusino in ghisa;
- camerette e pozzetti in cls di dimensioni adeguate;
- griglie fondo rampa interrato, caditoie e chiusini del tipo carrabile o pedonabile in
ghisa.

Sarà a carico dell’acquirente, richiedere la fornitura e l’ attivazione dei vari contatori,
il tutto secondo le indicazioni degli Enti/Aziende preposte.

8.     SISTEMAZIONI ESTERNE

          Recinzione confine sud-est e nord con muretti in cls a vista, spessore 20
           cm e posa di recinzione costituita da montanti metallici modulari a
           interasse di circa 1,5 m. con tavole di legno altezza 12cm, spessore 20
           mm.(come balcone).
          Pavimentazione terrazze piano terra e piani superiori: in piastrelle di gres
           antigelo a finitura antiscivolo in alternativa ai piani terra pietra naturale
           antiscivolo eventualmente bocciardata (ardesia o quarzite).
          Pavimentazione del vialetto in pietra naturale antiscivolo eventualmente
           bocciardata (ardesia o quarzite) o similari a scelta della D.L.
          Rinverdimento parti comuni e private e siepi divisorie tipo “ cupressus
           cyparis “ il tutto completo di irrigazione automatica.


9.     ACCESSORI
          Ogni appartamento sarà munito di cassaforte digitale a muro.




                                                                                        15

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:61
posted:2/28/2012
language:Italian
pages:15