Scuole di musica by HC12022310536

VIEWS: 18 PAGES: 25

									ISTITUTO COMPRENSIVO “MARGARITONE”
 Via Tricca, 19 – 52100 Arezzo – tel. 0575/ 20112 – Fax 0575/401259
            www.istitutocomprensivomargaritone.arezzo.it




            Anno scolastico 2010/ 2011
       1. PRESENTAZIONE DELL’ISTITUZIONE SCOLASTICA

1.1. IL TERRITORIO: dove siamo
L’Istituto Comprensivo “Margaritone” è nato nell’anno scolastico 2009/10 dall’unione di
alcuni plessi del 6° Circolo e della scuola secondaria di primo grado “Margaritone” a
                                                                                                       2
seguito di organizzazione della rete scolastica e del piano di dimensionamento regionale.
Esso si trova nel territorio del Comune di Arezzo.


1.2. IL TERRITORIO: caratteristiche socio-economico-culturali
Il territorio del Comune di Arezzo è discretamente sviluppato dal punto di vista economico,
ma attualmente si riscontrano forti elementi di incertezza che gravano particolarmente in
alcuni settori produttivi e che rispecchiano la situazione economica nazionale.
Il nostro territorio, inoltre, è meta di rilevanti flussi migratori i cui effetti si avvertono anche
all’interno delle scuole con la presenza di numerosi alunni stranieri (che nella provincia di
Arezzo superano la media toscana e nazionale).
Per quanto riguarda la cultura diffusa, possiamo evidenziare che il territorio aretino è
caratterizzato, in generale, da tolleranza verso la diversità e da disponibilità al
cambiamento.


1.3.IL TERRITORIO: i plessi scolastici
L’Istituto Comprensivo “Margaritone” è costituito da tre plessi scolastici di Scuola
dell’Infanzia, da cinque di Scuola Primaria e uno di Scuola secondaria di primo grado.
I plessi differiscono per ampiezza e si trovano in un territorio abbastanza vasto (che
comprende la città e alcune periferie), ma sostanzialmente omogeneo dal punto di vista
socio-economico e culturale.


SCUOLE                      SCUOLE PRIMARIE:                     SCUOLA SECONDARIA
DELL’INFANZIA:               “A. Moro” - via Tricca             DI PRIMO GRADO
 “Pianeta azzurro”          “F. Severi” - via Cocci             “Margaritone” - via Tricca
    via Tricca
                             “M. Teresa di Calcutta”
   “L’aquilone”                 Staggiano
     Matrignano              “L. Tempesta” – Palazzo
                                 del Pero
 “L’erica”
    Palazzo del Pero           “C.Collodi” - S. Firmina
1.4. ORARIO DI FUNZIONAMENTO
Scuole dell’Infanzia
Le Scuole dell’Infanzia funzionano dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 16.00.
Scuole Primarie
Le Scuole Primarie funzionano dal lunedì al venerdì. Le classi 1 e e 2e effettuano un rientro
                                                                                                3
pomeridiano, le classi 3e, 4e e 5e ne effettuano due, in giorni diversi.
              Plessi                Orario senza rientro pom.       Orario con rientro pom.

“A. Moro” – “L. Tempesta“                   8.10 – 13.10                    8.10 – 16.30

C. Collodi” – “F. Severi”
                                            8.20 – 13.20                    8.20 – 16.40
“M. T. di Calcutta”


Scuola Secondaria di primo grado
La scuola secondaria di primo grado funziona dal lunedì al sabato.

“Margaritone”                               8.15 – 13.15


Segreteria
La segreteria è aperta al pubblico i seguenti giorni:

Dal lunedì al giovedì                     8.00 – 9.00
                                                                           15.00 – 17.00
                                         12.00 – 13.30

Dal venerdì al sabato                     8.00 – 9.00
                                         12.00 – 13.30

La segreteria si trova presso la scuola secondaria di primo grado “Margaritone”.


1.5. NUMERO ALUNNI E RISORSE PROFESSIONALI
                                                               Scuola
                    Scuola                                                          Totale
                                     Scuola primaria         secondaria
                  dell’infanzia
                                                           di primo grado

     Alunni             239                 623                   433                1295

    Docenti             19                   62                   39                 120


Nelle classi sono presenti alunni stranieri e alunni diversamente abili.
                                  2. SCELTE EDUCATIVE

2.1. FINALITÀ GENERALI DELLA SCUOLA

La Scuola dell’Infanzia e il primo ciclo di istruzione, riformate dalla normativa vigente,
hanno il compito di garantire ad ogni alunno il diritto/dovere all’istruzione e alla formazione.   4
Esse    devono favorire “il pieno sviluppo della persona umana”, nel rispetto dei ritmi
evolutivi, delle differenze, dell’identità culturale e delle scelte educative della famiglia, in
coerenza con il principio di autonomia delle istituzioni scolastiche e secondo i principi
sanciti dalla Costituzione.



                                                                  La scuola
   ritmi evolutivi dei
    bambini e dei ragazzi
                                                            favorisce
   identità e differenze di
    ciascuno
                                               tenendo
   scelte educative della                     conto di       la promozione e
    famiglia                                                    lo sviluppo di
                                                                ogni persona
   competenze
    costituzionali di regioni,
    comuni, province                                                 e insegna

   autonomia scolastica
                                                         ad                          ad
   principi sanciti dalla                           apprendere                    essere
    Costituzione



Le finalità del processo formativo, desunte dalle “Indicazioni per il curricolo per la scuola
dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione”, orientano la natura e il significato degli
interventi educativi e didattici, per realizzare percorsi formativi che valorizzino “gli aspetti
peculiari della personalità di ciascuno”.

Centralità della persona nella sua singolarità e complessità. “Lo studente è posto al centro
   dell’azione educativa in tutti i suoi aspetti: cognitivi, affettivi, relazionali, corporei,
   estetici, etici, spirituali e religiosi”.
Nuova cittadinanza. “Il sistema educativo deve formare cittadini in grado di partecipare
   consapevolmente alla costruzione di collettività più ampie e composite, siano esse
   quella nazionale, quella europea, quella mondiale”.
Nuovo umanesimo. “La scuola deve educare alla consapevolezza che tutto ciò che
   accade nel mondo influenza la vita di ogni persona e che ogni persona tiene nelle sue
                                                                                                      5
   stesse mani una responsabilità unica e singolare nei confronti del futuro dell’umanità”.


2.2. FINALITÀ DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA
La scuola dell’infanzia si pone la finalità di promuovere lo sviluppo di:

identità che significa imparare a star bene e a sentirsi sicuri nell’affrontare nuove
   esperienze in un ambiente sociale allargato;
autonomia che comporta l’acquisizione della capacità di interpretare e governare il proprio
   corpo, avere fiducia in sé e fidarsi degli altri, esprimere con diversi linguaggi i
   sentimenti e le emozioni, esplorare la realtà e comprendere le regole della vita
   quotidiana;
competenza che significa imparare a riflettere sull’esperienza attraverso l’esplorazione,
   l’osservazione e l’esercizio al confronto;
cittadinanza che significa scoprire gli altri, i loro bisogni e la necessità di gestire i contrasti
   attraverso regole condivise.


2.3. FINALITÀ DELLA SCUOLA PRIMARIA

La scuola primaria si pone la finalità del pieno sviluppo della persona attraverso:
elaborazione del senso della propria esperienza. La scuola fornisce all’alunno le occasioni
   per capire se stesso, per prendere consapevolezza delle sue potenzialità e risorse, per
   progettare percorsi esperenziali e verificare gli esiti conseguiti in relazione alle attese;
promozione dell’alfabetizzazione di base. La scuola mira a far acquisire i saperi
   irrinunciabili e si pone come scuola formativa che, attraverso gli alfabeti delle discipline,
   permette di esercitare differenti potenzialità di pensiero, ponendo così le premesse per
   lo sviluppo del pensiero riflessivo e critico;
esercizio della cittadinanza attiva. La scuola promuove la cittadinanza attiva attraverso
   esperienze significative che consentano di apprendere il concreto prendersi cura di se
   stessi, degli altri e dell’ambiente e che favoriscano forme di cooperazione e di
   solidarietà.
2.4. FINALITÀ DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO
Finalità comuni a tutte le discipline, sulla base dei quali verrà attuata la programmazione
didattica ed educativa dei singoli Consigli di Classe, sono:
      la crescita del livello culturale, attraverso l’acquisizione delle conoscenze
       fondamentali delle singole discipline;
                                                                                                 6
      lo sviluppo delle capacità logiche, operative e delle corrispondenti abilità;
      lo sviluppo dei valori di solidarietà e di convivenza civile attraverso rapporti basati
   sulla collaborazione, sul rispetto delle regole e delle idee altrui;
      l’apertura all'ambiente sociale ed al mondo esterno, anche in relazione
   all'inserimento di alunni provenienti da paesi stranieri;
      il raggiungimento del grado di autonomia compatibile con l'età ed il grado di
   maturazione personale;
      lo sviluppo della consapevolezza di se stessi e graduale consolidamento nel triennio
   della capacità di auto-orientamento e auto-progettazione in funzione della scelta
   successiva;
          la graduale introduzione alle nuove tecnologie multimediali.


2.5. L’AMBIENTE DI APPRENDIMENTO

La scuola dell’infanzia e il primo ciclo di istruzione perseguono le finalità che sono loro
assegnate costituendo un contesto idoneo a promuovere apprendimenti significativi e a
garantire il successo formativo.
A tal fine è possibile individuare alcune impostazioni metodologiche.

 VALORIZZARE L’ESPERIENZA E LE CONOSCENZE DEGLI ALUNNI, per ancorarvi
   nuovi contenuti.
 ATTUARE INTERVENTI ADEGUATI NEI RIGUARDI DELLE DIVERSITÀ per fare in
   modo che le diversità non diventino disuguaglianze.
 FAVORIRE L’ESPLORAZIONE E LA SCOPERTA, al fine di promuovere la passione
   per la ricerca di nuove conoscenze.
 INCORAGGIARE L’APPRENDIMENTO COLLABORATIVO, perché imparare non è
   solo un processo individuale.
In particolare per il primo ciclo è necessario anche:
 PROMUOVERE LA CONSAPEVOLEZZA SUL PROPRIO MODO DI APPRENDERE,
   al fine di “imparare ad apprendere” e rendere l’alunno consapevole del proprio stile di
   apprendimento e capace di sviluppare autonomia nello studio.
 REALIZZARE PERCORSI IN FORMA DI LABORATORIO, per favorire l’operatività e
                                                                                                7
   allo stesso tempo il dialogo e la riflessione su quello che si fa.


2.6. SCELTA EDUCATIVA CONDIVISA E CARATTERIZZANTE
      L’ISTITUTO COMPRENSIVO


Il gruppo docente condivide il principio di originalità della persona, valorizza la diversità
come ricchezza da coltivare e persegue costantemente uno sviluppo armonico, integrale
ed integrato di tutte le dimensioni della persona, attraverso un insegnamento/
apprendimento personalizzato, affinché le competenze di ciascun alunno possano essere
promosse al massimo livello.




                                        I DOCENTI

                             tengono conto       della


                                      persona che
                                       apprende

                                   attraverso



   riconoscimento                                                          alleanza
                          differenziazione
      della sua                                      formazione         educativa con
                            dei percorsi,
    singolarità e                                    della classe        le famiglie e
                          degli interventi e
    complessità                                     come gruppo         riconoscimento
                             dei metodi
                                                                           dei ruoli
                             3 SCELTE CURRICOLARI

31. ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE E DIDATTICHE

Scuola dell’Infanzia
La dimensione organizzativa nella Scuola dell’Infanzia è progettazione intenzionale,
                                                                                                       8
flessibile, aperta, delle molteplici variabili (strutturazione degli spazi, scansione dei tempi,
flessibilità degli orari e dei docenti…) che, correlandosi a fattori esterni all’ambiente
scolastico, determinano il processo formativo e la crescita di ogni bambino.
L’orario annuale delle attività educative per la Scuola dell’Infanzia, secondo l’articolo 3 del
D.L. n. 59 si diversifica da un minimo di 875 ad un massimo di 1700 ore. In base alle
scelte educative e progettuali il nostro monte ore annuale è di circa 1500 ore.

Scuola Primaria
Nella Scuola Primaria si prevede un orario annuale obbligatorio di 891 ore nel quale
saranno svolte attività didattiche disciplinari e progettuali.
Per le classi 3e, 4e e 5e tale orario obbligatorio sarà arricchito da ulteriori 99 ore annue di
attività ed insegnamenti opzionali, gratuiti, tesi alla personalizzazione del piano di studi.
Per il corrente anno scolastico sono state previste le seguenti attività:
    ATTIVITÀ ESPRESSIVE            LABORATORIO DI LETTURA              RICERCA STORICO– GEOGRAFICO –
         33 ore annue                     33 ore annue                 SCIENTIFICA     33 ore annue

▪    Attività grafico          ▪    Il piacere dell’ascolto
     pittoriche                ▪    Biblioteca                     ▪     Storia e tradizioni locali
▪    Teatro                    ▪    Animazione della lettura       ▪     Educazione ambientale
▪    Attività manuali          ▪    Poesia                         ▪     Studio del territorio
▪    Musica                    ▪    Realizzazione di un libro o
                                    di un giornalino

Le attività opzionali facoltative sono state ripartite con equilibrio all’interno dell’orario e, là
dove è stato possibile, sono state messe all’inizio o al termine delle lezioni. In ogni caso
sarà garantito lo svolgimento delle 99 ore annuali con una distribuzione diversificata anche
nei vari periodi didattici, in base all’organizzazione dei singoli plessi e/o team.

Scuola Secondaria di 1° grado
Nella Scuola Secondaria di1° grado si prevede un orario annuale obbligatorio di 990 ore di
cui 33 ore da dedicare all’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione da inserire
nell’ambito dell’area storico – geografica.
Nell’offerta formativa dell’istituto sono previste attività opzionali facoltative in orario extra-
scolastico.
 3.2. MATRICE PROGETTUALE DI ISTITUTO




                                                                                  Costruire
                                                                                 un’impronta         9
     Essere
                                                                                  ecologica.
   autonomo
    dentro la
     scuola.




                                     Costruzione di sé…                            Negoziare
                                                                                   significati
                                                                                     tra le
 Crescere in                       …in relazione agli altri e                       culture.
responsabilità                         all’ambiente…
                                        ...per il proprio
                                        progetto di vita.

                                                                                    Acquisire
                                                                                consapevolezza
   Comunicare                                                                   di se stessi e del
       con i                                                                      proprio ruolo
    linguaggi                                                                     nella società
     culturali.




 Perché una persona si costruisca una propria identità in relazione con gli altri e con
 l’ambiente per un proprio progetto futuro di vita, la scuola mette in atto azioni che
 conducano il soggetto verso:
  la graduale conquista dell’autonomia;
  la progressiva capacità di comunicare con linguaggi culturali ed espressivi diversi,
    anche tra varie etnie attivando processi di negoziazione di significati;
  l’acquisizione di comportamenti consapevoli nei confronti dell’ambiente nel quale
    viviamo;
  assunzione di azioni ed atteggiamenti riflessivi e responsabili verso i coetanei e i propri
    impegni.
3.3. TABELLA DESCRITTIVA DEI PROGETTI


              PROGETTO                                   TIPOLOGIA

                                  Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                                  Orario scolastico ed extrascolastico.                           10
                                   Attività finalizzate all’inserimento degli alunni nella
          ACCOGLIENZA               scuola nel rispetto delle loro individualità.
                                   Attività volte al miglioramento delle comunicazioni
                                    scuola-famiglia.
                                   Attività di accoglienza e tutoraggio classi prime.


                                  Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                                  Orario scolastico ed extrascolastico.
             CONTINUITÀ            Attività volte alla realizzazione di continuità educativa
                                    e didattica verso la progettazione di un curricolo
                                    comune.


SUCCESSO FORMATIVO Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                                  Orario scolastico.
                                   Attività finalizzate all’integrazione dell’alunno in
        PROGETTO HANDICAP          situazione di handicap o di svantaggio.


SUCCESSO FORMATIVO Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                                  Orario scolastico ed extrascolastico.
       PROGETTO RECUPERO          Attività volte alla realizzazione del diritto allo studio.



SUCCESSO FORMATIVO Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                                  Orario scolastico ed extrascolastico.
                                   Attività finalizzate all’inserimento degli alunni stranieri
             INTERCULTURA          e alla realizzazione del diritto allo studio.

SUCCESSO FORMATIVO Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                             Orario scolastico.
       PREVENZIONE DISTURBI  Attività volte alla prevenzione del disagio e delle
        DELL’APPRENDIMENTO     difficoltà di apprendimento della letto-scrittura.


             STEP BY STEP         Scuola Infanzia.
                                  Orario scolastico - Alunni di 4 e 5 anni
                                   Ampliamento dell’offerta formativa. Avvio alla
              (INGLESE)             conoscenza della Lingua inglese.
      EDUCAZIONE              Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
       STRADALE               Orario scolastico.
      Caschiamoci              Attività di educazione alla sicurezza stradale.
      Guida sicura             Acquisizione patentino.

                              Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                              Orario scolastico ed extrascolastico.                         11
                               Attività di educazione alla salute personale e al
  SALUTE - AMBIENTE             rispetto e alla salvaguardia dell’ambiente, esplorato
                                anche nella sua dimensione storica, geografica e
                                scientifica.
                               Conoscenza del patrimonio artistico della nostra città.


PROGETTO LINGUAGGI Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                       Orario scolastico ed extrascolastico.
 PROGETTO EDITORIALE/  Utilizzo della multimedialità per la produzione di
     MULTIMEDIALE        giornalini scolastici e/o materiale vario riferito ad altra
                         progettualità.

PROGETTO LINGUAGGI Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                              Orario scolastico ed extrascolastico.
   PROGETTO LIBRI..AMO        Collegamento con Progetti Continuità e Editoriale.
                               Allestimento di biblioteche e produzione di libri.

                   Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                   Orario scolastico ed extrascolastico.
PROGETTO LINGUAGGI  Attività musicali di vario tipo. Collegamento con
      MUSICA        progetto teatro.
                    Laboratorio di strumento : chitarra – percussioni.
                    Coro.


PROGETTO LINGUAGGI Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                              Orario scolastico ed extrascolastico.
                               Attività di animazione teatrale e musicale.
            TEATRO            Spettacolo finale.

                              Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
PROGETTO LINGUAGGI Orario scolastico ed extrascolastico.
                                Attività di manipolazione della creta e realizzazione di
        ESPRESSIVITÀ           semplici oggetti.
                               Attività grafico-pittoriche.
                         Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                         Orario scolastico.
                          Attività di gioco e sport
                             Sport giocando azione 1 – attività di gioco motorio
   GIOCO - SPORT               e sportivo per la scuola dell’infanzia e per le classi
                               1e - 2 e (se possibile 3 e) della scuola primaria.
                             Volley.                                                   12
                             Giochi sportivi studenteschi.
                             Attività opzionali.

      PROGETTO           Scuole: Primaria – Secondaria di di 1°grado.
 APPROFONDIMENTO             Lettore madre lingua: inglese – francese –
    DELLE LINGUE               spagnolo.
                             Certificazione TRINITY.
      STRANIERE:             Certificazione CAMBRIDGE.
  inglese – francese –       Certificazione DELF.
       spagnolo              Certificazione DELE.
                             Vacanze studio all’estero.
                         Scuole: Infanzia - Primaria – Secondaria di di 1°grado.
                             Attività finalizzate allo sviluppo della solidarietà,
   SCUOLA AMICA                legalità e democrazia e della conoscenza della
       (UNICEF)                Costituzione.
                             Attività finalizzate all’acquisizione di comportamenti
                               corretti che salvaguardano anche l’ambiente.

                         Scuola Secondaria di di 1°grado.
PROGETTO SICUREZZA          Attività di pronto soccorso.
                            Attività di protezione civile.

                         Scuola Secondaria di di 1°grado.
                             Attività finalizzate:
                                 ad agevolare il passaggio dalla Scuola
     PROGETTO                      Secondaria di 1°grado alla scuola secondaria
   ORIENTAMENTO                    di 2° grado.
                                 a favorire il diritto-dovere allo studio e
                                   l’orientamento scolastico e formativo.
                              4. SCELTE DIDATTICHE

4.1. CRITERI ORGANIZZATIVI

I docenti dell’Istituto comprensivo individuano alcuni criteri generali, essenziali e
                                                                                                  13
fondamentali, relativi alla conduzione delle attività didattiche e alla valutazione, al fine di
conferire unitarietà all’azione della scuola.




                                   CRITERI GENERALI




  CORRESPONSABILITÀ                       FLESSIBILITÀ                 INTEGRAZIONE




Corresponsabilità
Il concetto di corresponsabilità è un principio regolatore dell’attività didattica ed è un
criterio organizzativo dell’intera comunità scolastica. La corresponsabilità:

richiama l’impegno del personale docente e non docente al fine di assicurare la
funzionalità ottimale dell’unità scolastica;
ispira le relazioni tra scuola – extrascuola – enti locali;
specifica i rapporti scuola – famiglia e considera i genitori dei soggetti partecipi e
consapevoli del progetto educativo e dell’apprendimento dei figli;
regola la vita e l’organizzazione dell’èquipe pedagogica;
è richiamata come criterio per progettare e compilare un documento per la rilevazione
delle competenze, al termine della scuola dell’infanzia e primaria, e per condurre pratiche
valutative.
Flessibilità

La flessibilità relativa all’organizzazione dell’ambiente di apprendimento è necessaria per
permettere lo sviluppo delle potenzialità di ciascun alunno in rapporto ai bisogni educativi
emergenti da una società in continua e velocissima trasformazione.
                           FLESSIBILITÀ




       ORARIO                 CLASSE                 DOCENTI                             14


 FLESSIBILITÀ                              TIPOLOGIA

                 Svolgimento delle attività didattiche su 5 giorni settimanali.
                 Accoglienza ed inserimento dei nuovi alunni con orario
   ORARIO         aggiuntivo di insegnamento.
                 Compresenza giornaliera di almeno 2 ore per sezione.
  SCUOLA         Eventuale orario aggiuntivo di insegnamento e di non
DELL’INFANZIA     insegnamento da parte dei docenti per:
                   ampliamento dell’offerta formativa
                   personalizzazione degli interventi

                   Svolgimento delle attività didattiche su 5 giorni settimanali.
                   Articolazione modulare del monte ore annuale di ciascuna
                    disciplina e delle attività opzionali
                   Definizione di unità di insegnamento non coincidenti con
                    l’unità oraria della lezione.
   ORARIO          Monte ore annuale (99 ore) di attività facoltative e opzionali
   SCUOLA           per le classi 3e, 4e e 5e.
  PRIMARIA         Lingua inglese: 1 ora settimanale nelle classi 1ª del Circolo, 2
                    ore nelle classi 2ª e 3 ore nelle classi 3ª, 4ª e 5ª.
                   Eventuale orario aggiuntivo di insegnamento e di non
                    insegnamento da parte dei docenti per:
                     ampliamento dell’offerta formativa
                     personalizzazione degli interventi
                 Svolgimento delle attività didattiche su 6 giorni con trenta ore
ORARIO SCUOLA     settimanali divise in cinque ore giornaliere.
SECONDARIA DI    La scuola attua l’orario previsto dalla riforma con il D.P.R
  1° GRADO        20/03/2009, n°89.
                 Attività opzionali e ora di approfondimento.

                 Gruppi omogenei per età tra le sezioni di scuole dell’infanzia
   GRUPPO         per lo svolgimento di attività per ambiti, in piccoli gruppi.
INTERSEZIONE     Attivazione di percorsi didattici individualizzati, nel rispetto del
                  principio generale dell’integrazione degli alunni nella classe e
   GRUPPO         nel gruppo anche in relazione agli alunni diversamente abili
                 Articolazione modulare di gruppi di alunni, con attività comuni
   CLASSE
                  nel gruppo classe e diversificate in piccoli gruppi.

                   Impiego dei docenti in organizzazione modulare o prevalente
   ÉQUIPE           (per un massimo di 22 ore nella stessa classe), in funzione
 PEDAGOGICA         delle esigenze dei vari plessi.
Integrazione

Le attività previste nelle scuole dell’infanzia e nel primo ciclo di istruzione sono
caratterizzate non dalla separazione, ma dalla cooperazione/integrazione con gli Enti ed
Istituzioni esterne alla Scuola, presenti nel territorio, in modo da realizzare un sistema
educativo integrato d’istruzione che valorizzi l’autonomia scolastica con maggior             15
radicamento delle scuole nel territorio e un conseguente miglioramento della qualità del
servizio.

                                   INTEGRAZIONE




  A.S.L.        Comune         Provincia        Regione         Federazioni    Altre scuole
                                                                associazioni


   INTEGRAZIONE                                     TIPOLOGIA
       A.S.L.
                              Inserimento alunni in situazione di handicap
  ENTI PRIVATI e/o            Educazione alla salute
       LIBERI                 Educazione ambientale
  PROFESSIONISTI              Educazione musicale – teatro
                              Educazione stradale
 AMM. COMUNALE                Educazione alla salute (Sana alimentazione -Uso corretto
    PROVINCIALE                del farmaco- Difesa dell’ambiente)
                              Progetto Lettura - Libriamo
     REGIONALE
                              Progetto Editoriale
    Circoscrizioni
                              Progetto musicale
      Biblioteche
                              Progetto ceramica
       Centro di              Progetto pomeriggi insieme (doposcuola)
     documentaz.              Visite di istruzione - Soggiorni
Azienda Farmaceutica          Sport giocando
        L. F. I.              Città dei bambini
                              Progetto aree protette Provincia di Arezzo.

   ENTI/ASSOCIAZ.             Educazione alla salute
     COMUNITÀ                 Educazione ambientale
     EDUCATIVE                Progetto Intercultura
     Cooperative              Progetto pomeriggi insieme (doposcuola)
   Comunità montane           Visite di istruzione
   ALTRE SCUOLE
                              Progetto linguaggi ( teatro - musica )
   Scuole di musica
                              Progetto musicale
   Scuole di teatro           Educazione ambientale
     Autoscuole               Educazione stradale
4.2. LINEE DI ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

Il Collegio Docenti, tenendo conto della nuova normativa e cercando di salvaguardare un
clima di ascolto e di collaborazione tra le varie componenti, ha deliberato quanto segue.
 Offerta da parte della Scuola dell’Infanzia di un modello orario a 40 ore settimanali.
                                                                                                                   16
 Offerta della Scuola Primaria:
Per le classi 1e e 2e offerta del modello orario a                   27 ore settimanali con un rientro
pomeridiano, con l’aggiunta della mensa. Per le classi 3e, 4e e 5e modello orario a 30 ore
(27+3) con due rientri pomeridiani, con l’aggiunta della mensa.
Impiego dei docenti in organizzazione modulare o prevalente (per un massimo di 22 ore
nella stessa classe), in funzione delle esigenze dei vari plessi.
Riaffermazione, per i tre ordini di scuola, della contitolarità e della corresponsabilità
dell’intera èquipe docente nelle attività educativo-didattiche, nei rapporti con il gruppo
classe e con le famiglie e conseguente condivisione dell’attività valutativa, orientativa e
documentativa.

ORARIO SETTIMANALE DELLE DISCIPLINE
                                 O                                    O                                        O
              DISCIPLINE         R                DISCIPLINE          R                DISCIPLINE              R
                                 E                                    E                                        E
          Italiano               8            Italiano                7           Italiano                     6
         Arte ed immagine        1           Arte ed immagine         1           Arte ed immagine             1
                                                                            C
         Matematica              6           Matematica               6           Matematica                   6
                                                                            L
 C       Scienze                 2   C       Scienze                  2           Scienze                      2
                                                                            A
 L       Tecnologia              1   L       Tecnologia               1           Tecnologia                   1
                                                                            S
 A       Storia                  2   A       Storia                   2     S Storia                           2
 S       Geografia               2   S       Geografia                2           Geografia                    2
                                                                             I
 S       Musica                  1   S       Musica                   1           Musica                       1
 I       Corpo movimento sport   1   I       Corpo movimento sport    1       e   Corpo movimento sport        1
                                                                            3
     e
         Inglese                 1       e
                                             Inglese                  2     4
                                                                               e  Inglese                      3
 1       Religione               2   2       Religione                2        e  Religione                    2
                                                                            5
                                                                                  Laboratorio ricerca          1
                                                                                  Laboratorio lingua           1
                                                                                  Laboratorio espressivo       1
                           h                                     h                                       h
 TOTALE                 28 20’           TOTALE                28 20’           TOTALE                31 40’

L’orario disciplinare potrà avere una distribuzione diversificata anche nei vari periodi
didattici, in base all’organizzazione dei singoli plessi e/o team.

 Offerta della Scuola secondaria di 1° grado:
Orario annuale obbligatorio di 990 ore di cui 33 ore da dedicare all’approfondimento.
Attività didattiche settimanali svolte su 6 giorni.
Orario obbligatorio di 30 ore settimanali (29 + 1 di approfondimento), con lezioni di 60
minuti. Sono previste 5 ore giornaliere.
L’ora di approfondimento, in base alla nuova normativa ministeriale, è attribuita
esclusivamente agli insegnanti di Lettere. Il Collegio dei Docenti ha deliberato l’utilizzo di
tale ora per potenziare lo studio della grammatica italiana e del latino.
È previsto, nell’ambito dell’area storico-geografica, l’insegnamento di Cittadinanza e
Costituzione.
                                                                                                      17
Nell’offerta formativa dell’istituto sono previste attività opzionali facoltative in orario extra-
scolastico.
Anche se la normativa non          prevede più      l’Informatica come ora di insegnamento
curricolare, il Collegio dei Docenti ha deliberato di mantenerne l’insegnamento in tutte
quelle discipline che ne prevedono l’uso, in base alla programmazione.

ORARIO SETTIMANALE DELLE DISCIPLINE (D.M. n° 37 del 26/03/2009 art. 2)

Italiano                          5h
Storia                            2h
Geografia                         2h
Matematica e Scienze              6h
Inglese                           3h
Lingua Comunitaria                2h
Tecnologia                        2h
Arte                              2h
Musica                            2h
Scienze motorie                   2h
Religione Cattolica               1h
Approfondimento                   1h

Totale 30 ore settimanali

ORGANIZZAZIONE INTERNA
Per tutte le classi sono proposte:
•   attività curriculari: cioè tutte le attività di base che ogni docente esplica secondo la sua
    disciplina;
•   attività didattiche interdisciplinari: cioè le attività che corrispondono ad argomenti trattati
    da più docenti;
•   attività personalizzate: cioè quelle programmate per il recupero, il sostegno,
    l’approfondimento;
•   curricolo     aggiuntivo: cioè un percorso didattico costituito da progetti con precise
    modalità e cadenze temporali. Tali progetti, individuati dai docenti, sono collegati alla
    programmazione annuale delle classi e finalizzati ad approfondire le conoscenze,
    superando le singole discipline secondo un principio di trasversalità.
4.3. VALUTAZIONE

La valutazione del sistema scolastico nel suo complesso e nelle sue articolazioni, è
affrontata secondo un approccio multidimensionale che prevede l’efficace integrazione
delle azioni dei diversi soggetti e dei punti di vista esterno ed interno.
                                                                                                    18
                           M.I.U.R
                                              Valutazione       del       sistema   scolastico
                       Enti ad esso
                                               (funzionamento delle istituzioni, P.O.F., attività
                          collegati
VALUTAZIONE                                    obbligatorie e facoltative)
                       (I. n.v.a.l.s.i).
    ESTERNA
                                            Autovalutazione di Istituto (P.O.F., soddisfazione
       ED                                    degli utenti)
                                            valutazione diagnostica, formativa e sommativa
    INTERNA            Competenza
                                             dei singoli allievi di stretta competenza
                       delle singole
                                             dell’équipe pedagogica e dei consigli di classe. la
                          Scuole
                                             valutazione è riferita al livello di padronanza
                                             raggiunto nelle conoscenze e nelle abilità e al
                                             comportamento.

4.4. FORMAZIONE DEI DOCENTI
Formazione dei docenti:
 autoaggiornamento continuo;
 aggiornamento “Prevenzione dei disturbi dell’apprendimento”;
 aggiornamento dei docenti di religione;
 eventuali altri aggiornamenti opportunamente deliberati dal Collegio dei docenti.


4.5. RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA
La scuola persegue l’obiettivo di costruire un’alleanza educativa con la famiglia in modo da
realizzare “relazioni costanti che riconoscano i reciproci ruoli e che si supportino
vicendevolmente nelle comuni finalità educative”.
SCUOLA DELL’INFANZIA

Incontri individuali
   Nella settimana dal 25 al 29 ottobre 2010 con le famiglie dei nuovi iscritti.
   Nella settimana dal 22 al 26 novembre 2010 con le famiglie degli alunni di 4 o 5 anni.
Incontri individuali o assemblee di sezione
 Nella settimana dal 31 gennaio al 4 febbraio 2011.
 Nella settimana dall’11 al 15 aprile 2011.
 17 giugno 2011 incontro con le famiglie dei nuovi iscritti a.s. 2011/12.
 22 giugno 2011 consegna della documentazione alle famiglie degli alunni.
    Altri incontri
        Quando si renderanno necessari e su richiesta dei docenti e/o dei genitori.
    Assemblee di classe
     28 ottobre 2010 Rinnovo Organi collegiali e           presentazione della programmazione
                                                                                                      19
      educativa.

SCUOLA PRIMARIA

Incontri individuali:
        Nella settimana dal 4 all’8 ottobre 2010 (solo classi 1e).
        Nella settimana dal 22 al 26 novembre 2010.
        Nella settimana dall’11 al 15 aprile 2011.
    Informazioni - valutazioni quadrimestrali:
        Nella settimana dal 7 all’11 febbraio 2011.
        21 giugno 2011.
    Altri incontri:
        Quando si renderanno necessari e su richiesta dei docenti e/o dei genitori
    Assemblee di classe:
        8 settembre 2010 - classi prime ed altre secondo le necessità
        29 ottobre 2010 rinnovo Organi collegiali e presentazione della programmazione
      educativa

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Incontri individuali:
           Nella quarta settimana di settembre 2010 (solo classi 1e)
           Nella prima settimana di dicembre 2010
           Nella seconda settimana di aprile 2010
    Informazioni - valutazioni quadrimestrali:
          Nella seconda settimana di febbraio 2011
          Giugno 2011
    Altri incontri:
         I Docenti ricevono i genitori previo appuntamento nell’arco della mattinata nei mesi i di
           novembre, dicembre, gennaio, marzo e maggio e quando si renderanno necessari,
           su richiesta dei docenti e/o dei genitori.
                            5.SCELTE ORGANIZZATIVE

5.1. CALENDARIO SCOLASTICO
                                          Inizio lezioni                Termine lezioni
    Scuola dell’Infanzia
                                      15 settembre 2010                 29 giugno 2011
                                                                                                  20
      Scuola Primaria
                                      15 settembre 2010                 10 giugno 2011
Scuola Secondaria di 1°grado          15 settembre 2010                 11 giugno 2011

Periodi dell’anno scolastico in cui le attività educativo – didattiche saranno sospese in tutte
le Scuole dell’Istituto comprensivo:
                                                                         Delibera
       Giorni e/o periodi                                        Nazionale e/o Regionale
                                                                 e/o Istituto comprensivo
Lunedì 1 novembre 2010
                                   Tutti i Santi            Delibera Regione Toscana e Stato
Mercoledì 8 dicembre 2010
                                   Immacolata Concezione    Delibera Regione Toscana e Stato
Dal 23 dicembre 2010 all’8
                                   Vacanze natalizie        Delibera Regione Toscana e Stato
gennaio 2011
Martedì 15 febbraio 2011                                    Delibera Istituto comprensivo
Dal 21 al 26 aprile 2011           Vacanze pasquali         Calendario Regione Toscana e Stato
Dal 27 al 30 aprile 2011                                    Delibera Istituto comprensivo
Giovedì 2 giugno 2011              Festa della Repubblica   Calendario Regione Toscana e Stato


5.2. ORGANI COLLEGIALI
   Il Consiglio di Istituto si riunisce su convocazione del Presidente, di norma ogni due
  mesi. L’ordine del giorno viene affisso tempestivamente all’albo di ciascun plesso
  scolastico. Le sedute sono pubbliche.
 I Consigli di Interclasse e di intersezione, sia soli docenti che docenti e rappresentanti
  di sezione e di classe, si riuniranno con le seguenti modalità:
   soli docenti: in base al calendario stabilito dal Collegio dei Docenti;
   docenti e rappresentanti di classe e di sezione: a cadenza trimestrale con almeno
      cinque giorni di preavviso e saranno presieduti dall'insegnante capo-plesso.
 I Consigli di classe della scuola secondaria di 1° grado, sia soli docenti o docenti e
  rappresentanti di classe, si riuniscono con cadenza mensile.
 I genitori, rappresentanti di classe o di sezione, assumono un ruolo di particolare
  importanza in relazione all’autonomia scolastica per gli aspetti organizzativi e finanziari.
5.3. AREE DI INDIVIDUAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL
     PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA (C.C.N.L. Anni 2002 – 2005)

Il Collegio dei Docenti ha individuato al suo interno, per l’anno scolastico 2010/11 cinque
Aree al fine di favorire l’attuazione del Piano dell’Offerta Formativa.
                                                                                                   21



   AREA 1              AREA 2              AREA 3             AREA 4             AREA 5
  Gestione del        Sostegno al        Sostegno agli        Sostegno         Informatica e
     Piano             lavoro dei           alunni            agli alunni    nuove tecnologie
  dell’Offerta           docenti
   formativa

▪ Classificazione e ▪ Accoglienza dei   ▪ Accoglienza.      ▪ Disabilità.   ▪ Sito internet.
  coordinamento       nuovi docenti.                        ▪ Disagio.
  progetti.                             ▪ Continuità.                       ▪ Divulgazione delle
                    ▪ Varie forme di                                          nuove tecnologie.
                                        ▪ Orientamento.
▪ Valutazione     e   sostegno al
  autovalutazione     lavoro dei        ▪ Intercultura
  di istituto.        docenti.

                    ▪ Curricolo
                      verticale.



Ciascuna Area sarà coadiuvata da una commissione di Docenti.


5.4. INCARICHI DOCENTI

 Attività aggiuntive di supporto organizzativo al dirigente Scolastico:
   Collaboratore Vicario – Bernabei Susanna
   2° Collaboratore – Milloni Donatella

 Progetto di attività di collaborazione nei singoli plessi scolastici e collegamento tra essi.
   Tale progetto è garantito dalle seguenti figure:
   Coordinatrice Scuole dell’infanzia – Zito Elisa
   N° 8 docenti “capoplesso” Scuole dell’infanzia e primarie.
   Comitato di valutazione.
   N° 7 segretari dei consigli di interclasse e di intersezione.
   N° 18 coordinatori dei Consigli di classe.
  5.5.1. ORGANIGRAMMA DEGLI INCARICHI
                                                                COORDINATRICE
      DIRIGENTE                COLLABORATORI                   SCUOLE INFANZIA
     SCOLASTICO                Bernabei Susanna             Zito Elisa
     Mancini Enrico            Milloni Donatella

                                                                                              22
                                                       FIDUCIARI SCUOLE PRIMARIE
      FIDUCIARI SCUOLE INFANZIA
                                                    A.Moro               Mancini Gianna
  Pianeta Azzurro     Zoccoloni Zolina
                                                    C. Collodi           Giorni Marilena
  L’aquilone          Franceschi Elisabetta
                                                    Madre Teresa         Tacconi Paola
  L’erica             Sarti Giovanna
                                                    F. Severi            Isolani Silvana
                                                    L. Tempesta          Barberini Giuseppa
        COMITATO DI VALUTAZIONE
Donatelli Luciana Gabrielli Daniela (suppl.)                       ADDETTI AL SERVIZIO
Gianetti Patrizia   Bassi Rita (suppl.)                             DI PREVENZIONE E
Jannace Alessandra
                                                                         PROTEZIONE
Parigi Maria Grazia Magi Roberta (suppl.)
                                                               Barberini Giuseppa
                                                               Bernabei Susanna
            COORDINATORI DI CLASSE                             Bonci Annalisa
                                                               Donatelli Luciana
1A Bisaccioni Alberto      1E Viciani Sabrina                  Frontini Lucia
2A Barcaioli Gabriella     2E Ducci Cristiana                  Pauzano Maria Paola
                                                               Sarti Giovanna
3A Parigi Maria Grazia     3E Massaini Alessandra
                                                               Tacconi Paola
1B Briganti Ornella        1F Tavanti Manuela
2B Caporali Brunetta       2F Dini Donatella                 CONSIGLIO DI ISTITUTO
3B Leonini Franca          3F La Vecchia Sabina
                                                           Mancini Enrico
1C Boschini Gaudino Carmela                                Beccastrini Chiara
2C Santini Laura                                           Ambrogetti Cristina
                                                           Rispoli Maria Grazia
1D Magi Roberta                                            Vanoli Maria Luisa
2D Verdelli Franca                                         Rossetti Marta
                                                           Bernabei Susanna
3D Ferranti Laura                                          Monaca Salvatore
                                                           Martini Isa
                                                           Bima Giulia
    SEGRETARI CONSIGLIO DI CLASSE E INTERSEZIONE           Chiodini Rossana
                                                           Sliwocka Iwona Elzbieta
                                                           Petruccioli Stefano
   Vischi Claudia             Chioccioli Giuliana          Verdelli Maurizio
   Schiatti Elena             Ambrogetti Cristina          Rusconi Pietro
   Fiorenzi Carla             Chierici Rosita              Donati Stefano
   Calabresi Marisa                                        Innocenti Stefania
                                                           Bacci Barbara
                                                           Cutini Simona
                                                                          AREA 3
        AREA 1
                                FUNZIONI STRUMENTALI               Sostegno agli alunni
  Gestione del Piano
dell’Offerta formativa
                                                                  Magi Roberta
Batini Cecilia
                                                                  Zito Elisa
Verdelli Franca                                                                           23

Commissione:                                                      Commissione:
o Calabresi Marisa                        AREA 2                  o Falconetti Anna
o Chioccioli Giuliana              Sostegno al lavoro             o Schiatti Elena
o Donati Serena                                                   o Severi Francesca
                                        dei docenti
o Martini Isa                                                     o Tempra Nerina
                                 Ducci Cristiana
                                 Martinelli Paola
                                 Commissione:                              AREA 4
                                 o Casalini Beatrice
          AREA 5                                                   Sostegno agli alunni
                                 o Fascia Antonietta
       Informatica e             o La Vecchia Sabina              Giorni Marilena
     nuove tecnologie            o Ponzio Domenica
                                                                  Giuliattini Maria Pia
                                 o Viciani Sabrina
Russo Sergio                     o Zito Elisa                     Commissione:
                                                                  o Bidini Gabriella
Commissione:                                                      o Jannace Alessandra
o Batini Cecilia                                                  o Morelli Roberta
o Boschini Carmela                                                o Mencarelli Assunta
o Chioccioli Marco                    DIRIGENTE
                                                                  o Palazzeschi
o Cini Annalisa                      SCOLASTICO
                                                                      Valentina
o Sarrini Rita                       Mancini Enrico
o Denci Mauro
                                                                  COMMISSIONE P.O.F.
                                                                    e REGOLAMENTO
                  REFERENTI DEI PROGETTI
                                                                 Bernabei Susanna
                                                                 Milloni Donatella
CITTÀ DEI BAMBINI          Casalini – Cestelli
EDUCAZ. ALLA SALUTE         Vanoli – Viciani                     Barcaioli Gabriella
                                                                 Calabresi Marisa
EDUCAZ. STRADALE           Denci – Caon
                                                                 Chioccioli Giuliana
MUSICA                     Minici – Tacconi                      Leonini Franca
SPORT                      Galastri – Bartalucci                 Martinelli Paola
                                                                 Ponzio Domenica
ORARIO(Scuola second.)     Bernabei–Verdelli – Russo
                                                                 Sarrini Rita
CERTIF. LINGUE STR.        Ducci – Fraulin – Martini - Parrano   Verdelli Franca
SCUOLA AMICA               Mancini – Monaca
PREV. DIST. APPR.          Jannace
5.6. ALTRI DOCUMENTI DELL’ISTITUZIONE SCOLASTICA

Fanno parte integrante del presente Piano dell’Offerta Formativa i seguenti documenti:
1. REGOLAMENTO D’ISTITUTO.
2. PROGRAMMAZIONI EDUCATIVE DI PLESSO E DELL’ÉQUIPE PEDAGOGICA.
3. PROGETTI EDUCATIVI (scuola dell’infanzia e primo ciclo).                                     24


4. DOCUMENTO DELLE COMPETENZE.
5. CURRICOLO
6. MATERIALI PRODOTTI DALLE COMMISSIONI nel corso dell’anno scolastico

Tutti i documenti sono consultabili presso gli uffici dell’Istituto Comprensivo “Margaritone”
e presso le sedi scolastiche di appartenenza.
                                          INDICE

1.     PRESENTAZIONE DELL’ISTITUZIONE SCOLASTICA
1.1. Il territorio: dove siamo                                       pag. 2
1.2. Il territorio: caratteristiche socio-economico-culturali        pag. 2
1.3. Il territorio: i plessi scolastici                              pag. 2         25

1.4. Orario di funzionamento                                         pag. 3
1.5. Numero alunni e risorse professionali                           pag. 3
2.     SCELTE EDUCATIVE
2.1. Finalità della scuola                                           pag. 4
2.2. Finalità della scuola dell’infanzia                             pag. 5
2.3. Finalità della scuola primaria                                  pag. 5
2.4. Finalità della scuola secondaria di 1° grado                    pag. 6
2.5. L’ambiente di apprendimento                                   pag. 6 - 7
2.6. Scelta educativa condivisa e caratterizzante L’Istituto         pag. 7
3.     SCELTE CURRICOLARI
3.1. Organizzazione delle attività educative e didattiche            pag. 8
3.2. Matrice progettuale di Istituto                                 pag. 9
3.3. Tabella descrittiva dei Progetti                            pag. 10 - 11- 12
4. SCELTE DIDATTICHE
4.1. Criteri organizzativi                                       pag. 13- 14- 15
4.2.    Linee di organizzazione didattica                          pag. 16 - 17
4.3.    Valutazione                                                  pag. 17
4.4. Formazione dei docenti                                          pag. 18
4.4. Rapporti scuola – famiglia                                   pag. 18 - 19
5.     SCELTE ORGANIZZATIVE
5.1. Calendario scolastico                                           pag. 20
5.2. Organi collegiali                                               pag. 20
5.3. Aree funzioni strumentali al Piano dell’Offerta Formativa      pag. 21
5.4. Incarichi docenti                                              pag. 21
5.5.1. e 5.5.2. Organigramma degli incarichi                      pag. 22 - 23
5.6. Altri documenti dell’Istituzione scolastica                    pag. 24

								
To top