T0287 A00 by 90Rid1

VIEWS: 26 PAGES: 25

									CONTRATTO PROVINCIALE PER GLI OPERAI AGRICOLI E FLOROVIVAISTI DELLA
PROVINCIA DI COSENZA

L'anno 2000 il giorno 20 del mese di luglio in Cosenza tra

L'Unione Provinciale Agricoltori di Cosenza rappresentata dal Presidente Renzo Caligiuri,
assistito dal Direttore lannuzzi Giovanni, dai vice Presidenti: Maurizio Bilotti e Carmine
Costantino, dai Consiglieri: Raffaele Boscarelli, Filippo De Santis, Giuseppe Nota e Antonio
Perciaccante.
La Federazione Provinciale Coltivatori Diretti di Cosenza, rappresentata dal Presidente
Nicola Lucchetti, assistito dal Consigliere Giuseppe Rizzo, dal Direttore Aniello Ascolese e da
Giuseppe Gigliotti.
La Confederazione Italiana Agricoltori di Cosenza, rappresentata dal Presidente Italo
Garrafa, assistito dal Presidente aggiunto Francesco Barbarossa e dal vice Presidente e
responsabile ufficio tecnico Franco Belmonte.
La FLAI - CGIL territoriale di Cosenza, rappresentata dal Segretario Generale Massimo
Covello, coadiuvato dai Segretari Adriano Savaia e Maria Saletta Oliverio.
La FLAI - CGIL territoriale di Castrovillari, rappresentata dal Segretario Generale Vincenzo
Laurito e dai Segretari: Pino Le Fosse, Dario Pappaterra, Antonio Gaetani, Giuseppe Durante e
Saverio Valle.
La FISBA - CISL, rappresentata dal Segretario Generale Tonfino Russo, dai Segretari
Territoriali : Mario Ammirata, Andrea Muglia, Michele Altieri e con la partecipazione dei Dirigenti
sindacali: Marco Bruno, Leonardo Sosto, Domenico Florio, Francesco Giuseppe Pennini,
Francesco De Tommaso, Gaetano Magliocchi, Ginetto Pisilli e Cipriana Altomonte.
La UILA - UIL, rappresentata dal Segretario Generale Pino Cannataro e dal Segretario
Generale aggiunto Luigi Incarnato, dal componente la Segreteria Pietro Civale, assistiti dai
componenti la Direzione Provinciale : Fedele Schifino, Rosario Milione, Ciriaco Biondi,
Salvatore Alberti, Pasquale Basile, Antonio De Gregorio, Sante Seminario.



PARTE INTRODUTTIVA

Art.1
Oggetto del contratto
Il Presente CPL regola i rapporti di lavoro fra i datori di lavoro in agricoltura, singoli ed associati,
compresi i conduttori di aziende florovivaistiche e gli operai agricoli, secondo le specifiche
norme indicate nel C.C.N.L. 10.07.1998. Il CPL si applica, altresì, alle imprese che svolgono
lavori di sistemazione e manutenzione di verde pubblico e privato nonché alle attività
agrituristiche e faunistiche - venatorie.


Art.2
Decorrenza e durata del contratto.
Il presente contratto, fatte salve le specifiche decorrenze, espressamente previste, ha durata
quadriennale e decorre dal 1° gennaio 2000 e scade il 31 dicembre 2003. Il contratto va
disdettato da una delle parti contraenti almeno 6 mesi prima della scadenza a mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento, in caso di mancata disdetta esso si intenderà
tacitamente rinnovato di anno in anno. La parte che avrà dato disdetta dovrà comunicare alle
controparti le sue proposte 4 mesi prima della scadenza a mezzo raccomandata con avviso di
ricevimento. Il negoziato per il rinnovo avrà inizio almeno 3 mesi prima della scadenza del
contratto. Durante tale periodo le parti contraenti non assumono iniziative unilaterali ne'
procedono ad azioni dirette. La violazione di tale periodo comporterà come conseguenza, a
carico della parte responsabile, l'anticipazione o lo slittamento di tre mesi del termine dal quale
far decorrere l’indennità di vacanza contrattuale di cui all' art. 2 del C.C.N.L. Il presente
contratto conserverà la sua efficacia fino all'entrata in vigore del nuovo.



RELAZIONI SINDACALI

Art.3
Enti Bilaterali.
Le parti, tenuto conto della necessità di attivare nuovi e moderni strumenti a supporto del
mondo agricolo anche nel campo della formazione, della sicurezza, dei trasporti, dell'assistenza
ecc., concordano di costituire, entro tre mesi dalla stipula del presente C.P.L., l'Ente Bilaterale.

Impegno a Verbale
A proposito della costituzione dell'Ente Bilaterale, le parti si impegnano a verificare la possibilità
di individuare nel FIMI tali funzioni, nonché quelli di osservatorio provinciale e commissione
paritetica per la gestione del riallineamento.

Art.4
Osservatorio Provinciale sullo stato del settore.
Le parti, allo scopo di rafforzare momenti di conoscenza del settore all' osservatorio nazionale e
per garantire una costante valutazione sull' intero comparto, convengono di costituire in forma
paritetica un osservatorio provinciale sull' agricoltura.
L' Osservatorio Provinciale progetterà iniziative di analisi, ricerca, di monitoraggio e di confronto
sui temi di comune interesse, quali:
- le problematiche connesse al mercato del lavoro;
- i fabbisogni di formazione professionale;
- la politica agricola comunitaria, nazionale e l'evoluzione della legislazione a sostegno del
   settore;
- le tendenze evolutive e strategiche sul piano economico-sociale del settore agricolo e del
   sistema agro-alimentare;
- i processi di riorganizzazione dei comparti produttivi e dei loro mercati e la valutazione
   dell'incidenza delle variabili economiche che incidono sulle diverse produzioni;
- l’analisi del costo del lavoro, delle dinamiche retributive contrattuali ed i loro andamenti con
   particolare riferimento a quelle del livello provinciale;
- lo sviluppo del Mezzogiorno e delle zone montane e svantaggiate;
- la tutela della salute, dell'ambiente e la politica ecologica;
- calamità atmosferiche - gravi ed accertabili crisi di mercato;
- verifica dei verbali di adesione delle aziende al programma di riallineamento;
- intervenire su richiesta di una delle parti su eventuali controversie di interpretazioni
   contrattuali;
- sede di analisi e confronto sui problemi del settore;
- strumento attraverso il quale il sindacato attiva il diritto alle informazioni ed esercita il
   controllo sulla regolare applicazione del contratto e delle leggi sociali;
- istanza che esprime il parere di conformità per i progetti di C.F.L.;
- sede di conciliazione per i ricorsi sugli inquadramenti e per eventuali vertenze demandate
   dalle OO.SS. firmatarie del presente Contratto.
L' Osservatorio sarà costituito da un consiglio paritetico di 6 componenti, designato entro 5 mesi
dalle parti contraenti, che decideranno anche le norme regolamentari per la funzionalità
dell'Osservatorio stesso. La sede ufficiale dell'osservatorio, nelle more della costituzione
dell'Ente Bilaterale, sarà quella del fondo FIMI.


MERCATO DEL LAVORO

Art.5
Le parti,
- visto il D.L..vo n. 469/97 che trasferisce alle Regioni ed agli Enti locali le funzioni in materia di
   collocamento;
- tenuto conto dell'inserimento di alcuni istituti introdotti dalla legge 196/ 97 quali il part-time,
   l'apprendistato ed il lavoro temporaneo;
- tenuto conto dell'istituto delle convenzioni così come supportato dalle disposizioni della legge
   608/96 (trasporti) e del citato D.L..vo n. 196/97 (semplificazione delle procedura di
   assunzione e specifica fiscalizzazione);
convengono di affidare, nelle more della costituzione dell'Ente Bilaterale, all'Osservatorio
Provinciale, il compito di svolgere, su base programmata, tutte le iniziative utili per organizzare
domanda-offerta di lavoro, promuovere lo sviluppo delle convenzioni, favorire la soluzione dei
problemi derivanti dalla mobilità territoriale della manodopera e quant'altro necessario teso a
verificare una positiva applicabilità di istituti legislativi nell'ambito della provincia di Cosenza con
le opportune flessibilità da un lato e dall'altro lato, l'impegno di adottare forme e strumenti di
garanzia per portare a trasparenza una parte significativa del mercato del lavoro.


COSTITUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO - COLLOCAMENTO

Art.6
Assunzione.
L' assunzione della manodopera agricola è regolata dalle vigenti disposizioni di legge. L'
assunzione degli operaia tempo determinato deve essere effettuata per fase lavorativa o in
base alle disposizioni dell'art. 11 della legge n° 83/ 1970, successive modifiche ed integrazioni e
Legge 608/96. Per "fase lavorativa" si intende il periodo di tempo limitato alla esecuzione delle
singole operazioni fondamentali in cui si articola il ciclo produttivo annuale delle principali
colture agrarie della provincia di Cosenza. Le fasi lavorative più rilevanti, individuate nelle
colture agrarie della provincia, sono quelle di cui all'allegato 1. Per le fasi di lavorazione
individuate, l'assunzione degli operaia tempo determinato viene effettuata con garanzia di
occupazione per tutta la durata della stessa "fase lavorativa". La garanzia di occupazione, di cui
al comma precedente, dell'operaio assunto per fase lavorativa viene meno o potrà essere
sospesa qualora il normale svolgimento dell'operazione colturale, a causa di avversità
atmosferiche, particolari condizioni di mercato dei prodotti ed obiettive esigenze tecniche, non
possa più effettuarsi o debba sospendersi. Fermo restando quanto sopra, la corresponsione del
salario avverrà per il lavoro effettivamente prestato.

Art.7
Riassunzione
Le parti, preso atto di quanto stabilito dalle vigenti disposizioni legislative in materia di "mercato
del lavoro", concordano che i lavoratori che hanno prestato attività lavorativa a tempo
determinato e/o per fasi lavorative, hanno diritto alla riassunzione nella stessa azienda con la
medesima qualifica e per gli stessi periodi, in relazione ai programmi colturali aziendali. Decorsa
la ciclicità stagionale e/o colturale, senza che sia avvenuta l'assunzione per l'indisponibilità del
lavoratore, il lavoratore medesimo decade dal diritto di riassunzione, salvo i casi di maternità,
malattia, infortunio, o servizio militare comprovati presso l'ufficio di collocamento. E' comunque
fatta salva la validità annuale del diritto di assunzione. In materia di riassunzione la precedenza
prevista dall'art. 8/ bis della L. 79/83 e successive modificazioni, viene stabilita secondo i
seguenti criteri:

1) disponibilità;                      4) anzianità di iscrizione
2) professionalità;                    a) presso la stessa azienda
3) condizioni familiari;               b) presso il collocamento.

Impegno a Verbale
Le parti, qualora si dovessero determinare condizioni produttive negative che non giustificano il
mantenimento in attività di lavoratori, per gli stessi periodi già determinati in relazione ai
programmi colturali aziendali, convengono sulla conseguente e relativa riduzione di giornate
lavorative



Art.8
CONTRATTI DI FORMAZIONE LAVORO
Fermo restante quanto previsto dal C.C.N.L., le parti concordano di affidare all'Osservatorio e/o
all'Ente bilaterale la programmazione preventiva dei CFL con l'attivazione annuale delle
richieste di disponibilità per i giovani interessati per rendere esigibile attraverso una banca data
in relazione all'offerta e alle sue caratteristiche, una concreta utilizzazione. Attraverso tale
programmazione saranno individuate le figure da inserire nei predetti CFL.


Art.9
Lavoratori migranti
L'assunzione di manodopera migrante deve essere effettuata secondo le norme vigenti. Si
considerano "migranti" i gruppi di lavoratori provenienti da altre province o regioni per lavori
stagionali ai quali deve essere assicurato il rispetto dei contratti del luogo ove si effettua la
prestazione. Vista la conformazione geografica della provincia di Cosenza si considerano
"migranti" anche i gruppi di lavoratori, pur non provenienti da altra provincia e regione la cui
distanza tra il comune di residenza e quella delle prestazioni di lavoro sia superiore a 60 km.


CLASSIFICAZIONE DEL PERSONALE

ART.10
Classificazione.
A) Operai Agricoli
Con l'applicazione del presente CPL gli operai agricoli sono classificati sulla base di tre aree
professionali e su 9 livelli; conseguentemente la classificazione degli operai agricoli è così
definita:

Area 1ª declaratoria
Appartengono a quest'area i lavoratori in possesso di titoli o di specifiche conoscenze e
capacità professionali che consentono loro di svolgere lavori complessi o richiedenti specifica
specializzazione.
Livello 9 / Specializzato Super
Operai che per titolo ed esperienza lavorativa acquisita sono in condizioni di svolgere in
autonomia lavori richiedenti alta capacità professionale.

Profili esemplificativi
Capo frantoiano di frantoio a ciclo continuo con potenzialità di lavoro di 200 q.li nelle 24 ore
della giornata e con più di quattro operai addetti;
Operatore con attestato o in possesso di qualifica tecnico-pratica, tale da condurre e mantenere
mezzi meccanici di trasformazione e conservazione dei prodotti agricoli nonché caldaie di
grande capacità;
Idraulico capace di eseguire con autonomia qualsiasi tipo di lavoro di particolare difficoltà o
complessità su disegno;
Addetti ai separatori della trasformazione di essenze agrumarie;
Aiutante di laboratorio che riesce ad eseguire autonomamente analisi dei terreni o test sanitari
sulle piante;
Addetto alla costruzione di serre che eseguono il progetto da disegno; capo cuoco - cuoco
unico con attestato professionale; frigorista con attestato professionale capace di eseguire
autonomamente qualsiasi tipo di intervento e di riparazione, capo casaro.

Livello 8 / Specializzato
Operai che per titolo o esperienza lavorativa acquisita sono in grado di svolgere lavori
richiedenti capacità professionale autonoma.

Profili esemplificativi
Frigorista con patente - Conduttore di macchine semoventi complesse, autotreni, autoarticolati
ed autosnodati - caldaisti con patente - elettricista -impiantista - capo stalla - meccanico
specializzato - capo frantoiano -innestatore e ibridatori - preparatore di miscele semplici e
composte per trattamenti anti parassitari - casari - Aiuto cuoco.

Area 2ª Declaratoria
Appartengono a questa categoria i Lavoratori che svolgono compiti esecutivi variabili non
complessi perla cui esecuzione occorrono conoscenze e capacità professionali acquisite per
pratica o per titolo. Gli operai agricoli ricadenti nell'area 2^ vengono classificati come seguono:

Livello 7 / Qualificato Super
Operai che svolgono compiti esecutivi dove è richiesta particolare professionalità.

Profili esemplificativi
motoseghista - abbattitore di alberi ad alto fusto - frigorista , addetto a compiti di guardiania e
vigilanza per i quali ricorre il decreto prefettizio, capo stalla con competenza per le fecondazioni
artificiali.

Livello 6 / ex qualificati
Operai che svolgono compiti esecutivi non rientranti negli altri livelli.

Profili esemplificativi
Conduttore di macchine semoventi semplici, carrellisti, addetto a guardiania e custodia, capo
stalla.

Livello 5 / qualificati
Operai che svolgono compiti esecutivi dove è richiesta particolare professionalità.

Profili esemplificativi
Trattorista che esegue tutte le lavorazioni meccaniche dei terreni e capace di eseguire lavori di
piccole riparazioni e manutenzione, carrellista (primi tre anni di attività ).
Potatori e innestatori con provata capacità di esperienze tecniche, operaio frantoiano. Addetto a
trattamenti antiparassitari. Meccanico. Mungitore. Addetto a macchine elettroniche per il
confezionamento dei prodotti. Montatore di impianti irrigui, cameriere.

Area 3ª declaratoria
Appartengono a quest'area i lavoratori capaci di eseguire solo mansioni generiche e semplici
non richiedenti specifici requisiti professionali.

Livello 4 / ex operaio comune.
Operai comuni che svolgono compiti esecutivi per i quali non è richiesta particolare
professionalità non inquadrati negli altri livelli.

Profili esemplificativi
Conduttori di motocoltivatori e decespugliatori, potatore semplice, addetti alla messa a dimora di
piante da frutto, aiuto mungitore, addetti alla smacchiatura di aree boschive.

Livello 3 / Operaio comune.
Operai che svolgono lavori generici e semplici nonché tutte le altre attività che non possono
essere comprese nei livelli superiori.

Profili esemplificativi
Aiuto meccanico, addetti ai lavori di stalla, addetti all'irrigazione, addetti ai lavori di semina,
concimazione e raccolta foraggi, aiuto potatore, trattoristi addetti a lavorazioni semplici, addetti
alla lavorazione, manipolazione e confezionamento in magazzino, addetto ai servizi di cucina
e/o di pulizia per garantire l'ospitalità nelle aziende agroturistiche.
Vanno inquadrati inoltre, limitatamente alle piccole e medie aziende che non superano le 2.000
giornate lavorative annue, i lavoratori che svolgono in maniera mista (per più fasi di
lavorazione), mansioni polivalenti comprese tra il 1° livello e il 6° livello.

Livello 2 / Ex art. 54.
Operai addetti a tutte le fasi di lavorazione e raccolta dei seguenti prodotti: mele, pere, pesche,
susine, kiwi, albicocche, uva da tavola.

livello 1 / Ex art. 54.
Operai addetti a tutte le fasi di lavorazione e raccolta svolte manualmente dei seguenti prodotti:
agrumi, uva da vino, olive, castagne, patate, fragole, fichi, frutta da guscio, pomodori, ortaggi e
cereali.

I lavoratori, per come indicato in premessa, ex art.54 sono inquadrati nell'area 3^ fermo
restando la contrattazione per il riallineamento retributivo nell'arco della durata del presente
CPL.

Nota a Verbale
Le parti si danno atto che qualora perle clementine dovessero verificarsi migliori condizioni di
mercato, economiche e produttive, si incontreranno per riconsiderare l'inquadramento della fase
di raccolta.
Dichiarazione a verbale
Le parti convengono, che perle aziende che superano le 2.000 giornate lavorative annue allo
scopo di garantire la continuità occupazionale a quelle figure (jolly) utilizzate per più fasi colturali
ed in maniera mista, di individuare il livello d' inquadramento medio in sede aziendale in base ai
programmi annuali preventivamente comunicati dall'azienda alle OO.SS. firmatarie del presente
contratto specificando il numero dei lavoratori interessati ed il loro utilizzo per numero di
giornate. Limitatamente alle piccole e medie aziende del settore ortofrutta che non superano le
2000 giornate annue, allo scopo di garantire continuità occupazionale, esclusivamente per i
lavoratori che svolgono in maniera mista mansioni polivalenti, si concorda di utilizzare, ai fini
retributivi un parametro medio ponderato individuale sulla base delle mansioni svolte dal
lavoratore prendendo a base di riferimento quale punto parametrale economico quello risultante
dal parametro 107 del presente contratto. Le aziende che adotteranno tali formulazioni hanno
l'obbligo di darne comunicazione al comitato paritetico di cui all'art. che esprimerà parere
vincolante.

B) Operai florovivaisti.
Gli operai florovivaisti sono inquadrati in tre aree professionali, comprendenti, ciascuna, diversi
profili professionali. Per ognuna delle aree il C.C.N.L. definisce le caratteristiche generali ed
essenziali, nonché, i corrispondenti profili professionali. Conseguentemente la classificazione
degli operai florovivaisti è così stabilita:

Area 1ª declaratoria
Appartengono a quest'area i lavoratori in possesso di titolo o di semplice conoscenze e capacità
professionali che consentono loro di svolgere lavori complessi o richiedenti specifica
specializzazione.

Livello "a" - ex specializzato super.
Ibridatore - selezionatore: l'operaio che, con autonomia esecutiva ed elevata competenza
professionale acquisita per pratica o per titolo, esegue incroci varietali per ottenere ibridi di 1^
generazione selezionati, assicurando un'attività lavorativa polivalente (come ibridatore e
selezionatore) con responsabilità operativa limitata al ciclo di lavorazione assegnatogli.
Conduttore - meccanico: di macchine agricole operatrici complesse l'operaio che, fornito di
patente di guida, con autonomia esecutiva ed elevata competenza professionale acquisita per
pratica o per titolo, oltre alla guida ed all'uso anche su strada di macchine agricole operatrici
complesse che svolgono più operazioni, provvede alla manutenzione e riparazioni ordinarie
delle suddette macchine, svolge un'attività lavorativa polivalente (come conduttore e come
meccanico).
Conduttore - meccanico di autotreni o autoarticolati : l'operaio che, con autonomia esecutiva ed
elevata competenza professionale acquisita, per pratica o per titolo, oltre alla guida di autotreni,
autoarticolati o automezzi di portata superiore a 75 q.li, provvede alla loro manutenzione e
riparazioni ordinarie, effettuabili con le attrezzature messe a disposizione dalla azienda,
svolgendo un'attività lavorativa polivalente.
Aiutante di laboratorio: l'operaio che, con autonomia esecutiva ed elevata competenza
professionale acquisita per pratica o per titolo e polivalenza delle prestazioni, esegue le
operazioni di laboratorio riferite alle analisi dei terreni, o alle colture in vitro o ai test sanitari sulle
piante.
Potatore "artistico" di piante: l'operaio che, con autonomia esecutiva ed elevata competenza
professionale acquisita per pratica o per titolo, esegue la potatura artistica - figurativa di piante
ornamentali od alberi di alto fusto.
Giardiniere: l'operaio che, con autonomia ed elevata competenza professionale acquisita per
pratica o per titolo, per la realizzazione di un impianto individua i lavori di sistemazione del
terreno, le concimazioni necessarie, i semi, i tipi di piante e la eventuale cura delle malattie della
stessa, la forma e le dimensioni delle aiuole, la direzione dei viali, i materiali necessari, la
dislocazione delle prese di acqua nonché i relativi tempi nella esecuzione. Inoltre, predispone
ed esegue i lavori di cui sopra con responsabilità dei lavori assegnatigli.
Conduttori di caldaie a vapore: colui che, in possesso di apposito certificato legale di
abilitazione di 1° e 2° grado, con autonomia esecutiva ed elevata competenza professionale,
manovra e controlla i dispositivi che regolano il funzionamento delle caldaie a vapore, provvede
alla manutenzione ed alle necessarie riparazioni ordinarie, svolgendo un'attività lavorativa
polivalente.

Livello "b" - ex specializzati.
Vivaisti, potatori innestatori o ibridatori, preparatori di miscele semplici o composte per
trattamenti anti parassitari, conduttori patentati di autotreni - automezzi - trattori, conduttori di
caldaia con patente diversa dal 1° e 2° grado, meccanici, elettricisti, spedizionieri, costruttori di
serre.

Area 2ª declaratoria
Appartengono a quest'area i lavoratori che svolgono compiti esecutivi variabili non complessi
per la cui esecuzione occorrono conoscenze e capacità professionali acquisite per pratica o per
titolo, ancorché necessitanti di un periodo di pratica.

Livello "c" - ex qualificati super.
Addetti agli impianti termici, selezionatore di piante innestate. Per i lavoratori di quest'area, ai
quali il datore di lavoro conferisca l’incarico di Capo, sarà riconosciuta l'apposita indennità di cui
al presente contratto.

Livello "d" - ex qualificati.
Tutti gli aiuti degli operai di cui alla posizione organizzativa "d". Tutti gli aiuti vanno compresi in
questo livello, irroratori poratatori di lancia per trattamenti anti parassitari, imballatori, conduttori
di piccoli trattori e di mezzi meccanici semoventi trapiantatori di piante ornamentali adulte con
zolla.

Area 3ª declaratoria
Appartengono a quest'area i lavoratori addetti a mansioni generiche e semplici, non richiedenti
specifici requisiti professionali.

Livello "e" - ex comuni.
Preparatori di acqua da irrorazione. Addetti a mansioni generiche e semplici, non richiedenti
specifici requisiti professionali. Vanno inquadrati inoltre in quest'area i lavoratori che svolgono
attività nell'ambito delle aziende florovivaistiche fornitrici di piante a scopo agricolo. Profili:
concimatori, pulitori e innestatori.



ART.11
Lavori pesanti e nocivi.
Sono lavori pesanti quelli la cui esecuzione comporta un particolare sforzo o disagio fisico
derivante dalle condizioni del luogo in cui opera il lavoratore o dalla natura intrinseca del lavoro.
A titolo esemplificativo sono da considerarsi lavori pesanti : lo scavo reale del vigneto, carico e
scarico di automezzi, lo scavo ed il trasporto a mano di pietre, lo scavo in profondità per la
costruzione di pozzi, l'apertura nel sottosuolo di gallerie per la raccolta di acqua, lo scavo di
profondi canali di irrigazione e di bonifica, lo sradicamento e l'abbattimento con mezzi
tradizionali di alberi ad alto fusto. Sono lavori nocivi quelli di vuotatura a mano o con pompe di
pozzi neri, di vasche di urine, di irrigazione di esteri fosfatici, e quelli eseguiti in acqua il cui
livello è superiore a 15 cm. , l'uso di sostanze tossiche in genere. La maggiorazione salariale
corrisposta ai lavoratori, che effettuano lavori pesanti di cui al comma 1 e limitatamente alla
durata delle prestazioni dei lavori, è pari al 25% della retribuzione. Ai lavoratori che effettuano
lavori nocivi, a parità di retribuzione e di qualifica, è riconosciuta una riduzione dell'orario di
lavoro pari a 2,5 ore giornaliere.


ART.12
Tutela della salute dei lavoratori
Occorre dare applicazione contrattuale a quanto previsto dal DLVO 626 soluzioni adatte e
adattabili al settore dell' agricoltura.
- delegato alla sicurezza di azienda e/o di territorio;
- definizione mezzi protezione antinfortunistica;
- visite mediche;
- formazione e informazione;
- igiene dei luoghi di lavoro;

Dichiarazione a verbale
Con riferimento all'impegno a verbale sulla sicurezza, di cui al C.C.N.L., le parti concordano
l'applicazione alle modalità e ai tempi di attuazione del D.L.VO 626/94 previo apposito incontro.


ART.13
NORME DI TRATTAMENTO ECONOMICO

Retribuzione
Gli elementi che costituiscono la retribuzione sono i seguenti:
1) salario contrattuale definito di cui al presente contratto;
2) generi in natura e valore corrispettivo per gli operaia tempo indeterminato di cui all'art. 11 del
   presente contratto o quando vengono corrisposti per consuetudine;
3) terzo elemento per gli operai a tempo determinato;
4) salario integrativo provinciale.

Il valore di cui al punto 2 deve essere computato ai fini del calcolo della tredicesima e
quattordicesima mensilità e del trattamento di fine rapporto. Il terzo elemento di cui al punto 3
compete agli operaia tempo determinato quale corrispettivo dei seguenti istituti riconosciuti agli
operai a tempo indeterminato e calcolati su 312 giorni lavorativi:
festività nazionali e infrasettimanali                             5,45%
ferie                                                              8,33%
13ª mensilità                                                      8,33%
14ª mensilità                                                      8,33%
Totale                                                            30,44%

La misura del terzo elemento, in percentuale è calcolata sul salario contrattuale di cui al
presente contratto e per la qualifica corrispondente. Agli effetti del computo dei vari istituti
economici contrattuali, la paga giornaliera si ottiene dividendo quella mensile per 26. Quella
oraria si ottiene dividendo la paga mensile per 169.
Art.14
Aumenti Contrattuali Provinciali
A decorrere dal 1 Gennaio2000 agli operai agricoli e florovivaisti sono riconosciuti i seguenti
aumenti mensili ripartiti per qualifiche valevoli per il quadriennio 2000/2003:

Operai Agricoli:

Area     Liv. Par.       Qualifica
1        9    178        Specializzato S.         20.956
         8    168        Specializzato            19.773

         7     160       Qualificato S.           18.928
2        6     150       Ex Qualificato           17.745
         5     140       Qualificato              16.562

         4     138       Ex Comune                16.224
3        3     128       Comune                   13.534
         2     107       Oper. Raccolta           12.675
         1     100       Oper. Racc. Semp.        11.492

Operai Florovivaisti:

Area     Liv. Par.       Qualifica
1        A    130        Specializzato S.         21.125
         B    120        Specializzato            19.435

2        C     116       Qualificato S.           18.759
         D     110       Ex Qualificato           17.745

3        E     100       Qualificato              16.055

Nuovo Salario Contrattuale
A decorrere dal 1.gennaio.2000 il nuovo Salario Contrattuale da applicare agli operai Agricoli e
Florovivaisti, comprensivo del salario Nazionale e degli aumenti stabiliti dal presente contratto,
sono quelli riportati nelle tabelle dell'allegato 2.




Indennità di Capo
Ai lavoratori ai quali il datore di lavoro conferisce l'incarico di Capo, sarà corrisposta una
maggiorazione pari al 10% sul salario contrattuale.


                                                       ART.15
Premio di produttività
Fatto salvo quanto previsto dal C.C.N.L. e dagli accordi interconfederali che prevedono la
istituzione di premi di produttività variabili collegati alla redditività, qualità e/o produzione, si
demanda a livello aziendale l'eventuale istituzione del premio di produttività tenendo conto dei
diversi risultati che si raggiungono nelle singole aziende.
ART.16
Accordi di riallineamento
Le parti, al fine di salvaguardare i livelli occupazionali e le condizioni di competitività delle
imprese nonché di estendere l'area di applicazione del C.C.N.L., concordano il programma di
graduale riallineamento dei trattamenti economici di cui alle Tabelle dell'Allegato 3 del presente
contratto. Il citato programma è definito per l'intero territorio provinciale e sarà depositato presso
la Direzione Provinciale del lavoro e presso le sedi INPS e INAIL. Il programma prevede
aumenti graduali con decorrenza dal 1/1/2001 finalizzati all'inquadramento dei lavoratori ai
parametri di qualifica di cui al presente CPL. Le Aziende interessate aderiscono a detto
programma, sentite le RSU / RSA, ove esistenti, sottoscrivendo l'apposito verbale di
accettazione di cui all'allegato 4 del presente contratto. Il verbale di accettazione al programma
sarà trasmesso per la ratifica all'apposita commissione paritetica di cui all'art. 4 del presente
CPL, la quale avrà il compito di accertarne la regolarità e trasmetterla agli uffici di cui al 2°
comma del presente articolo. Il programma, in presenza di convenzioni, potrà essere
sottoscritto anche da più aziende. Le parti si danno atto che alle imprese aderenti al programma
di riallineamento è fatto obbligo il rispetto dei contratti Nazionale e provinciale e che ciò
comporta la conferma della fruizione dei benefici di legge previsti dalle norme vigenti.


Art.17
Orario di lavoro
L'orario di lavoro è stabilito in 39 ore settimanali pari a 6.30 ore giornaliere. Di norma l'orario
viene distribuito su 6 giorni settimanali . L'orario di lavoro settimanale, fatte salve le attività
zootecniche, può essere distribuito su 5 giorni settimanali o con una riduzione dell'orario di
lavoro della giornata del sabato. In questa ipotesi, le ore non lavorate verranno aggiunte
all'orario ordinario da effettuare nei rimanenti giorni della settimana. In presenza di particolari
esigenze aziendali i lavoratori sono tenuti a prestare, nel corso della distribuzione dell'orario di
lavoro di cui al 3° comma, a propria opera anche nella giornata del Sabato. In tale caso le ore
eccedenti le 39 saranno retribuite con la maggiorazione prevista per lavoro straordinario. Nelle
aziende dove si applica la distribuzione dell'orario di lavoro su 5 giorni con il sabato libero, detta
giornata, per gli operai O.T.I., è considerata lavorativa a tutti gli effetti, in presenza di festività
riconosciuta ricadente il sabato sarà regolarmente retribuita come per la domenica. L'orario
normale di lavoro settimanale può essere superato, oltre che per le inderogabili necessità
previste dalle leggi vigenti, anche per particolari esigenze di lavori stagionali per un periodo di
lavoro non superiore a 90 giorni, per un massimo di 48 ore settimanali e comunque non oltre i
limiti di legge, danno luogo allo strumento della flessibilità con il recupero compensativo
retribuito dell'orario maggiore effettuato. Il mancato recupero di detto superamento dell'orario di
lavoro darà luogo il pagamento delle ore eccedenti il normale orario con le maggiorazioni di cui
all'ART.38 del C.C.N.L. Si precisa che lo strumento della flessibilità va comunicato
preventivamente alle OO.SS. firmatarie del presente contratto specificando che lo stesso
assume carattere eccezionale.


  ART.18
Organizzazione del lavoro
Le parti si rifanno integralmente a quanto regolamentato dal C.C.N.L. fatte salve eventuali
trattative aziendali atte ad individuare soluzioni inerenti al godimento di diritti a riposo, alle ferie
e quant'altro ai lavoratori, rendendo il tutto funzionale non creando disfunzioni organizzative.
Art.19
Rimborso spese percorso
Le parti, preso atto della realtà della provincia di Cosenza circa il rimborso spese percorso da
riconoscere ai lavoratori, demandano a livello aziendale la contrattazione. Fermo restante la
necessità di verificare l'applicabilità in sede aziendale di tale criterio, si stabilisce che il rimborso
spese è fissato in misura pari ad un quinto del costo della benzina per chilometro percorso. E'
demandato inoltre a livello aziendale la formulazione di accordi in deroga in relazione alle
condizioni aziendali.


Art.20
Quote Sindacali per delega
Le Organizzazioni Sindacali dei Lavoratori firmatarie del presente contratto hanno titolo a
percepire, tramite ritenuta sul salario contrattuale, i contributi sindacali che i lavoratori intendono
versare all'Organizzazione sindacale a cui rilasciano regolare delega. Le Aziende si impegnano
a trattenere direttamente al lavoratore l' 1% del salario contrattuale e per 14 mensilità per gli
O.T.I. e l' 1% del salario contrattuale e 3° Elemento per gli O.T.D. come da apposita delega
sottoscritta individualmente dal lavoratore e versata direttamente all'Organizzazione di
appartenenza a mezzo di versamento su c/c postale o bancario, comunicato a cura delle
Organizzazioni.


Art.21
Integrazione trattamento di malattia ed infortunio sul lavoro Cassa extra-legem
In applicazione dell'art.59 del C.C.N.L. 19. Luglio. 1995, allo scopo di garantire agli operai
agricoli le indennità integrative a quelle di legge per malattie ed infortuni sul lavoro, le parti
concordano:
- le aziende e i lavoratori rientranti nella sfera di applicazione del presente contratto sono
   tenuti a versare un contributo per ogni giornata di occupazione da destinare al fondo
   provinciale denominato F.I.M.I.,
- l’entità di tale contributo viene fissata nello 0,60% del salario contrattuale r gli O.T.I. e del
   salario contrattuale compreso il 3° Elemento per gli O.T.D. cui lo 0,30% a carico del datore di
   lavoro e lo 0,30% a carico del lavoratore.
- la quota a carico del lavoratore sarà trattenuta dal datore di lavoro e da questi versata,
   unitamente alla propria.
Le modalità di riscossione della contribuzione e di erogazione delle prestazioni nonché quelle di
funzionamento del fondo, sono stabilite da apposito regolamento. Eventuali modifiche sull’entità
del contributo potranno essere apportate con accordo tra le parti stipulanti. Le tabelle salariali
devono contemplare tra le altre trattenute al lavoratore, anche quella operata a titolo della
presente norma.


Art.22
Contributo Assistenza Contrattuale Provinciale
Con riferimento all'art. 81 del C.C.N.L. del 19.7.1995, i datori di lavoro ed i lavoratori rientranti
nelle sfera di applicazione del presente CPL, sono tenuti a versare a favore delle
Organizzazioni stipulanti il contratto, un contributo a titolo di assistenza contrattuale per ogni
giornata di occupazione. L'entità di tale contributo viene fissato nello 0,60% del salario
contrattuale per gli O.T.I. e del salario contrattuale compreso il 3° Elemento per gli O.T.D. di cui
lo 0,30% a carico dell'azienda e lo 0,30% a carico del lavoratore. La quota a carico del
lavoratore sarà trattenuta dal datore di lavoro e da questi versata, unitamente alla propria. Le
modalità di esazione e di versamento del contributo sono stabilite da apposito accordo.
Eventuali modifiche all'entità' del contributo potranno essere apportate con accordo tra le parti
stipulanti il presente CPL. Le tabelle salariali devono contemplare tra le altre trattenute al
lavoratore, anche quelle operate a titolo della presente norma.


NORME FINALI

Art.23
Condizioni di miglior favore
Le norme contenute nel presente contratto non modificano le condizioni di miglior favore
esistenti per i lavoratori, già previste in sede aziendale. Le parti per tutto quanto non previsto dal
presente CPL, si rifanno al C.C.N.L.

IMPEGNO A VERBALE
Le parti, considerata l'utilità di portare a conoscenza immediata e diretta dei propri associati il
testo delle convenzioni collettive tra le stesse concordate, convengono di assicurare ogni
possibile forma di diffusione agli accordi e ai Contratti Nazionale e Provinciale. Analoga
diffusione sarà data, altresì, alle tabelle salariali e agli accordi di riallineamento concordate, la
cui autenticità è data dalla sottoscrizione di tutte le parti contraenti presso I'U.P.L.M.O..
Eventuali spese perla pubblicazione di testi contrattuali, tabelle salariali e accordo di
riallineamento, saranno ripartite tra tutte le parti in proporzione degli ordinativi di copie fatte da
ciascuna Organizzazione.



Allegato n. 1

FASI LAVORATIVE COLTURE AGRARIE

Cerealicoltura: Aratura, ripasso, concimazione, diserbo, raccolta paglia, mietitrebbiatura.
Viticoltura: Aratura terreno, concimazione, irrigazione, potatura secca, diradamento uva da
tavola, trattamenti fitosanitari , raccolta, lavorazione.
Frutticoltura: Aratura, concimazione di base - potatura secca - potatura verde - trattamenti
fitosanitari - irrigazioni primaverili - irrigazioni estive, diradamento - raccolta ed
immagazzinamento - lavorazione.
Orticoltura: Aratura - semina - concimazione - trattamenti fitosanitari - raccolta ed
immagazzinamento - lavorazione.
Agrumicoltura: Aratura - concimazione - potatura secca - trattamenti fitosanitari, irrigazioni
primaverili - irrigazioni estive - raccolta.
Olivicoltura: Potatura secca - aratura - concimazione - potatura verde - trattamenti fitosanitari -
rullatura terreni - raccolta.



Allegato n. 2

Tabella A
TABELLE SALARI CONTRATTUALI PROVINCIALI IN VIGORE DAL 1 .1 . 2000

Operai Agricoli a Tempo Indeterminato

Retribuzione Mensile
Area     Liv.   Par.      Qualifica                  Salario            Tratt. di legge
         TOTALE
                                                     Contrattuale       C.A.C. (*)           Netto
                                                     Lordo              F.I.M.I. (*)

1       9        178      Specializzato Super        2.116.387
        8        168      Specializzato              1.998.932

        7        160      Qualificato Super          1.903.785
2       6        150      Ex Qualificato             1.784.640
        5        140      Qualificato                1.665.833

        4        138      Ex Comune                  1.644.370
3       3        123      Comune                     1.463.540
        2        107      Operazione Raccolta        1.273.246
        1        100      Operaz. Racc. Semp.        1.155.115

(*) Trattenuta FIMI e Trattenuta CAC - Articoli 21 e 22 del CPL.

Operai Agricoli a Tempo Determinato

Retribuzione Oraria
Area     Liv.   Par.      Qualifica                      Paga              3° Elemento
         TOTALE
                                                         Oraria            30,44 %          Lordo
                                                         Contrattuale

1       9        178      Specializzato Super            12.523            3.812            16.335
        8        168      Specializzato                  11.828            3.600            15.428

        7        160      Qualificato Super              17.265            3.430            14.695
2       6        150      ExQualificato                  10.560            3.214            13.774
        5        140      Qualificato                    9.857             3.000            12.857

        4        138      Ex Comune                      9.730             2.961            12.691
3       3        123      Comune                         8.660             2.636            11.296
        2        107      Operazione Raccolta            7.534             2.293            9.827
        1        100      Operaz. Racc. Semp.            6.835             2.080            8.915

Area    Liv.     Par.     Qualifica                   Tratt. di Legge      TOTALE         TFR.
                                                      C.A.C (*)            Netto          8,63%
                                                      F.I.M.I. (*)

1       9        178      Specializzato Super                                             1.080
        8        168      Specializzato                                                   1.020
        7        160      Qualificato Super                                              972
2       6        150      ExQualificato                                                  911
        5        140      Qualificato                                                    850

        4        138      Ex Comune                                                      839
3       3        123      Comune                                                         747
        2        107      Operazione Raccolta                                            650
        1        100      Operaz. Racc. Semp.                                            590

(*) Trattenuta FIMI e Trattenuta CAC - Articoli 21 e 22 del CPL.

Tabella A/1

TABELLE SALARI CONTRATTUALI PROVINCIALI IN VIGORE DAL 1. 1. 2000

Operai Florovivaisti a Tempo Indeterminato

Retribuzione Mensile
Area     Liv.   Par.      Qualifica                  Salario           Tratt. di legge
         TOTALE
                                                     Contrattuale      C.A.C. (*)          Netto
                                                     Lordo             F.I.M.I. (*)

1       a        130      ex Specializzato Super     2.139.540
        b        120      ex Specializzato           1.973.244
2       c        116      ex Qualificato Super       1.895.166
        d        110      ex Qualificato             1.797.146
3       e        100      ex Comune                  1.633.554

Trattenuta FIMI e Trattenuta CAC - Artt. 21 e 22 CPL.

Operai Agricoli a Tempo Determinato

Retribuzione Oraria
Area     Liv.    Par.     Qualifica                  Paga              3° Elemento
         TOTALE
                                                     Oraria            30,44%              Lordo
                                                     Contrattuale

1       a        130      ex Specializzato Super     12.660            3.853               16.513
        b        120      ex Specializzato           11.561            3.519               15.080
2       c        116      ex Qualificato Super       11.103            3.338               14.483
        d        110      ex Qualificato             10.529            3.205               13.734
3       e        100      ex Comune                  9.571             2.913               12.484

Area    Liv.     Par.     Qualifica                  Tratt. di Legge   TOTALE            TFR.
                                                     C.A.C. (*)        Netto             8,63%
                                                     FLM.I. (*)
1       a        130      ex Specializzato Super                                         1.092
        b        120      ex Specializzato                                               997
2       c        116      ex Qualificato Super                                           958
        d        110      ex Qualificato                                              908
3       e        100      ex Comune                                                   825

(*) Trattenuta FIMI e Trattenuta CAC - Artt. 21 e 22 CPL.



Allegato n. 3

ACCORDO DI RIALLINEAMENTO

OPERAI AGRICOLI

Tabella A

Tabella Riepilogativa Operai agricoli a tempo determinato ( Paga Oraria ):
Liv.    Par.     Qualifica             Retribuz.    Retribuz.            Differenza
                                       in vigore    AI 31.12.2003
                                       1.1.2000

9       178      Specializ. S.        10.885        12.523              1.638
8       168      Specializzato        10.279        11.828              1.549
7       160      Qualif. Super        9.789         11.265              1.476
6       150      Ex Qualific.         9.176         10.560              1.384
5       140      Qualificato          8.357         9.857               1.500
4       138      Ex Comune            8.201         9.730               1.529
3       123      Comune               7.283         8.660               1.377
2       107      Operaz. Racc.        6.547         7.534               987
1       100      Oper. Racc. S.       5.789         6.835               1.046

Liv.    Par.   Qualifica              Aumento       Aumento          Aumento
        Aumento
                                      del 14%       del 14%          del 18%            del 54%
                                      1.1.2001      1.1.2002         1.1.2003
        1.9.2003


9       178      Specializ. S.        11.106        11.327           11.625             12.523
8       168      Specializzato        10.488        10.697           10.979             11.828
7       160      Qualif. Super        9.988         10.187           10.456             11.265
6       150      Ex Qualific.         9.363         9.550            9.801              10.560
5       140      Qualificato          8.567         8.777            9.047              9.857
4       138      Ex Comune            8.407         8.614            8.892              9.730
3       123      Comune               7.469         7.655            7.905              8.660
2       107      Operaz. Racc.        6.680         6.813            6.993              7.534
1       100      Oper. Racc. S.       5.930         6.071            6.262              6.835

Le Retribuzioni Orarie di cui sopra non sono comprensive del 3° elemento e del T.F.R.

Tabella A/1
Retribuzioni orarie di partenza decorrenza 1.1.2000 ( O.T.D.)
Liv. Qualifica                Par.     Retribuzione Totale      Tratt. di legge   Totale
      TFR
                                                      Lordo     CAC/FIMI (*)      Netto
      8,63%

9    Specializzato Sup.      178     10.885          3.314
     940
8    Specializzato           168     10.279          3.129
     888
7    Qualificato Sup.        160     9.789           2.980
     845
6    Ex Qualificato          150     9.176           2.794
     792
5    Qualificato             140     8.357           2.544
     722
4    Ex Comune               138     8.201           2.497
     708
3    Comune                  123     7.283           2.217
     629
2    Operaz. Raccolta        107     6.547           1.993
     566
1    Oper. Racc. Semp.       100     5.789           1.763
     500

(*) Trattenuta CAC e FIMI artt. 21 e 22 CPL.

Tabella A/2

Retribuzioni orarie a decorrere dal 1.1.2001 ( O.T.D. )
Liv. Qualifica                Par. Retribuzione 3° Elemento Totale          Tratt. di legge
      Totale                  TFR.
                                                     30,44% Lordo           CAC/FIMI (*)
      Netto                   8,63%

9    Specializzato Super     178    11.106          3.381          14.487                     959
8    Specializzato           168    10.488          3.193          13.681                     906
7    Qualificato Super       760    9.988           3.041          13.029                     862
6    Ex Qualificato          150    9.363           2.851          12.214                     809
5    Qualificato             140    8.567           2.608          11.175                     758
4    Ex Comune               138    8.407           2.560          10.967                     726
3    Comune                  123    7.469           2.274          9.743                      645
2    Operazione raccolta     107    6.680           2.034          8.714                      577
1    Operaz. Racc. Semp.     100    5.930           1.806          7.736                      512

(*) Trattenuta CAC e FIMI artt. 21 e 22 CPL.

Tabella A/3

Retribuzioni orarie a decorrere dal 1.1.2002 ( O.T.D. )
Liv. Qualifica                Par. Retribuzione 3° Elemento Totale          Tratt. di legge
     Totale                  TFR.
                                                30,44%        Lordo    CAC/FIMI (*)
     Netto                   8,63%

9    Specializzato Super     178     11.327     3.448         14.775                     978
8    Specializzato           168     10.697     3.257         13.954                     924
7    Qualificato Super       160     10.187     3.101         13.288                     880
6    Ex Qualificato          150     9.550      2.908         12.458                     825
5    Qualificato             140     8.777      2.672         11.449                     758
4    Ex Comune               138     8.614      2.623         11.237                     744
3    Comune                  123     7.655      2.331         9.986                      661
2    Operazione Raccolta     107     6.813      2.074         8.887                      589
1    Operaz. Racc. Semp.     100     6.071      1.849         7.920                      524

(*) Trattenute CAC e FIMI artt. 21 e 22 CPL.

Tabella A/4

Retribuzioni Orarie a decorrere dal 1. 1.2003 ( O.T.D. )
Liv. Qualifica               Par. Retribuzione 3°Elemento     Totale   Tratt. di legge
      Totale                 TFR.
                                                     30,44%   Lordo    CAC/FIMI (*)
      Netto                  8,63%

9    Specializzato Super     178     11.625     3.539         15.164                     1.004
8    Specializzato           168     10.979     3.343         14.322                     948
7    Qualificato Super       160     10.456     3.183         13.639                     903
6    Ex Qualificato          150     9.801      2.984         12.785                     846
5    Qualificato             140     9.047      2.754         11.801                     781
4    Ex Comune               138     8.892      2.707         11.599                     768
3    Comune                  123     7.905      2.407         10.312                     683
2    Operazione di Racc.     107     6.693      2.038         8.731                      578
1    Operaz. Racc. Semp.     100     6.262      1.907         8.169                      541

(*) Trattenute CAC e FIMI artt. 21 e 22 CPL.

Tabella A/5

Retribuzioni orarie a decorrere dal 1.9.2003 ( O.TD. )
Liv. Qualifica                Par. Retribuzione 3° Elemento Totale     Tratt. di legge
      Totale                  T.F.R.
                                                     30,44% Lordo      CAC/FIMI (*)
      Netto                   8,63%

9    Specializzato Super     178     12.523     3.873         16.336                     1.081
8    Specializzato           168     11.828     3.601         15.429                     1.021
7    Qualificato Super       160     17.265     3.430         14.695                     973
6    Ex Qualificato          150     10.560     3.215         13.775                     912
5    Qualificato             140     9.857      3.001         12.858                     851
4    Ex Comune               138     9.730      2.962         12.692                     840
3    Comune                  123     8.660      2.637         11.297                     748
2      Operazione Raccolta 107       7.534           2.294           9.828                          651
1      Operaz. Racc. Semp. 100       6.835           2.081           8.916                          590

(*) Trattenuta CAC e FIMI artt. 21 e 22 CPL.

Tabella B

Operai agricoli a tempo indeterminato ( Retribuzione mensile )

Liv.   Qualifica         Par.         Retribuzione           Retribuzione     Differenza
                                      in Vigore              AI
                                      1.1.2000               31.12.2003

9      Specializ. S.     178          1.839.565              2.116.387        276.822
8      Specializzato     168          1.737.151              1.998.932        261.781
7      Qualific. Sup.    760          1.654.341              1.903.785        249.444
6      Ex Qualif.        150          1.550.744              1.784.640        233.896
5      Qualificato       140          1.479.933              1.665.833        185.900
4      Ex Comune         138          1.385.969              1.644.370        258.401
3      Comune            123          1.230.827              1.463.540        232.713
2      Operaz. Racc.     107          1.106.443              1.273.246        166.803
1      Oper. Racc. S.    100          978.341                1.155.115        176.774

Liv.   Qualifica         Par.         Aumento           Aumento          Aumento        Aumento
                                      del 14%           del 14%          del 18%        del 54%
                                      1.1.20011         1.1.2002         1.1.2003       1.9.2003
9      Specializ. S.     178          1.878.321         1.917.077        1.966.905      2.166.387
8      Specializzato     168          1.773.801         1.810.451        1.857.572      1.998.932
7      Qualific.Sup.     760          1.689.264         1.724.187        1.769.087      1.903.785
6      Ex Qualif.        150          1.583.490         1.616.236        1.658.338      1.784.640
5      Qualificato       140          1.505.959         1.531.985        1.565.447      1.665.833
4      Ex Comune         138          1.422.146         1.548.323        1.504.836      1.644.370
3      Comune            123          1.263.407         1.295.987        1.337.786      1.463.540
2      Operaz.Racc.      107          1.129.796         1.153.149        1.183.174      1.273.246
1      Oper.Racc.S.      100          1.003.090         1.027.839        1.057.859      1.155.115

Le retribuzioni di cui sopra sono al lordo delle Trattenute di Legge e delle Trattenute CAC e
FIMI di cui agli arti. 21 e 22 del presente CPL.

OPERAI FLOROVIVAISTI

Tabella C

Tabella Riepilogativa Operai Florovivaisti a Tempo Determinato ( Paga Oraria )
Area    Liv.     Par.    Qualifica             Retribuzione    Retribuzione          Differenza
                                               in Vigore al    AI 31.12.2003
                                               1.1.2000

          a        130    ex Specializ S.      11.288             12.660             1.372
1         b        120    ex Specializ.        10.409             11.676             1.267
        c        116      ex Qualific. S.           9.998                 11.214                  1.216
2       d        110      ex Qualificato            9.575                 10.634                  1.059

3       e        100      ex Comune                 8.618                 9.666                   1.048

Area   Liv. Par.       Qualifica            Aumento               Aumento                 Aumento
       Aumento
                                            Dal 1.1.2001          Dal 1.1.2002            Dal 1.1.2003
       Dal 1.9.2003
                                            14%                   14%                     18%
       54%

       a      130      ex Specializ S.      11.480                11.672                  11.920
       12.660
1      b      120      ex Specializ.        10.586                10.763                  10.991
       11.676

       c      116      ex Qualific.S.       10.168                10.338                  70.556
       11.214
2      d      110      ex Qualificato       9.723                 9.871                   10.061
       10.634

3      e     100       ex Comune            8.764                 8.910                   9.098
       9.666

Le retribuzioni Orarie di cui sopra non sono comprensive del 3° Elemento e dei TAR..

Tabella C/1

Retribuzioni orarie di partenza decorrenza 1.1.2000 (O.T.D. - Florovivaisti)
Area     Liv.     Qualifica                 Par.    Retribuzione      3° Elemento                         Totale
                                                                      30,44%                              Lordo

        a        ex Specializzato Super       130           11.288                3.437                   14.725
1       b        ex Specializzato             120           10.409                3.169                   13.578
        c        ex Qualificato Super         116           9.998                 3.044                   13.042
2       d        ex Qualificato               110           9.575                 2.915                   12.490
3       e        ex Comune                    100           8.618                 2.624                   11.242

Area    Liv.     Qualifica                    Par.          Tratt. di Legge       TOTALE            T.FR.
                                                            C.A.C. (*)            Netto             8,63%
                                                            F.I.M.I. (*)

        a        ex Specializzato Super       130                                                   975
1       b        ex Specializzato             120                                                   899
        c        ex Qualificato Super         116                                                   863
2       d        ex Qualificato               110                                                   827
3       e        ex Comune                    100                                                   744

(*) Trattenute CAC e FIMI Artt. 21 e 22 CPL.
Tabella C/2

Retribuzioni Orarie a decorrere dal 1.1.2001 ( O.T.D. - Florovivaisti )
Area     Liv.     Qualifica                 Par.    Retribuzione        3° Elemento     Totale
                                                                        30,44%          Lordo

         a        ex Specializzato Super     130       11.480             3.495         14.975
1        b        ex Specializzato           120       10.586             3.223         13.809
         c        ex Qualificato Super       116       10.168             3.096         13.264
2        d        ex Qualificato             110       9.723              2.960         12.683
3        e        ex Comune                  100       8.764              2.668         11.432

Area     Liv.     Qualifica                  Par.      Tratt. di Legge    TOTALE      T.F.R.
                                                       C.A.C. (*)         Netto       8,63%
                                                       F.I.M.I. (*)

         a        ex Specializzato Super     130                                      991
1        b        ex Specializzato           120                                      914
         c        ex Qualificato Super       116                                      878
2        d        ex Qualificato             110                                      840
3        e        ex Comune                  100                                      757

(*) Trattenute CAC e FIMI Artt. 21 e 22 CPL.

Tabella C/3

Retribuzioni Orarie a decorrere dal 1.1.2002 ( O.T.D. - FIorovivaisti )
Area     Liv.     Qualifica                 Par.    Retribuzione        3° Elemento     Totale
                                                                        30,44%          Lordo

         a        ex Specializzato Sup.      130       11.672             3.553         15.225
1        b        ex Specializzato           120       10.763             3.277         14.070
         c        ex Qualificato Sup.        116       10.338             3.147         13.485
2        d        ex Qualificato             110       9.871              3.005         12.876
3        e        ex Comune                  100       8.910              2.713         11.623

Area     Liv.     Qualifica                  Par.      Tratt. di Legge    TOTALE      T.F.R.
                                                       C.A.C. (*)         Netto       8,63%
                                                       F.I.M.I. (*)

         a        ex Specializzato Sup.      130                                      1.008
1        b        ex Specializzato           120                                      929
         c        ex Qualificato Sup.        116                                      893
2        d        ex Qualificato             110                                      852
3        e        ex Comune                  100                                      769

(*) Trattenute CAC e FIMI Artt. 21 e 22 CPL.

Tabella C/4

Retribuzioni orarie a decorrere dal 1.1.2003 ( O.T.D. - Florovivaisti )
Area     Liv.     Qualifica                  Par.      Retribuzione       3° Elemento     Totale
                                                                          30,44%          Lordo

         a        ex Specializzato Sup.      130       11.920             3.629           15.549
1        b        ex Specializzato           120       10.991             3.346           14.337
         c        ex Qualificato Sup.        116       10.556             3.214           13.770
2        d        ex Qualificato             110       10.061             3.063           13.124
3        e        ex Comune                  100       9.098              2.770           11.868

Area     Liv.     Qualifica                  Par.      Tratt. di Legge    TOTALE        T.F.R.
                                                       C.A.C. (*)         Netto         8,63%
                                                       F.I.M.I. (*)

         a        ex Specializzato Sup.      130                                        1.029
1        b        ex Specializzato           120                                        949
         c        ex Qualificato Sup.        116                                        911
2        d        ex Qualificato             110                                        869
3        e        ex Comune                  100                                        786

(*) Trattenute CAC e FIMI Artt. 21 e 22 CPL.

Tabella C/5

Retribuzioni orarie a decorrere dal 1.9.2003 ( O.T.D. - Florovivaisti )
Area     Liv.     Qualifica                 Par.     Retribuzione         3° Elemento     Totale
                                                                          30,44%          Lordo

         a        ex Specializzato Sup.      130       12.660             3.854           16.514
1        b        ex Specializzato           120       11.676             3.555           15.231
         c        ex Qualificato Sup.        116       11.214             3.414           14.628
2        d        ex Qualificato             110       10.634             3.237           13.871
3        e        ex Comune                  100       9.666              2.943           12.609

Area     Liv.     Qualifica                  Par.      Tratt. di Legge    TOTALE        T.F.R.
                                                       C.AC. (*)          Netto         8,63%
                                                       F.I.M.I. (*)

         a        ex Specializzato Sup.      130                                        1.093
1        b        ex Specializzato           120                                        1.008
         c        ex Qualificato Sup.        116                                        968
2        d        ex Qualificato             110                                        918
3        e        ex Comune                  100                                        835

(*) Trattenute CAC e FIMI artt. 21 e 22 CPL.

Tabella D

Retribuzioni Mensili Operai Florovivaisti a Tempo Indeterminato
Area     Liv.   Qualifica              Par.    Retribuzione     Retribuzione        Differenza
                                               in Vigore al     AI 31.12.2003
                                               1.1.2000
       a             ex Specializ S.      130    1.907.672        2.139.540         231.868
1      b             ex Specializ.        120    1.759.121        1.973.244         214.123
       c             ex Qualific. S.      116    1.689.662        1.895.166         205.504
2      d             ex Qualificato       110    1.618.175        1.797.146         178.971
3      e             ex Comune            100    1.456.442        1.633554          177.112

Area       Liv. Qualifica          Par.     Aumento          Aumento          Aumento
           Aumento
                                            del 14%          del 14%          del 18%
           del 54%
                                            1.1.2001         1.1.2002         1.1.2003
           1.9.2003

           a    ex Specializ S.    130      1.940.134        1.972.596        2.014.333
           2.139.540
1          b    ex Specializ.      120      1.789.433        1.819.077        1.857.620
           1.973.244
           c    ex Qualific.S.     116      1.718.433        1.747.204        1.784.195
           1.895.166
2          d    ex Qualificato     110      1.643.231        1.668.287        1.700.502
           1.797.146
3          e    ex Comune          100      1.481.238        1.506.034        11.537.915
           1.633.554

Le retribuzioni di cui sopra sono al lordo delle Trattenute di Legge e delle Trattenute CAC e
FIMI di cui agli Artt. 21 e 22 del presente CPL.

Allegato n. 4

Fac-simile di verbale di adesione.

AI Consiglio Paritetico Provinciale (art. 4 C.P.L.) presso F.I.M.I. - C.so Mazzini, 286 - Cosenza

Oggetto: richiesta di adesione al programma di riallineamento.

Il sottoscritto ……………………………………………… nato a …………………….
il……………………… e residente alla via ………………………………… del Comune di
…………………………………Titolare/Legale rappresentante/Amministratore delegato (ecc.)
dell'impresa agricola ………………………………………… sita in località
……………………………………… del Comune di ……………………………………., assuntore di
manodopera dalla Circoscrizione di collocamento di …………………………………, preso atto
dell'art. 16 del C.P.L. del 20.07.2000, stipulato tra le Organizzazioni professionali agricole della
provincia di Cosenza, U.P.A., C.I.A. e COLDIRETTI e le OO.SS. dei lavoratori agricoli della
provincia di Cosenza, FLAI - CGIL, FISBA - CISL e UILA - UIL, avente per oggetto il programma
di graduale riallineamento salariale del trattamento economico spettante agli operai agricoli
della provincia di Cosenza, con il presente atto CHIEDE DI ADERIRE a quanto stabilito dal
citato programma e si impegna ad applicarlo nei termini e secondo le modalità previste dalle
tabelle dell'allegato 3 del C.P.L.

DICHIARA:
a) di essere iscritto nel registro delle imprese presso la C.C.LA.A. di …………………
dal……………………;
b) di non/aver assunto manodopera nel 1999 (scrivere l'anno precedente alla richiesta) per n.
……… lavoratori O.T.D. e n. ……… O.T I. per un n. ……… di giornate complessive;
c) di recepire integralmente i contratti osservandone il rispetto e che ciò comporta:
1) la conferma della fruizione dei benefici di legge previsti dalle norme vigenti ;
2) la conferma di utilizzare il programma di riallineamento economico.

Il mancato rispetto dei contratti fa decadere dai benefici citati.
Il sottoscritto chiede infine, in applicazione del citato art. 16 del C.P.L., di trasmettere e
depositare, dopo la stabilita visione da parte di codesto Consiglio paritetico della presente
richiesta, il presente atto di adesione presso gli uffici di cui al 2 comma del medesimo articolo.

Data ………………………
FIRMA e TIMBRO
………………………………………………

Visto /Il Presidente del Consiglio paritetico
data e firma …………………………………




 FONDO INTEGRAZIONE MALATTIE ED INFORTUNI

COMITATO DI GESTIONE:

Massimo COVELLO - PRESIDENTE
Nicola LUCCHETTI - Vice Presidente
Giuseppe BELCASTRO - Componente
Giuseppe CANNATARO - Componente
Italo GARAFFA - Componente
Giovanni IANNUZZI - Componente

COLLEGIO SINDACALE:

Giuseppina DELLA MURA - Presidente Collegio
Eugenio DI BENEDETTO - Sindaco
Franco BELMONTE - Sindaco
Luigi INCARNATO - Supplente
Antonio RUSSO - Supplente

DALLO STATUTO

Art.1
... E costituita per iniziativa delle OO.SS. di categoria ed al fine di integrare le prestazioni
assistenziali per malattia ed infortunio, una Associazione mutualistica denominata FONDO
INTEGRAZIONE MALATTIA ED INFORTUNI (FIMI)

DAL REGOLAMENTO
Art.1
Il Fondo Integrazione Malattia ed Infortuni per i lavoratori agricoli prevede la erogazione delle
indennità integrative a quelle di legge. Malattia e/o Infortuni.

Art.2
Gli aventi diritto sono:
- Operai a tempo indeterminato (OTI - Salariati fissi)
- Operai a tempo determinato (Otd - Braccianti)
- Compartecipanti
- Piccoli Coloni che lavorano alle dipendenze di Aziende agricole della Provincia di Cosenza

1 Gennaio 2000 - 31 Dicembre 2003

								
To top