Istologia ed Embriologia by CInbY41w

VIEWS: 142 PAGES: 10

									C.d.L. in Ostetricia

Corso Integrato di Anatomia Umana e Istologia (Coordinatore Prof. D.
Puzzolo)

Insegnamento di Istologia ed Embriologia (Titolare Prof. D. Puzzolo)

a) Programma didattico AA. 2008-09
Citologia
Architettura generale della cellula eucariotica. Membrana cellulare. Organuli a membrana:
reticolo endoplasmatico liscio e rugoso, apparato di Golgi, lisosomi, mitocondri.
Citoscheletro: microfilamenti, filamenti intermedi, microtubuli. Centriolo. Nucleo. Nucleolo.
Specializzazioni della superficie cellulare: microvilli, micropieghe, ciglia, stereociglia. Sistemi
di giunzione. Attività cellulari: endocitosi (fagocitosi, pinocitosi), esocitosi (secrezione,
escrezione), ciclo vitale, differenziamento, senescenza e morte (necrosi, apoptosi). Divisione
cellulare (mitosi, meiosi).

Istologia
Tessuto epiteliale:
        a) Epiteli di rivestimento: descrizione morfologica strutturale ed ultrastrutturale,
classificazione, funzione e localizzazione.
        b) Epiteli ghiandolari. Epiteli ghiandolari esocrini: organizzazione strutturale ed
ultrastrut-turale, classificazione. Epiteli ghiandolari endocrini: organizzazione strutturale ed
ultrastrutturale, classificazione.
        c) Epiteli sensoriali.
        d) Epiteli particolarmente differenziati.

Tessuto connettivo: cellule e sostanza intercellulare.
        a) Tessuti connettivi propriamente detti: tessuto mucoso maturo, tessuto fibrillare
lasso, tessuto reticolare, tessuto elastico, tessuto cordoide, tessuto condroide, tessuti
connettivi densi, tessuto adiposo uniloculare e multiloculare.
        b) Tessuto cartilagineo: generalità, struttura, distribuzione classificazione (cartilagine
ialina, fibrosa ed elastica).
        c) Tessuto osseo: organizzazione generale, cellule e matrice ossea, tessuto osseo non
lamellare e lamellare, tessuto osseo compatto e spugnoso. Ossificazione diretta ed indiretta.
        d) Sangue: plasma ed elementi figurati, emopoiesi pre-epatica o vitellina, aorto-
mesonefridica, epatica e adulta: linee differenziative.

Tessuto muscolare: organizzazione morfofunzionale e classificazione (tessuto muscolare
liscio, tessuto muscolare striato scheletrico e cardiaco), struttura delle miofibrille e
meccanismo della contrazione.

Tessuto nervoso: forma, struttura ed ultrastruttura del neurone. Classificazione morfologica
dei neuroni. Fibre nervose mieliniche ed amieliniche. Sinapsi. Nevroglia: classificazione e
morfologia.

Embriologia
L’apparato genitale maschile. Le PGC. La gametogenesi maschile: spermatogenesi e
spermioistogenesi. Il tubulo seminifero. Le cellule di Sertoli. Le cellule di Leydig.
L’apparato genitale femminile. Le PGC. L'ovogenesi e la follicologenesi prepuberale e adulta.
Il ciclo ovarico, tubarico, uterino e vaginale. Controllo neurormonale delle funzioni della
gonade femminile.
Fecondazione. Formazione dello zigote. Segmentazione: modalità e significato, tipi di uovo,
tipi di segmentazione. Morula. Blastocisti: impianto e annidamento. Gastrulazione.
Formazione della corda dorsale. Neurulazione. Derivati ectodermici, mesodermici ed
endodermici.
Annessi embrionali: amnios, sacco vitellino, allantoide, cordone ombelicale, placenta.
La circolazione fetoplacentare e sue modificazioni alla nascita.
b) Curriculum del titolare dell’insegnamento di Istologia (Prof. D. Puzzolo)

         Il Prof. Domenico Puzzolo si è laureato in Medicina e Chirurgia il 26 luglio 1974
con il massimo dei voti e la lode accademica, discutendo una tesi sperimentale ritenuta
degna di pubblicazione.
         Assistente incaricato presso la Cattedra di Istologia della Facoltà di Medicina e
Chirurgia dell'Università degli Studi di Messina dal 12 agosto 1974, nel marzo 1978 ha
vinto il concorso di assistente ordinario presso la stessa Cattedra. Dall'1/11/1979 al
14/2/1983 è stato professore incaricato dell'insegna-mento di Istologia ed Embriologia
presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Messina. Dal
14/2/1983 al 31/10/1990, come vincitore di concorso, è stato professore associato di
Istologia ed Embriologia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli
Studi di Messina. Dall'1/11/1990 a tutt'oggi è professore ordinario di Istologia ed
Embriologia (BIO/17) presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi
di Messina.
         E' docente di Istologia, oltre che nel Corso Integrato di Istologia ed Embriologia del
Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, anche nei Corsi di Laurea in Infermieristica
Pediatrica, Biotecnologie e Ostetricia e nelle Scuole di Specializzazione di Ortopedia e di
Chirurgia Maxillo-Facciale.
         Dal 1991 al 1999 è stato titolare, per supplenza, del "Corso di lingua inglese con
orientamento medico-scientifico" per il Corso dl Laurea in Medicina e Chirurgia
dell'Università degli Studi di Messina.
         Prima e dopo la laurea ha frequentato qualificati laboratori di ricerca italiani e
stranieri per apprendere le tecniche più aggiornate di microscopia elettronica a
trasmissione ed a scansione.
         E' socio della Società Italiana di Anatomia, della Società Italiana di Biochimica,
della Società Oftalmologica Italiana e della International Society of Chronobiology.
         I suoi principali campi di ricerca riguardano l'embriologia dell'occhio e del sistema
nervoso centrale negli uccelli e dei pesci, la struttura e l'ultrastruttura del distretto
oftalmico dei Vertebrati in condizioni basali e nel corso del fisiologico ritmo circadiano,
l'analisi morfologica di preparati ottenuti per citologia ad impressione nella diagnostica di
alcune patologie del segmento anteriore dell'occhio umano.
         E' autore di 185 lavori pubblicati su riviste italiane e straniere con referee e
provviste di Impact Factor.
         Dall'aprile al dicembre 1994 ha coadiuvato il titolare nella direzione del
Laboratorio Centralizzato del Policlinico Universitario di Messina.
         Dall’1/6/1999 al 13/9/2004 ha svolto le funzioni di Direttore Sanitario
dell’Azienda Policlinico Universitario di Messina e dell’Azienda Ospedaliera Universitaria
Policlinico “G.Martino” di Messina.
c) Risultati di apprendimento previsti per l’insegnamento di Istologia

Lo studente, al termine delle attività didattiche, deve essere in grado di:
- Conoscere l’architettura generale della cellula e dei suoi organuli, nonché le principali
    attività cellulari;
- Conoscere i livelli di organizzazione dei quattro tessuti (epiteliale, trofo-meccanico,
    muscolare, nervoso);
- Conoscere la struttura e l’attività funzionale degli apparati genitali maschile e femminile,
    nonché le tappe di sviluppo embrionale, con particolare riguardo alla formazione dei
    foglietti embrionali e degli annessi.


f) Testi di riferimento per l’insegnamento di Istologia

A. CALLIGARO e altri, Citologia e istologia funzionale - EDI ERMES - Milano 2005
P. ROSATI e altri, Embriologia generale - EDI ERMES - Milano 2004


m) Date di inizio e termine e il calendario delle attività didattiche per
l’insegnamento di Istologia nell’A.A. 2008/09

Inizio attività didattiche: 12/11/2008
Fine attività didattiche: 16/1/2009

Calendario attività didattiche:
12/11/08     La cellula eucariotica - Organuli cellulari
14/11/08     Divisione cellulare
17/11/08     Epiteli di rivestimento - Epiteli sensoriali
19/11/08     Epiteli ghiandolari esocrini ed endocrini - Epiteli particolarmente differenziati
21/11/08     Tessuto connettivo
24/11/08     Tessuto cartilagineo - Tessuto osseo
26/11/08     Sangue - Emopoiesi definitive
28/11/08     Tessuto muscolare striato scheletrico, striato cardiaco e liscio
1/12/08      Tessuto nervoso
3/12/08      Appar. genitale maschile - Spermatogenesi - Spermioistogenesi – Spermatozoo
5/12/08      Apparato genitale femminile - Ovogenesi – Follicologenesi
10/12/08     Ciclo ovarico
12/12/08     Ciclo tubarico, uterino e vaginale
7/1/09       Fecondazione, morula, blastocisti, gastrulazione, neurulazione
9/1/09       Derivati dei foglietti embrionali
12/1/09      Derivati dei foglietti embrionali
14/1/09      Annessi embrionali
16/1/09      Placenta e circolazione feto-placentare


o) Orario di ricevimento del titolare dell’insegnamento di Istologia (Prof. D.
Puzzolo)
Lunedì dalle ore 9 alle ore 11




Insegnamento di Anatomia Umana (Titolare Prof. A. Favaloro)

a) Programma didattico AA. 2008-09

Apparato locomotore
Classificazione delle ossa. Generalità sul neurocranio e sullo splancnocranio. Colonna
vertebrale. Generalità sulle ossa del torace, degli arti superiore ed inferiore e dei cingoli
scapolare e pelvico. Classificazione e struttura dei muscoli. Generalità sui muscoli del
rachide, del torace, dell'addome e degli arti. Classificazione e struttura delle articolazioni.
Generalità sulle articolazioni.

Apparato cardiocircolatorio
Generalità sulla piccola e grande circolazione. Cuore e pericardio; morfologia, rapporti e
struttura.

Apparato respiratorio
Organizzazione generale e funzionale dell'apparato respiratorio. Generalità e struttura del
naso, cavità nasali e paranasali. Laringe. Trachea e bronchi. Polmoni e pleure.

Apparato digerente
Organizzazione generale e funzionale dell' apparato digerente. Cavità buccale e ghiandole
salivari. Faringe. Esofago. Stomaco. Intestino tenue. Intestino crasso. Fegato. Vie biliari
extraepatiche. Pancreas.

Apparato urinario
Organizzazione generale e funzionale dell' apparato urinario. Generalità e struttura dei
reni. Apparato escretore del rene. Vescica.

Generalità sull'anatomia macroscopica e microscopica dell'apparato genitale maschile
Testicolo. Vie spermatiche. Ghiandole annesse all'apparato genitale maschile.

Generalità sull'anatomia macroscopica e microscopica dell'apparato genitale femminile
Ovaio. Tuba uterina. Utero. Vagina.

Apparato endocrino
Organizzazione generale e funzionale dell' apparato endocrino. Struttura dell’ ipofisi.
Epifisi. Tiroide. Paratiroidi. Isolotti pancreatici. Ghiandole surrenali.

Sistema nervoso centrale
Organizzazione anatomica e funzionale del S.N.C. Compartimento sensitivo. Concetto
della sensibilità e del recettore, Classificazione delle sensibilità, Classificazione dei
recettori, Schema delle vie sensitive. Compartimento effettore. Concetto della motricità,
Concetto di sistema effettore, Classificazione delle vie motrici ed effettrici. Cenni di
sviluppo del sistema nervoso centrale

Generalità su Midollo spinale, Bulbo, Ponte, Mesencefalo, Cervelletto, Diencefalo.

b) Curriculum del titolare dell’insegnamento di Anatomia Umana (Prof. A.
Favaloro)

        Il Dott. Angelo Favaloro, nato a Messina il 18/04/1972, è Ricercatore Universitario
di Anatomia Umana, presso l’Università degli Studi di Messina, dal 16/12/2005. È
specialista in Medicina dello Sport e Dottore di Ricerca in “Scienze delle Attività Motorie”;
svolge attività di Dirigente medico presso l’Unità Operativa Semplice di Medicina dello
Sport presso l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “G. Martino”. E’socio della
Società Italiana di Anatomia, della Società Italiana di Istochimica e dell'Istituto
Interuniversitario di Miologia.
        La sua attività didattica è basata sull’insegnamento dell’Anatomia Umana, SSD
BIO/16, presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia nei Corsi di Laurea in Infermieristica,
Ostetricia, Ortottica ed Assistenza oftalmologica, nei Corsi di Laurea Interfacoltà Scienze
dell’Enogastronomia Mediterranea e Salute e in Biotecnologie, dove ha l’insegnamento di
Anatomia molecolare, e nel Corso di Laurea Magistrale in “Scienze delle Professioni
Sanitarie della Riabilitazione". Nell’Anno Accademico 2005/2006 è stato Docente alla
Summer School “Neuroanatomy and Clinical Neurosciences”, Università degli Studi di
Messina – VCU Richmond (VA), con la lezione “Brain Stem”. Nell’anno accademico
successivo ha partecipato in qualità di docente alla II Summer School “Neuroanatomy and
Clinical Neurosciences”, Università degli Studi di Messina – VCU Richmond (VA), con la
lezione “Brain Stem and Cerebellum”.
        Le sue principali linee di ricerca sono orientate allo studio delle proteine
costameriche, appartenenti al complesso distrofina-glicoproteine associate (DGC) e al
sistema vinculina-talina-integrine, nel muscolo scheletrico umano proveniente da soggetti
sani e affetti da patologie muscolari, quali le distrofie muscolari, le polineuropatie
sensitivo-motorie e le sarcoglicanopatie, conosciute anche come distrofie distrofino-
positive. Il Dott. Favaloro si occupa anche dello studio delle stesse proteine nel muscolo
cardiaco proveniente da soggetti normali e affetti da patologie cardiache correlate con le
distrofie muscolari, e nel muscolo liscio di soggetti sani e di soggetti affetti dalle principali
patologie correlate. I risultati ottenuti da queste ricerche gli hanno permesso la
pubblicazione su prestigiose riviste internazionale indexizzate ed impactate.
        Dati rilevanti sono, inoltre, quelli pubblicati su riviste internazionali riguardanti lo
studio del ligamento periodontale durante trattamento ortodontico, lo studio morfologico
e semiquantitativo, al microscopio confocale a scansione laser, di proteine di membrana
quali l’acquaporina (AQP2) nei globuli rossi prelevati da soggetti sottoposti ad emodialisi,
e quelli condotti con osservazioni al microscopio ottico ed elettronico a trasmissione,
riguardanti la morfologia e l’ultrastruttura delle cellule mesoteliali provenienti dal
peritoneo di soggetti sottoposti a dialisi peritoneale. Ultimamente il suo interesse
scientifico è rivolto anche allo studio tridimensionale, tramite tecnica del 3D volume
rendering, di varie regioni del corpo umano, con particolare riferimento alle articolazioni e
alle strutture nervose.
        Ha svolto l’attività di referee per la rivista “Journal of Applied Physiology”.
        Un'immagine della ricerca sul ligamento periodontale pubblicata su “International
Journal of Molecular Medicine” è stata utilizzata dall'Editore per la copertina del numero
della rivista oggetto della pubblicazione (Int J Mol Med 21:545-54; 2008).

c) Risultati d’apprendimento previsti per l’insegnamento di Anatomia
Umana

Gli studenti dovranno essere dotati, alla fine del corso di insegnamento, delle principali
nozioni e conoscenze riguardanti tutti gli organi e apparati, relativamente sia alla
Anatomia macroscopica, con particolare riferimento alla forma, alla posizione e ai rapporti
degli organi, sia alla Anatomia microscopica con conoscenza delle principali caratteristiche
morfologiche dei tessuti. Gli studenti, inoltre, dovranno essere dotati di un’ottima
conoscenza della morfologia dell’apparato genitale femminile e dei suoi annessi, non che
delle strutture ossee che lo contengono.

f) Testi di riferimento per l’insegnamento di Anatomia Umana

Anatomia dell’Uomo, AA. VV. Ed. EDI ERMES II edizione
Dizionario Medico Illustrato, Harper Collins, Ed. EDI ERMES

m) Date di inizio e termine e il calendario delle attività didattiche
dell’insegnamento di Anatomia Umana

Inizio lezioni: 12/11/2008; Fine lezioni: 21/01/2009

Calendario attività didattiche:
12-11-08:    Generalità e nomenclatura
14-11-08:    Generalità sull’apparato locomotore
17-11-08:    Cranio
19-11-08:    Colonna vertebrale
21-11-08:    Bacino e arto inferiore
24-11-08:    Cuore e circolazione
26-11-08:    Circolazione fetale e arterie
28-11-08:    Sistema venoso, cavità nasali, laringe, trachea
01-12-08:    Struttura trachea, polmoni, alveolo
03-12-08:    Faringe, esofago
05-12-08:    Stomaco, duodeno
10-12-08:    Verifica
12-12-08:    Fegato
07-01-09:    Pancreas
09-01-09:    Rene
12-01-09:    Tube uterine
14-01-09:    Vescica e Utero
16-01-09:    Utero e Ovaio
21-01-09:      Vagina e genitali esterni



o) Orario di ricevimento del titolare dell’insegnamento di Anatomia Umana
(Prof. A. Favaloro)

Dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle ore 9




Dati relativi all’intero Corso Integrato di Anatomia Umana e Istologia
(Coordinatore Prof. D. Puzzolo)


d) Propedeuticità

Per Fisiologia, Patologia generale e tutti i C.I. clinici

e) Anno di corso

I anno – I semestre

g) Modalità di erogazione della didattica

Tradizionale

h) Sede
Aula “M.A.La Fauci” – Torre Biologica – Piano primo

i) Organizzazione della didattica

Lezioni frontali

j) Modalità di frequenza

Obbligatoria

d) Metodi di valutazione

Prova orale

d) Dati statistici relativi alle votazioni d’esame conseguite dagli studenti (dati
relativi all’A.A. 2007/08)

30/30 e lode        n. 1 studente
30/30               n. 5 studenti
28/30               n. 1 studente
27/30               n. 1 studente
26/30               n. 1 studente
25/30               n. 3 studenti
24/30               n. 2 studenti
22/30               n. 2 studenti
21/30               n. 3 studenti
20/30               n. 1 studente
18/30               n. 2 studenti

n. 2 studenti non hanno ancora superato l’esame di profitto



n) Attività di supporto alla didattica previste per l’insegnamento di Istologia

Non previste

p) Calendario delle prove di esame

Date esami C.I. Anatomia e Istologia

-    10 febbraio 2009 - ore 9
-    27 febbraio 2009 - ore 9
-    23 giugno 2009 - ore 9
-    8 luglio 2009 - ore 9
-    3 settembre 2009 - ore 9
-    21 settembre 2009 – ore 9
-   18 dicembre 2009 – ore 9

								
To top