PROGETTI REALIZZATI a - DOC by Y3rA77

VIEWS: 0 PAGES: 15

									                                         PROGETTI REALIZZATI a. s. 2004-2005
                             (Titolo del libro che è stato letto e di seguito scheda del gioco )


Frédéric Toussaint- IL NASCONDIGLIO MAGICO DI AHRAM WAOUNE-Motta junior editore

Dopo aver ascoltato attentamente la storia, rispondi alle domande.

COME SI CHIAMA IL PROTAGONISTA DELLA STORIA---------------------------------------------

QUANTI FIGLI HA---------

CHE LAVORO SVOLGE-----------------------------------

IN QUALE CITTA’ DOVRA’ INCONTRARE IL MERCANTE NOUR--------------------------------

CHI VIENE TENUTO IN OSTAGGIO DAI BRIGANTI--------------------------------------------

DOPO L’IMBOSCATA CHI AIUTA ALI’------------------------------------------------------------

MENTRE LA CAROVANA STA ANDANDO ALL’APPUNTAMENTO CON I BRIGANTI, CHI

INCONTRA------------------------------------------------

QUALE SEGRETO VIENE RIVELATO AD ALI’----------------------------------------------------------

DOPO CHE ALI’ HA TROVATO IL NASCONDIGLIO MAGICO, COSA FA-----------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

I SOLDATI ASPETTANO ALI’ FUORI DAL NASCONDIGLIO-------------

COSA FA ALI’ QUANDO VEDE COSA E’ SUCCESSO-----------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

IL CAPO DEI BRIGANTI MANTIENE LA PAROLA DATA----------------

CHE COSA VUOLE FARE---------------------------------------------------------------------------

NASSER VIENE SALVATO DA ALI’--------------------

A PALAZZO CHI MANCA AL RITORNO DI ALI’-----------------------------

COSA GLI E’ SUCCESSO-------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------

SARA’ FATTA GIUSTIZIA------------------------------------------
                           Leo Buscaglia - LA FOGLIA MURIEL - Mondadori

PER OGNI LETTERA DELL’ALFABETO TROVA UNA O PIU’ PAROLE CON LA STESSA INIZIALE CHE
ABBIANO RELAZIONE CON L’ALBERO.

  A
  B
  C
  D
  E
  F
  G
  H
  I
  L
  M
  N
  O
  P
  Q
  R
  S
  T
  U
  V
  Z


                      Scholes Katherine – UN BAMBINO E UNA BALENA – Salani

Oltre che dai cetacei, le acque del globo sono abitate da un numero infinito di pesci.
Scrivi i nomi di pesci e cetacei che conosci.
                    Donaldson Julia – A SPASSO COL MOSTRO – Emme Edizioni

Le 15 parole che seguono sono state prese dalla storia che hai ascoltato, ma attento, perché se ne sono
intrufolate 5 che non c’entrano. Trovale e cancellale.

                                               PULCINO

                                                VOLPE

                                               CIVETTA

                                               CENETTA

                                            SALVAGENTE

                                              SERPENTE

                                               MOSTRO

                                                TORTA

                                                BOSCO

                                                FUOCO

                                               ARTIGLI

                                                ZANNE

                                                 TANA

                                                LEPRE

                                             BITORZOLO




                          Lecaye Alexis – AHAMM! TI MANGIO! – Mondadori

Le domande che seguono hanno tre risposte, ma solo una è quella giusta. Metti una crocetta sulla risposta
giusta.

LA PASTORELLA HA
    LE TRECCE
    LA CODA
    LA FRANGETTA

NELLA STALLA CI SONO
    MAIALI
    CAPRE
    PECORE E AGNELLI

QUANDO LA PASTORELLA PORTA IN CUCINA L’AGNELLO SCELTO
   LO METTE IN FRIGOR
   GLI DA’ DA BERE
   LO MANGIA TUTTO

IL LUPO MANGIA
     AGNELLI
      PASTORELLE
      TORTE

LA PASTORELLA HA GLI OCCHI
    MARRONI
    AZZURRI
    VERDI

COSA DANNO GLI AGNELLI AL LUPO
   UN PO’ DI LANA
   UN BERRETTO DI LANA
   UN MAGLIONE

IL LUPO PER MANGIARE LA PASTORELLA
     LA LAVA
     LA TAGLIA A PEZZI
     LA MANGIA CRUDA

IL LUPO ALLA FINE DELLA STORIA PROMETTE CHE ANDRA’ AD AIUTARE
      I TRE PORCELLINI
      I CUGINI DEGLI AGNELLI
      LA NONNA DI CAPPUCCETTO ROSSO


                         J. Cannon – STELLALUNA – Ed. Il Punto d’Incontro

Le 15 parole che seguono sono state prese dalla storia che hai ascoltato, ma attento, perché se ne sono
intrufolate 5 che non c’entrano. Trovale e cancellale.

                                                GUFO

                                               BARBA

                                                NIDO

                                            UCCELLINO

                                             ZAMPETTE

                                               INSETTI

                                              GELATO

                                               MATITA

                                                BUIO

                                                 ALI

                                              FORESTA

                                             INSALATA

                                            CAVALLETTA

                                            PIPISTRELLO

                                            AEROPLANO
                            C. Dickens - Un canto di Natale – (edizione ridotta)
Dopo la lettura della storia di Natale, vi porto gli auguri della biblioteca. Li trasformeremo in un gioco : per
ogni lettera trovate 4 parole che comincino con la stessa lettera.

 B
 U
 O
 N

 N
 A
 T
 A
 L
 E

 A

 T
 U
 T
 T
 I

 D
 A
 L
 L
 A

 B
 I
 B
 L
 I
 O
 T
 E
 C
 A



                                    H.C.Andersen – L’ABETE- Interlinea


Completa le frasi prese dalla storia con la parola mancante.

C’era una volta, in fondo alla foresta, un piccolo grazioso…………………

E’ dal numero dei …………, infatti, che possiamo conoscere l’età degli alberi

Intanto le ………… …….si consumavano e si spegnevano a poco a poco

Così l’uomo raccontò di ………………….. che era caduto da uno scalino

Invece lo trascinarono sino in…………… e lo buttarono in un angolo buio
“Non sono ………………” protestò l’albero-. “Ci sono alberi molto più vecchi di me”

Il più piccolo si era appuntato sul petto la …………. che l’abete aveva portato sulla cima nella più dolce
serata della sua vita

La …………….. lo colpì in profondità e lo fece cadere a terra con un gemito

L’abete fu messo in un grande ……………….. pieno di sabbia

Appendendo ai rami         reticelle   ritagliate   in   carta   colorata,   ognuna   delle   quali   era   piena   di
…………………………


C’era una volta, in fondo alla foresta, un piccolo grazioso…………………abete
E’ dal numero dei …………nodi, infatti, che possiamo conoscere l’età degli alberi
Intanto le ……….candeline si consumavano e si spegnevano a poco a poco
Così l’uomo raccontò di ………..Zucchettino che era caduto da uno scalino
Invece lo trascinarono sino in……….soffitta e lo buttarono in un angolo buio
“Non sono ………….vecchio” protestò l’albero-. “Ci sono alberi molto più ………..vecchi di me”
Il più piccolo si era appuntato sul petto la ………stella che l’abete aveva portato sulla cima nella più dolce
serata della sua vita
La ……….scure lo colpì in profondità e lo fece cadere a terra con un gemito
L’abete fu messo in un grande ………mastello pieno di sabbia
Appendendo ai rami reticelle ritagliate in carta colorata, ognuna delle quali era piena di …….caramelle



                          M.A.Garavaglia – IL COLORE DEL BAMBINO – Interlinea

Quali personaggi hai incontrato nella storia?

Quale messaggio dà questa storia?

Spiega il significato dei seguenti termini:

Intolleranza
Razzismo
Immigrazione



                          A.Lavatelli – I racconti dei Re Magi – Edizioni Interlinea

Dopo aver ascoltato le statuine dei Re Magi raccontare storie agli amici del presepe, ora prova tu a dare
voce ad altre statuine inventando una breve storia legata al Natale. (Di cosa ci parleranno la lavandaia,
l’angelo trombettiere, i pastori ……?)

………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………

………………………………………………………………………………
                            Tolkien – Le lettere di Babbo Natale – Ed. Rusconi


Lettura di due lettere intervallata dalla conversazione sui doni richiesti dai bambini a Babbo Natale.




                    B. Neugebauer- Niente giocattoli quest’anno – Nord-Sud Edizioni

                     A. Weninger – La lettera a Babbo Natale – Nord-Sud Edizioni


Tra le parole che seguono, alcune appartengono alla prima storia che hai ascoltato e altre alla seconda.
Segna con ● le prime e con X le seconde.


       LAMPADA                                                  FABRIZIO
       LUCCICANTE                                               PAESINO
       ROSSO                                                    MONTAGNE
       ALTALENA                                                 SARTA
       INDIRIZZO                                                IPPOLITO
       FRIGNARE                                                 PALLONCINO
       GIARDINO                                                 SORPRESA
       TRAGEDIA                                                 PIAZZA
       PACCHI                                                   STIVALI
       IMPAZZITO                                                VENTO
       JOSHKA                                                   CALENDARIO
       TOC-TOC                                                  SINGHIOZZI
       MARE                                                     CASSETTA DELLE LETTERE
       ONEC                                                     PATTUMIERA
       MONOPATTINI                                              GUANTI
       TRENINI                                                  SLITTA
       IVAN                                                     URRA’
       AIUTANTE UFFICIALE                                       NONNO
       DONARE                                                   BRONCIO



●      IPPOLITO                                          X      CALENDARIO
●      LUCCICANTE                                        X      PAESINO
●      SORPRESA                                          X      MONTAGNE
●      URRA’                                             X      SARTA
●      INDIRIZZO                                         X      LAMPADA
●      FRIGNARE                                          X      PALLONCINO
●      SINGHIOZZI                                        X      ROSSO
●      TRAGEDIA                                          X      JOSHKA
●      FABRIZIO                                          X      STIVALI
●      IMPAZZITO                                         X      VENTO
●      PIAZZA                                            X      MARE
●      TOC-TOC                                           X      GIARDINO
●      PACCHI                                            X      IVAN
●      BRONCIO                                           X      PATTUMIERA
●      MONOPATTINI                                       X      GUANTI
●      TRENINI                                           X      SLITTA
●      CASSETTA DELLE LETTERE                            X      ALTALENA
●      AIUTANTE UFFICIALE                                X      NONNO
●      DONARE                                            X      ONEC
                                    TRA MITI E LEGGENDE - ediz. SEI

Per ogni lettera che compone i nomi dei personaggi protagonisti dei miti ascoltati, cerca negli scaffali della
biblioteca un libro il cui titolo inizi con una lettera uguale (escludi l’articolo).

    S

     I

    G

    F

    R

     I

    D

    O




    M

     I

    N

    O

    T

    A

    U

    R

    O



                  Gianni Rodari - A SBAGLIAR LE STORIE – Emme Edizioni
RICORDANDO LA VERA STORIA DI CAPPUCCETTO ROSSO SEGNA QUALI FRASI SONO VERE (V)
E QUALI FALSE (F)

C’ERA UNA VOLTA UNA BAMBINA CHE SI CHIAMAVA CAPPUCCETTO GIALLO

LA SUA MAMMA LA CHIAMO’ E LE DISSE:-SENTI, CAPPUCCETTO ROSSO…
VAI DALLA ZIA

A PORTARLE QUESTA FOCACCIA

LA BAMBINA ANDO’ NEL BOSCO E INCONTRO’ UNA GIRAFFA
DOVE VAI? LE CHIESE IL LUPO

E CAPPUCCETTO NERO RISPOSE
VADO AL MERCATO

MA NON SO PIU’ LA STRADA

PRENDI IL TRAM E SCENDI IN PIAZZA DEL DUOMO

MA IL LUPO ARRIVO’ PRIMA DI CAPPUCCETTO ROSSO E MANGIO’ LA NONNA
PER FORTUNA UN CACCIATORE UCCISE IL LUPO E LE SALVO’


                     A. Giardina - LA TERRIBILE STORIA DI NERONE - Ed. Laterza

  Segna la risposta o le risposte esatte ai seguenti quesiti:

     1. L’incendio di Roma scoppiò nell’anno
              64 d.C.
              64 a.C.
              104 d.C.
     2. Dapprima chi fu incolpato per l’incendio
              Nerone
              Diocleziano
              I Galli
     3. Per la legge romana Cristo era
              Una delle loro divinità
              Un criminale
              Il figlio di Dio
     4. Tra i cristiani giustiziati per l’incendio ci furono
              S.Pietro
              S.Andrea
              S.Giacomo
              S.Paolo
     5. Quali città bruciarono come Roma
              Londra
              Berlino
              Parigi
              Varsavia
              Mosca
     6. Perché bruciò Roma
              Perché costruita in gran parte con il legno
              Perchè qualcuno appiccò il fuoco nella zona del Circo Massimo
              Perché le case erano alte e addossate le une alle altre
              Per colpa dell’imperatore
     7. Il provvedimento emanato dall’imperatore Augusto proibiva che si costruissero edifici più alti di
              10 m
              21 m
              15 m
     8. A causa degli incendi frequenti Augusto istituì
              Un corpo di pompieri
              Un corpo di sorveglianti
              Un corpo di militari
     9. Era difficile spegnere gli incendi perché
              Nelle case non c’era l’acqua corrente
              I pompieri erano pochi
              I mezzi tecnici erano insufficienti
     10.     Quanti piani avevano le case
              5
              3
              6
        L’incendio di Roma scoppiò nell’anno
                   64 d.C.
                   64 a.C.
                   104 d.C.
        Dapprima chi fu incolpato per l’incendio
                  Nerone
                  Diocleziano
                  I Galli
        Per la legge romana Cristo era
                   Una delle loro divinità
                   Un criminale
                   Il figlio di Dio
        Tra i cristiani giustiziati per l’incendio ci furono
                  S.Pietro
                  S.Andrea
                  S.Giacomo
                  S.Paolo
        Quali città bruciarono come Roma
                  Londra
                  Berlino
                  Parigi
                  Varsavia
                  Mosca
        Perché bruciò Roma
                  Perché costruita in gran parte con il legno
                  Perchè qualcuno appiccò il fuoco nella zona del Circo Massimo
                  Perché le case erano alte e addossate le une alle altre
                  Per colpa dell’imperatore
        Il provvedimento emanato dall’imperatore Augusto proibiva che si costruissero edifici più alti di
                  10 m
                  21 m
                  15 m
        A causa degli incendi frequenti Augusto istituì
                  Un corpo di pompieri
                  Un corpo di sorveglianti
                  Un corpo di militari
        Era difficile spegnere gli incendi perché
                  Nelle case non c’era l’acqua corrente
                  I pompieri erano pochi
                  I mezzi tecnici erano insufficienti
        Quanti piani avevano le case
                   5
                   3
                   6




                         Garlando – Per questo mi chiamo Giovanni – Fabbri Ed.

Lettura di alcuni capitoli cominciando dall’incontro di Falcone con la mafia.
Prima e durante la lettura vengono puntualizzati alcuni concetti sull’argomento.
                               Pinin Carpi – LA NOTTE DEI LUPI – Einaudi

Fra le parole elencate 10 non fanno parte della storia che hai ascoltato. Quali? Segnale con una crocetta.

               MOTO
               TRENO
               NATALE
               ORECCHIE
               MARE
               TAMBURO
               FIORI
               PAURA
               NEVE
               AQUILONE
               TELEFONO
               TRECCE
               SBERLE
               FIDANZATONE
               LUMACA
               GELATO
               SASSOLINI
               MARCIAPIEDE
               GIOSTRA
               COMPLEANNO
               VICOLI
               LAMPIONI
               PUZZOLENTE
               LAGO


               MOTO
      X        TRENO
               NATALE
               ORECCHIE
      X        MARE
      X        TAMBURO
               FIORI
               PAURA
               NEVE
      X        AQUILONE
               TELEFONO
      X        TRECCE
               SBERLE
               FIDANZATONE
      X        LUMACA
      X        GELATO
      X        SASSOLINI
               MARCIAPIEDE
      X        GIOSTRA
               COMPLEANNO
               VICOLI
               LAMPIONI
               PUZZOLENTE
      X        LAGO
                                    J. Herriot – STORIA DI GYP – Rizzoli

Gyp è un cane speciale dal nome simpatico. Tu quali nomi di cane conosci e quali sono quelli che sai
inventare?
Scrivili nella tabella.

 1                                    15                                    29

  2                                   16                                    30

  3                                   17                                    31

  4                                   18                                    32

  5                                   19                                    33

  6                                   20                                    34

  7                                   21                                    35

  8                                   22                                    36

  9                                   23                                    37

 10                                   24                                    38

 11                                   25                                    39

 12                                   26                                    40

 13                                   27                                    41

 14                                   28                                    42




                L. Lombardo Radice -LE CURIOSE AVVENTURE DI GIGI ALLA-LETTERA
                                       – Lisciani & Giunti Ed.


Rispondi alle seguenti domande segnando la risposta giusta con una crocetta.

Qual è il vero nome di Gigi Alla-Lettera?
          Lucio
          Luigi
          Luigi Letterio


Quando il papà dice di fare quattro passi, cosa fa Gigi?
        Quattro passi
        Un giretto per il giardinetto
        Sta fermo


Cosa gli dice il papà quando Gigi va dal fornaio Alacci per acquistare la torta?
         Prendi il tram
         Cammina sulle righe zebrate
         Aspetta che passino le automobili
Dove c’è scritto SORREGGERSI ALLE APPOSITE MANIGLIE, MANCORRENTI, ECCETERA?
         Sul tram
         A scuola
         Sull’autobus


Come finisce la cantilena
                                             Gigi Alla-Lettera
                                           Attacati agli eccetera
                                             Fai quattro passi
                                            Vai a mangiare i…

         Tassi
         Sassi
         Massi


Quante volte Pippo Gargiulo offende Gigi Alla-lettera con la cantilena?
        70
        491
        7




                  Diane Tong (a cura di) - STORIE E FIABE DEGLI ZINGARI – Ed.TEA

Dopo aver ascoltato la storia PERCHE’ GLI ZINGARI NON HANNO UN ALFABETO
sostituisci ai puntini le parole mancanti.


                            PERCHE’ GLI ZINGARI NON HANNO UN ALFABETO

C’era una volta un ……………..che aveva …………………………degli zingari.

Dato che a quel tempo non esistevano ancora gli……………………….e

le………………….., lo avvolse in certe foglie di………………………………..e si mise a

dormire vicino a una………………………….

Passò di lì un…………………………..,bevve un po’ di……………………e, già che c’era, si

mangiò anche le……………………..di cavolo.

Ed ecco perché gli ………………….. non hanno un……………………



                                        ********************************

C’era una volta un ……RE………..che aveva …L’ALFABETO………………………degli
zingari.
Dato che a quel tempo non esistevano ancora gli…SCAFFALI………….e
le…LIBRERIE…, lo avvolse in certe foglie di………CAVOLO…….e si mise a
dormire vicino a una…FONTE……………………….
Passò di lì un……SOMARO……………………..,bevve un po’
di…ACQUA…………e, già che c’era, si mangiò anche
le……FOGLIE………………..di cavolo.
Ed ecco perché gli ……ZINGARI…………….. non hanno un…ALFABETO…………………




                                 Roald Dahl – VERSI PERVERSI - Salani
Un forte vento ha mischiato i titoli delle fiabe più famose. Prova tu a ricomporli.
(Incollare su un cartoncino le singole parole che compongono il titolo e mischiarli)

I
TRE
PORCELLINI


CAPPUCCETTO
ROSSO


IL
LUPO
E
I
7
CAPRETTI


BIANCANEVE
E
I
7
NANI


LA
BELLA
ADDORMENTATA
NEL BOSCO

IL
FAGIOLO
MAGICO

								
To top