La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo - Elledieffe

Document Sample
La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo - Elledieffe Powered By Docstoc
					                      TEATRO VERDI DI TERNI
                        STAGIONE DI PROSA
                            2004/2005


Giovedì 14 e venerdì 15 ottobre
La Compagnia di Teatro di Luca De Filippo - Elledieffe - Mercadante
Teatro Stabile di Napoli
Napoli Milionaria!
di Eduardo De Filippo
con Luca De Filippo e Mariangela D’Abbraccio
regia Francesco Rosi

Napoli Milionaria! – il grande affresco teatrale di Eduardo sulla guerra
– andò in scena per la prima volta il 25 marzo del 1945 al San Carlo
di Napoli: una rappresentazione in beneficenza per i bambini poveri
della città.
La regia è oggi affidata a uno dei più grandi registi contemporanei,
Francesco Rosi che, come De Filippo, ha sempre affrontato con
impegno civile e morale, i grandi temi della nostra storia.
Quel racconto sul disfacimento morale e la disgregazione sociale di un
popolo, sulle tremende conseguenze degli orrori innescati dalla
guerra, oggi si ripresenta alle nostre vite e alle nostre coscienze
ancora carico di tutto il suo senso: “Napoli Milionaria! – dichiarò
l’autore –, che pure racconta una storia triste e amara, come triste e
amaro era stato quello che avevamo vissuto, è la commedia della
grande speranza…”

Martedì 26 e mercoledì 27 ottobre
Aldo Miguel Grompone e Monique Veaute
NOVECENTO
un monologo di Alessandro Baricco
con Arnoldo Foà
regia Gabriele Vacis
musiche Roberto Tarasco

Dopo essere diventato un film grazie a Tornatore, Novecento approda
ancora una volta in teatro con la presenza di uno straordinario
Arnoldo Foà che dall'alto dei suoi incredibili ottantasette anni, attinge
alla sua maggior efficacia emotiva e ricrea e storicizza la vicenda
facendola planare lontano, nella dimensione del secolo cui l’opera é
dedicata. Questo attore, considerato non a caso per decenni "la voce"
del nostro teatro, anche grazie a una singolarità espressiva carica di
risonanze, ha saputo “cantare" il testo di Alessandro Baricco con
intensa poesia.

Giovedì 4 e venerdì 5 novembre
Teatro Stabile delle Marche
in collaborazione con AMAT/Comune di Urbino/Teatro Mercadante
Stabile di Napoli
SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE
di Luigi Pirandello
con Carlo Cecchi, Paolo Graziosi, Angelica Ippolito, Antonia Truppo
Sabina Vannucchi e con Alessandro Baldinotti, Francesco Ferrieri,
Cecilia Finetti, Paola Giorgi, Riccardo Lupo, Paolo Mannina, Rino
Marino, Stefano Tosoni
Regia Carlo Cecchi

E’ stato uno degli spettacoli di prosa più amati dal pubblico e dalla
critica nella scorsa stagione, un'edizione dei Sei personaggi come non
si era mai vista, che ha fatto registrare ovunque il tutto esaurito.
Un allestimento acuto e sorprendentemente ironico che porta la firma
prestigiosa di Carlo Cecchi e vede in scena, oltre allo stesso regista in
un’impareggiabile prova d’attore, un ottima compagnia.
“...Cecchi nel veloce, brioso allestimento, conserva della cornice
teatrale l'aspetto giocoso,…spogliata del suo alone di mistero, la truce
vicenda emerge così in tutta la sua sordidezza, con delizia di Cecchi
stesso, lesto a intravederne il potenziale scenico...La sua prestazione
è deliziosa e vale da sola la serata: il ripasso dell'immortale
capolavoro risulta di forse sorprendente, certo assai benvenuta
leggerezza.” (Masolino D'Amico, La Stampa)

Martedì 23 e mercoledì 24 novembre
Emilia Romagna Teatro Fondazione
in collaborazione con Romaeuropa Festival 2003
INIZIALI: BCGLF
di Giovanni Lindo Ferretti e Giorgio Barberio Corsetti
con Nancie Badinga, Chiara Bagni, Sonia Beltran, Johann Durand,
Giovanni Lindo Ferretti, Pierre Harley, Julien Lambert
regia Giorgio Barberio Corsetti

Lo spettacolo nasce dall’incontro di Giorgio Barbero Corsetti regista
affermato della nuova generazione e Giovanni Lindo Ferretti musicista
che ha segnato il panorama della musica rock italiana con la sua forza
e la sua poesia.
Da un immaginario fatto di parole, di presenze e di corpo, i due artisti
hanno costruito un nuovo linguaggio comune fatto di immagini,
canzoni, proiezioni video, macchine teatrali, corpi e attraversamenti
che raccontano il mondo messo in moto da Ferretti con il suo lavoro.
Uno spettacolo che si nutre di sensazioni, suoni, folgorazioni,
illuminazioni, viaggi e persino invettive. Ma anche di emozioni forti e
autentiche.

Lunedì 6 e martedì 7 dicembre
AGIDI
Il Signor Rossi contro l'impero del male
di Paolo Rossi
musiche Franco Battiato
con Paolo Rossi, Jun Ichikawa, Emanuele Dell'Aquila, Rufin Doh
Zeyenouin, Alex Orciari, Stefano Bembi, Kais Boumaiza, Aischa
Hamrouni.

Una nuova sfida per Paolo Rossi che affronterà in questa occasione un
argomento scottante come la religione, un viaggio attraverso
l’illusione e la seduzione delle culture, i segreti dei culti e la magia; in
cui si metteranno a confronto i teatranti, il pubblico e le credenze
religiose. Sarà uno spettacolo abitato da molte anime e da molte voci
che, come da felice consuetudine, cercherà di intercettare anche la
voce e l’anima del pubblico. Una Compagnia internazionale e le
musiche di Franco Battiato contribuiranno al successo della
messinscena che si preannuncia come uno degli eventi della prossima
Stagione.

Lunedì 20 e martedì 21 dicembre
Teatro Stabile di Firenze
Ti ho sposato per allegria
di Natalia Ginzburg
con Maria Amelia Monti, Antonio Catania e Ariella Reggio, Giulia
Weber, Lucilla Chiaradia
regia Valerio Binasco

 “Dov’è il mio cappello?” Ti ho sposato per allegria comincia così.
Comincia, da un sorriso sfrontato e ironico dinanzi all’impossibile.
C’è una famigliola, con tanto di suocera, cognatina, e governante, tutti
insieme a fare il teatrino delle proprie parti, dentro a un gioco di parodia
che approda a una forma apparentemente impropria, i monologhi fiume
divertentissimi e all’apparenza teatralmente impossibili, o meglio,
sfrontatamente fragile e tuttavia, là dove pare disfarsi in frivolezza, farsi
irresistibile.
Nasce così il gioco della “casa”, e con esso per uguale allegria, la
Ginzburg fa nascere il gioco del suo teatro.
Martedì 11 e mercoledì 12 gennaio
Teatro Stabile dell’Umbria
in collaborazione con Teatro Lauro Rossi di Macerata/AMAT
EDOARDO II
di Christopher Marlowe
traduzione Letizia Russo
con Danilo Nigrelli e Matteo Caccia, Marco Foschi, Fabio Pasquini,
Annibale Pavone, Alessandro Quattro, Enrico Roccaforte, Cinzia
Spanò, Nicola Stravalaci, Rosario Tedesco
regia Antonio Latella
costumi Annelisa Zaccheria
luci Giorgio Cervesi Ripa
suono Franco Visioli

Il Teatro Stabile dell’Umbria continua a esplorare con Antonio
Latella la drammaturgia elisabettiana, così avvincente e moderna,
mettendo in scena l’Edoardo II di Marlowe, da molti considerato il
suo capolavoro, una tragedia commovente e dissacrante in cui la
passione di re Edoardo per il suo favorito Gaveston, si intreccia con
i destini delle corti europee percorse da cospirazioni e intrighi. Lo
scontro inesorabile tra libertà individuale e responsabilità pubblica,
tra status e persona, in un crescendo d’ineluttabilità, di dolore e di
crudeltà, si conclude con l’atroce morte di Edoardo nella Torre di
Londra e con “il grido più agghiacciante della letteratura inglese”.

Lunedì 31 gennaio e martedì 1 febbraio
Società per Attori & Teatro della Cometa
Parol&Musica
SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE
di William Shakespeare
Con Giorgio Colangeli, Claudio Santamaria, Maurizio Palladino
regia Giuseppe Marini

Giuseppe Marini regista di versatile talento, considerato da alcuni
l’erede di Carmelo Bene, mette in scena il capolavoro di Shakespeare,
Sogno di una notte di mezza estate, in una lettura inedita e originale,
tesa a rivelarne il nucleo più segreto e inquietante. In questa
esplorazione la notte di mezza estate diventa una notte oscura, una
festa grottesca e folle, dove il caos e la dismisura dettano le loro
regole, generando equivoci, identità confuse. Un’emozionante prova
collettiva per questa splendida favola romantica dove però il vero
amore, a ben guardare, non esiste: è solo una bellissima forma
illusoria.
Sabato 19 e domenica 20 marzo
Teatro Stabile di Genova
L’ALCHIMISTA
di Ben Jonson
adattamento Michele Serra
con Eros Pagni, Jurij Ferrini
regia Jurij Ferrini

L’alchimista propone l'incontro tra la sorprendente modernità di un
classico dell'età elisabettiana, Ben Jonson, la capacità di raccontare il
mondo di uno dei più interessanti autori satirici contemporanei,
Michele Serra e il giovane talento del teatro italiano, Jurij Ferrini,
affiancato per l’occasione dall'esperienza e dalla vis comica di Eros
Pagni, dalla verve di Frédérique Loliée, oltre che da un affiatato
gruppo di attori dello Stabile genovese.
Questo strepitoso affresco dedicato alla materialistica ansia di
consumo nell’Inghilterra del primo Seicento, è sempre stato un testo
di successo, ammirevole per la forza comica e per l’elegante
precisione con cui gli episodi s’incastrano gli uni negli altri,
partecipando insieme all’armonia della musica.

Martedì 10 e mercoledì 11 maggio
Teatro Stabile dell’Umbria
Fondazione Cassa di Risparmio Perugia
Bruno e Misette Buitoni
I QUATTRO MOSCHETTIERI
da Nizza e Morbelli
di Enrico Vaime e Nicola Fano
con Antonello Fassari, Giampiero Frondini, Claudio Bellanti,
Massimiliano Cardinali, Mauro Celaia, Daria Panettieri,
Massimo Salari
e con Simona Marchini
con la partecipazione di Mauro Gioia
regia Gigi Dall’Aglio
musiche eseguite dal vivo da Alessandro Giachero, Cristian Panetto,
Gianni Scarabottini
scene e costumi Emanuela Dall’Aglio
musiche a cura di Alessandro Nidi

Dopo il fortunato debutto dello scorso anno, la produzione del
Teatro Stabile dell’Umbria I quattro moschettieri approda al Verdi di
Terni.
Diretti dall’abile e raffinata regia di Gigi Dall’Aglio vedremo in
scena, l’istinto comico e lo smalto di Simona Marchini e di Antonello
Fassari, affiancati da un numeroso cast e da un complesso che
accompagnerà dal vivo un virtuoso del canto come Mauro Gioia.
Lo spettacolo prende ispirazione dai due libri che la Buitoni-
Perugina, pubblicò tra il 1935 e 1937, autori Angelo Nizza e
Riccardo Morbelli. Vaime e Fano nell’elaborazione drammaturgica
hanno recuperato il fascino delle atmosfere e della teatralità di
quegli anni in una messinscena che si distingue per essere piena di
vita, musica, fantasia nelle rievocazioni, divertimento delle citazioni.

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:49
posted:2/19/2012
language:Latin
pages:6