disciplinare gara puc definitivo by 1DdJ6dR

VIEWS: 0 PAGES: 14

									       COMUNE DI VENDONE
                                        (Provincia di Savona)
                                           Tel/fax 0182/76248


                                         PROCEDURA APERTA

           PER L’AFFIDAMENTO DELL'INCARICO RELATIVO A SERVIZI DI URBANISTICA ED
 ALL'ARCHITETTURA PAESAGGISTICA PER LA REDAZIONE DEL PROGETTO PRELIMINARE E
DEFINITIVO DI P.U.C., NONCHÉ PER LO SVOLGIMENTO DI TUTTE LE ATTIVITÀ ED INDAGINI
SUL TERRITORIO PROPEDEUTICHE ALLA PREDISPOSIZIONE DEI RIDETTI PROGETTI DI P.U.C.



                                   BANDO / DISCIPLINARE DI GARA

                                                  Art. 1

                                     Amministrazione Aggiudicatrice

          Comune di Vendone;
          Indirizzo: Loc. Capoluogo n° 1 – 17032 Vendone (SV)
          Sito Internet: http://www.comunedivendone.it
       -   Ufficio presso il quale è possibile ottenere ulteriori informazioni e/o copia della
           documentazione: Ufficio Tecnico Comunale, nei giorni di martedì, e venerdì dalle ore 10,30
           alle ore 12,30 – Geom. Fulvio Ferrua - Tel. 0182.76248, e-mail utcvendone@alice.it
          Responsabile del Servizio / Procedimento: Geom. Fulvio Ferrua;
          Codice Cig 04489472C8
                                                  Art. 2

                                          Informazioni generali

2.1.       Oggetto dell'appalto : la procedura ha ad oggetto l'affidamento del servizio relativo alla
progettazione preliminare e definitiva del Piano Urbanistico Comunale del Comune di Vendone,
comprensivo di tutti gli elaborati previsti dalla legge della Regione Liguria n. 36/1997, e successive
modificazioni ed integrazioni, ivi comprese quelle apportate, da ultimo, dalla L.R. 7 febbraio 2008, n. 1,
di seguito definita “L.U.R”, ed in conformità ad essa, sino alla sua definitiva approvazione ed entrata in
vigore.

E’ richiesto un percorso di urbanistica partecipata contestuale al Documento degli obiettivi, nonché la


                                                   -1-
predisposizione della Valutazione Ambientale Strategica (VAS) di cui al Decreto Legislativo
3 aprile 2006, n. 152, art. 7 e ss., (e/o documenti equipollenti), come pure l'indicazione e l'elaborazione
delle eventuali proposte di varianti al PTC Provinciale (art. 38, comma 1, L.U.R.) ed al PTCP Regionale,
e/o l'eventuale recepimento di quest'ultimo.

L'incarico si estende inoltre all'elaborazione dei documenti (art. 40, comma 1, lett. a) di recepimento dei
pareri e delle osservazioni pervenute durante le procedure di consultazione di cui agli artt. 38 e 39
L.U.R., nonché tutti gli ulteriori atti e/o documenti previsti dalla legge per giungere alla definitiva
approvazione del PUC ed alla sua entrata in vigore.

Come prescritto dall'art. 26, L. Regione Liguria n. 38/2007, il PUC dovrà essere altresì adeguato -per
quanto sarà ritenuto necessario e/o opportuno- al Piano Quadriennale per l'Edilizia Residenziale
approvato con D.C.R. 28/04/2009, n. 9, in BURL, Parte II, 03/06/2009, n. 22.

2.2.       L'appalto riguarda unicamente i servizi di urbanistica ed architettura paesaggistica connessi alla
redazione del PUC.

L'affidatario dovrà garantire, a mezzo di propri collaboratori/professionisti scelti tra tecnici di
comprovata esperienza e competenza nel rispettivo campo, lo svolgimento di tutte le attività non
afferenti all'architettura ed alla paesaggistica, ma necessarie e/o opportune per la redazione del PUC e,
segnatamente, le prestazioni delle seguenti categorie professionali:

      geologo, per i relativi studi e rilievi e funzioni connesse;

      esperto di scienze naturali;

      agronomo.

Tali collaboratori tecnici, saranno individuati autonomamente dall'aggiudicatario, dallo stesso incaricati
prima della stipula del contratto con il Comune di Vednone avente ad oggetto il servizio di cui alla
presente procedura -mediante la stipula dei più opportuni contratti di prestazione d'opera intellettuale
e/o altre forme di collaborazione meglio viste o ritenute- e coordinati, ai fini dello svolgimento delle
rispettive attività lavorative e professionali, secondo le proprie migliori, autonome, determinazioni e
valutazioni.

I costi per i suddetti collaboratori tecnici saranno a totale carico dell'aggiudicatario, e dovranno trovare
piena copertura nell'offerta presentata.

I nominativi dei ridetti collaboratori saranno comunicati alla Stazione appaltante al momento della
stipula del contratto.

2.3.       Tipo di appalto: appalto di servizi di urbanistica ed architettura paesaggistica (Regolamento della

                                                         -2-
Commissione n. 213/2008, c.p.v. n. 71410000-5, “Servizi di urbanistica” e n. 71420000-8 “Servizi di
architettura paesaggistica”).

2.4.      Importo stimato a base di gara: € 43.000,00 (diconsi € quarantatremila/00), comprensivo di IVA e
di tutti gli ulteriori oneri di legge, inclusivo di:

 tutti gli adempimenti prodromici e necessari per l'elaborazione, redazione e consegna al Comune di
   Vendone dei documenti e degli atti di cui all'art. 24, “LUR” (descrizione fondativa, documento degli
   obiettivi, struttura del piano, norme di conformità e di congruenza, nonché gli atti di cui alla L. R. 7
   febbraio 2008, n. 1, art. 4);

 in coerenza ed in conseguenza alle risultanze di tali attività ed all'impostazione dei suddetti atti,
   l'elaborazione, redazione e consegna al Comune di Vendone del Progetto preliminare di PUC, con le
   relative proposte di variante al PTCP Regionale ed al PTC Provinciale, VAS e/o documenti
   equipollenti;

 redazione di tutti i documenti ed atti di cui all'art. 40, “L.U.R.” prodromici e necessari per addivenire,
   prima, all'adozione e poi alla definitiva approvazione del progetto definitivo di PUC, ivi compresi gli
   eventuali atti di recepimento del parere regionale ai sensi dell'art. 4, comma 3, L.R. 1/2008, cit.;

 collaborazione con la P.A. durante tutto l'iter di approvazione del Progetto di PUC, anche assumendo
   l'impegno a presenziare, presso gli Uffici del Comune di Vendone, nei termini minimi meglio indicati
   al successivo punto 3.3;

 eventuale adeguamento del PUC al PQR di cui alla D.C.R. n. 9 del 28/04/09;

 la retribuzione dei collaboratori tecnici individuati dall'aggiudicatario a norma del precedente punto
   2.2.

L'importo presunto sopraindicato trova adeguata copertura in atti di competenza comunale.

Conformemente a quanto indicato nella Determinazione n. 03/2008 del 5 marzo 2008 dell'“Autorità di
Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture”, (in G.U. n. 64 del 15 marzo 2008),
“Sicurezza nell’esecuzione degli appalti relativi a servizi e forniture. Predisposizione del documento
unico di valutazione dei rischi (DUVRI) e determinazione dei costi della sicurezza”, il presente appalto,
avendo ad oggetto servizi di natura intellettuale, da effettuare solo minimamente ed in parte
assolutamente trascurabile presso la stazione appaltante, non richiede la predisposizione di DUVRI e la
conseguente stima dei costi della sicurezza.

2.5.      Termine di esecuzione: i tempi di esecuzione della prestazione saranno definiti nel contratto
stipulato con l'aggiudicatario della selezione in termini di:


                                                       -3-
          consegna del progetto preliminare: 300 (trecento) giorni naturali consecutivi dalla data di
           comunicazione al concorrente primo classificato dell'intervenuta (a suo favore) aggiudicazione
           definitiva, a norma dell'art. 11, comma 5, d.lgs. 163/06 e s.m.i.;

          consegna del progetto definitivo: 75 giorni (settantacinque) giorni naturali consecutivi dalla data
           in cui il Comune di Vendone comunicherà all'aggiudicatario di avere acquisito, sul progetto
           preliminare, i pareri degli enti indicati all'art. 39, “LUR”, e/o comunque dal giorno in cui si sia
           formata la fattispecie -se sussistenti i presupposti- di cui all'art. 39, comma 4, “LUR”, e/o, (se
           successivo) dal giorno in cui il Comune abbia dato atto che sono state ultimate le procedure di:

                pubblicazione e notifica dell'avviso di pubblicazione del progetto preliminare di PUC di
                   cui all'art. 38, comma 2, lett. a) e b);

                deposito del progetto presso la segreteria del comunale per 90 giorni consecutivi, ex art.
                   38, comma 2, lett. d) L.U.R.;

                illustrazione del progetto nel corso di udienze pubbliche anche decentrate ex art. 38,
                   comma 2, lett. e) L.U.R.;

                acquisizione dell'assenso da parte della Amministrazioni Pubbliche o Enti di Gestione
                   ove ricorrano le condizioni di cui all'art. 38, comma 2, lett. f) e comma 3, L.U.R.



                                                         Art. 3

                                             Requisiti di partecipazione

3.1.       La selezione è riservata a:

        liberi professionisti singoli od associati nelle forme di cui alla legge 23 novembre 1939, n. 1815;

        società di professionisti;

        società di ingegneria;

        raggruppamenti temporanei ed ATI costituiti/e o costituendi/e tra i suddetti soggetti;

        da consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria, anche in forma mista,
           formati da non meno di tre consorziati che abbiano operato nel settore dei servizi di ingegneria e
           architettura, per un periodo di tempo non inferiore a cinque anni, e che abbiano deciso di
           operare in modo congiunto. E' vietata la partecipazione a più di un consorzio stabile.

A norma dell'art. 37, comma 2, d.lgs. 163/2006 e s.m.i., si precisa che la prestazione principale oggetto
della presente selezione è costituita dalla stesura e dalla redazione delle norme di piano nonché dalla


                                                          -4-
stesura e predisposizione della relativa cartografia di piano.

A norma dell'art. 37, comma 4, d.lgs. 163/2006 e s.m.i., i concorrenti riuniti in ATI (costituite e
costituende) o consorziati dovranno precisare nella propria domanda di partecipazione le parti di servizio
che saranno eseguite dai singoli operatori economici riuniti o consorziati.

Per le persone giuridiche, per le associazioni, per i raggruppamenti temporanei/ ATI e per i consorzi, la
domanda deve individuare i soggetti/persone fisiche incaricati della prestazione del servizio,
specificandone le generalità, la qualifica professionale nonché la specifica mansione/funzione cui saranno
preposti nella redazione del PUC.

3.2.       I candidati dovranno -a pena di esclusione- autocertificare, e se del caso dimostrare, il possesso
dei requisiti generali di cui all'art. 38, d.lgs. 163/2006, nonché il possesso dei seguenti requisiti di capacità
tecnica e professionale:

          possesso dei seguenti titoli di studio: laurea in architettura, ingegneria o altra equipollente ed
           iscrizione presso i rispettivi Albi professionali;

          aver redatto, in passato, almeno uno strumento di pianificazione (P.U.C., P.R.G. o relative
           varianti generali e/o altri strumenti differenti per denominazione, ma equivalenti al PUC per
           funzione ed ambito spaziale/territoriale di riferimento) il cui procedimento si sia concluso con
           l’adozione/approvazione del progetto da parte degli Enti committenti;

          disponibilità delle usuali attrezzature tecniche necessarie all'assolvimento dell'incarico, adeguate
           al tipo di servizio richiesto.

3.3.       Il candidato dovrà assumere l'impegno a presenziare, presso gli Uffici del Comune di Vendone,
per un minimo di complessive 100 (cento) ore nella fase di predisposizione del Progetto preliminare, e di
complessive 60 (sessanta) ore nella fase di predisposizione del progetto definitivo, in sessioni non
inferiori a 4 ore alla settimana ed in orari da concordare con gli Uffici della P.A., al fine di provvedere al
coordinamento con l'Ufficio Urbanistica ed al fine di interfacciarsi con l'Amministrazione durante tutta
la fase di preparazione del Progetto di PUC, di aggiornare la P.A. sullo stato di attuazione dell’incarico, di
recepire le indicazioni e gli orientamenti eventualmente forniti dalla committenza, di prendere visione
ed elaborare i documenti agli atti del Comune, di incontrare gli amministratori, i funzionari del Comune,
la cittadinanza ed altri soggetti che ne facciano eventualmente richiesta.

Ciascun professionista materialmente incaricato di redigere il PUC (quale professionista singolo o
associato e/o quale membro di ATI, raggruppamenti, socio di società, collaboratore incaricato, etc.) dovrà
assumere l'impegno -in caso di aggiudicazione- a svolgere, nell'ambito del territorio del Comune di


                                                         -5-
Toirano, fino alla definitiva approvazione del PUC, soltanto incarichi di progettazione di opere ed
impianti pubblici, in conformità con l’art. 41 bis della L. 17 agosto 1942 n. 1150, nonché quello di
mantenere segrete in ogni tempo tutte le informazioni e i dati di cui venga a conoscenza nel corso della
prestazione ed a non effettuare alcuna pubblicazione o altra divulgazione di tali informazioni e dati, né
di quanto abbia costituito oggetto della prestazione, senza aver sottoposto i testi relativi
all’Amministrazione e averne ottenuto il consenso scritto;

3.4.    Cause di esclusione: sono esclusi dalla gara i soggetti che si trovano in una delle situazioni
previste dall'art. 38 lettere a), b), c) d), e), f), g), h), i), l), m), m-ter ed m-quater) del D.Lgs. 163/2006 e
s.m.i. Saranno parimenti escluse tutte le offerte tardive rispetto al termine di cui al successivo punto 4.1
o non conformi alle disposizioni del presente disciplinare di gara/capitolato d'oneri, e/o che non
contengano le dichiarazioni ed assunzioni di impegno di cui al precedente 3.3., che contengano
irregolarità nella domanda di partecipazione, che non contengano la garanzia richiesta a norma del
successivo punto 4.6 lett. (B), che contengano irregolarità nelle offerte, come pure saranno escluse le
domande di partecipazione presentate da soggetti che si trovano nelle situazioni descritte all'art. 37,
comma 7 del d.lgs. 163/2006, o non in possesso dei requisiti di capacità tecnica e professionale di cui al
precedente punto 3.2.

3.5.    Per i concorrenti riuniti in ATI (costituite o costituende) o in consorzi tra società di professionisti
e/o società di ingegneria, nonché per le associazioni professionali, tutti i soggetti riuniti e tutti i
professionisti associati devono dichiarare (e, se del caso, successivamente dimostrare) il possesso dei
requisiti di ordine generale di cui all'art. 38, d.lgs. 163/2006 e s.m.i.

3.6.    Il possesso dei titoli di studio e l'iscrizione agli albi professionali deve essere dimostrato dai
soggetti indicati quali persone materialmente incaricate alla prestazione del servizio.



                                                      Art. 4

                                    Modalità di presentazione dell’offerta

4.1.    L’offerta deve essere inviata, a mezzo del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito
autorizzata, al seguente indirizzo COMUNE DI VENDONE, LOC. CAPOLUOGO N° 1, C.A.P. 17032
VENDONE (SV), E DOVRÀ PERVENIRE, A PENA DI ESCLUSIONE DALLA GARA, ENTRO LE ORE
12,30 DEL GIORNO _01.04.2010.

4.2.    Il suddetto termine è perentorio. Le offerte pervenute successivamente saranno escluse.

4.3.    E' ammessa la consegna delle offerte a mezzo posta e/o avvalendosi di altre agenzie di recapito


                                                       -6-
autorizzate. In ogni caso il recapito dei plichi entro il termine è ad esclusivo rischio del concorrente. Non
fa fede il timbro postale. E’ altresì possibile la consegna a mano, negli orari di apertura dell'ufficio
protocollo, entro il termine di cui al punto 4.1.

4.4.    La domanda di partecipazione, la documentazione amministrativa e le offerte devono essere
redatte in lingua italiana, ed inserite, a pena di esclusione, in tre separate buste, come meglio indicato al
successivo punto 4.5., in una busta chiusa (plico esterno), sigillata con ceralacca e controfirmata sui lembi
di chiusura, recante all’esterno l’indicazione del mittente (nome, cognome o denominazione, indirizzo) e
dell’oggetto della gara (“Affidamento dell’incarico di redazione del P.U.C. del Comune di Vendone).

4.5.    I plichi esterni di cui sopra, devono contenere al loro interno, a pena di esclusione :

 una busta, chiusa con ceralacca e controfirmata sui i lembi di chiusura, recante l’indicazione del
   mittente e dell’oggetto della gara e la dicitura “BUSTA A – Documentazione amministrativa”;

 una busta, chiusa con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura, recante l’indicazione del
   mittente e dell’oggetto della gara e la dicitura “BUSTA B – Offerta Tecnica”;

 una busta, chiusa con ceralacca e controfirmata sui lembi di chiusura, recante l’indicazione del
   mittente e dell’oggetto della gara e la dicitura “BUSTA C – Offerta economica”.

4.6.    Nella “BUSTA A – Documentazione amministrativa” devono essere contenute, a pena di
esclusione:

(A)     la domanda di partecipazione (da compilarsi preferibilmente mediante utilizzo del modulo “A”
allegato al presente disciplinare di gara/capitolato d'oneri), costituente dichiarazione sostitutiva di
certificazioni e di atto di notorietà ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, debitamente sottoscritta
dal professionista singolo, dal mandatario (per raggruppamenti temporanei già costituiti) o da tutti i
componenti del costituendo raggruppamento (per i raggruppamenti temporanei non ancora costituiti) o
dal legale rappresentante (per le società di professionisti e di ingegneria e per le associazioni
professionali), e presentata, a pena di esclusione, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un
documento di identità di ciascun sottoscrittore.

La domanda deve contenere (unitamente alla richiesta di ammissione alla selezione):

 gli elementi essenziali per identificare il candidato e il suo indirizzo;

 l'autodichiarazione relativa al possesso di ciascun requisito di ordine generale indicato dall’art. 38 del
   D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163;

 l'autodichiarazione relativa al possesso dei requisiti di partecipazione alla gara di cui la precedente
   punto 3.2, contenente:

                                                     -7-
          dichiarazione relativa al possesso di titoli di studio ed iscrizione in albi professionali;

          indicazione degli estremi dello strumento di pianificazione redatto in passato dal concorrente
           (denominazione, Ente committente, data di adozione/approvazione);

          elencazione delle attrezzature tecniche e degli strumenti di studio e ricerca a disposizione del
           concorrente;

 dichiarazione di assunzione dell'impegno a presenziare presso gli Uffici comunali nei termini minimi
   indicati al precedente punto 3.2. del presente disciplinare di gara;

 (per le società di professionisti e di ingegneria, raggruppamenti, ATI e consorzi) indicazione degli
   estremi dell'iscrizione presso il registro della camera di commercio, industria, artigianato ed
   agricoltura;

 (per le società di professionisti e di ingegneria e per la associazioni professionali, raggruppamenti, ATI
   e consorzi) indicazione delle persone fisiche materialmente incaricate della prestazione del servizio;

 dichiarazione/impegno di rimanere vincolato dalla propria offerta per un periodo pari a centottanta
   giorni dalla scadenza del termine di cui al precedente punto 4.1;

 dichiarazione di assunzione dell'impegno -in caso di aggiudicazione- a svolgere, nell'ambito del
   territorio del Comune di Vendone, fino alla definitiva approvazione del PUC, soltanto incarichi di
   progettazione di opere ed impianti pubblici, in conformità con l’art. 41 bis della L. 17 agosto 1942 n.
   1150. L'impegno dovrà essere assunto da ogni professionista materialmente incaricato di redigere il
   PUC;

 dichiarazione di impegno a mantenere segrete in ogni tempo tutte le informazioni e i dati di cui
   venga a conoscenza nel corso della prestazione ed a non effettuare alcuna pubblicazione o altra
   divulgazione di tali informazioni e dati, né di quanto abbia costituito oggetto della prestazione, senza
   aver sottoposto i testi relativi all’Amministrazione e averne ottenuto il consenso scritto. L'impegno
   dovrà essere assunto da ogni professionista materialmente incaricato di redigere il PUC;

 dichiarazione di impegno a garantire, a mezzo di propri collaboratori/ professionisti scelti, con oneri a
   proprio totale carico, tra tecnici di comprovata esperienza e competenza nel rispettivo campo, lo
   svolgimento di tutte le attività non afferenti all'architettura ed alla paesaggistica, ma necessarie e/o
   opportune per la redazione del PUC e, segnatamente, le prestazioni delle categorie professionali
   indicate al precedente punto 2.2;

 (per i concorrenti riuniti in ATI costituite o costituende e consorziati) indicazione delle parti di
   servizio che sono eseguite dai singoli operatori riuniti o consorziati.


                                                      -8-
In caso di presentazione dell’offerta da parte dei mandatari di raggruppamenti temporanei già costituiti,
alla domanda di partecipazione deve essere allegata una scrittura privata autenticata da cui risulti il
mandato collettivo speciale con rappresentanza.

In caso di presentazione dell’offerta da parte di raggruppamenti temporanei di concorrenti non ancora
costituiti, alla domanda di partecipazione deve essere allegato l’impegno di conferire, in caso di
aggiudicazione della gara, mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno dei professionisti,
denominato “mandatario”. In caso di presentazione dell’offerta da parte delle associazioni professionali,
alla domanda di partecipazione deve essere allegata una copia del contratto associativo o comunque
dell’atto che individua il rappresentante legale dell’associazione.

I concorrenti riuniti in ATI (costituite o costituende) o in consorzi tra società di professionisti e/o società
di ingegneria e le associazioni professionali devono redigere la domanda di partecipazione tenendo conto
di quanto stabilito ai punti 3.5 e 3.6 del presente disciplinare di gara.

(B)     Non trattandosi di servizi relativi alla progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva di lavori,
nonché alla direzione dei lavori ed agli incarichi di supporto tecnico amministrativo alle attività del
responsabile del procedimento e del dirigente competente alla formazione del programma triennale dei
lavori pubblici, sono richieste le garanzie previste dal d.lgs. 12 aprile 2006 n. 163 e s.m.i., per tutti gli
appalti di servizi. Ogni candidato dovrà quindi allegare alla domanda di partecipazione la garanzia di cui
all’art. 75 del citato d.lgs. 163/2006 e s.m.i., per un importo pari al 2% dell’importo del prezzo a base
d'asta (€ 860,00, diconsi Euro ottocentosessanta/00), sotto forma di cauzione o di fideiussione, a scelta
dell’offerente, contenente l'espresso impegno del fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria bancaria
o polizza assicurativa del 10% dell’importo contrattuale per l’esecuzione del contratto, di cui all’art. 113
del D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163, qualora l’offerente risultasse affidatario. I concorrenti in possesso della
certificazione del sistema di qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 9001, rilasciata da organismi
debitamente accreditati, potranno presentare una cauzione d'importo ridotto del 50% se viene prodotta
contestualmente, a pena di esclusione, copia con dichiarazione di conformità all'originale della
certificazione suddetta. La garanzia provvisoria copre la stipulazione del contratto da parte
dell'aggiudicatario della selezione, ed è restituita ai concorrenti non aggiudicatari dopo l’aggiudicazione
definitiva, ed al concorrente aggiudicatario all’atto della stipula del contratto, al quale, contestualmente,
sarà richiesto di costituire, nei termini di legge, la cauzione definitiva ex art. 113, d.lgs. cit.

4.7.    Nella “BUSTA B – Offerta Tecnica”,            deve essere contenuta l’offerta tecnica debitamente
sottoscritta dal professionista singolo o dal mandatario (per i raggruppamenti temporanei già costituiti) o
da tutti i componenti del raggruppamento (per i raggruppamenti temporanei non ancora costituiti) o dal

                                                        -9-
legale rappresentante (per le società di professionisti e di ingegneria e per le associazioni di
professionisti), consistente in una relazione (circa 20 pagine formato “A4”, comprensive di eventuali
grafici e fotografie), nella quale siano illustrate (con approfondimento proporzionato ai diversi pesi e
punteggi infra indicati per ciascun criterio) le caratteristiche dell'offerta con riferimento ai criteri di
selezione di cui al successivo art. 5.

4.8.    Nella “BUSTA C - Offerta Economica" deve essere contenuta l’offerta economica in bollo (da
compilarsi preferibilmente mediante utilizzo del modulo “B” allegato al presente disciplinare),
debitamente sottoscritta dal professionista singolo, dal mandatario (per raggruppamenti temporanei già
costituiti) o da tutti i componenti del costituendo raggruppamento (per i raggruppamenti temporanei
non ancora costituiti) o dal legale rappresentante (per le società di professionisti e di ingegneria e per le
associazioni professionali), e consistente nell'offerta al ribasso, espressa in cifre e in lettere, sull'importo
posto a base di gara, con indicazione dell'importo complessivo, al netto di IVA ed oneri accessori, che il
concorrente offre per lo svolgimento dell’incarico (€ 43.000,00 – ribasso del concorrente “n-esimo” =
offerta economica del concorrente “n-esimo”). In caso di discordanza tra le indicazioni in cifre e in
lettere, prevarranno le indicazioni più favorevoli alla stazione appaltante.



                                                    Art. 5

                                         Procedura di aggiudicazione

5.1.    Tipologia di gara e criterio di aggiudicazione: procedura aperta ai sensi dell’art. 55 del D. Lgs
163/2006, da aggiudicare secondo il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, su un
punteggio massimo complessivo pari a 100, distribuito sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

1) OFFERTA TECNICA, punti 70, così ripartiti:

                (a)      inquadramento della situazione urbanistica attuale del Comune di Vendone e
                dello stato di evoluzione raggiunto, con conseguente illustrazione delle linee di azione
                per la futura pianificazione, anche nell'ottica di uno sviluppo eco-sostenibile, punti 25;

                (b)      criteri urbanistici e progettuali, ispirati anche a principi di perequazione
                urbanistica individuati quali assi prioritari della futura progettazione, punti 35;

                (c)      azioni infrastrutturali finalizzate all'incremento della fruibilità dell’area della
                Torre Medioevale in Frazione Castellaro, come risorsa turistica e paesaggistica, punti 10;

La valutazione dell'offerta tecnica, secondo i predetti pesi e punteggi, avverrà con il sistema del
“confronto a coppie”, secondo la metodologia indicata all'“Allegato A” del d.P.R. 554/1999, che deve


                                                      - 10 -
intendersi qui interamente richiamato.

2) OFFERTA ECONOMICA, punti 30. All'offerta recante il prezzo complessivo più basso saranno
assegnati i predetti 30 punti. Alle altre offerte saranno attribuiti i punteggi derivanti all'applicazione
della seguente formula:
                                                  Prezzo al netto del ribasso offerto dal miglior offerente x 30
          Elemento Valutazione Prezzo =   --------------------------------------------------------------------------------------
                                             Prezzo al netto del ribasso indicato nell'offerta oggetto di valutazione

L'amministrazione valuterà l'anomalia delle offerte individuate “anormalmente basse” ai sensi dell'art. 86
del codice dei contratti pubblici, comunicando ai concorrenti le modalità di presentazione delle
giustificazioni. All'eventuale esclusione di offerte giudicate anomale o anormalmente basse potrà
provvedersi solo a seguito di verifica in contraddittorio.



                                                          Art. 6.

                                                  Procedura di gara

6.1.    La prima Apertura della buste: avverrà presso il locali del Comune di Vendone il giorno
03.04.2010 dalle ore 09:30 in poi, in seduta aperta al pubblico.

Ove si rendessero necessari rinvii della seduta il Comune avvertirà i concorrenti che hanno presentato
offerte entro il termine, con i mezzi indicati all'art. 77, comma 1, codice contratti pubblici, ritenuti più
congrui al fine.

Dopo la scadenza del termine fissato per la presentazione della offerta, la stazione appaltante procederà
alla nomina della commissione.

6.2.    La commissione procederà, in seduta pubblica, alla verifica della integrità e tempestività della
ricezione dei plichi ed all’apertura della busta “A-Documentazione amministrativa”, ed al controllo della
regolarità e completezza dei documenti ivi inseriti.

Prima di procedere all'apertura delle buste B e C, la commissione procederà al sorteggio dei concorrenti
da sottoporre a verifica ai sensi dell'art. 48, comma 1, d.lgs. 163/2006, assegnando ai concorrenti
sorteggiati un termine perentorio di 10 giorni per presentare la documentazione attestante il possesso dei
requisiti generali e di capacità tecnica e professionale di cui al punto 3.2.

6.3.    Sempre in seduta pubblica la Commissione procederà poi all'apertura della busta "B – Offerta
Tecnica", verificandone e verbalizzando il contenuto, dopodiché, in seduta riservata, la Commissione
procederà all'esame delle singole offerte, assegnando i punteggi definiti al precedente art. 5.

6.4.    Successivamente, in seduta nuovamente pubblica la Commissione procederà all'apertura delle

                                                            - 11 -
buste contenenti l'offerta economica, ed all'attribuzione dei relativi punteggi.

6.5.    La commissione formerà poi la graduatoria finale, individuando l’offerta economicamente più
vantaggiosa corrispondente al maggior punteggio ottenuto. Nel caso di candidati a pari punteggio,
risulterà aggiudicatario il candidato che avrà ottenuto il punteggio più alto per l'offerta tecnica, ed in
caso di parità assoluta si procederà mediante sorteggio pubblico. Si procederà ad aggiudicazione anche
nel caso di una sola offerta valida se ritenuta economicamente conveniente.

6.6     Al concorrente aggiudicatario ed al secondo classificato (ove non già assoggettati alle verifiche a
campione ex art. 48, comma 1, d.lgs. 163/06 cit.) sarà richiesta (ex art. 42, comma 4, ed art. 48, comma 2,
D.Lgs. 12 aprile 2006 n. 163) la produzione della documentazione probatoria relativa ai requisiti di
partecipazione (generali e di capacità tecnica e professionale) fino a quel momento autodichiarati. Il
possesso dei predetti requisiti di partecipazione potrà essere, altresì, oggetto di verifiche d'ufficio da parte
della Stazione appaltante, che provvederà, altresì, a richiedere, al solo affidatario, la certificazione di
regolarità contributiva di cui all’art. 2 del D.Lgs. 25 settembre 2002 n. 210 (conv. dalla L. 22 novembre
2002 n. 266) e di cui all’art. 3, comma 8, del D.Lgs. 14 agosto 1996 n. 494 e succ. mod. e int.

6.7.    La stazione appaltante provvederà alla stipula del contratto al termine delle operazioni di gara
avvalendosi eventualmente, sussistendo ragioni di motivata urgenza, della facoltà di non attendere il
decorso del termine di cui all'art. 11, comma 10, d.lgs. 163/06 e s.m.i., fermo restando che, in tale
ipotesi, il contratto sarà sottoposto alla condizione sospensiva dell'esito positivo dei predetti controlli.



                                                     Art. 7

                                              Altre informazioni

7.1.    I concorrenti possono utilizzare per la presentazione delle offerte i seguenti moduli:

Modulo “A”: Domanda di partecipazione alla gara e dichiarazione relativa ai requisiti soggettivi di
partecipazione e di capacità tecnica e professionale;

Modulo “B”: Offerta economica.

7.2.    I ridetti moduli sono tutti disponibili all'indirizzo di cui al punto 1.

7.3.    Gli operatori comunitari provano il possesso dei requisiti di partecipazione di cui alla presente
selezione secondo le norme vigenti nei rispettivi ordinamenti.

7.4.    Stante il preminente “intuitus personae” che caratterizza il rapporto contrattuale oggetto del
presente procedimento, sono richiamate, quali disposizioni applicabili alla fattispecie, le norme che
vietano il subappalto, di cui all'art. 91, comma 3, d.lgs. 163/06 e s.m.i.

                                                      - 12 -
7.5.      Validità dell'offerta: centottanta giorni dalla scadenza del termine di cui al precedente 4.1.

7.6.      Il Comune fornisce all’incaricato unicamente la seguente documentazione di base:

           1)   Piani sovracomunali, regionali, provinciali cartacei;

           2)   P.R.G. e disciplina puntuale paesaggistica vigente cartacei;

           3)   Dati aggiornati sulla demografia forniti dai Servizi Demografici del Comune;

           4)   Piani e regolamenti di settore comunali vigenti;

7.7.       Compenso e modalità di pagamento: il compenso -calcolato in base al ribasso offerto in sede di
gara- è da intendersi onnicomprensivo delle spese sostenute, inerenti e conseguenti all’espletamento
dell’incarico, ivi comprese le retribuzioni dei collaboratori tecnici individuati dall'aggiudicatario a norma
del precedente punto 2.2. del presente disciplinare/capitolato d'oneri.

Il pagamento verrà corrisposto a fronte di presentazione di regolari “parcelle” come di seguito
analiticamente indicato:
      20 % alla stipula del contratto;
      20 % alla consegna del progetto preliminare;
      30 % alla consegna del progetto definitivo idoneo e funzionale all'adozione;
      30 % alla definitiva approvazione del progetto definitivo.
7.8.      Tutte le spese contrattuali (il contratto sarà redatto in forma pubblica-amministrativa) e tutte gli
ulteriori oneri (bollo, registrazione, diritti di segreteria) saranno a carico dell'incaricato. All’atto della
stipula del contratto dovrà essere depositata una polizza fidejussoria, a garanzia, di un importo pari al
10% dell’importo contrattuale che sarà progressivamente svincolata ai sensi dell’art. 113 del D.Lgs. 12
aprile 2006 n. 163.
7.9.      Tutti gli elaborati dovranno essere redatti su supporto informatico compatibile con lo standard
adottato dalla Regione Liguria (vedi nota regionale prot. n. 193963/1385 del 6/8/2007) e compatibile con
i supporti in possesso dell’Amministrazione comunale. Il progetto dovrà essere redatto in Autocad e
Word/Excel. La cartografia realizzata dovrà essere collegata al relativo database per la gestione
informatizzata degli strumenti di pianificazione ai fini di consentire la consultazione della normativa di
riferimento ed il rilascio del certificato di destinazione urbanistica. Le relazioni e le analisi di supporto, la
normativa tecnica dovranno essere redatti su supporto informatico in “file” formato word o similari
compatibili. Tutto il materiale di piano dovrà essere fornito anche in formato non modificabile (pdf-
Acrobat e Dwf), per la distribuzione e consultazione da parte degli utenti e della cittadinanza.
Gli elaborati tecnici di cui sopra dovranno essere consegnati in 5 copie su supporto cartaceo e 1 copia su
supporto magnetico (a carico del soggetto aggiudicatario).

                                                       - 13 -
7.10.   Per tutto quanto non previsto dal presente disciplinare e dai relativi allegati si rinvia al d.Lgs. 12
        aprile 2006 n. 163 e smi.
7.11.   Si dispone che il presente venga affisso all’Albo Pretorio Comunale per giorni _20____, oltrechè
        sul sito del Comune di Vendone

Vendone, lì 12.03.2010

                                                              Il Responsabile del Servizio

                                                               (Geom. Fulvio Ferrua)

Allegati:

    -   Modulo “A”: Domanda di partecipazione alla gara e dichiarazione relativa ai requisiti soggettivi

        di partecipazione;

    -   Modulo “B”. Offerta economica.




                                                     - 14 -

								
To top