Formazione

Document Sample
Formazione Powered By Docstoc
					Lezione in-formativa sul
        DURC
      09 giugno 2009
                Programma

• Riassunto della normativa
• Funzioni del DURC
• Validità / scadenza
• Il DURC negli appalti e nelle procedure in
  economia
• Acquisizione attraverso lo sportello unico
  previdenziale
• Quesiti ed esempi
               Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   2
               Legale - Servizio gare e contratti
                       Legenda
• DURC: documento unico regolarità contributiva
• CIP: codice identificativo pratica
• AVCP: Autorità di vigilanza sui contratti pubblici
• MinLav: Ministero del Lavoro e della Previdenza
  Sociale
• CdS: Consiglio di Stato
• TAR: Tribunale amministrativo regionale
• L: contratti per l’esecuzione di Lavori
• S: contratti per la prestazione di Servizi
• F: contratti per la Fornitura di beni
• CCNL: contratto collettivo nazionale di lavoro
                  Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   3
                  Legale - Servizio gare e contratti
    Normativa essenziale di riferimento
(rinvenibile anche al link: http://www.lavoro.gov.it/Lavoro/DURC):

•Legge 241 / 90 – art. 18, comma 2 e D.P.R. 445 / 2000
•Legge 266 / 2002 – art.2
•D.Lgs. 276 / 2003 - c.d. “riforma Biagi”
•Circolare n. 92 INPS dd. 26.07.2005
•Circolare n. 122 INPS dd. 30.12.2005
•D. Lgs. 163 / 2006 (Cod. contratti), art. 38, comma 1, lettera i) e art. 125
•Decreto MinLav dd. 24.10.07
•Legge 2 / 2009 – art. 16-bis, comma 10
•Circolare INAIL alle proprie strutture centrali e territoriali dd. 03.04.2009

E’ consigliabile consultare periodicamente il sito del MinLav per verificare
novità in tema di risposte a quesiti frequenti (FAQ) al link:
http://www.lavoro.gov.it/Lavoro/DURC/Faq_durc_applicazione_requisiti.htm


                             Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff                4
                             Legale - Servizio gare e contratti
                                           La ratio del DURC
                                                                Esigenze dell'ordinamento:

    Contrasto del lavoro sommerso                      Diffusione dell'assicurazione contro gli infortuni               Accesso alla stipula di contratti con le P.A.
e corresponsione regolare dei contributi                       nei cantieri e nei luoghi di lavoro                              alle sole imprese virtuose



                                                      Emissione di un unico documento che comprovi:
                              correttezza e correntezza del versamento dei contributi (INPS)
                              regolarità nel versamento dei premi per assicurazione contro gli infortuni (INAIL)
                              verifica delle ore lavorate e degli importi percepiti dalle P.A. sul totale dei lavoratori dichiarati


                                                                            DURC

                                                      Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff                                                                              5
                                                      Legale - Servizio gare e contratti
Progressiva estensione dell’obbligo del
           DURC (parte 1)

• Pensato inizialmente per essere applicato all’esecuzione di
  appalti di lavori ed opere pubbliche, al fine di monitorare il
  lavoro prestato nei cantieri, il DURC viene progressivamente
  esteso a tutti i tipi di contratti che le imprese stipulano con le
  P.A. (cfr. circolare INPS n.92 dd. 26.07.05: “la definizione di
  appalto pubblico deve essere ampiamente intesa, dovendo
  ricomprendersi non solo gli appalti di lavori pubblici in senso
  stretto, ma anche gli appalti di servizi e forniture. La sfera di
  operatività è altresì ampliata ed estesa anche alla gestione di
  servizi ed attività pubbliche in convenzione o concessione,
  […] all’iscrizione nell’albo fornitori […], all’assegnazione di
  agevolazioni, finanziamenti e sovvenzioni.”)
• Cfr. anche FAQ MinLav n. 6
                       Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff        6
                       Legale - Servizio gare e contratti
   Su chi ricade l’onere di acquisire il
                DURC ?

• Dal 2006 al 2008 era l’imprenditore che
  richiedeva il DURC per se stesso. Una volta
  acquisito, lo trasmetteva alla pubblica
  amministrazione interessata
• Dal 2009, con la legge “anti-crisi” n. 2 dd.
  28.01.2009, “le stazioni appaltanti pubbliche
  acquisiscono d’ufficio, anche attraverso
  strumenti informatici, il DURC”

                Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   7
                Legale - Servizio gare e contratti
 (…continua): l’estensione dell’obbligo
              del DURC
• Nel febbraio 2009 il MinLav risponde ad un interpello
  posto dall’Università di Sassari. Il quesito era: il DURC
  va richiesto solo nelle gare d’appalto “classiche” oppure
  in tutte le procedure in economia (art. 125 del codice dei
  contratti)? (cfr. interpello n.10/2009 dd.20.02.09)

• Il Ministero risponde affermativamente: “il DURC va
  richiesto, senza alcuna eccezione, per ogni contratto
  pubblico e, dunque, anche nel caso degli acquisti in
  economia o di modesta entità”

• Cfr. anche FAQ MinLav n. 19 e 22


                    Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   8
                    Legale - Servizio gare e contratti
           La non autocertificabilità
• Il DURC è un certificato non autocertificabile:
 cfr. lettera circolare del Ministero del Lavoro dd.
  14.07.2004
 cfr. CdS sez. V (Sent. 4035/08): “il DURC non può
  essere surrogato dall’autocertificazione dell’interessato,
  ovvero dalla presentazione dei modelli F24 utilizzati
  dall’imprenditore medesimo per il pagamento dei
  contributi previdenziali”
 MinLav – risposta ad interpello n. 6/09: “la regolarità
  contributiva       non    può      essere        surrogata
  dall’autocertificazione dell’imprenditore, ovvero dai
  modelli utilizzati dal medesimo per il pagamento dei
  contributi previdenziali”
                    Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   9
                    Legale - Servizio gare e contratti
Per quali tipi di imprese/imprenditori va
     richiesto il DURC? (parte I)
Che fare quando l’imprenditore affermi di non avere
   posizione assicurative INAIL o previdenziali INPS?
Oppure che fare quando si rifiuti di fornirle?
In tal caso, sono solo INPS e INAIL che – sulla base del
   codice fiscale dell’impresa – “possono dichiarare se il
   soggetto è effettivamente esonerato dall’obbligo di
   iscrizione. In tal caso, la stazione appaltante deve
   procedere sempre alla verifica di quanto dichiarato,
   inoltrando un’apposita richiesta alla sede INPS/INAIL
   competente, che rilascerà apposita dichiarazione
   attestante che in capo al soggetto non sussiste obbligo
   di iscrizione in base alla normativa vigente” (cfr. circolare
   INAIL alle proprie strutture territoriali dd. 03.04.2009)
                     Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff     10
                     Legale - Servizio gare e contratti
Per quali tipi di imprese/imprenditori va
     richiesto il DURC? (parte II)
• Continua con lo stesso tenore la stessa
  circolare: “Ad ogni buon fine, si rammenta
  che, per le società senza dipendenti che
  dichiarano di operare solo attraverso i
  soci, questi ultimi devono sempre essere
  assicurati all’Inail e all’Inps se ricorrono i
  presupposti previsti dalla normativa di
  riferimento”

                Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   11
                Legale - Servizio gare e contratti
 Per quali fasi va richiesto il DURC nei
                 lavori?

• Per la verifica della dichiarazione (in fase di
  partecipazione alla gara, ndA)
• Per l'aggiudicazione dell'appalto,ove pretesa
• Per la stipula del contratto
• Per il pagamento degli stati di avanzamento dei
  lavori
• Per il collaudo e il pagamento del saldo finale
      (cfr. circolare n. 92 INPS dd. 26.07.05)

                 Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   12
                 Legale - Servizio gare e contratti
 Per quali fasi va richiesto il DURC nei
                 servizi?

• Per l'aggiudicazione dell'appalto (ove
  pretesa)
• Per la stipula del contratto (ove previsto)
• All’atto della regolare esecuzione
• Alla liquidazione di ogni fattura (solo nel
  caso dei servizi di pulizia)
     (cfr. circolare n. 122 INPS dd. 30.12.05)
                 Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   13
                 Legale - Servizio gare e contratti
Per quali fasi va richiesto il DURC nelle
                forniture?

• Per l'aggiudicazione dell'appalto (ove
  pretesa)
• Per la stipula del contratto (ove previsto)
• Per l’emissione del certificato di pagamento
• All’atto del pagamento finale
     (cfr. circolare n. 122 INPS dd. 30.12.05)


                 Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   14
                 Legale - Servizio gare e contratti
     Spendibilità del DURC in altre fasi
       dell’appalto o in altri appalti
• Vi è un divieto desumibile dalla Circolare INAIL n.7 dd.
  05.02.08, per la quale “la validità del DURC […] per tutti gli
  appalti pubblici, è legata allo specifico appalto ed è limitata
  alla fase per la quale il certificato è stato richiesto (es. stipula,
  pagamento SAL, ecc.)”. Tale assunto è ripreso dal Parere
  AVCP n. 31 dd. 11.03.09.
• Inoltre, i dati alla base dei diversi appalti o delle diverse fasi
  dell’appalto sarebbero diversi (importo, numero addetti
  impiegati per quell’appalto)
• Risulta pertanto inutile (e illegittima) la pratica esercitata dalle
  imprese di “pubblicare” sul proprio sito internet un proprio
  DURC ogni mese
• Cfr. anche FAQ n. 4 del MinLav


                        Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff         15
                        Legale - Servizio gare e contratti
               Irregolarità del DURC
• Nel caso in cui le imprese esecutrici di lavori edili non
  risultassero in regola con il pagamento dei contributi,
  quali sono le conseguenze e quali gli obblighi di
  "denuncia" in capo alla stazione appaltante? (cfr. FAQ
  MinLav n. 9)
• Nel caso di un DURC negativo, cioè che attesti una posizione
  di irregolarità contributiva dell'impresa nei confronti di INPS,
  INAIL e Cassa Edile, oltre alle ordinarie azioni di recupero del
  credito da parte degli enti, l'impresa nei lavori pubblici:
  • perderà l'aggiudicazione dell'appalto (o revoca dell'appalto
  stesso);
  • non potrà stipulare contratti di appalto o subappalto;
  • non avrà diritto al pagamento dei SAL o delle liquidazioni
  finali;
  • non avrà l'attestazione da parte delle SOA. Di contro si
  precisa che non è previsto alcun obbligo di denuncia a carico
  della stazione appaltante che riceve il DURC negativo.
                      Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff       16
                      Legale - Servizio gare e contratti
      Validità temporale del DURC


• Lo sportello unico previdenziale provvede a
  concludere l’istruttoria e spedire il DURC
  entro 30 giorni
• Nel caso in cui ciò non avvenisse, vige il
  principio del silenzio-assenso (il DURC è
  considerato regolare)
• La validità è legata alla singola fase del
  singolo appalto (cfr. anche FAQ MinLav n. 8)

               Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   17
               Legale - Servizio gare e contratti
           Come si acquisisce il DURC
•   Il DURC va richiesto esclusivamente per mezzo del sito realizzato a
    tale scopo:
                       www.sportellounicoprevidenziale.it
•   Per utilizzare il sito, è necessario aver precedentemente richiesto le
    credenziali di accesso
•   Il completamento dell’inserimento dei dati nei vari campi comporta la
    trasmissione        della     richiesta    del    DURC      agli     enti
    previdenziali/assistenziali e la contemporanea creazione del CIP
•   Il DURC (cartaceo) arriva esclusivamente via raccomandata A/R al
    proprio indirizzo
•   Nel solo caso dei L, si può anche ricevere via PEC (si guadagna
    qualche giorno, ma al momento è adottato solo dalle Casse Edili): dopo
    aver concluso l’inserimento dei dati ed aver premuto il pulsante “Inoltra
    documento”, viene visualizzata una pagina in cui va confermato l’invio a
    mezzo PEC:
      – Si inserisce l’indirizzo PEC della Stazione Appaltante
      – Si conferma premendo il pulsante “continua”
                          Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff             18
                          Legale - Servizio gare e contratti
   Quali dati è necessario aver già richiesto
all’impresa prima di procedere alla richiesta ?
• Il tipo di CCNL prevalentemente applicato
• Il numero di “matricola azienda INPS” e relativa
  sede INPS di afferenza
• In caso di S: il numero di addetti
• In caso di L: il numero dei dipendenti
  (dimensione aziendale), la percentuale del costo
  della manodopera sull’importo dell’appalto, la
  quota percentuale di subappalto
• (eventualmente) a quale indirizzo di sede
  operativa l’impresa desideri ricevere il DURC

                 Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   19
                 Legale - Servizio gare e contratti
    A quale data va richiesta la regolarità
               contributiva ?
•   DOMANDA: La richiesta, presente in ogni videata della procedura per il
    rilascio del Durc, “alla data del ...........”, si riferisce alla data dei termini
    contrattuali (ad es. nei SAL al termine chiusura contabilità – “a tutto il
    ......”) oppure alla data in cui si fa richiesta del DURC, in vista del
    successivo pagamento?
    Nel caso di contabilità di un SAL al 31/12/2008 la richiesta del DURC deve
    contenere la data del 31/12/2008 oppure quella del previsto pagamento o
    quella della presentazione dell’istanza?
    La regolarità contributiva deve sussistere al momento del pagamento o al
    momento delle scadenze contrattuali di riferimento?
    RISPOSTA: Il Durc deve attestare la regolarità contributiva per il pagamento
    degli stati di avanzamento lavori negli appalti pubblici con riferimento alla data di
    scadenza prevista, pertanto la data da inserire è necessariamente quella
    relativa al momento della effettuazione dei lavori per i quali si procede al
    pagamento. La regolarità contributiva deve accompagnare l’effettività della
    prestazione lavorativa resa.

•   (Cfr. FAQ2 al link:
    http://www.lavoro.gov.it/Lavoro/DURC/Faq_durc_procedure_rilascio.htm)


                              Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff                     20
                              Legale - Servizio gare e contratti
        La funzione “consultazione”

• Tramite la funzione “consultazione”, reperibile alla
  homepage dello sportellounicoprevidenziale e
  utilizzabile dopo l’inserimento delle credenziali
  d’accesso, è possibile verificare lo stato della pratica
  effettuando una ricerca per CIP oppure per periodo
  temporale
• Da segnalare l’alternativa fra consultazione per i soli
  DURC richiesti dall’ufficio che effettua la ricerca, e
  tutti i DURC richiesti dai soggetti che hanno il
  medesimo codice fiscale

                   Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   21
                   Legale - Servizio gare e contratti
               Elenco fornitori

• Sarebbe conveniente aggiungere al nostro
  elenco fornitori in SAP i dati “costanti” (non
  variabili) delle singole imprese con le quali si
  procede all’affidamento di un appalto (CCNL,
  matricola INPS, matricola Cassa Edile)
• In questo modo, tutti i colleghi che andassero a
  richiedere il DURC, avrebbero già i dati
  necessari, senza contattare nuovamente
  l’impresa

                 Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   22
                 Legale - Servizio gare e contratti
      L’Università può avere interesse a
         richiedere il proprio DURC ?
•   Teoricamente no, perché nel caso di partecipazione a progetti di ricerca
    dovrebbe essere l’ente che ha emesso il bando di progetto di ricerca ad
    acquisire il DURC di ogni singolo partecipante
•   Nella pratica, può rivelarsi necessario/utile/opportuno chiedere noi stessi il
    nostro DURC per “accelerare” l’iter di partecipazione al bando …
•   In merito si è pronunciato il MinLav con risposta all’interpello n. 9/2009, in
    tema di partecipazione dell’Università di Bologna quale partecipante a
    procedure di evidenza pubblica in qualità di appaltatore: “Nel caso di specie
    l’Università, qualora abbia necessità di attestare la regolarità dei propri
    versamenti contributivi, sarà tenuta:
•   - a richiedere il DURC agli Istituti competenti al suo rilascio (ma da gennaio
    2009 l’obbligo ricade sulla stazione appaltante, ndA), per il personale
    assicurato all’INPS e all’INAIL
•   - a richiedere all’INPDAP il certificato di regolarità contributiva, con
    riferimento ai versamenti relativi ai dipendenti assicurati presso tale Istituto”



                             Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff                 23
                             Legale - Servizio gare e contratti
L’Università può avere interesse a richiedere
         il proprio DURC ? (parte II)

• Da segnalare la risposta del MinLav alla FAQ 1 sul
  proprio sito, in merito a contributi comunitari: “Qualora il
  soggetto che fruisce di benefici o sovvenzioni di origine
  comunitaria, per la realizzazione di investimenti, non
  rivesta natura e caratteristiche di “imprenditore”, non è
  tenuto a presentare il Durc ai fini dell’ottenimento degli
  stessi, a meno che tale requisito non sia ulteriormente e
  specificamente richiesto dalla fonte normativa che
  istituisce o disciplina i benefici o le sovvenzioni di che
  trattasi”


                     Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   24
                     Legale - Servizio gare e contratti
   DURC delle imprese straniere negli
          appalti di lavori:
• Se l’impresa straniera ha sede in un paese
  extracomunitario, è applicabile la normativa italiana e
  dunque sussiste l’obbligo di iscrizione alla Cassa Edile
  per gli operai distaccati
• Se l’impresa straniera ha sede in un paese dell’UE,
  l’obbligo di iscrizione alla Cassa Edile sussiste solo
  qualora tali imprese non abbiano già posto in essere,
  presso un organismo pubblico o di fonte contrattuale,
  quegli adempimenti finalizzati a garantire ai lavoratori
  distaccati gli stessi standards di tutela derivanti dagli
  accantonamenti imposti dalla disciplina contrattuale
  vigente previsti nel nostro Paese.
     (cfr. Interpello 24/2007 dd. 03.09.2007 al MinLAV)
                    Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   25
                    Legale - Servizio gare e contratti
  Sanzioni in caso di mancata acquisizione
                 del DURC


• Per i servizi e le forniture si fa riferimento alle
  sanzioni previste dal D.Lgs. 276/2003
  (corresponsabilità nel mancato versamento
  dei contributi)
• Per i lavori vi sono inoltre le sanzioni penali
  previste dal D.Lgs. 81/08, artt. 90 e 157



                  Gabriele Paoletti - Ufficio di Staff   26
                  Legale - Servizio gare e contratti

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:11
posted:1/15/2012
language:Italian
pages:26