AVVISO PUBBLICO by 94GzhW

VIEWS: 0 PAGES: 16

									                                                                                                             All-A




                                           PROVINCIA DI BRINDISI


                               PROGETTO “ A CASA DI BABBO NATALE”


MOTIVAZIONI


La Consigliera di Parità della Provincia di Brindisi, nel sostenere la diffusione di servizi di conciliazione vita-
lavoro per le donne del territorio provinciale, con il presente Avviso intende affidare la realizzazione del
progetto sperimentale di accoglienza bambini “A casa di Babbo Natale” ad uno o più organismi in possesso
dei necessari requisiti e di specifica esperienza nel settore dei servizi educativi per l’infanzia, con sedi
operative nella provincia di Brindisi, a copertura di quelle che potrebbero essere le esigenze di conciliazione
delle donne della provincia di Brindisi e della stessa città di Brindisi.
La sperimentazione sarà rivolta a bambini tra i tre e gli undici anni figli di donne che lavorano, residenti nella
provincia di Brindisi.
Il progetto di accoglienza si svolgerà in coincidenza con il periodo di chiusura delle scuole pubbliche per le
festività natalizie del corrente anno.
 Per la realizzazione della sperimentazione saranno utilizzate risorse provenienti dal Fondo di cui ex art. 18
D. L. 11 Aprile 2006 n. 198 e successive modificazioni, istituito a sostegno dell’attività delle Consigliere di
Parità.




                                                                                                                1
                                           PROVINCIA DI BRINDISI
                                                Servizio MdL/FP
         AVVISO PUBBLICO PER REALIZZAZIONE PROGETTO “A CASA DI BABBO NATALE”


A) Titolo del progetto
 “ A casa di Babbo Natale”

B) Durata prevista dell’intervento
Il progetto di accoglienza si svolgerà in coincidenza con il periodo di chiusura delle scuola pubbliche per le
festività natalizie.

C) Servizi-azioni che si intendono realizzare
La Ludoteca dovrà essere conforme a quanto disposto dalla Legge Regionale 02 aprile 2004 , n°5 e dal
Regolamento Regionale n°4/2007 del 18/01/2007 e successive modificazioni e integrazioni.
La ludoteca si articola in spazio di gioco libero o guidato da animatori e laboratori.
I laboratori dovranno favorire l’attivazione delle capacità espressive e della creatività e riguarderanno le aree
grafico-pittorica, musicale, teatrale, fotografica e/o cinematografica (es.corsi base di fotografia, laboratorio di
animazione cinematografica), della manualità ( es. officina di falegnameria).
L’Ente attuatore potrà proporre ulteriori attività laboratoriali.
Per ogni laboratorio sarà previsto un operatore tecnico di laboratorio – animatore esperto del particolare
settore di interesse.
I contenuti delle attività laboratoriali e non, dovranno essere coerenti con i temi delle festività ricorrenti nel
periodo do svolgimento della sperimentazione.
Obbligatoriamente dovrà essere prevista la somministrazione del pasto ai bambini che si tratterranno anche
nel pomeriggio.
Per il gioco libero il bambino avrà a disposizione una molteplicità di giochi e giocattoli scelti con particolare
attenzione alla loro valenza educativa, non invasivi e in via preferenziale costruiti con materiali naturali;
potrà giocare con altri bambini o avvalersi dell’aiuto dell’animatore.
Nel progetto dovranno essere indicate le tipologie di giocattoli delle quali si intende dotare la ludoteca.
Sarà inoltre presente un angolo riservato alla narrazione e alla lettura.

D) Destinatari delle azioni
Bambini di età fra i 3 - 6 anni;
Bambini di età fra i 7 – 11 anni.

E) Modalità di attuazione
Il soggetto aggiudicatario provvederà, nella fase iniziale, alla promozione del servizio, alla sua
pubblicizzazione nonché al raccordo con gli altri servizi territoriali, se necessario.
Gli arredi della sede dell’organismo dovranno rispettare le norme di sicurezza vigenti, essere adeguati alle
fasce d’età interessate, essere realizzati con materiali naturali/omologati non contenere PVC o altro
materiale dannoso.
In relazione alla superficie disponibile, alla tipologia d’attività e alle diverse fasce d’età dei minori, la sede
dovrà disporre di:
    1. uno spazio per il gioco libero;
    2. uno spazio per i giochi da tavolo;
    3. uno spazio per la lettura;
    4. laboratori ludico-espressivi;
    5. uno spazio per la drammatizzazione, l’animazione teatrale e musicale;
    6. uno spazio per i bambini più piccoli (dai 3 ai 6 anni) ed uno spazio destinato ai bambini più grandi
         (dai 7 agli 11 anni );
    7. uno spazio per la somministrazione dei pasti previsti per il pranzo;
    8. uno spazio riservato ai servizi amministrativi;
    9. uno spazio minimo di accoglienza per i genitori.


                                                                                                                2
Il progetto educativo ed il programma delle attività dell’organismo devono contenere, tra l’altro, le indicazioni
per l’integrazione dei minori diversamente abili e le seguenti modalità attuative:
- le modalità di gioco libero e organizzato;
- le attività di laboratorio (manuali, artistiche, creative, ecc.).
Di norma il numero degli operatori presenti nella struttura, è determinato in relazione al seguente rapporto
operatore/utenti: 1 a 6 per la fascia d’età 3-6 anni; 1 a 10 per la fascia d’età 7-11 anni. E’ obbligatoria, in
ogni caso, la presenza contemporanea nella Ludoteca di almeno due operatori anche quando di bassa
frequenza.
Gli operatori, con eccezione degli esperti, devono essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
     1. Diploma di Maturità Magistrale o di Liceo Pedagogico;
     2. Diploma di Assistente o Dirigente di Comunità Infantile o diplomi equipollenti;
     3. Diploma di Scuola Media Superiore ed un Attestato di Formazione Professionale per attività socio-
          educative in favore di minori, riconosciuto dallo Stato e/o dalla Regione Puglia;
     4. Diploma di Scuola Media Superiore, con il possesso del Diploma di Laurea o di Diploma
          Universitario in materie rientranti nelle Scienze della Formazione e dell’Educazione o in discipline
          afferenti la Psicologia o i Servizi Sociali.
L’organico dell’Organismo proponente /attuatore può prevedere, inoltre, le seguenti figure professionali:
     1. figure tecniche specializzate quali esperti
     2. personale ausiliario.

 F) Apertura del Servizio
L’accoglienza dovrà essere garantita per tutti i giorni non festivi del periodo della chiusura delle scuole, e
cioè dal 23 dicembre 2010 al 07 gennaio 2011 dalle ore 07,30 alle ore 18,30.
I genitori potranno optare tra la scelta del part time senza pranzo (7.30-12.30), del part time con pranzo
(7.30-14.30), del tempo pieno (7.30 –18.30) o del pomeridiano (14.30 – 18.30).
L’Organismo dovrà prevedere apposito regolamento interno da sopportare ai genitori per l’organizzazione
degli orari e delle modalità dell’accoglienza e per l’indicazione delle quote individuali.

G) Importo finanziato
La Consigliera, con risorse di cui la fondo ex art. 18 D.L. 11/04/06 n° 198 e successive modificazioni,
finanzierà il progetto sperimentale per gli importi massimi indicati in tabella e comunque fino alla
cifra complessiva massima di 15.000 (quindicimila) euro omnicomprensive;
Il pagamento di una prima tranche pari al 50% dell’importo definito in Contratto, avverrà ad avvio attività e
previa sottoscrizione dello stesso;
Il pagamento della quota di saldo rispetto a quanto effettivamente dovuto (fermo restando che l'importo
complessivo massimale rimane di € 15.000 omnicomprensivi) avverrà al termine delle attività e sulla base di
un riscontro oggettivo della presenza dei bambini presso la sede indicata dall’Organismo attuatore, verificata
tramite registri di presenza e copie dei bonifici effettuati da parte dei genitori per la copertura della quota
individuale, giornaliera o settimanale.

Tabella esemplificativa
Giornaliero (full        Costo per          Quota percentuale massima di           Quota individuale al pubblico
time)                 l’organismo €       finanziamento all’organismo 50%
                            25                         €12,5                                  € 12,5
Settimanale (full        Costo per          Quota percentuale massima di           Quota individuale al pubblico
time)                 l’organismo €       finanziamento all’organismo 50%
                           100                          € 50                                   € 50


G) CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE PROPOSTE

ORGANISMO - max punti 28 così ripartiti:
  A1) curriculum documentato max 12 punti attribuiti tenendo comunque conto in via prioritaria dei
  seguenti elementi:
  a) gestione di attività/servizi/progetti rivolti a bambini e preadolescenti max 10 punti;
  b) gestione di attività/servizi/progetti rivolti anche a famiglie max 2 punti;

    A2) professionalità dei responsabili dell’organismo e degli operatori coinvolti nel progetto max 12 punti
    attribuiti tenendo comunque conto in via prioritaria dei seguenti elementi:
    a) ruoli di responsabilità e/o coordinamento nella realizzazione di progetti ed interventi nello specifico
         settore max 4 punti;
    b) curriculum professionale max 8 punti.

                                                                                                              3
    A3) esperienza sul territorio in cui si realizzerà il progetto nello svolgimento di attività nello specifico
    settore, max 4 punti attribuiti tenendo comunque conto in via prioritaria dei seguenti elementi:
    a) presenza operativa nel territorio max 2 punti;
    b) collaborazione con altre agenzie educative del territorio max 2 punti.


PROGETTO - max punti 50 così ripartiti:
   B1) validità, completezza, chiarezza e rispondenza agli obiettivi e metodologie indicate nel bando: max
   30 punti attribuiti tenendo comunque conto in via prioritaria dei seguenti elementi:
   a) chiarezza ed efficacia di ruoli, funzioni e competenze funzionali rispetto al servizio da gestire max 10
       punti;
   b) chiarezza e coerenza della logica progettuale max 12 punti;
   c) completezza dell’esposizione progettuale in tutti i punti richiesti max 8 punti.

    B2) adeguatezza dei sistemi di monitoraggio e autovalutazione: max 10 punti attribuiti tenendo
    comunque conto in via prioritaria dei seguenti elementi:
    a) chiarezza degli obiettivi della valutazione max 4 punti;
    b) equilibrio e coerenza degli indicatori max 3 punti;
    c) gestibilità dell’impianto di valutazione max 3 punti.

    B3) innovatività delle metodologie adottate: max 5 punti attribuiti tenendo comunque conto in via
    prioritaria dei seguenti elementi:
    a) originalità della proposta rispetto allo standard del territorio max 3 punti;
    b) prevista innovazione prodotta sul “sistema” dei servizi per i minori e le famiglie max 2 punti.

    B4) sostenibilità dell’intervento: max 5 punti attribuiti tenendo comunque conto in via prioritaria dei
    seguenti elementi:
    a) capacità di innescare modalità di organizzazione ed autopromozione nel territorio e di creare “rete”
       permanente tra i servizi e le realtà di volontariato e del privato sociale per la continuità del progetto
       max 5 punti.

PREVENTIVO DI SPESA OFFERTO
   Massimo 7 punti attribuiti tenendo conto della coerenza e congruenza delle voci di costo in relazione agli
   obbiettivi ed alle attività dichiarate.

Non saranno considerate valide e quindi idonee le offerte che non avranno conseguito il seguente
punteggio minimo: PROGETTO punti 40, ORGANISMO punti 20, PREVENTIVO SPESA OFFERTO
punti 5.

H. Proponenti
Può presentare proposta-offerta ogni organismo costituito a termine di legge, con o senza finalità di lucro,
che abbia tra i propri fini istituzionali    quello di operare nel settore dei servizi per l’infanzia, con sedi
operative nel territorio della provincia di Brindisi.
Il singolo Organismo può presentare proposta individualmente o inserito in un raggruppamento temporaneo
o in un consorzio. Uno stesso soggetto può partecipare in una soltanto di queste forme. Pertanto la
presentazione di candidatura da parte di un raggruppamento temporaneo o consorzio, comporta
l’automatica esclusione della proposta presentata a titolo individuale da un soggetto facente parte di detti
raggruppamenti o consorzi .
Nel caso in cui il soggetto proponente sia un raggruppamento temporaneo o un consorzio, i requisiti indicati
debbono essere posseduti da tutti i soggetti che lo compongono.
Nell’offerta dovranno essere indicate specificamente le attività svolte da ciascun componente il
raggruppamento temporaneo o consorzio.

I. Modalità di presentazione delle proposte


                                                                                                             4
L’Organismo che intende partecipare al presente invito, per concorrere all’affidamento dell’intervento sopra
indicato, deve presentare presso l’ufficio indicato nel punto L, entro il termine indicato allo stesso punto L,
un’apposita richiesta, in carta libera, sottoscritta, a pena di esclusione, dal legale rappresentante/titolare
dell’Organismo stesso. Nel caso in cui il proponente sia un raggruppamento temporaneo la richiesta deve
essere sottoscritta dai rappresentanti legali di tutti gli Organismi che ne fanno parte e deve riportare
l’indicazione dell’Organismo mandatario o capo fila.
La richiesta deve essere formulata a pena di esclusione secondo il «modulo di richiesta» (allegato 1)..
 Alla richiesta deve essere allegata, a pena di esclusione, la seguente documentazione di data non
superiore ai 30 giorni :
       dichiarazione di non trovarsi in alcuna delle condizioni di esclusione di cui all’art. 38 del D.Lgs.
        163/06 e sim, di non trovarsi in stato di amministrazione controllata, fallimento, di liquidazione o di
        concordato preventivo, ovvero non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una tale
        ipotesi;
       dichiarazione di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento delle imposte e delle tasse,
        nonché dei contributi previdenziali, assistenziali ed assicurativi ;
       dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante di non trovarsi in alcuna delle condizioni di
        esclusione per la contrattazione con la Pubblica Amministrazione;
       dichiarazione che non concorrono all’affidamento della realizzazione del progetto singolarmente o in
        raggruppamento temporaneo o consorzio, organismi nei confronti dei quali sussistono rapporti di
        collegamento e controllo determinati in base ai criteri di cui all’art. 2359 C.C.;
       copia del documento di identità in corso di validità del soggetto che ha sottoscritto le dichiarazioni ai
        punti precedenti;
       dichiarazione di essere in regola- ove dovuto- con la legge 68/99 e sim in materia di assunzioni
        obbligatorie.
        Dichiarazione a corredo dell'offerta, secondo modello allegato.


Inoltre, sempre a pena di esclusione, devono essere allegati:
1. per gli Organismi con finalità di lucro: certificazione di iscrizione alla Camera di Commercio, Industria,
    Agricoltura e Artigianato, con l’indicazione dell’attività dell’impresa e della data di iscrizione con
    annotazione antimafia;
2. per gli Organismi senza finalità di lucro: copia dell’atto costitutivo e copia dello statuto registrati ed
    eventuali modifiche ratificate.
Nel caso di raggruppamenti temporanei la documentazione di cui sopra, deve essere presentata da tutti gli
Organismi che ne fanno parte, tranne il caso in cui si tratti di Organismo pubblico, per il quale è necessario
presentare copia della Delibera o Atto equivalente che autorizza la partecipazione dell’Organismo al
raggruppamento stesso.
Il soggetto proponente deve allegare alla richiesta, la «Proposta» di cui all’allegato 2, sottoscritta dal
legale rappresentante (nel caso di raggruppamenti temporanei dai Legali Rappresentanti di tutti gli organismi
che li costituiscono) e redatta secondo il formulario allegato al presente Avviso ).
La «Proposta» deve essere compilata in ogni sua voce, a pena di esclusione, esplicitando tutti quegli
elementi che saranno oggetto di valutazione dell’apposita Commissione secondo i criteri indicati nel
presente Avviso.


                                                                                                              5
L. Termini di presentazione delle proposte
La richiesta, la proposta e la relativa documentazione devono essere racchiuse, a pena di esclusione, in un
plico chiuso e sigillato (con ceralacca ovvero nastro adesivo ovvero firmato per esteso sui lembi di chiusura),
con all’esterno la dicitura « Progetto sperimentale di accoglienza bambini “A casa di Babbo Natale” -
Servizio di conciliazione vita-lavoro per le donne della Provincia di Brindisi”.
Il plico dovrà pervenire recapitato a mano a pena di esclusione, al seguente indirizzo:
                                    Provincia di Brindisi-Servizio MdL/FP
                        Ufficio della Consigliera di Parità della Provincia di Brindisi
                                      Largo San Paolo – 72100 Brindisi
Entro le ore 12.00 del 20° giorno a partire dal giorno successivo alla pubblicazione del presente avviso sul
sito internet della Provincia di Brindisi – “www.provincia.brindisi.it -lavoro e formazione”.
Se il 30° giorno cade di sabato, domenica o festivo, sarà considerato termine di scadenza il successivo
primo giorno lavorativo utile.
Le domande pervenute oltre la data di scadenza prevista nel presente Avviso non saranno considerate
ammissibili e pertanto, escluse e non sottoposte a valutazione.


M. Ammissione e valutazione delle proposte
Le proposte saranno valutate secondo i criteri di cui al presente Avviso da apposita Commissione interna.
A conclusione dei lavori, la Commissione stessa, formulerà una graduatoria delle proposte risultate valide in
relazione al punteggio totale attribuito a ciascuna di esse. A parità di punteggio si procederà
all’aggiudicazione secondo l’ordine cronologico di arrivo delle proposte.


N. Realizzazione dell’intervento
Sulla base dei risultati dei lavori della Commissione verrà disposto, con apposito provvedimento dal
Dirigente dell’Ufficio Mercato del Lavoro e Formazione Professionale della Provincia di Brindisi, l’affidamento
della realizzazione del progetto all’Organismo/i che abbiano raggiunto il punteggio più alto, dopo i necessari
riscontri e fatta salva la facoltà di non procedere ad alcun affidamento per motivi di legittimità od opportunità.
L’affidamento potrà essere effettuato anche in presenza di una sola proposta purché la stessa sia risultata
ammissibile ed abbia conseguito o superato il punteggio minimo indicato nel presente Avviso («criteri di
valutazione delle proposte»).


O. Definizione dei Rapporti Contrattuali
Per la definizione dei rapporti contrattuali verrà sottoscritta apposita convenzione tra il il Servizio MdL/FP e
l’Organismo Affidatario.


P. Informazioni
La documentazione relativa al presente avviso potrà essere acquisita tramite il sito Internet della Provincia
di Brindisi : www.provincia.brindisi.it.


Q. Responsabile del procedimento (L.241/90 e sim)
Il Responsabile del procedimento è il dott. Teodoro Passante

                                                                                                               6
                                                                                                 Il Dirigente del Servizio MDL/FP
                                                                                                 dott.ssa Alessandra PANNARIA




                                                                                                                                            All.1
                                                                                              FAC-SIMILE MODULO DI DOMANDA DA PRESENTARE SU
                                                                                                              CARTA INTESTATA



                                                                                                 Provincia di Brindisi
                                                                                                 Servizio MdL/FP
                                                                                                     Ufficio della Consigliera di Parita’
                                                                                                     Largo San Paolo – 72100 Brindisi


OGGETTO : richiesta di affidamento della realizzazione del progetto “A casa di Babbo Natale”


Il/La sottoscritt - _____________________________________________________ ( nome e cognome) legale rappresentante/titolare
del ________________________________________________________ (Nome dell’Organismo) (natura giuridica e data di
costituzione *) (indirizzo della sede legale) ( codice fiscale e/o di partita IVA ove prescritta )
con riferimento a quanto previsto dall’Avviso Pubblicato in data _________________ presenta richiesta di affidamento per la
realizzazione del progetto “A casa di Babbo Natale” il cui importo totale è pari a Euro …………., calcolato in base alla previsione di un
accoglienza massima di num. …………bambini (indicare costo accoglienza bambini per numero bambini, specificando modalità
accoglienza, es. part time con pranzo… ), di cui il 50 % pari a Euro ………….. di finanziamento dell’Ufficio della Consigliera di Parità,
come da tabella.
Part Time senza pranzo (7.30 – 12.30)
Giornaliero                                                          Costo €               Quota al pubblico * €         num. bambini (ipotesi)

                                                                                                                                              7
Settimanale                                                   Costo €             Quota al pubblico * €     num. bambini (ipotesi)
     * la quota al pubblico dovrà naturalmente risultare scontata della cifra pari al finanziamento da parte dell’Ufficio della
     Consigliera e cioè del 50% dell’importo di cui alla voce” Costo”

Part Time con pranzo (7.30 – 14.30)
Giornaliero                                                   Costo €             Quota al pubblico * €     num. bambini (ipotesi)
Settimanale                                                   Costo €             Quota al pubblico * €     num. bambini (ipotesi)
     * la quota al pubblico dovrà naturalmente risultare scontata della cifra pari al finanziamento da parte dell’Ufficio della
     Consigliera e cioè del 50% dell’importo di cui alla voce” Costo”


Full Time (7.30 – 18.30)
Giornaliero                                                   Costo €             Quota al pubblico * €     num. bambini (ipotesi)
Settimanale                                                   Costo €             Quota al pubblico * €     num. bambini (ipotesi)
     * la quota al pubblico dovrà naturalmente risultare scontata della cifra pari al finanziamento da parte dell’Ufficio della
     Consigliera e cioè del 50% dell’importo di cui alla voce” Costo”

Pomeridiano (14.30-18.30)
Giornaliero                                                   Costo €             Quota al pubblico * €     num. bambini (ipotesi)
Settimanale                                                   Costo €             Quota al pubblico * €     num. bambini (ipotesi)
     * la quota al pubblico dovrà naturalmente risultare scontata della cifra pari al finanziamento da parte dell’Ufficio della
     Consigliera e cioè del 50% dell’importo di cui alla voce” Costo”




                                                                                                  Il legale rappresentante/Titolare




* in caso di raggruppamento specificare i dati relativi ad ogni singolo organismo




                                                                                                                               8
                                                                                                     ALLEGATO 2

                            FORMULARIO PER LA REDAZIONE DELL'OFFERTA

Il presente formulario deve essere utilizzato dal concorrente quale modello per la presentazione del
Documento di progetto. Gli spazi indicati sono a titolo esemplificativo e possono essere adattati alle
esigenze dell’organismo proponente. Si consiglia di non superare le 25 pagine di formulario Eventuali
ulteriori informazioni possono essere inserite nel presente documento quali attestazioni aggiuntive
sull'esperienza-competenza del soggetto candidato.

                                                DATI GENERALI

Nome e ragione sociale dell’organismo


Tipologia dell’organismo
     associazione senza               impresa
        scopo di lucro
     cooperativa                      associazione
        (specificare natura)              temporanea di
                                          impresa o di scopo
     organismo di                     altro (specificare)
        volontariato


Sede dell’Organismo
Specificare indirizzi, telefono, fax, e-mail, ecc. in caso di più sedi, segnalare solo la sede legale e
quelle operative a cui si riferisce il progetto.




Rappresentante legale/Titolare dell’Organismo
Indicare cognome, nome, ruolo, telefono, fax, e-mail




Persona responsabile del Progetto
Indicare cognome, nome, ruolo, telefono, fax, e-mail




                                      DATI RELATIVI ALL’ORGANISMO

Descrivere brevemente e documentare tutti quegli elementi che saranno oggetto di valutazione da parte
dell’apposita Commissione secondo i criteri indicati nell’allegato n° 4 all’Avviso Pubblico.

Esperienze maturate dall’organismo nella sua attività generale




Esperienze maturate dall’organismo nel territorio in cui è proposto l’intervento




Struttura organizzativa dell’organismo



                                                                                                             9
(allegare i curricula di tutto il personale, compreso quello a tempo o a progetto o in regime di collaborazione
professionale).




                                                   PROGETTO

Illustrare dettagliatamente, secondo il seguente schema, il progetto di intervento redatto tenendo conto degli
obiettivi, del modello di intervento, delle linee progettuali e degli standards operativi fissati nelle “Direttive
progettuali” (Allegato …………. all’Avviso Pubblico) ed evidenziando tutti gli elementi che saranno oggetto di
valutazione da parte dell’apposita Commissione secondo i criteri indicati nell’allegato …………..all’Avviso
Pubblico.

Destinatari dell’ intervento
Descrivere la tipologia e il numero previsto dei destinatari finali delle azioni realizzate del progetto.



Finalità generali e obiettivo/i del progetto
Descrivere i risultati che si spera di ottenere mediante le azioni del progetto



Fasi e azioni previste dal progetto, anche in forma laboratoriale.
Descrivere le fasi e le attività che si intendono realizzare (se lo si ritiene opportuno allegare una
rappresentazione grafica).
Per ciascuna fase devono essere indicati: il numero, la qualifica professionale e le caratteristiche del
personale impiegato.



Metodologie dell’intervento




Gestione ed organizzazione del progetto
Descrivere il modello organizzativo previsto per la gestione del progetto (se opportuno, allegare uno
schema grafico).




Innovatività e sistematicità dell’intervento




Monitoraggio e autovalutazione del progetto




Fattibilità delle azioni e cantierabilità del progetto
Descrivere che le condizioni che possono assicurare l’immediato avvio del progetto e la sua fattibilità,
compresa l’immediata disponibilità della struttura delle risorse umane e di tutte le attrezzature di cui
necessita l’attività programmata). Descrivere possibili rischi o difficoltà che possono compromettere l’avvio
del progetto la sua realizzazione o il conseguimento dei risultati sperati.




                                                                                                               1
                                                                                                               0
                    Tariffe del servizio (di cui il 50% a carico dell’Ufficio della Consigliera)

Part Time senza pranzo (7.30 – 12.30)
Giornaliero                                                  Costo €            Quota al pubblico *            num. bambini
                                                                                         €                       (ipotesi)
Settimanale                                                  Costo €            Quota al pubblico *            num. bambini
                                                                                         €                       (ipotesi)
     * la quota al pubblico dovrà naturalmente risultare scontata della cifra pari al finanziamento da parte dell’Ufficio della
     Consigliera e cioè del 50% dell’importo di cui alla voce” Costo”

Part Time con pranzo (7.30 – 14.30)
Giornaliero                                                  Costo €            Quota al pubblico *            num. bambini
                                                                                         €                       (ipotesi)
Settimanale                                                  Costo €            Quota al pubblico *            num. bambini
                                                                                         €                       (ipotesi)
     * la quota al pubblico dovrà naturalmente risultare scontata della cifra pari al finanziamento da parte dell’Ufficio della
     Consigliera e cioè del 50% dell’importo di cui alla voce” Costo”

Full Time (7.30 – 18.30)
Giornaliero                                                  Costo €            Quota al pubblico *            num. bambini
                                                                                         €                       (ipotesi)
Settimanale                                                  Costo €            Quota al pubblico *            num. bambini
                                                                                         €                       (ipotesi)
     * la quota al pubblico dovrà naturalmente risultare scontata della cifra pari al finanziamento da parte dell’Ufficio della
     Consigliera e cioè del 50% dell’importo di cui alla voce” Costo”

Pomeridiano (14.30-18.30)
Giornaliero                                                  Costo €            Quota al pubblico *            num. bambini
                                                                                         €                       (ipotesi)
Settimanale                                                  Costo €            Quota al pubblico *            num. bambini
                                                                                         €                       (ipotesi)
     * la quota al pubblico dovrà naturalmente risultare scontata della cifra pari al finanziamento da parte dell’Ufficio della
     Consigliera e cioè del 50% dell’importo di cui alla voce” Costo”




Brindisi, lì

                                                                                           Il Legale Rappresentante/Titolare
                                                                                               (timbro e firma dell’organismo)




                                                                                                                                  1
                                                                                                                                  1
                                DICHIARAZIONE A CORREDO DELL’OFFERTA


                                                                                           SPETT.LE
                                                                                      PROVINCIA DI BRINDISI
                                                                                     Ufficio Consigliera di parità
                                                                                                    L.go S.Paolo
                                                                                              72100 BRINDISI


OGGETTO: AVVISO DI PUBBLICO INCANTO per l'affidamento dell'incarico di realizzazione del progetto “A
casa di Babbo Natale”


_ sottoscritt_ …………………………………..…………………..……………………………
nat_ il …………………… a ……………………………..……...……………………………..
in qualità di ………………………….., dell’impresa/società/organismo ………………………………..… con
sede in…………………………, con codice fiscale n. ……………………… (partita IVA n. ………………………)
in relazione all’Avviso pubblico di cui all’oggetto, come:


         impresa singola/associazione/ente/referente di partenariato ;
ovvero
         capogruppo di una associazione temporanea di imprese ovvero RTS;
ovvero
         mandante di una associazione temporanea di imprese ovvero RTS;


ai sensi dell’articolo 4 della legge 15 gennaio 1968, n.15 e del D.P.R. 403/98, consapevole delle sanzioni
penali previste dall'articolo 26 della legge 4 gennaio 1968, n. 15 nonché del D.P.R. 445/2000 e sim, per le
ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate,


                                                      DICHIARA:


             a   di confermare le dichiarazioni accluse alla domanda di partecipazione alla gara;
    A. di aver preso esatta cognizione della natura dell’appalto e di tutte le circostanze generali e particolari
         che possono influire sulla sua esecuzione;
    B. di accettare, senza condizione o riserva alcuna, tutte le norme e disposizioni contenute negli atti di
         gara riferiti al progetto elaborato dalla Provincia di Brindisi;
    C. di essere a conoscenza delle condizioni e delle attività a farsi e di essere disposto ad accettare tutte
         le disposizioni che saranno impartite dal Dirigente del Servizio MdL/FP o suo delegato.
    D. di avere nel complesso preso conoscenza di tutte le circostanze generali, particolari e locali,
         nessuna esclusa ed eccettuata, che possono avere influito o influire sia sulla esecuzione
         dell’intervento a farsi, sia sulla determinazione della propria offerta e di giudicare, pertanto,
         remunerativa l’offerta economica presentata;



                                                                                                               1
                                                                                                               2
    E. di avere effettuato uno studio approfondito del progetto, di ritenerlo adeguato e realizzabile per il
        prezzo corrispondente all’offerta presentata;
    F. di avere tenuto conto, nel formulare la propria offerta, di eventuali maggiorazioni per lievitazione dei
        costi che dovessero intervenire durante l’esecuzione dell’intervento, rinunciando fin d’ora a qualsiasi
        azione o eccezione in merito;
    G. di avere accertato l’esistenza delle condizioni di base e di fondo in relazione ai tempi previsti per
        l’esecuzione dell’intervento oggetto dell’appalto in parola;




data
                                                                                    FIRMA




N.B.
La dichiarazione deve essere corredata da fotocopia, non autenticata, di documento di identità del
sottoscrittore.




                                           PROVINCIA DI BRINDISI


                                                                                                            1
                                                                                                            3
                                                                                             All.B

                  SERVIZIO MERCATO DEL LAVORO/FORMAZIONE PROFESSIONALE

                                               CONTRATTO


tra la Provincia di Brindisi e la                                         ---per l’affidamento dell’incarico di
realizzazione del progetto “A casa di Babbo Natale”


        L'anno                 il giorno______________ del mese di _____________________ presso la
Provincia di Brindisi (C.F.=80001390741) con sede in Brindisi alla via De Leo, 3 in questo atto rappresentata
dalla dott.ssa Alessandra Pannaria nata a Roma il 2/10/1969, in qualità di Dirigente del Servizio MdL/FP

                                                      E

La ____ ---------------- di iscritta nel registro delle imprese presso la C.C.I.A.A. di n-------. REA --------
C.F.=..nella persona di___________ nat_il ___________ a -------------------e residente a ---

Premesso che

- con Determinazione n--------. del è stata indetta apposita procedura di gara relativa al progetto “A casa di
Babbo Natale”
- che la Provincia ha inteso selezionare e valorizzare la migliore proposta progettuale presentata da
operatori economici esperti nel settore per realizzare quanto in oggetto, secondo le linee-guida dettate nel
progetto approvato con la citata D.D.___;
- che ____ ---------------------si è aggiudicata la gara di cui sopra presentando l’offerta economicamente più
vantaggiosa, così come riportato con atto dirigenziale n. del--- ;---
- che il progetto offerto da______ è parte integrante e sostanziale del presente contratto;
Tra le parti, come sopra costituite e rappresentate, si conviene e stipula quanto segue:


                                                  Art. 1
                                                PREMESSE

Le premesse su esposte vengono confermate dalle parti e dichiarate parte integrante del contratto;


                                                Art. 2
                                        OGGETTO DELL’APPALTO

La Provincia, in esecuzione della determinazione n. ---del     – che prende atto dei Verbali dei lavori della
Commissione di aggiudicazione, affida l’incarico di realizzazione del progetto a ----------------che accetta
l’incarico;


                                               Art. 3
                                 IMPEGNI DELL’IMPRESA INCARICATA


Il soggetto incaricato dovrà dare compiuta esecuzione al progetto, proposto in sede di gara ed oggetto della
valutazione da parte della Commissione giudicatrice, il quale – allegato al presente Contatto – costituisce
dello stesso sua parte integrante e sostanziale, nel rispetto delle condizioni minime di cui al progetto
approvato dalla Provincia di Brindisi;



                                               Art.4
                                     DURATA DELLA CONVENZIONE




                                                                                                            1
                                                                                                            4
La presente Convenzione avrà la durata massima .di gg.___ decorrenti dalla data di sottoscrizione del
presente atto.


                                               ART. 5
                                COSTI E MODALITA DELLA CONVENZIONE


Per la realizzazione delle attività descritte nel testo della presente contratto e nei suoi allegati, è previsto un
costo             complessivo,                omnicomprensivo,               pari              ad              Euro
----- come da ---------come da offerta presentata in data______ , acquisita agli atti di gara indetta
dall'Amministrazione Provinciale e che entrambe le parti dichiarano di ben conoscere e di accettare.

L'importo totale da corispondere verrà corrisposto con le seguenti modalità:
A. II 50% dell'importo offerto ed aggiudicato, contro presentazione di notula di pagamento, a titolo di acconto
(a seguito di sottoscrizione del presente Contratto).
B. II saldo al termine del progetto in parola, contro presentazione di notula di pagamento e, comunque, sulla
base di un riscontro oggettivo delle effettive presenze dei bambini presso la sede indicata dall’Organismo
attuatore, verificata tramite registri di presenza e copie dei bonifici effettuati da parte dei genitori per la
copertura della quota individuale, giornaliera o settimanale.

I pagamenti saranno effettuati entro e non oltre il termine di 60 giorni dal ricevimento della           notula di
pagamento da parte del competente Servizio finanziario dell'Ente appaltante.


                                                 ART. 6
                                         PROPRIETA' DEI PRODOTTI

I risultati operativi, i materiali promozionali e dimostrativi delle attività in parola nonchè tutti i documenti
realizzati e prodotti nell'ambito dell'incarico in oggetto dovranno essere consegnati all'Amministrazione
Provinciale e resteranno di esclusiva proprietà della stessa.
II soggetto risultato aggiudicatario della gara, nonchè sottoscrittore del presente contratto, potrà utilizzare i
materiali predisposti nel!'ambito del presente incarico solo previa richiesta di autorizzazione e risposta
positiva da parte dell'Amministrazione Provinciale.


                                                ART. 7
                                   RISOLUZIONE DELLE CONTROVERSIE

Qualsiasi controversia che dovesse sorgere tra la Provincia e I'affidatario, relativa alla interpretazione ed
applicazione delle norme del presente contratto, qualora non fosse possibile bonario accordo tra Ie parti
ovvero a mezzo arbitrato sarà devoluta alla competenza del giudice ordinario, con espressa esclusione del
giudizio arbitrale. II foro competente sarà esclusivamente quello di Brindisi.
Pertanto per le controversie che dovessero sorgere per effetto del presente appalto, la ditta aggiudicataria
dovrà eleggere domicilio speciale presso il Comune di Brindisi.


                                                    ART. 8
                                                RISERVATEZZA

I dati, gli elementi ed ogni informazione acquisita in sede di offerta sono utilizzati dall'amministrazione
aggiudicatrice esclusivamente ai fini del procedimento di gara e della individuazione del soggetto affidatario,
garantendo I'assoluta sicurezza e riservatezza, anche in sede di trattamento dati con sistemi automatici e
manuali.


                                                Art.9
                               SANZIONI E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO


Le valutazione negative, reiterate e consecutive, relative anche ad una sola delle previsioni del progetto
approvato, determinerà per l'Ente la facoltà di risolvere l'accordo tra le parti , previa formale notifica


                                                                                                                1
                                                                                                                5
all'impresa affidataria, senza nulla a pretendere da parte della stessa salvo Ie prestazioni rese ed accettate
con valutazione positiva.
Ogni altra inadempienza potrà dar luogo alla risoluzione giudiziale del contratto.


                                                   Art. 10
                                            SPESE CONTRATTUALI

Tutte le spese inerenti il presente contratto, ivi incluse le spese di bolli e l’eventuale registrazione fiscale che
avverrà solo in caso d’uso, sono a carico dell'impresa affidataria.




PER LA PROVINCIA DI BRNDISI                                                 L'AGGIUDICATARIO




                                                                                                                 1
                                                                                                                 6

								
To top