scheda_zvngis by JOxeYE7

VIEWS: 12 PAGES: 14

									         Servizio Cartografico ZVN e Uso Agronomico degli effluenti zootecnici
                                         - Descrizione dei livelli geografici -

La descrizione che segue raggruppa i livelli informativi per “cartelle” che corrispondono a quelle visibili servizio WebGIS
(nella parte destra della mappa). Per ogni cartella vengono descritti i livelli geografici con l’indicazione dei proprietari del
dato, la fonte, l’aggiornamento e le informazioni associate (visualizzabili attraverso funzioni di ricerca e interrogazione).
Viene inoltre indicata la disponibilità dell’informazione, cioè se la consultazione è libera o per utenza ristretta e se c’è la
possibilità di scaricare il dato geografico in locale (sempre per accesso riservato).
I livelli informativi consultabili all’interno del servizio sono raggruppati nelle seguenti cartelle:

-       Nuova Designazione (Reg.12/R – 2008)
-       Prima designazione ZVN (reg. 9/R - 2002)
-       Ulteriori limitazioni allo spandimento
-       Indici Idrogeologici
-       Capacità protettiva dei Suoli
-       Dati agronomici
-       Piani di utilizzazione agronomica
-       Utilizzo delle particelle
-       Risorse Idriche
-       Aree protette
-       Limiti amministrativi
-       Viabilità
-       Basi topografiche

!     n.b. il sistema di riferimento dei dati geografici è WGS84




Nuova Designazione (Reg.12/R – 2008)

All’interno di questa cartella sono contenute aree ZVN di nuova designazione (Reg. 12/R del 2008) che
comprendono le aree vulnerate da Nitrati riferite ai limiti dei Fogli di Mappa e le fasce del PAI A e B.

Fogli di mappa ZVN (Reg.12/R)
Descrizione: Fogli di mappa già designati dal regolamento precedente (97R del 2002) e Fogli di mappa che risultano
ricadere per più del 50% in aree aventi le seguenti caratteristiche Capacità protettiva dei Suoli Bassa e Moderatamente
Bassa, Tempo di arrivo in falda <1 settimana e aree con surplus di Azoto >50kg/ha.
Ente proprietario: DirezioneAgricoltura (11)
Fonte dati: Fogli di mappa catastali
Database: ZVN@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2008
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


    Informazioni consultabili            Descrizione
    Codice Foglio di mappa               Codice esteso del foglio di mappa
    Designazione                         Tipo di designazione a cui è soggetto (9R o Nuova designazione)
    Superficie (ha)                      Superficie del foglio di mappa


Fascia A
Descrizione: fascia di deflusso della piena (Fasce di rispetto dei fiumi, secondo la classificazione del PAI- Piano per
l’Assetto Idrogeologico)
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e foreste (14)
Fonte dati: PAI (Piano di Assetto Idrogeologico), elaborazioni CSI
Database: DIFSUOLO@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 10/2006
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico, complessivo di fascia A e B, scaricabile in formato shapefile del
dato (per utenza ad accesso riservato)
Informazioni consultabili               Descrizione

Fascia                                  Fascia di rispetto


Fascia B
Descrizione: fascia di esondazione (Fasce di rispetto dei fiumi, secondo la classificazione del PAI- Piano per l’Assetto
Idrogeologico)
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e foreste (14)
Fonte dati: PAI (Piano di Assetto Idrogeologico), elaborazioni CSI
Database: DIFSUOLO@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 10/2006
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico, complessivo di fascia A e B, scaricabile in formato shapefile del
dato (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione

Fascia                                  Fascia di rispetto



Prima designazione ZVN (reg.9/R)

All’interno di questa cartella sono contenute le aree designate dal 9/R, i fogli di mappa ricadenti in tali aree e
designati a loro volta come vulnerati (reg. 9/R e successivo 2/R)

Aree vulnerate da nitrati (designazione reg.9/R)
Descrizione: Aree separate tematizzate in base alla designazione effettuata con Regolamento Regionale 2/R (18 marzo
2004). Le aree sono divise in 4 classi: designate LV1 (livello di vulnerazione Alto, con NO3 > di 50mg/L), designate LV2
(livello di vulnerazione Medio Alto, con NO3 tra 40 e 50mg/L), non indagate, non designate
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: ARPA Piemonte
Database: ZVN@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: biennio 2000-2001
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
Codice Area                             Codice dell’area idrogeologicamente separata (es. TO08)
Denominazione                           Denominazione dell’area separata
Superficie (ha)                         Superficie dell’area separata espressa in ettari
Media delle medie di NO3                Media delle medie dei valori di nitrati (NO3) rilevati dal monitoraggio delle
(mg/l)                                  acque sotterranee nel corso del biennio 2000-2001 espressa come elaborazione
                                        per area separata
Massima delle medie di NO3              Massima delle medie dei valori di nitrati (NO3) rilevati dal monitoraggio delle
(mg/l)                                  acque sotterranee nel corso del biennio 2000-2001 espressa come elaborazione
                                        per area separata
Designazione                            Indicazione fornita dal regolamento 2/R sulla vulnerazione dell’area separata


Fogli di mappa designati (Reg.9/R-2002)
Descrizione: Fogli di mappa ricadenti per più del 50% in un’area designata (reg.2/R) e quindi designati a loro volta
Ente proprietario: Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati: Regolamento Regionale 2/R
Database: ZVN@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2002
Disponibilità: libera consultazione, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
Istat Comune                            Codice istat del comune
Sezione                                 Codice delle sezione censuaria
Informazioni consultabili               Descrizione
Foglio                                  Codice del foglio ( a tre cifre)
Designato(sì/no)                        Indicazione se il foglio è designato come ZVN




Ulteriori limitazioni allo spandimento

Aree di esondazione
Descrizione: esondazioni e dissesti morfologici di carattere torrentizio lungo le aste dei corsi d’acqua (vedi PAI- Norme di
attuazione, art.9)
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e foreste (14)
Fonte dati: Servizio geologico della Regione Piemonte, Autorità di Bacino del Po, elaborazioni Csi
Database: DIFSUOLO@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2006
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
                                        Ee (aree coinvolgibili dai fenomeni con pericolosità molto elevata)
Pericolosità                            Em (aree coinvolgibili dai fenomeni con pericolosità media o moderata)
                                        Eb (aree coinvolgibili dai fenomeni con pericolosità elevata,)
Fonte del dato                          Origine del dato: dal PAI o dai PRG comunali


Pozzi di captazione
Descrizione: pozzi di captazione per l’acqua ad uso potabile
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Sistema Informativo Risorse idriche
Copertura: regionale
Database: NEW_SIRI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2007
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili                   Descrizione
Codice univoco l.r. 2299                    Codice da legge regionale 2299
Id Opera di captazione                      Codice univoco dell’opera di captazione
Località                                    Località
Profondità (m)                              Profondità
Quantità max derivata (l/s)                 Quantità max di acqua derivata in litri al secondo
Volume derivato (m3/anno)                   Volume d’acqua derivato in metri cubi l’anno


Sorgenti
Descrizione: Sorgenti
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Sistema Informativo Risorse idriche
Copertura: regionale
Database: NEW_SIRI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2007
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili                   Descrizione
Codice univoco l.r. 2299                    Codice da legge regionale 2299
Id Opera di captazione                      Codice univoco dell’opera di captazione
Informazioni consultabili                     Descrizione
Località                                      Località
Quota                                         Quota dell’opera
Quantità max derivata (l/s)                   Quantità max di acqua derivata in litri al secondo
Volume derivato (m3/anno)                     Volume d’acqua derivato in metri cubi l’anno

Suoli co Capacità protettiva Bassa e Moderatamente Bassa
Descrizione: Carta della capacità protettiva dei suoli nei confronti delle acque sotterranee (pianura e collina) a scala
1:250.000 e con caratteristiche di protezione Bassa e Moderatamente bassa
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati: Ipla s.p.a.
Database: SUOLI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2007
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili                Descrizione
Unità cartografica                       Unità cartografica di suolo
Capacità protettiva                      Classe di capacità protettiva
Descrizione                              Descrizione estesa della classe di capacità protettiva
Ettari                                   Superficie dell’unità cartografica di suolo




Indici Idrogeologici

Gli indici forniscono l’informazione sulla vulnerabilità di un acquifero tramite zonizzazione del territorio. I temi consultabili
derivano dalle elaborazioni fatte dal Dipartimento di Scienze della Terra e riguardano due indici:
     Tempo di ritorno in falda
     Indice GOD

Tempi di arrivo in falda
Descrizione: indice relativo al tempo di deflusso di contaminanti nelle acque sotterranee (scala 1:250.000)
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Dipartimento di Scienze della Terra – Università degli Studi di Torino
Database: NEW_SIRI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2005
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili                Descrizione
Codice                                   Codice
Tempo di Arrivo in falda                 Classe del tempo di arrivo in falda


Indice GOD
Descrizione: indice di vulnerabilità della falda acquifera superficiale (5 classi di vulnerabilità: da estrema a trascurabile)
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Dipartimento di Scienze della Terra – Università degli Studi di Torino
Database: NEW_SIRI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2005
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili                Descrizione
Codice                                   Codice (da 1 a 5)
Indice GOD                               Classe di vulnerabilità
Capacità protettiva dei suoli nei confronti delle acque sotterranee

L’informazione sulla capacità protettiva del suolo nei confronti delle acque sotterranee è resa disponibile a due scale di
visualizzazione:1:250.000 e 1:50.000. I due strati informativi sono visibili non contemporaneamente.

Capacità protettiva nei confronti delle acque sotterranee 1:250.000
Descrizione: Carta della capacità protettiva dei suoli nei confronti delle acque sotterranee (pianura e collina) a scala
1:250.000. La classificazione, fatta per unità cartografiche di suolo (UCS) si basa su quattro classi di capacità protettiva.
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati: Ipla s.p.a.
Database: SUOLI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2007
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
Unità cartografica                      Unità cartografica di suolo
Capacità protettiva                     Classe di capacità protettiva
Descrizione                             Descrizione estesa della classe di capacità protettiva
Ettari                                  Superficie dell’unità cartografica di suolo


Capacità protettiva nei confronti delle acque sotterranee 1:50.000
Descrizione: Carta della capacità protettiva dei suoli nei confronti delle acque sotterranee (pianura e collina) a scala
1:50.000. La classificazione, fatta per unità cartografiche di suolo (UCS) si basa su otto classi di capacità protettiva
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati: Ipla
Database: SUOLI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2007
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
Unità cartografica                      Unità cartografica di suolo
Capacità protettiva                     Classe di capacità protettiva
Descrizione                             Descrizione estesa della classe di capacità protettiva
Ettari                                  Superficie dell’unità cartografica di suolo



Dati Agronomici

All’interno di questa cartella sono compresi i dati elaborati e prodotti dal Dipartimento AgroSelviTer che ha
suddiviso il territorio in aree omogenee dal punto di vista agronomico. I limiti di queste aree sono stati
definiti in modo tale che esse rappresentino dei raggruppamenti di più fogli di mappa. In base alle
caratteristiche colturali e di carico agricolo sono stati attribuiti ai fogli di mappa, ricadenti nelle aree
agronomiche, i valori di carico colturale di azoto e fosforo (apporti minerali, asporti e surplus). I dati di
bilancio sono espressi sia per aree che per foglio di mappa
Sui dati di carico animale Agroselviter ha elaborato delle tabelle di coefficienti che permettono di valutare il
carico potenziale di azoto sulla base del numero di capi allevati. Il dato è al momento disponibile a livello
regionale a partire dai dati del 5° Censimento generale dell’Agricoltura (2000) a dettaglio comunale.
Azoto di origine zootecnica
Descrizione: Tematizzazione su base comunale dei carichi potenziali di azoto di origine animale. Il dato, riferito ai
comuni, viene calcolato sulla base del numero totale di capi allevati (da fonte Istat).
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati: 5° Cens.ISTAT- Elaborazioni CSI
Database: ZVN@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2000
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)
Informazioni consultabili               Descrizione

Codice Istat                            Codice istat del comune
Comune                                  Toponimo
SAU (ha)                                Superficie agricola utilizzata espressa in ettari
Peso vivo (t)                           Tonnellate totali di peso vivo (numero di capi *coefficiente di peso vivo)
                                        Azoto al campo (al netto delle perdite di rimozione e stoccaggio) calcolato sul
                                        totale dei capi allevati nel comune. Il calcolo viene effettuato moltiplicando il
Azoto al campo (kg/anno)
                                        peso vivo di ciascuna categoria di animale allevato per il relativo coefficiente di
                                        escrezione d’azoto
                                        Fosforo escreto calcolato sul totale dei capi allevati nel comune. Il calcolo viene
Fosforo escreto (kg anno)               effettuato moltiplicando il peso vivo di ciascuna categoria di animale allevato
                                        per il relativo coefficiente di escrezione .


Aree Agronomicamente omogenee
Descrizione: Aree omogenee dal punto di vista agronomico che costituiscono aggregazioni di fogli di mappa. Per ogni
area agronomica ci sono i calcoli di bilancio di azoto.
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati:
Database: ZVN@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2002
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
Area agronomica                         Codice dell’area omogenea dal punto di vista agronomico
Superficie (ha)                         Superficie dell’area espressa in ettari
Superficie colturale (ha)               Superficie delle colture
Asporto di N (kg/ha)                    Asporto di azoto (N) da parte delle colture (kg ha-1),
Apporto N min (kg/ha)                   Apporto di azoto come fertilizzante minerale (N) alle colture (kg ha-1)
Apporto N org (kg/ha)                   Apporto di azoto organico
Bilancio tot di N (kg/ha)               Differenza tra gli apporti medi di N minerale e gli asporti medi delle colture (kg
                                        ha-1)



Piani di utilizzazione agronomica (PUA)

Le aziende tenute a presentare i piani di utilizzazione agronomica forniscono una serie di dati che
inquadrano la situazione relativa agli allevamenti, alle strutture di stoccaggio (a livello di particelle catastali)
e all’anagrafica aziendale Si tratta di dati non omogenei sul territorio regionale e riferiti a unità territoriali di
cui non si dispone sempre del dato vettoriale. Dallo studio di approfondimento effettuato sulla Provincia di
Cuneo sono stati ricavati i dati di adeguamento strutture e di eccesso di azoto per singolo centro aziendale e
dati di surplus di azoto per particella (elaborazioni fatte partendo superficie totale delle aziende, dai dati di
carico spartiti per particella e dalla ricadenza delle stesse in aree soggette a limitazioni).
I dati sulle particelle sono riferiti al centroide delle stesse e i centri aziendali sono georiferiti, ma in modo non
omogeneo poiché il dato geografico non è fornito direttamente dalle aziende (in parte coordinate, in parte
con l’indirizzo indicato dall’azienda nel PUA, circa il 20%)
Centri Aziendali
Descrizione: aziende che hanno presentato i PUA, di cui è stato possibile fare la georeferenziazione tramite localizzazione
dell’indirizzo della UTE sugli stradari della Regione Piemonte
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati: procedura informatizzata di compilazione dei PUA (a cura del CSI Piemonte); stradari della Regione Piemonte
Database: ZVN@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: ottobre 2006
Disponibilità: Consultazione riservata agli utenti autorizzati , Dato scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso
riservato)
Informazioni consultabili              Descrizione
CUAA (link alla scheda di dettaglio)   codice univoco dell’azienda proprietaria
Comune dell’unità produttiva           comune
Codice Istat
Superficie azienda tot. (ha)           superficie totale dell’azienda
                                       Eccesso di azoto di origine zootecnica presente in azienda, calcolato come
Eccesso di azoto (kg/ha)
                                       Azoto al campo (kg) – Azoto massimo spandibile (kg)
Superficie in asservimento (ha)        superficie in asservimento
Superficie in ZVN (%)                  % di superficie utile allo spandimento in ZVN
Superficie utile allo spandimento
                                       Totale di ettari utili allo spandimento
(ha)
Azoto tot zootecnico (kg)              Azoto totale zootecnico (kg)
Azoto totale al campo (kg)             Azoto totale al campo (kg)
Azoto massimo spandibile (kg)          Azoto massimo spandibile (kg)
Peso vivo tot bovini (kg)              Peso vivo totale di bovini
Peso vivo tot suini (kg)               Peso vivo totale di suini
Peso vivo tot avicoli (kg)             Peso vivo totale di avicoli
Peso vivo tot altro (kg)               Peso vivo totale di altre specie
Tot liquame (m3)                       metri cubi totali di liquami prodotti
Tot letame (t)                         tonnellate totali di letame
Anno                                   Anno di presentazione del PUA


n.: Il dato geografico relativo ai Centri Aziendali contiene ulteriori informazioni di dettaglio consultabili
richiamando una pagina collegata al campo CUAA.

CENTRO AZIENDALE – Altre informazioni
Informazioni Azienda
CUAA                                       Codice univoco dell’azienda
Comune dell’unità produttiva               Comune dell’unità produttiva
Codice Istat Comune                        Codice Istat del comune dell’unità produttiva
Tipo di piano presentato                   PUA (Piano di Utilizzazione Agronomica) o PUAS (Piano di utilizzazione
                                           agronomica semplificato)
Superfici dell’azienda
Totale superficie aziendale (ha)           Ettari totali condotti dall'azienda
Superficie di proprietà (ha)               Ettari in proprietà
Superficie in affitto (ha)                 Ettari in affitto
Altre superfici (ha)                       Altre superfici
Superficie in asservimento (ha)            Ettari presi in asservimento
Superficie utile per lo spandimento (ha)   Totale ettari utili allo spandimento (calcolato dalla superficie aziendale +
                                           ettari presi in asservimento - ettari eventualmente ceduti in asservimento a
                                           terzi)
Nitrati
Superficie ricadente in ZVN (%)            % di superficie utile allo spandimento in ZVN (Zona Vulnerabile da Nitrati)
Azoto totale zootecnico (kg)               Azoto totale prodotto dagli animali allevati. Serve per comprendere la
                                           grandezza delle aziende (se rientrano nelle soglie 340 - 2000 - 6000 – >6000
                                           kg di azoto/anno) e quindi quali piani devono essere presentati (PUAS o
                                           PUA)
Azoto totale al campo (kg)                 Azoto totale al campo in kg (a seguito di trattamenti, cessioni di reflui
                                           palabili o acquisizioni).
Azoto massimo spandibile (kg)              Dati i limiti di azoto per ogni particella, viene calcolato il massimi kg di azoto
                                           che l'azienda può distribuire
Bilancio di azoto (kg)                     Eccesso di azoto in kg(Azoto massimo spandibile – azoto totale al campo)
Fabbisogno in ettari (ha)                  Ettari di cui necessita l'azienda (si intende ettari di terreni con limite a
                                           170kg/ha)
Allevamento- Effluenti
Peso vivo Bovini (kg)                      Peso vivo totale di bovini
Peso vivo Suini (kg)                        Peso vivo totale di suini
Peso vivo Avicoli (kg)                      Peso vivo totale di avicoli
Peso vivo – altro (kg)                      Peso vivo totale di altre specie
Liquame totale (m3)                         metri cubi totali di liquami prodotti
Liquame Bovino (m3)                         metri cubi totali di liquami bovino
                                            (sia liquame bovino, che liquame bovino allevamento carne)
Liquame Suino (m3)                          metri cubi totali di liquami suino
                                            (sia liquame suino che liquame bovinsuino dopo il trattamento)
Letame totale (t)                           tonnellate totali di letame
Letame Bovino (t)                           tonnellate di letame bovino
Letame Suino (t)                            tonnellate di letame suino ( + solido dopo trattamenti)
Strutture di stoccaggio e trattamento
Totale volume vasche (m3)                   metri cubi di stoccaggio per liquami disponibili in azienda
Vasche necessarie (m3)                      metri cubi di stoccaggio per liquami calcolati necessari per l'azienda
Vasche fabbisogno (m3)                      metri cubi mancanti o eccedenti di vasche per liquami (se il valore è positivo
                                            sono i metri cubi di cui ha bisogno in più l'azienda)
Platee totali (m3)                          metri cubi di stoccaggio per letami disponibili in azienda (sono comprese le
                                            platee e lettiere permanenti)
Platee necessarie (m3)                      metri cubi di stoccaggio per letami calcolati necessari per l'azienda
Platee fabbisogno (m3)                      metri cubi mancanti o eccedenti di stoccaggio palabili (se il valore è positivo
                                            sono i metri cubi di cui ha bisogno in più l'azienda)
Platee fabbisogno (m2)                      metri quadri di platee che neccessita in più l'azienda (i metri quadri sono
                                            calcolati con letami di coefficiente 2, come il letame bovino, quindi sono i
                                            metri quadri minimi necessari)
Presenza trattamenti                        SI = l'azienda ha strutture di trattamento
                                            NO= l'azienda non ha strutture di trattamento
Presenza cessioni palabili                  SI= sono stati venduti palabili
                                            NO= non ci sono state cessioni di palabili


Particelle PUA*
Descrizione: particelle catastali di proprietà, in affitto o in asservimento delle aziende che hanno presentato i PUA, dati
attribuiti ai centroidi delle particelle estratte dall’Anagrafe Unica delle Imprese Agricole del Piemonte
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati: procedura informatizzata di compilazione dei PUA
Database: ZVN@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2007
Disponibilità: Consultazione riservata agli utenti autorizzati , Dato scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso
riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
Codice Istat Comune                     Codice istat comune
Foglio di mappa                         Codice del foglio di mappa
Particella                              codice della particella
Superficie (ha)                         superficie catastale particella
Superficie utilizzata (ha)              superficie utilizzata
Vulnerabile (sì/no)                     ricadenza in foglio di mappa classificato come vulnerabile
Conduzione                              tipo di conduzione della particella
CUAA                                    codice univoco dell’azienda
Limite di Azoto distribuibile           Quantità massima di azoto di origine zootecnica distribuibile per ogni particella
(kg/ha/anno)                            (ai sensi del Reg. 9/R)
                                        SURPLUS DI AZOTO calcolato : eccesso di azoto tot dell’azienda / superficie
Bilancio di Azoto (kg N/ha)
                                        aziendale utile per lo spandimento x superficie particella utilizzata
Eccesso di azoto tot aziendale          Eccesso di azoto di origine zootecnica presente in azienda, calcolato come
(kg)                                    Azoto al campo (kg) – Azoto massimo spandibile (kg)
Utilizzo delle particelle

I livelli informativi contenuti in questo gruppo forniscono informazioni sull’utilizzo dei terreni delle particelle e
i dati sulle particelle in asservimento.
Il dato, deriva dall’Anagrafe Unica delle Imprese Agricole, e contiene l’utilizzo delle particelle delle aziende
agricole che hanno richiesto finanziamenti in agricoltura.
Il dato relativo alle particelle in asservimento, attualmente ha una copertura limitata alla provincia di Cuneo.
Il dato proviene da archivi provinciali non centralizzati a livello regionale. Questa fonte pertanto rimane
provvisoria e fornisce una copertura parziale del territorio.


Utilizzo delle particelle (poligoni e centroidi)
Descrizione: utilizzo dei terreni a livello di particelle catastali archiviate nell’Anagrafe dei Beneficiari degli Interventi in
Agricoltura, georiferite come punti e come poligoni. La tematizzazione è fatta sulla base della classi di uso del suolo di
Corine Land Cover
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Agricoltura (11)
Fonte dati: Anagrafe Unica delle Imprese Agricole - AGEA
Database: AGRI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2007
Disponibilità: Consultazione riservata agli utenti autorizzati , Dato scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso
riservato)


Informazioni consultabili                Descrizione
Codice Istat Comune                      Codice istat comune
Sezione                                  Sezione censuaria
Foglio di mappa                          Codice del foglio di mappa
Particella                               Codice particella
Codice Particella                        Codice completo dell’anagrafe
Descrizione Uso                          Utilizzo della Particella (da fonte anagrafe)
Superficie                               Superficie particella
Superficie utilizzata (ha)               Superficie utilizzata
Uso Corine                               Classe di uso del suolo di Corine Land Cover


Particelle in Asservimento
Descrizione: particelle catastali (della provincia di Cuneo) prese in asservimento da aziende agricole per lo spandimento
dei reflui zootecnici, georiferite come punti tramite associazione con i centroidi delle particelle estratte dall’Anagrafe dei
Beneficiari degli Interventi in Agricoltura.
Ente proprietario: Provincia di Cuneo
Fonte dati: Provincia di Cuneo e Anagrafe Unica delle Imprese Agricole
Database: ZVN@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2006
Disponibilità: Consultazione riservata agli utenti autorizzati , Dato scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso
riservato)


Informazioni consultabili                Descrizione
Codice Istat Comune                      Codice istat comune
Sezione                                  Sezione censuaria
Foglio di mappa                          Codice del foglio di mappa
Particella                               Codice della particella
Superficie spandimento (ha)              Superficie utilizzata per lo spandimento
CUAA utilizzatore                        Codice univoco dell’azienda che utilizza la particella per lo spandimento
Comune dell’Unità Produttiva             Comune in cui risiede l'azienda utilizzatrice
Appartenenza a PUA                       Appartenenza della particella ad aziende che hanno presentato il PUA
Risorse Idriche

Sono consultabili le informazioni di base relative all’idrografia superficiale e informazioni sulle fasce di rispetto dei fiumi ,
sui pozzi di captazione, sulle aree di esondazione e sulle stazioni di monitoraggio ARPA delle acque sotterranee e
superficiali.

Fiumi
Descrizione: Corsi d'acqua naturali distinti in principali e secondari a scala 1:100.000
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia (8)
Fonte dati: cartografia IGM 100.000
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2003
Disponibilità: Consultazione libera



Informazioni consultabili                Descrizione
Denominazione                            Nome del corso d’acqua
Classe                                   Corso principale/secondario


Laghi
Descrizione: Laghi naturali e artificiali a scala 1:100.000
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia (8)
Fonte dati: cartografia IGM 100.000
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2003
Disponibilità: Consultazione libera
Informazioni consultabili                Descrizione
Denominazione                            Nome del lago
Quota (m)                                Quota



Aree idrografiche
Descrizione: Ingombro areale dei corsi d'acqua naturali e artificiali a scala 1:10.000
Ente proprietario: Regione Piemonte
Fonte dati: Regione Piemonte - CTR speditiva
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2002
Disponibilità: Consultazione libera



Informazioni consultabili                Descrizione
Denominazione                            Nome del corpo idrico
Classe                                   principale/secondario


Bacini idrografici
Descrizione: aggregazioni di bacini idrogeologici
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Servizio geologico della Regione Piemonte, Autorità di Bacino del Po, elaborazioni Csi
Database: GEOL@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2001
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili                Descrizione
Bacino                                   Nome del bacino
Stazioni di monitoraggio Acque Superficiali
Descrizione: stazioni puntuali del monitoraggio ARPA delle acque superficiali (rilevamenti mensili). Sono disponibili
informazioni sulla localizzazione della stazione e sui rilevamenti medi puntuali di nitrati per biennio (dal 2000 al 2004).
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: ARPA Piemonte
Database: NEW_SIRI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2004
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
Comune                                  Comune di ricadenza della stazione
Codice Stazione                         Codice univoco della stazione di rilevamento
Utm x                                   Coordinata utm x della stazione
Utm y                                   Coordinata utm y della stazione
Quota (m)                               Quota della stazione
Valore medio di nitrati mg/l            valore medio di nitrati calcolato sulle rilevazioni mensili   del biennio 2000-2001
(2000-2001)                             per stazione
Valore medio di nitrati mg/l            valore medio di nitrati calcolato sulle rilevazioni mensili   del biennio 2001-2002
(2001-2002)                             per stazione
Valore medio di nitrati mg/l            valore medio di nitrati calcolato sulle rilevazioni mensili   del biennio 2002-2003
(2002-2003)                             per stazione
Valore medio di nitrati mg/l            valore medio di nitrati calcolato sulle rilevazioni mensili   del biennio 2003-2004
(2003-2004)                             per stazione



Stazioni di monitoraggio Acque Sotterranee
Descrizione: stazioni puntuali del monitoraggio ARPA delle acque sotterranee (misure semestrali). Sono disponibili
informazioni sulla localizzazione della stazione e sui rilevamenti medi puntuali di nitrati per biennio (dal 2000 al 2004).
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: ARPA Piemonte
Database: NEW_SIRI@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2003
Disponibilità: Consultazione libera, Dato geografico scaricabile in formato shapefile (per utenza ad accesso riservato)


Informazioni consultabili               Descrizione
Comune                                  Comune di ricadenza della stazione
Codice Stazione                         codice univoco della stazione
Utm x                                   Coordinata utm x della stazione
Utm y                                   Coordinata utm y della stazione
Profondità del prelievo                 Profondità del prelievo del campione
Valore medio di nitrati mg/l            valore medio di nitrati calcolato sulle   rilevazioni semestrali del biennio 2000-
(2000-2001)                             2001 per stazione
Valore medio di nitrati mg/l            valore medio di nitrati calcolato sulle   rilevazioni semestrali del biennio 2001-
(2001-2002)                             2002 per stazione
Valore medio di nitrati mg/l            valore medio di nitrati calcolato sulle   rilevazioni semestrali del biennio 2002-
(2002-2003)                             2003 per stazione
Valore medio di nitrati mg/l            valore medio di nitrati calcolato sulle   rilevazioni semestrali del biennio 2003-
(2003-2004)                             2004 per stazione




Aree Protette

In questa cartella sono consultabili i Parchi a scala 1:25.000, i Siti di importanza comunitaria (SIC) e regionale (SIR) e le
Zone a Protezione Speciale (ZPS)
Parchi
Descrizione: Parchi e Riserve naturali nazionali e i parchi provinciali nella Regione Piemonte a scala 1:25.000
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Carta topografica I.G.M.I. 1:25000 carte catastali e CTR 1:10000
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2001
Disponibilità: Consultazione libera



Informazioni consultabili               Descrizione
Denominazione                           Nome del Parco


SIR
Descrizione: Siti di Importanza regionale, identificati ai sensi della direttiva 92/43/CEE ("Habitat") ma non vigenti come
SIC
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Ipla S.p.A
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2004
Disponibilità: Consultazione libera



Informazioni consultabili               Descrizione
Denominazione                           Nome del Sito di importanza regionale


SIC
Descrizione: Siti di Importanza Comunitaria, ai sensi della direttiva 92/43/CEE ("Habitat")
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Ipla S.p.A
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2004
Disponibilità: Consultazione libera



Informazioni consultabili               Descrizione
Denominazione                           Nome del Sito di importanza comunitaria


ZPS
Descrizione: Zone di Protezione Speciale, ai sensi della direttiva 79/409/CEE ("Uccelli")
Ente proprietario: Regione Piemonte Direzione Ambiente (10)
Fonte dati: Ipla S.p.A
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2004
Disponibilità: Consultazione libera



Informazioni consultabili               Descrizione
Denominazione                           Nome della Zona a Protezione speciale
Limiti amministrativi

Sono stati inseriti i limiti amministrativi fino al livello del foglio di mappa catastale. I limiti comunali e provinciali sono
stati creati dall’aggregazione dei fogli di mappa a causa del discostamento visibile sulla mappa tra i confini dei comuni e
dei fogli di mappa. I fogli di mappa hanno come attributo anche l’appartenenza ad una zona altimetrica
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Disponibilità: Consultazione libera




Viabilità

Sono consultabili a scala 1:100.000 le ferrovie, la rete autostradale, la viabilità statale e provinciale
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Disponibilità: Consultazione libera



Basi topografiche

Il contesto topografico è dato dal Modello digitale del Terreno, Isoipse, la Carta Tecnica Regionale al tratto, i toponimi e
le Aree edificate.


Grid Pendenze
Descrizione: Dato in stato “provvisorio” relativo ad una griglia classificata secondo le pendenze ottenute a partire da un
reticolo di punti quotati disposti a distanza regolare di 10 m, ricavato dall'ortofotocarta della Carta Tecnica Regionale
(CTR) 1:10.000 del Piemonte Le classi di pendenza sono le seguenti: 0-5%, 5-10%,10-15%,15-20%, >20%
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia (8)
Fonte dati: Punti quotati con equidistanza 10 m della CTRN.
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 2005
Disponibilità: Consultazione libera

Modello digitale del Terreno
Descrizione: Modello digitale del terreno. Il modello mostra la conformazione orografica del territorio, attraverso la
colorazione (scala di grigi) di una griglia con celle di 50m, sulla base dei valori altimetrici
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia (8)
Fonte dati: Punti quotati con equidistanza 50 m della CTRN (carta tecnica regionale numerica)
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 1991
Disponibilità: Consultazione libera

CTR raster
Descrizione: immagini raster ricavate dalla scansione della Carta al tratto
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia (8)
Fonte dati: Carta al tratto
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 1997
Disponibilità: Consultazione libera


Toponimi
Descrizione: Sono stati acquisiti i toponimi presenti sulla carta al tratto nella stessa posizione della cartografia originale
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia (8)
Fonte dati: Carta Tecnica Regionale al tratto
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 1998
Disponibilità: Consultazione libera
Aree edificate
Descrizione: Perimetrazione delle aree edificate nella regione Piemonte, ottenuta come elaborazione della cartografia
IGM 1:100.000 mediante fotointerpretazione e aggiornamento dati da satellite
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia (8)
Fonte dati: Cartografia IGM 1:100.000
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento: 1998
Disponibilità: Consultazione libera


Isoipse
Descrizione: Curve di livello ogni 100 m rilevate dalle selezioni IGM 1:100000
Ente proprietario: Regione Piemonte - Direzione Programmazione strategica, politiche territoriali ed edilizia (8)
Fonte dati: IGM 1:100.000
Database: SITA@SITPROD.CSI.IT
Aggiornamento:1998
Disponibilità: Consultazione libera

								
To top