MOTU-ITI

Document Sample
MOTU-ITI Powered By Docstoc
					AUTORE: Piumini Roberto
TITOLO:   Motu-Iti
EDITORE: Einaudi Ragazzi
ALUNNO/A: Renda Eleonora
CLASSE:   V
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Perché sulla spiaggia dell’isola di Pasqua ci sono grandi maschere scolpite
su enormi massi?
E’ forse per ornamento che si trovano lì? O forse è perché tengono lontani i
gabbiani che attaccano l’isola tornando poi a Motu-Iti come facevano quando
il coraggioso Tou-Ema li comandava? Vari ingredienti sono stati impastati e
rosolati a puntino nel racconto : il mistero, la collera dei gabbiani, la fiducia
della giovane Kintea-Ni e le sue dolci canzoni, l’imbroglio dell’invidioso
Kontuac, la rabbia e la vendetta di Tou-Ema.
Questo libro è molto bello e lo consiglio a persone di ogni tipo che amano i
libri con un po’ di magia, di paura e dove si vive nell’avventura.
AUTORE:   Wallace Rich
TITOLO:   Tiri in rete
EDITORE: Bompiani Delfini
ALUNNO/A: Orlandini Federico
CLASSE:   V
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Bones ha una vita normale: ama il calcio, gioca nello Sturbridge e ha un
amico del cuore, Joey . Per questi motivi il libro mi è sembrato speciale:
assomiglia un po’ alla mia vita.
Ma molte cose, come spesso succede in una vita normale, cominciano ad
andare storte. A calcio, in seguito ad alcune partite perse, c’è una crisi di tutta
la squadra e, inoltre, l’amicizia fra Bones e Joey si rompe, così che i due
litigano per qualsiasi cosa.
E’ normale che, crescendo, nascano altre amicizie intime: il loro gran
problema, infatti, è Shonnon, una ragazza che piace a tutti e due.
I due rivali hanno caratteri diversi e reagiscono in modo diverso in queste
difficoltà. Bones è più allegro e sta anche con altri compagni; Joey, più chiuso
e riservato, si isola e rifiuta altre amicizie. Tutto, però, si potrà risolvere se
Bones e Joey vorranno ritornare amici.
Mentre leggevo io mi sentivo sia come Bones, perché quando ho litigato con
il mio amico Lorenzo non mi sono chiuso in me stesso e ho cercato
l’appoggio degli altri amici, sia come Joey perché come lui ho sofferto molto.
Questo libro è reso più realistico dalle parolacce e dalle cosiddette guide
segrete di Bones, poste alla fine di alcuni capitoli. Qui egli rivela a noi lettori
alcuni particolari della sua città che potrebbero esserci molto utili nel caso ci
trovassimo in quei luoghi!!!
AUTORE:   Corbett W. J.
TITOLO:   Il rifugio di Hellzapoppin
EDITORE: Emme
ALUNNO/A: Vezzelli Caterina
CLASSE:   V
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Se tranquille vacanze volete passare,
il vostro cucciolo potrete affidare
ai fondatori di Rifugio Hellzapoppin che,
grazie alla penna dello scrittore
che ha scritto il racconto con tanto amore,
faranno cose eccezionali
per degli ospiti un po’ originali.
Fra asini e cavalli,
tra tarantole e pappagalli,
tra anatre e serpenti
e maiali dai confusi movimenti,
tra un montone e due capre ribelli
si destreggiano i cinque monelli .
Se questo libro legger vorrete,
un grosso complimento gli farete!
Tante emozioni con questo libro ho provato
perciò una recensione gli ho dedicato.
AUTORE:   Petrosino Angelo
TITOLO:   Un anno con Jessica
EDITORE: Emme
ALUNNO/A: Ben Ayed Jasmine
CLASSE:   V
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Jessica è una bambina molto speciale perché ogni giorno le capitano strane
avventure che lei racconta in modo simpatico. Leggendo questo diario non
sono stata colpita da un episodio in particolare, perché sono tutti molto
divertenti e stravaganti. A me è piaciuto il racconto di una gita scolastica in
montagna perché Jessica perdendosi nel bosco con la sua amica Giulia,
incontra molti luoghi misteriosi. Per esempio, un antico cimitero e un giardino
segreto che sembra quasi magico, in cui Jessica immagina di poter
incontrare un simpatico gnomo. Penso che a nessuna bambina, neanche a
me purtroppo, possano capitare degli avvenimenti così strani. Consiglio
questo libro a tutti coloro che sono in cerca di avventure, così potranno
godersele stando seduti su un comodo divano.
AUTORE:         Voigt Cynthia
TITOLO:         Le Pesti
EDITORE: Mondadori
ALUNNO/A: Enrica
CLASSE:         V
SEZIONE: B
SCUOLA:         Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:           7/2/2000
RECENSIONE
Vi è mai capitato di essere in una classe dove non conoscete nessuno e di
avere una maestra che sembra una strega?
Questo è quello che è successo a Mikey e a Margalo, due bambine che
hanno il viso da angioletto, ma sono delle vere e proprie pesti! Neanche
Louis, un loro compagno di classe, ha un carattere tanto mite, infatti avrà
delle liti con molte femmine e, soprattutto con “Miscema”, come lui chiama
Mikey, e verrà sospeso per averle tagliato i capelli.
Le due bambine avranno molte altre avventure, come quando bisogna
portare un animale domestico a scuola, eleggere il capoclasse, scegliere
l’attività opzionale, oppure formare una squadra di calcio tutta femminile.
Leggendo il racconto non si capisce mai se queste due “pesti” sono davvero
amiche inseparabili perché, prima sono d’accordo sulle stesse cose e, subito
dopo, litigano.
Consiglio questo libro alle persone che amano le storie divertenti e anche un
po’ misteriose.
AUTORE:   Clemens A.
TITOLO:   Drilla
EDITORE: Bompiani Delfini
ALUNNO/A: Petruzzelli Francesco
CLASSE:   V
SEZIONE: C
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Questo libro mi è piaciuto molto perché fa capire che le parole possono
essere mutate e che se ne possono inventare altre in modo che una lingua
diventi più ricca e colta. Il protagonista Nicolas Allen, un bambino di 5°
elementare, fa in modo che la sua nazione scopra una nuova parola al posto
di penna : drilla. Il capitolo che mi ha coinvolto di più è stato quello in cui NicK
e Mrs Granger, la maestra, che solo in apparenza svolge il ruolo di cattiva,
iniziano una “guerra di parole”. Nick usa come arma la parola drilla, invece
Mrs Granger non vuole rinunciare alla parola ormai non più pronunciata dai
bambini della scuola: penna.
Fra i due si svolge una guerra “parolesca” molto dura che però finisce con la
vittoria di Nick Allen e della sua drilla.
Dieci anni dopo il caso drilla, Nick è in un college e riceve da Mrs Granger un
dizionario fresco di stampa con inserita la nuova parola e, pensate un po’,
riceve in dono anche la penna stilografica rosso fuoco che era la preferita
dalla sua vecchia insegnante. Questo vuol dire che in ciò che sembra male
(in questo caso rappresentato da Mrs Granger) c’è a volte un po’ di bene.
Consiglio questo libro ai bambini che hanno un’idea sbagliata sulle maestre :
se lo leggeranno forse la cambieranno.
Voi vorreste cambiare idea ?
AUTORE:   Nostlinger Christine
TITOLO:   Mamma e papà me ne vado
EDITORE: Einaudi Ragazzi
ALUNNO/A: Garau Alessandro
CLASSE:   V
SEZIONE: C
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Desiree è conosciuta come “pasticciona” che non è un soprannome a caso.
Ma non è colpa sua se combina qualche disastro, se abbrustolisce una
coscia di pollo oppure se lascia aperto il gas per tre ore. E’ sempre sola in
casa! Al massimo con lei c’è il fratello minore. Quando un suo amico le fa
vedere la cucciolata della sua gatta, Desiree accetta di portare a casa il più
piccolo. L’occasione capita proprio a fagiolo: se lei si sente sola, perché non
adottare un tenero gattino? Ma la gioia di Desiree dura poco. I genitori
vogliono mandare il gattino a casa del nonno. Per una volta Desiree si
impunta. Se ne va anche lei a casa del nonno…
Questo libro mi è piaciuto perché è umoristico e perché racconta gli
avvenimenti normali, ma anche quelli eccezionali ed imprevisti che accadono
ad una ragazza…
AUTORE:   Luciani Domenica
TITOLO:   Andrea & Andrea
EDITORE: Giunti
ALUNNO/A: Garau Alessandro
CLASSE:   V
SEZIONE: C
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Andrea abita a Firenze. E’ un “rapper”, cioè un cantautore di strepitose
musiche rap. Il suo gruppo musicale si chiama Andy e le mosche da ballo.
Calzare gli anfibi è la sua passione.
Andrea abita a Colonia, in Germania. Studia l’italiano ed è bravissima, anche
perché ha i nonni milanesi.
C’è qualcosa che non va? Avete le idee un po’ confuse?
Cercherò di spiegarmi meglio. Andrea e Andrea sono un ragazzo e una
ragazza con lo stesso nome; abitano in paesi diversi e diventano amici
cominciando a scriversi per caso. Nelle loro lettere si confidano sempre di più
raccontandosi le loro vicende familiari, soprattutto i problemi di “cuore” dei
fratelli e dei genitori separati. Forse proprio perché si conoscono solo da
lontano riescono a parlare anche dei loro segreti e capiscono che, non solo
hanno lo stesso nome, ma che hanno anche lo stesso modo di sentire le
cose. E allora, sai che risate, che cotta e che voglia di avviarsi verso il fatidico
incontro!
AUTORE:   Pesek Ludek
TITOLO:   Viaggio di una pietra
EDITORE: Armando
ALUNNO/A: Manzi Caterina
CLASSE:   III
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Questa storia mi è piaciuta molto e la consiglio ai bambini dalla 3° in poi. Il
racconto parla di una pietra che all’inizio, quando sulla Terra non esistevano
esseri viventi era un pezzo di roccia staccatosi da un vulcano. Poi verrà
sepolto sotto terra e dopo milioni e miliardi di anni diventerà una pietra
piccola, come quelle che si trovano lungo le sponde di un fiume. In tutto
questo tempo la pietra assisterà agli eventi della storia. Il capitolo che mi è
piaciuto di più è stato Un’antichissima eruzione perché io sono molto
interessata ai fenomeni fisici della Terra. In questo capitolo si parla di un
vulcano che erutta e ricopre la valle di ceneri e lapilli. Il capitolo che mi è
piaciuto di meno è stato Battaglie nella foresta. Non mi è piaciuto perché
parla di un tirannosaurorex che strappa dallo stegosauro un pezzo di pelle e
di carne.
AUTORE:   Nava Emanuela
TITOLO:   Coccodrilli a colazione
EDITORE: Giunti
ALUNNO/A: Stradiotti Sara
CLASSE:   IV
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Coccodrilli a colazione raccoglie le lettere di due bambini, una bambina
italiana di nome Eugenia e un bambino africano di nome Chariza, che si
conoscono perché sono amici di penna. Questo bambino africano dice che a
lui piace moltissimo mangiare i coccodrilli e gli ippopotami. Chiede ad
Eugenia di sposarlo quando si incontreranno ; lei prima risponde di no, poi ci
ripensa e gli promette di sì alla condizione di farlo a 66 anni…Non
preoccupatevi, come ha fatto Chariza, è un numero in codice!
Eugenia scrive a Chariza di avere sognato di essere insieme in Africa, in uno
stato di nome Zimbawe, su una canoa in mezzo a un fiume, circondati da
coccodrilli e ippopotami. Gli confessa di avere avuto così paura che non
andrà mai in canoa con lui. A me piace essere come Eugenia che fa amicizia
con i bambini di altri paesi, perché mi interessa conoscere la loro lingua e la
loro cultura.
AUTORE:   Luciani Domenica
TITOLO:   Solido liquido o gassoso ?
EDITORE: Giunti
ALUNNO/A: Bagaggia Fosca
CLASSE:   V
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

         Motti, filastrocche, fallimenti e molti esperimenti, è questo ciò che
quattro scienziati combinano: clonazioni, resurrezioni ed altro con un po’ di
umorismo, qualche risata e nessuna fatica. Questi appassionati scienziati ce
la faranno a vincere il concorso “Scienzagame” e quindi a stringere la mano
al loro idolo Piero Angela ? Siate certi che ce la metteranno tutta!
AUTORE:         Clements A.
TITOLO:         Drilla
EDITORE: Bompiani
ALUNNO/A: Lara Naldi
CLASSE:         V
SEZIONE: C
SCUOLA:         Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:           7/2/2000
RECENSIONE
Un libro molto bello e divertente, ma questo è quello che dicono tutti i bambini
all’inizio di una recensione, quindi aggiungo subito che Drilla mi ha fatto riflettere
sull’importanza delle parole. Siamo noi che diciamo che un animale a quattro zampe
si può definire cane, gatto, cavallo, oppure che un recipiente dove si butta la
spazzatura si può chiamare cassonetto o bidone. Quindi, se siamo noi, che facciamo
nascere ed usiamo le parole, volendo potremmo anche cambiarle. Bene , questo è
quello che fece Nicholas Allen, un bambino che frequentava la 5° classe alla Lincon-
Elementary-Schoool di Westfield negli Stati Uniti. Cambiando la piccola parola
penna in drilla, Nicholas senza prevederlo, creò grandi novità nella vita della sua
scuola, della sua città, del suo paese e del mondo intero.
AUTORE:          Nanetti Angela
TITOLO:          Veronica
EDITORE: Emme
ALUNNO/A: Capelli Sara
CLASSE:          V
SEZIONE: C
SCUOLA:          Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:            7/2/2000
RECENSIONE
Il libro mi è piaciuto molto perché c’è una stravagante bambina, Veronica, che ama
gli animali e tutto ciò che li riguarda. Ha un gatto di nome Briciolo, due criceti e
alcuni pesci. Veronica è una bambina molto determinata che ama prendere strane
decisioni come, ad esempio, parlare con parole difficili non ammettendo di sbagliarle,
o fare un elenco di parolacce per dirle ai compagni che la fanno arrabbiare e
dimostrare che ne sa più di loro. Fa scherzi alla schizzinosa sorella maggiore
Valentina con ragni, lucertole e topi e la prende in giro perché vuole “fare la
signorina” . Non sopporta le persone noiose e brontolone come gli antipatici vicini di
casa che si lamentano anche dell’innocuo Briciolo. Così è felicissima quando si
trasferiscono e vede arrivare nel loro appartamento il gruppo musicale dei Pop Corn
Orchestra, con poche valigie, ma con molte casse acustiche, chitarre, un organo
elettrico, una batteria …Questa storia non è esageratamente fantastica e, secondo me,
potrebbe capitare a tutti, tutti i giorni. Mi è piaciuta soprattutto per il carattere forte,
determinato e coraggioso di Veronica e consiglio di leggerla a tutti i bambini che
amano divertirsi combinando guai…
AUTORE: Oscar Wilde
TITOLO:   Il castello di Canterville
EDITORE: NER
ALUNNO/A: DI Ruscio Serena
CLASSE:   V
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Questa storia comincia quando il signor Hiram B. Otis ambasciatore degli
Stati Uniti in Inghilterra acquista il castello di Canterville. Un castello, si
diceva, infestato da un fantasma di cui però la famiglia Otis non si preoccupa
e nemmeno quando lo vede , anche se il fantasma di Canterville ce la mette
proprio tutta per spaventare tutti. Ce la farà ? Leggete questo libro divertente
e mozzafiato che consiglio un po’ a tutti quelli che amano il divertimento e
anche voi lo saprete.
AUTORE:   Tamaro Susanna
TITOLO:   Cuore di ciccia
EDITORE: Mondadori
ALUNNO/A: Baraldi Andrea
CLASSE:   V
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Cuore di Ciccia parla di un bambino di nome Michele che ha sempre voglia di
mangiare anche se non vorrebbe perché la madre lavora nella moda e
considera le persone grasse brutte e spregevoli. Lui, essendo cicciotto, non
ha molti amici; l’unico vero amico che ha è Frig, il frigorifero di casa con cui
anche di notte va a parlare. Michele racconta a Frig tutti i suoi segreti, i suoi
problemi e i sogni, tra cui quello di diventare cavaliere. Frig per farlo felice lo
investe del titolo di cavaliere col nome di Cuore di Ciccia, Marchese des
Budins et des Ciambellons, un’investitura che gli diventerà utile quando dovrà
fuggire dall’istituto Aggiughini, il luogo dove lo ha mandato la madre e dove
tutti i bambini ciccioni diventano magri come stuzzichini. Michele fuggendo
incontrerà una persona molto strana, Mr. Kakkolen, uno scienziato fallito che
vive nella foresta e che lo aiuterà a dimagrire. A me è piaciuta soprattutto la
parte dove Michele è nell’istituto Acciughini e deve fare esercizi di resistenza
al cibo. Consiglio questo libro ai bambini e ai grandi che fanno fatica a fare
una dieta e che amano i libri comici e avventurosi ma nello stesso tempo un
po’ tristi.
AUTORE:   Rowling J. K.
TITOLO:   Harry Potter e la pietra filosofale
EDITORE: Salani
ALUNNO/A: Brini Laura
CLASSE:   V
SEZIONE: A
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

A Harry Potter muoiono i genitori quando è molto piccolo, così lui viene
mandato da Hagrid, un bonario gigante, a vivere con gli zii, i signori Dursley.
Questi hanno un figlio della sua età, Dudley, viziatissimo, che non fa altro che
picchiarlo e fargli dispetti. Pur sapendo delle sue origini magiche, gli zii, non
spiegano nulla ad Harry e lo fanno vivere in uno sgabuzzino pieno di ragni e
sporcizia. Dal mondo magico a cui appartiene in realtà Harry Potter vengono
recapitate molte lettere, per avvisare che è tempo di iscrivere Harry ad
Hogwarts, la migliore scuola di magia e stregoneria. Visto che i Dursley, però,
non gliele consegnano, Harry viene rapito da Hagrid e portato finalmente
nella famosa e misteriosa scuola. Lì Harry conosce i fratelli Weasley e Ron, il
minore, che diventa il suo migliore amico insieme a Hermione Granger, la
prima della classe. Scopre con loro la sua vera storia, chi erano i suoi genitori
e le origini della cicatrice a forma di saetta che ha sulla fronte. Infine riuscirà,
risolvendo difficili quesiti e combattendo mostri, a sconfiggere il mago temuto
da tutti. Così termina il libro, ma qualsiasi lettore può intuire che potranno
esserci altre avventure. Questo libro è uno di quelli che mi è piaciuto di più in
quest’anno di carriera scolastica perché mi ha procurato attimi di
preoccupazione nei confronti di Harry Potter per le situazioni difficili in cui si
trovava, ma allo stesso tempo molta allegria per la riuscita delle sue imprese.
Lo consiglio perché con questi personaggi eccezionali si possono vivere
molte magiche avventure.
AUTORE:   Daniel Picouly
TITOLO:   Incubo pirata
EDITORE: Giunti
ALUNNO/A: Podda Lorenzo
CLASSE:   V
SEZIONE: B
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Perché Hondo ogni notte sogna un delitto mai risolto e si sveglia in pieno
incubo tutto sudato con mille interrogativi in testa ?
Nel sogno vede palazzi e luoghi che ritrova nella realtà, quindi sospetta che
esso sia un avvertimento di fatti reali. I suoi amici del Circolo delle rovine,
così chiamati perché quando devono prendere decisioni importanti si
riuniscono in un luogo abbandonato, lo aiutano in tutti i modi, prendendosi a
loro volta una buona dose di spavento. Hondo e i suoi amici trovano indizi
che si riferiscono al suo incubo e ciò li fa pensare che esso abbia un fondo di
verità. Io, mentre leggevo, mi chiedevo se Hondo sarebbe riuscito a risalire al
colpevole del delitto che forse era stato commesso davvero. La storia era
così avvincente che mi sono calato nella parte del protagonista provando a
mia volta le sue stesse emozioni e paure. E che paure! Come vi sentireste se
l’assassino vi inseguisse per le scale con le forbici puntate contro di voi?
Oppure, se entrando in un palazzo disabitato, sentiste dei rumori sospetti ? E
questa volta non in sogno, naturalmente!
Queste situazioni di paura descritte nel libro, io le vivo in Sardegna, ogni
estate, con mia cugina che mi porta in case abbandonate e in luoghi
misteriosi dove io non ho mai messo piede.
Riuscirà Hondo a dormire tranquillo e a ritornare ai suoi sonni felici?
AUTORE:   Luciani Domenica
TITOLO:   Vacanze al cimitero
EDITORE: Salani
ALUNNO/A: Mongardi Silvia
CLASSE:   V
SEZIONE: A
SCUOLA:   Manzolini
COMUNE: Bologna
Data:     7/2/2000
RECENSIONE

Il protagonista è un ragazzo, accanito fan di Sherlock Holmes, che va a
trascorrere, le vacanze estive a casa dello zio becchino. L’idea non lo
entusiasma proprio e pensa che sarà una noia mortale! Ma non sarà così e
siate certi non sarà così neanche per voi. Se proverete a calarvi nei panni di
Jerry come ho fatto io, dovrete affrontare eccitanti e pericolose avventure.
Con lui dovrete risolvere il caso di una morte misteriosa: quella di un certo
Angelo Casentin, un ragazzo poco affidabile, che con le sue apparizioni da
perfetto fantasma e con altri inquietanti travestimenti, spaventa da 364 giorni
tutta la cittadinanza. Jerry, insieme alla sua nuova amica, Tilla cercherà di
scoprire il mistero che avvolge il presunto morto Angelo. Per me è un libro
avventuroso e romantico nello stesso tempo, che ho letto molto volentieri
perché le storie di paura sono le mie preferite. Però non preoccupatevi la
notte dormirete tranquilli!

				
DOCUMENT INFO
Shared By:
Categories:
Tags:
Stats:
views:49
posted:12/12/2011
language:Latin
pages:18