Oggetto: by HC111116201043

VIEWS: 9 PAGES: 23

									REGIONE
MARCHE                                                                                           pag.
GIUNTA REGIONALE                                                    seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                              2
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                    delibera 657



      Oggetto: POR MARCHE FSE OB. 3 2000/2006 Asse A – Misura A2. Criteri e modalità per
      la concessione di ausili finanziari per il reinserimento nel mercato del lavoro di disoccupati di
      età superiore ai 45 anni. Importo 240.000,00 euro. Modifica ed integrazione della delibera
      22/03/2005, n. 418.


                                        LA GIUNTA REGIONALE


        VISTO il documento istruttorio riportato in calce alla presente deliberazione predisposto
        dalla PF Servizi per l’impiego, nel quale si rileva la necessità di adottare il presente atto;

        RITENUTO per i motivi riportati nel predetto documento istruttorio e che vengono
        condivisi, di deliberare in merito;

        VISTA l’attestazione della copertura finanziaria di cui all’articolo 48 della legge regionale
        dell’11/12/2001, n.31;

        VISTA la legge di approvazione del bilancio per l’anno 2006 del 10/02/2006, n. 3;

        VISTA la delibera di approvazione del POA del 20/2/2006, n. 154;

        VISTA la proposta del dirigente del Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro che contiene
        il parere favorevole di cui all’articolo 16, comma 1, lettera d) della legge regionale 15
        ottobre 2001, n. 20 sotto il profilo della legittimità e della regolarità tecnica;

        VISTO l'art. 28 dello Statuto della Regione.

        Con la votazione resa in forma palese riportata a pag. 1,


                                                 DELIBERA


       – di modificare e integrare la delibera del 22 marzo 2005, n. 418 approvando i criteri e le
         modalità per la concessione di ausili finanziari per il reinserimento nel mercato del
         lavoro di disoccupati di età superiore ai 45 anni, con priorità alle donne, e ai disoccupati
         già utilizzati ai sensi dell’articolo n. 7 del D. Lgs n. 468/1997, per promuovere
         l’occupazione e prevenire la disoccupazione di lunga durata, stabiliti nell’allegato A
         (comprensivo degli allegati A1, A2, A3 e A4), che forma parte integrante e sostanziale
         della presente deliberazione;
REGIONE
MARCHE                                                                                          pag.
GIUNTA REGIONALE                                                    seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                             3
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                    delibera 657



       – che alla valutazione delle domande di inserimento occupazionale, alla formulazione della
         graduatoria, all’impegno dei fondi e alla liquidazione degli incentivi, nonché ai controlli
         provvederà il dirigente della posizione di funzione Servizi per l’impiego e per il mercato
         del lavoro con propri atti;
       – di stabilire che la copertura finanziaria del presente atto, pari ad € 240.000,00 è garantita
         dalle disponibilità finanziarie esistenti sui seguenti capitoli di bilancio 2006 residui da
         stanziamento anno 2005:

               –   Capitolo n. 32006711 (E/40402006 - Accertamento n. 37/05) – Decreto Residui
                   da stanziamento n. 232/2006 (€ 108.000,00) codice siope 106031365

               –   Capitolo n. 32006712 (E/40313003 - Accertamento n. 36/2005) – Decreto Residui
                   da stanziamento n. 234/2006 (€ 105.600,00); codice siope 106031365

               –   Capitolo n. 32006720 – Decreto Residui da stanziamento n. 39/06 - (€ 26.400,00)
                   codice siope 106031365

       – di pubblicare la presente delibera, comprensiva degli allegati, nel Bollettino Ufficiale
         della Regione Marche.



       IL SEGRETARIO DELLA GIUNTA
           (Dott. Bruno Brandoni)



                                                         IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA
                                                             (Dott. Gian Mario Spacca)
REGIONE
MARCHE                                                                                          pag.
GIUNTA REGIONALE                                                    seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                             4
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                    delibera 657




                                DOCUMENTO ISTRUTTORIO
                       SERVIZIO ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO



       A) NORMATIVA DI RIFERIMENTO

          Regolamento (CE) n. 1260/99, recante disposizioni generali sui fondi strutturali;
          Regolamento (CE) n. 1784/99, recante disposizioni sul Fondo Sociale Europeo;
          Regolamento (CE) n. 1685/00, recante disposizioni sull’ammissibilità delle spese
           concernenti le operazioni cofinanziate dai fondi strutturali;
          Legge del 19 luglio 1993, n. 236 di conversione del Decreto - Legge del 20 Maggio 1993,
           n. 148, recante Interventi Urgenti A Sostegno Dell'occupazione;
          Legge del 23 luglio 1991, n. 223 recante norme in materia di cassa integrazione e
           mobilità, trattamenti di disoccupazione, attuazione di direttive della CE, avviamento al
           lavoro ed altre disposizioni in materia di mercato del lavoro;
          Legge del 29 dicembre 1990, n. 407 contenente disposizioni diverse per l’attuazione della
           manovra di finanza pubblica;
          Delibera n. 871 del 27/7/2004, ad oggetto: FSE – POR OB. 3 2000-2006. Adozione del
           Programma Operativo Obiettivo 3, revisionato ai sensi dell’art. 14 del Reg CE 1260/99;
          Delibera n. 943 del 3/8/04, ad oggetto: FSE – POR OB. 3 2000-2006. Adozione del
           Complemento di Programmazione del POR Obiettivo 3, revisionato ai sensi dell’art.
           14del Reg. CE 1260/99;
          Delibera n. 1043 del 29/7/03 che integra e modifica la DGR n. 2992 del 11/12/2001
           recante il “Vademecum per la gestione e il controllo delle attività di formazione
           professionale”
          Delibera n. 1449 del 28/10/03 ad oggetto: “Accreditamento delle strutture formative della
           Regione Marche. Modifiche ed integrazioni alla D.G.R. n.62 del 17/01/2001 e alla
           Delibera n. 2164 del 18/09/2001”
          Delibera n. 1115 del 1/10/2004 Piano annuale delle politiche attive del lavoro :
           definizione di indirizzi e strategie di intervento anno 2004. Art.3 – L.R. 38/98.
          Delibera n. 418 del 22/03/2005 POR Marche OB. 3 2000/2006 Asse A Misura A2 –
           Percorsi e strategie di sviluppo delle potenzialità professionali dei disoccupati over 45.
           Importo 430.000,00 euro. Spese di pubblicità 10.000,00.


       B) MOTIVAZIONE

        La Giunta Regionale, con delibera del 1/10/2004, n. 1115 ha approvato il Piano annuale
        delle politiche attive del lavoro anno 2004 avente ad oggetto la definizione degli indirizzi e
        delle strategie di intervento per l’anno 2004. Fra gli interventi individuati dalla Giunta è
REGIONE
MARCHE                                                                                                 pag.
GIUNTA REGIONALE                                                        seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                    5
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                        delibera 657



        stata prevista la realizzazione di alcuni percorsi e strategie di sviluppo delle potenzialità
        professionali dei disoccupati over 45.
        Poiché il Piano approvato con la deliberazione n. 1115 del 1/10/2004 non ha stabilito con
        sufficiente determinatezza le modalità di attuazione delle iniziative medesime, la Giunta
        regionale ha individuato tali criteri e modalità applicative con successiva delibera 418/2005.
        In particolare la suddetta delibera ha stabilito i possibili beneficiari degli interventi, le azioni
        ammissibili e le priorità da assegnare a talune tipologie di soggetti a seconda dell’età e delle
        differenze di genere. E’ inoltre stato stabilito che dovessero essere soddisfatte per prime le
        domande di inserimento occupazionale che coinvolgessero i soggetti privi di ammortizzatori
        sociali che fossero anche stati impiegati per servizi di pubblica attività presso enti pubblici ai
        sensi dell’articolo 7 del D. lgs 468/97, anch’essi cancellati dalle liste di mobilità per
        decorrenza dei termini.
        La delibera n. 418 del 22.03.2005 ha altresì previsto degli incentivi di importo variabile in
        relazione alla età del soggetto interessato dall’assunzione e della differenza di genere. In tal
        modo si intendeva attuare una politica attiva del lavoro che associasse ad un percorso di
        inserimento occupazionale di soggetti disoccupati, scoperti dagli ammortizzatori sociali e a
        rischio di definitiva uscita dal mondo del lavoro, obiettivi della strategia di Lisbona che
        prevede l’innalzamento dei tassi di occupazione dei soggetti di età superiore ai 55 anni,
        indipendentemente dal loro stato di disoccupazione.
        Con riferimento alle azioni ammissibili, la sopra citata delibera regionale ne ha individuate
        tre: a) formazione e orientamento b) imprenditorialità c) incentivi all’occupazione.
        Considerato che all’indomani dell’emanazione della delibera n. 418/2005 sono state avviate
        una serie di iniziative analoghe a quelle che si prevedeva di attuare con la delibera sopra
        citata, si ritiene opportuno ridefinire le azioni possibili e concentrare l’intervento su una sola
        tipologia di azione, quella c) aiuti all’assunzione, combinata all’orientamento e al ruolo
        attivo dei Centri per l’impiego (d’ora in avanti CPI).
        Tra le azioni attivate nel 2005 e 2006, si ricordano: il prestito d’onore e gli interventi per la
        creazione di impresa provinciali che rischiano di sovrapporsi all’azione b) imprenditorialità.
        Va analogamente sottolineato che pure relativamente all’azione a) formazione vi sono degli
        interventi simili: per esempio quello previsto dal progetto PARI e dai corsi rivolti alle donne
        disoccupate di età avanzata gestiti direttamente dalla regione marche oltre che, per una parte,
        ad altri interventi provinciali (ad esempio gli incentivi alle assunzioni per donne disoccupate
        over 40 della provincia di ancona, i voucher di conciliazione, ecc.).
        Va pure aggiunto che la riqualificazione della tipologia di soggetti disoccupati, cui era
        diretto l’intervento previsto dalla delibera n. 418/2005 è particolarmente difficile per ragioni
        tecniche: per lo scarso numero dei destinatari (trattasi di persone cancellate dalle liste di
        mobilità con priorità a quelli che sono stati utilizzati in attività socialmente utili ai sensi dell’
        art. n. 7 del D. LGS n. 468/97 per almeno 12 mesi), per la loro dispersione nel territorio e
        poiché gli stessi soggetti potrebbero non essere interessati oppure motivati a cambiare il
        settore di specializzazione ad un età piuttosto avanzata.
        Questa combinazione di fattori, assieme ai risultati sugli esiti occupazionali delle varie tipo-
        logie di azione, che assegnano una probabilità di restare in impresa oltre il periodo dell’in-
        centivo nell’83% dei casi secondo gli ultimi dati sugli esiti occupazionali, suggeriscono di
        concentrare le risorse verso una tipologia di azione – gli incentivi all’assunzione – associati
REGIONE
MARCHE                                                                                             pag.
GIUNTA REGIONALE                                                      seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                6
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                      delibera 657



        ad attività di orientamento dei Centri per l’Impiego, i quali sono chiamati a svolgere una
        funzione di incontro domanda – offerta sia orientando le imprese intenzionate ad assumere
        con priorità verso i soggetti descritti all’articolo n. 5 del bando, sia assicurando la coerenza
        tra la professionalità del disoccupato e la proposta di lavoro da parte dell’impresa.

        Gli incentivi alle assunzioni sono uno strumento capace di produrre dei risultati durevoli nel
        tempo ed efficace verso il target che si vuole raggiungere: prioritariamente donne ed in età
        avanzata (Fonte: Rapporto placement 2005).

        Pertanto alla luce delle considerazioni appena esposte appare anche opportuno procedere ad
        una proporzionale riduzione degli stanziamenti, in relazione alle minori azioni attivate, ed in
        considerazione del fatto che le misure di politica attiva che già potrebbero coprire l’interesse
        di una parte dei destinatari è piuttosto cospicuo (solo il progetto PARI, il prestito d’onore e
        la creazione di impresa superano i 4.000.000,00 di euro per il 2006).

        Infine, con riferimento alla determinazione dell’entità dell’incentivo, si ritiene opportuno da
        una parte confermare gli importi stabiliti dalla precedente delibera e dall’altra concedere,
        anche in deroga alle linee guida regionali sugli aiuti alle assunzioni, la possibilità di
        cumularlo con altre agevolazioni per evitare di rendere evanescente l’incentivo proposto:
        infatti se i soggetti che si vuole raggiungere con l’intervento non beneficiano più degli
        ammortizzatori sociali di cui alle leggi n. 236/1993 e n. 223/91, occorre intervenire con un
        incentivo almeno equivalente a tali benefici, al fine di produrre dei risultati concreti. Tale
        cumulo è consentito dal Regolamento (CE) n.2204/2002 della Commissione Europea
        qualora trattasi di aiuti per l’assunzione di lavoratori svantaggiati.

        E’ opportuno altresì che l’incentivo superi le agevolazioni tuttora previste dalla legge 407, la
        quale prevede lo sgravio contributivo totale o parziale per tre anni dei lavoratori disoccupati
        di lunga durata assunti in imprese.

        In effetti poiché tali misure legislative non sono state sufficienti per incentivare l’assunzione
        occorre incrementare l’entità dell’aiuto al fine di aumentare l’efficacia dell’intervento. Si
        propone pertanto di cumulare l’incentivo alle agevolazioni previsti dalla legge n. 407, al fine
        di contrastare efficacemente il rischio di emarginazione sociale di disoccupati già da tempo
        usciti dal mondo del lavoro. Una ricognizione presso i Centri per l’Impiego conferma questa
        impostazione.

        In osservanza del regolamento CE n. 2204/2002 della Commissione Europea, si prevede
        che, fatto salvo il caso di licenziamento per giusta causa, al lavoratore deve essere garantita
        la continuità dell’impiego per almeno 12 mesi, ciò anche in deroga alle linee guida regionali,
        ed al fine di facilitare l’assunzione di soggetti che non beneficiano più degli ammortizzatori
        sociali.


        C) ESITO DELL’ISTRUTTORIA
REGIONE
MARCHE                                                                                           pag.
GIUNTA REGIONALE                                                      seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                 7
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                      delibera 657




        Per le motivazioni sopra esposte, si propone l’adozione di una delibera ad oggetto:

        Oggetto: POR MARCHE FSE OB. 3 2000/2006 Asse A – Misura A2. Criteri e modalità per
        la concessione di ausili finanziari per il reinserimento nel mercato del lavoro di disoccupati
        di età superiore ai 45 anni. Importo 240.000,00 euro. Modifica ed integrazione della delibera
        22/03/2005, n. 418.

                                                     Il Responsabile del Procedimento
                                                          (Dott. Fabio Ramazzotti)



                                                    VISTO
        Il dirigente della posizione di funzione Servizi per l’impiego e per il mercato del lavoro
                                            (Dott. Fabio Montanini)
REGIONE
MARCHE                                                                                              pag.
GIUNTA REGIONALE                                                      seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                 8
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                      delibera 657




                          ATTESTAZIONE DELLA COPERTURA FINANZIARIA

        Si attesta la disponibilità finanziaria dell’importo complessivo di € 240.000,00 sui capitoli
        del bilancio di previsione 2006, Residui da stanziamento 2005, come di seguito indicato:

               –   Capitolo n. 32006711 (E/40402006 - Accertamento n. 37/05) – Decreto Residui
                   da stanziamento n. 232/2006 (€ 108.000,00) codice siope 106031365

               –   Capitolo n. 32006712 (E/40313003 - Accertamento n. 36/2005) – Decreto Residui
                   da stanziamento n. 234/2006 (€ 105.600,00); codice siope 106031365

               –   Capitolo n. 32006720 – Decreto Residui da stanziamento n. 39/06 - (€ 26.400,00)
                   codice siope 106031365


                                                                     Il Responsabile
                                                                 (Dott. Tommaso Patrizi)



                PROPOSTA E PARERE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO ISTRUZIONE
                                FORMAZIONE E LAVORO

        Il sottoscritto, considerata la motivazione espressa nell’atto, esprime parere favorevole in
        ordine alla regolarità tecnica e sotto il profilo di legittimità della presente deliberazione e ne
        propone l’adozione alla Giunta regionale.

                                                                 Il Dirigente del Servizio
                                                                  (Dott. Mauro Terzoni)



        La presente deliberazione si compone di n° _______ pagine, di cui n° _______ pagine di
        allegati che formano parte integrante della stessa.


                                                           Il Segretario della Giunta Regionale
                                                                 (Dott. Bruno Brandoni)
REGIONE
MARCHE                                                                                             pag.
GIUNTA REGIONALE                                                      seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                9
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                      delibera 657



                                                                                      ALLEGATO A




                                            Articolo 1 - Obiettivi

        La Regione Marche, in linea con gli interventi previsti dalla POR Marche FSE 2000/2006,
        intende favorire l’incontro tra imprese e lavoratori disoccupati di età superiore ai 45 anni,
        con priorità alle donne, che abbiano cessato di godere degli ammortizzatori sociali a causa
        della cancellazione per decorrenza dei termini dalle liste di mobilità a partire dal 1/01/2000
        fino al termine di scadenza del presente bando, al fine di attuare politiche di inclusione
        sociale contribuendo al contempo all’innalzamento dei tassi di attività delle donne in età
        avanzata.


                                         Articolo 2 – Risorse disponibili

        Lo stanziamento previsto per il presente intervento è di 240.000,00 euro.


                                     Articolo 3 - Descrizione dell’intervento

        L’intervento intende sostenere da un minimo di n. 24 ad un max. di n. 40 assunzioni a tempo
        indeterminato di soggetti disoccupati rientranti nella tipologia descritta al successivo articolo
        5, mediante incentivo economico di importo variabile, in base al sesso e all’ età del soggetto
        assunto, da erogare alle imprese che li assumono.

        Gli incentivi sono cumulabili con le agevolazioni previste dalla legge n. 407 del 1990, che
        prevede per l’impresa che assume un soggetto disoccupato da oltre ventiquattro mesi lo
        sgravio totale o parziale dal pagamento degli oneri contributivi per la durata di tre anni.
        Sono ammesse le domande di assunzione di un solo soggetto per ogni impresa. Sono escluse
        dagli incentivi le assunzioni di: a) soggetti che lavorano a domicilio b) pensionati.

        Qualora l’impresa che assume sia una società cooperativa, il beneficio è accordabile solo se
        il soggetto neo-assunto in qualità di socio – lavoratore viene equiparato ai lavoratori
        dipendenti e pertanto iscritto nel libro paga e nel libro matricola.


        Sono escluse – in applicazione del regolamento (CE) n. 69/2001 (“de minimis”) dai benefici
        previsti dal presente bando le imprese che operano nei seguenti settori:
        Trasporti;
        Produzione, trasformazione o commercializzazione di prodotti di cui all’all. I trattato CE;
        Esportazione, ossia aiuti connessi ai quantitativi esportati, costituzione e gestione di una
           rete di distribuzione o altre spese correnti connesse all’esportazione;
REGIONE
MARCHE                                                                                               pag.
GIUNTA REGIONALE                                                       seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                  10
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                       delibera 657



        Sono esclusi, altresì, gli aiuti condizionati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispet-
        to ai prodotti importati.


                                  Articolo 4 – Condizioni di applicabilità dell’aiuto

         Al regime di aiuto a favore dell’assunzione dei lavoratori svantaggiati di cui al presente
        bando si applicano le seguenti condizioni:
        a) Quando l’assunzione non rappresenta un incremento netto del numero di dipendenti
            dell’impresa, il posto occupato deve essere reso vacante a seguito di dimissioni
            volontarie, di pensionamento per raggiunti limiti di età, di riduzione volontaria
            dell’orario di lavoro o di licenziamenti per giusta causa e non a seguito di licenziamenti
            per riduzione di personale;
        b) fatto salvo il caso di licenziamento per giusta causa, al lavoratore deve essere garantita la
            continuità dell’impiego per almeno 12 mesi;
        c) il numero dei dipendenti già in forza all’impresa alla data della assunzione per la quale si
            inoltra domanda di incentivo, deve essere mantenuto per almeno 12 mesi decorrenti dalla
            data della domanda medesima.


                                          Articolo 5 – Destinatari

        Sono destinatari del presente bando le imprese (le società in nome collettivo, le società in
        accomandita semplice, le società a responsabilità limitata, le società per azioni, le
        cooperative, le imprese individuali, ricadenti fra le Piccole e Medie Imprese, cosi come
        definite nel Decreto del 18/04/2005 del Ministero delle attività produttive, pubblicato nella
        Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.106 del 9/05/2005 che recepisce la
        raccomandazione della Commissione Europea 2003/361/CE del 6/05/2003) , aventi sede
        operativa nella Regione Marche che assumono soggetti che si trovano nella seguente
        posizione rispetto alla condizione nel mercato del lavoro:
        disoccupati di età superiore ai 45 anni alla data di presentazione della domanda da parte
        dell’impresa, già iscritti nella lista di mobilità ex legge n. 223/1992 e n. 236/1993, che siano
        stati cancellati per decorrenza dei termini di permanenza nelle liste a partire dal 1/1/2000
        fino al termine di scadenza del presente bando, ed abbiano conservato e mantenuto senza
        soluzioni di continuità, lo stato di disoccupazione alla data di presentazione della domanda
        da parte dell’impresa assumente, l’accertamento del requisito viene effettuato dal Centro per
        l’Impiego competente per territorio.




                                        Articolo 6 – Priorità
REGIONE
MARCHE                                                                                                            pag.
GIUNTA REGIONALE                                                               seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                               11
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                               delibera 657



        Priorità sarà riconosciuta alle donne ed ai soggetti utilizzati ai sensi dell’articolo 7 del
        D.Lgs. 468/97 per almeno 12 mesi.

                                  Articolo 7 – Ruolo dei Centri per l’impiego

        I Centri per l’impiego svolgono un’attività di consulenza alle imprese mediante la messa a
        disposizione delle stesse dei nominativi dei soggetti rientranti nella tipologia prevista dal
        bando e orientano le imprese all’assunzione dei soggetti disoccupati con un profilo profes-
        sionale coerente con il tipo di lavoro da svolgere.
        I Centri per l’impiego hanno un ruolo centrale nella fase di abbinamento azienda-lavoratore,
        individuando nell’elenco dei soggetti over 45, cancellati dalle liste di mobilità per
        decorrenza dei termini, quelli più idonei alle esigenze dell’impresa.
        .Il Centro attesta inoltre che il soggetto interessato all’assunzione possiede i requisiti di cui
        all’articolo 5 del bando. (All. A3)


                       Articolo 8 – Criteri per la selezione delle domande di incentivi

        Gli incentivi saranno accordati alle imprese che assumono soggetti rientranti nella tipologia
        indicata nell’articolo 5 – Destinatari, secondo l’ordine di priorità di seguito indicato limi-
        tatamente alle disponibilità di risorse stanziate a valere sul presente bando:

         Punteggi                           Tipologia di soggetti che ottengono la priorità (*)

         4               Donne disoccupate di età superiore ai 45 anni alla data di presentazione della domanda,
                         iscritte nelle liste di mobilità ex legge n. 223/92 e n. 236/93, che siano state cancellate
                         per decorrenza dei termini di permanenza nelle liste dal 1/1/2000 ed utilizzate ai sensi
                         dell’articolo 7 del D. lgs 468 per almeno 12 mesi.
         3               Donne disoccupate di età superiore ai 45 anni alla data di presentazione della domanda,
                         iscritte nelle liste di mobilità ex legge n. 223/92 e n. 236/93, che siano state cancellate
                         per decorrenza dei termini di permanenza nelle liste dal 1/1/2000
         2               Uomini disoccupati di età superiore ai 45 anni alla data di presentazione della domanda
                         iscritti nelle liste di mobilità ex legge n. 223/92 e n. 236/93, che siano stati cancellati
                         per decorrenza dei termini di permanenza nelle liste dal 1/1/2000 ed utilizzati ai sensi
                         dell’articolo 7 del D. lgs 468 per almeno 12 mesi.
         1               Uomini disoccupati di età superiore ai 45 anni alla data di presentazione della domanda
                         iscritti nelle liste di mobilità ex legge n. 223/92 e n. 236/93, che siano stati cancellati
                         per decorrenza dei termini di permanenza nelle liste dal 1/1/2000


        All’interno di ciascuna singola priorità, contraddistinta dai punteggi da 4 a 1 le domande
        saranno poste in graduatoria secondo l’età dei soggetti coinvolti nella proposta di
        assunzione della impresa, privilegiando le proposte di assunzione di soggetti di maggiore
        età.
        (Esempio: la proposta di assunzione di una donna di età di 57 anni sarà posta in posizione
        più favorevole in graduatoria rispetto a quella di assunzione di una donna di età di 56).
REGIONE
MARCHE                                                                                           pag.
GIUNTA REGIONALE                                                    seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                              12
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                    delibera 657




                               Articolo 9– Entità dell’incentivo

        L’ammontare degli incentivi differisce in relazione all’età ed al sesso del soggetto assunto
        come di seguito indicato:

               € 10.000,00 per donne di età superiore ai 55 anni
               € 8.000,00 per donne di età superiore ai 45 anni
               € 8.000,00 per uomini di età superiore ai 55 anni
               € 6.000,00 per uomini di età superiore ai 45 anni

        In caso di assunzione a tempo parziale, l’aiuto viene proporzionalmente ridotto prendendo a
        base l’orario stabilito dal contratto collettivo nazionale di lavoro o, in sua assenza, dagli
        accordi locali tra le rappresentanze sindacali dei datori di lavoro e quelle dei lavoratori.
        Le frazioni mese sono arrotondate per difetto o per eccesso a seconda che riguardino n. 15
        giorni oppure un numero maggiore di giorni.


                       Articolo 10 – Applicazione del Regolamento CE n. 69/2001

      All’intervento di cui al presente bando si applica il Regolamento (CE) n. 69/2001 della
   Commissione Europea relativo agli aiuti di importanza minore “De minimis”. La regola del “De
   minimis implica che il destinatario dell’aiuto non può usufruire in tre anni (quello per il quale si
   chiede il contributo e i due precedenti, di finanziamenti pubblici complessivi , assegnati sotto
   forma di “De minimis”, superiori a 100 mila euro a qualsiasi titolo e da qualsiasi
   amministrazione pubblica ottenuto. La quantificazione dei finanziamenti ricevuti a tale titolo
   deve essere calcolata, a ritroso, dalla data della domanda del finanziamento di cui al presente
   invito. Non entrano a far parte del tetto di contributo a titolo del “De minimis” i contributi
   ricevuti a valere su regimi di aiuto notificati alla Commissione Europea e da questa approvati




                          Articolo 11 – Modalità di presentazione delle domande

   Le domande dovranno essere inserite – via Internet – sul sistema informatico della Regione Marche
   (SIFORM), al seguente indirizzo:

           http://siform.regione.marche.it

   Per accedere alla procedura informatizzata, è necessario essere in possesso di uno USERNAME
   (LOGIN) e di una PASSWORD.
REGIONE
MARCHE                                                                                              pag.
GIUNTA REGIONALE                                                      seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                13
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                      delibera 657



   Le Imprese già in possesso di USERNAME (LOGIN) e PASSWORD per l’accesso al SIFORM
   possono utilizzare quelle già assegnate.

   Le Imprese che non sono in possesso di USERNAME (LOGIN) e PASSWORD, dovranno ottenerle
   registrandosi sul SIFORM, utilizzando l’apposita funzionalità (Registrazione Impresa).

   In caso di difficoltà nell’utilizzo del software di presentazione, è possibile rivolgersi per l’assistenza
   ai seguenti recapiti telefonici: 071/8063838 – 8063442 – 8063684, ovvero all’indirizzo e-mail:
   siform@regione.marche.it

   Le richieste di finanziamento dovranno comprendere la documentazione di seguito indicata:

   1. la domanda di finanziamento, in bollo da € 14,62, fatta eccezione, ai sensi dell'art. 27 bis del
      D.P.R. 26/10/1972, n. 642, aggiunto dall'art. 17 del decreto legislativo 4/12/1997, n. 460, per
      quella prodotta da una organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS).
      La domanda (Allegato 1) dovrà essere compilata utilizzando l’apposita procedura
      informatizzata e dovrà essere prodotta – debitamente firmata dal legale rappresentante
      dell’impresa richiedente - su supporto cartaceo (stampando il file prodotto dalla procedura
      informatizzata).

   2. i seguenti allegati:
       - copia fotostatica di un documento di riconoscimento, in corso di validità, del legale
          rappresentante dell’impresa e del lavoratore da assumere;
       - dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (Artt. 38 e 47 D.P.R. 445 del 28.12.2000) -
          redatta e stampata utilizzando la procedura informatizzata, Allegato 2 – debitamente
          sottoscritta dal soggetto per l’assunzione delle quali viene chiesta la concessione dell’aiuto;
       - dichiarazione del Centro per l’impiego (Allegato 3).


   La domanda di finanziamento, stampata tramite il sistema Siform, completa degli allegati sopra
   indicati, dovrà essere spedita a mezzo raccomandata a:
           Regione Marche - Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro
           Dirigente della PF Servizio per l’impiego e per il mercato del lavoro
           Via Tiziano 44, 60125Ancona

   Le domande dovranno essere spedite a partire dal giorno di pubblicazione del bando nel Bollettino
   Ufficiale della Regione Marche ed entro 60 giorni dalla pubblicazione del bando stesso,
   esclusivamente a mezzo del servizio postale (Raccomandata A.R.); farà fede il timbro dell’Ufficio
   postale accettante.
REGIONE
MARCHE                                                                                           pag.
GIUNTA REGIONALE                                                    seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                              14
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                    delibera 657



                 Articolo 12 - Concessione degli incentivi ed assunzione del soggetto

        Il dirigente della Posizione di Funzione Servizi per l’impiego e mercato del lavoro,
        acquisita la documentazione di cui al precedente articolo e verificatane la regolarità, approva
        la graduatoria, assume i relativi atti di impegno fondi e ammette a finanziamento le imprese
        in posizione utile in graduatoria, fino ad esaurimento delle disponibilità finanziarie previste
        dal presente bando. L’assunzione, per la quale è stato concesso l’incentivo, deve essere
        effettuata entro 30 giorni dalla comunicazione da parte della Regione Marche di ammissione
        a finanziamento pena la revoca del finanziamento stesso.

                                    Articolo 13 - Liquidazione dei contributi

          Gli incentivi sono liquidati in due fasi:

                  o un primo acconto pari al 50% dell’importo, decorsi 6 mesi dall’assunzione.
                  o una seconda ed ultima liquidazione pari al 50% dell’importo, decorsi 12 mesi
                    dall’assunzione.


          La liquidazione del primo acconto è subordinata all’invio da parte dell’impresa
   dell’autocertificazione, di cui al fac-simile allegato A4, circa la permanenza in servizio del
   soggetto assunto ed il contestuale mantenimento della base occupazionale dell’impresa , della
   polizza fidejussoria e della dichiarazione in ordine al rispetto del Reg. (CE) 12/01/2001, n. 69
   (“de minimis”). Tale documentazione deve essere prodotta alla Regione Marche, PF Servizi per
   l’Impiego e Mercato del Lavoro, entro il 30° giorno successivo al compimento del 1° semestre di
   assunzione: fa fede il timbro postale o la data dell’invio della documentazione preliminarmente
   trasmessa via fax. L’inutile decorso di tale termine è considerato rinuncia totale agli aiuti
   richiesti e farà scattare la pronuncia di decadenza.. Acquisita la documentazione predetta il
   Dirigente della Posizione di Funzione Servizi per l’Impiego e Mercato del lavoro, concede e
   liquida alle imprese il primo acconto.
            La liquidazione del saldo è subordinata all’invio da parte dell’impresa
   dell’autocertificazione circa la permanenza in servizio del soggetto assunto e contestuale
   mantenimento della base occupazionale dell’impresa, di cui al fac-simile allegato A4. Tale
   documentazione deve essere prodotta alla Regione Marche entro il 30° giorno successivo al
   compimento del 1° anno di assunzione. L’inutile decorso di tale termine comporta la pronuncia
   di decadenza totale dal contributo e la restituzione dell’acconto erogato maggiorato degli
   interessi legali.

                                 Articolo 14 – Garanzia fidejussoria

   La fideiussione dovrà essere presentata prima della liquidazione del primo acconto a copertura di
   tale acconto. La polizza dovrà essere idonea a garantire l’immediata escussione a prima richiesta,
   ogni eccezione rimossa di pagamenti indebiti o danni patiti o patendi per quanto previsto dal
   presente bando.
REGIONE
MARCHE                                                                                            pag.
GIUNTA REGIONALE                                                     seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                               15
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                     delibera 657



   La polizza fidejussoria dovrà essere rilasciata dai soggetti indicati dall’articolo 2 del Decreto del
   Ministero del Tesoro 22/04/1997 ossia dalle banche, dalle imprese di assicurazione indicate nella
   legge n.348 del 10/06/1982 o dagli intermediari finanziari iscritti nell’elenco speciale ex articolo
   107 del Decreto Legislativo n. 385 del 1/09/1993.
   L’importo deve coprire l’intero ammontare del primo acconto. La garanzia fidejussoria deve
   avere efficacia dalla data di rilascio fino al 18° mese successivo all’assunzione del dipendente.
   La fideiussione verrà svincolata al momento della liquidazione del saldo.



                                 Articolo 15- Cause di esclusione dagli incentivi

         Sono escluse dalla ammissione a finanziamento le domande presentate da imprese le quali:

             1.  hanno presentato la domanda medesima priva della sottoscrizione;
             2.  non hanno la sede legale e/o operativa nella Regione Marche;
             3.  non hanno provveduto all’invio della documentazione da allegare alla domanda;
             4.  hanno già raggiunto, all’atto della concessione del finanziamento, il limite massimo
                 delle agevolazioni in regime di “de minimis” di cui al Reg. (CE) n. 69/2001;
             5. hanno in corso oppure hanno attivato, nei dodici mesi antecedenti la data della
                 dichiarazione di cui all’allegato n. 1 del presente bando, procedure concorsuali;
             6. non applicano le condizioni previste dal contratto collettivo nazionale di lavoro o,
                 in sua assenza, dagli accordi locali tra le rappresentanze sindacali dei datori di la-
                 voro e dei lavoratori;
             7. operano nei settori dei trasporti e delle attività legate alla produzione, trasfor-
                 mazione o commercializzazione dei prodotti di cui all’allegato I del trattato CE, a
                 favore di attività connesse all’esportazione, ossia gli aiuti direttamente connessi ai
                 quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad
                 altre spese correnti connesse all’attività di esportazione, agli aiuti condizionati
                 all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti importati;
             8. non hanno prodotto, nei modi e nei termini indicati dal 2° capoverso dell’articolo
                 13 del presente bando, l’autocertificazione, la polizza fidejussoria e la dichiarazione
                 in ordine al rispetto del Regolamento (CE) 12/01/2001, n. 69;
             9. hanno assunto soggetti i quali, nell’ultimo rapporto di lavoro precedente lo stato di
                 disoccupazione, siano stati dipendenti a tempo indeterminato di imprese dello
                 stesso settore di attività che presentino assetti proprietari sostanzialmente
                 coincidenti con le imprese medesime ovvero risultino, con queste ultime, in
                 rapporto di collegamento o controllo, ai sensi dell’art. 2359 del codice civile;
             10. hanno effettuato, nei dodici mesi precedenti la data della dichiarazione di cui
                 all’allegato 1 del presente bando riduzioni di personale a tempo indeterminato, fatti
                 salvi i casi di dimissioni volontarie o di cessazione del rapporto di lavoro per
                 collocamento a riposo;
             11. effettuano assunzioni senza il rispetto delle vigenti disposizioni di legge;
             12. assumono soggetti con contratto a tempo determinato;
REGIONE
MARCHE                                                                                               pag.
GIUNTA REGIONALE                                                       seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                  16
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                       delibera 657



             13. assumono soggetti non residenti nel territorio della Regione Marche;
             14. assumono soggetti non ricadenti nei requisiti di cui all’art. 5;
             15. hanno inviato le dichiarazioni di cui agli allegati A2 e A3 del presente bando prive
                 delle sottoscrizioni;
             16. assunto soggetti che non risultano nell’elenco dei soggetti in lista di mobilità a
                 partire dal 1/01/2000 fino alla data di scadenza del bando e poi cancellati dalle liste,
                 ai sensi dell’articolo 5 del bando.


                                    Articolo    16 - Monitoraggio e controllo

        .Entro il mese successivo al compimento del 1° semestre e del 1° anno di assunzione, le
        imprese beneficiarie inviano alla Regione Marche, PF Servizi per l’Impiego e Mercato del
        Lavoro, la scheda di cui all’allegato A4 del bando.

                    Articolo 17 - Pronuncia di decadenza , rinunce e restituzioni

        Le imprese che intendono rinunciare all’incentivo, essendo in posizione utile nella graduato-
        ria presentano apposita comunicazione alla Regione Marche, PF Servizi per l’impiego e per
        il marcato del lavoro. Nel caso che l’aiuto sia già stato liquidato, lo stesso è restituito entro i
        successivi 20 giorni, maggiorato degli interessi legali.
        Il licenziamento del lavoratore avvenuto entro i 12 mesi successivi alla assunzione per la
        quale è stato richiesto l’aiuto è comunicato dall’impresa entro i 20 giorni successivi alla data
        del licenziamento utilizzando il fac-simile di cui all’allegato A4. Se il licenziamento è
        avvenuto dopo l’erogazione del primo acconto, l’impresa restituisce entro lo stesso termine
        di cui sopra l’aiuto liquidato maggiorato degli interessi legali, decorso tale termine, la
        Regione si rivale sulla polizza fideiussoria.
        Le dimissioni volontarie del soggetto assunto a fronte della cui assunzione è stato concesso
        l’aiuto, avvenute entro i 12 mesi successivi all’assunzione, sono comunicate dall’impresa
        beneficiaria alla Regione Marche, entro i 20 giorni successivi alla data delle stesse
        utilizzando il fac-simile di cui all’allegato A4. In tal caso l’aiuto maturato che verrà
        riconosciuto e liquidato è pari, per ciascun mese di permanenza in servizio ad 1/12
        dell’entità dell’incentivo concesso.
        La riduzione dell’orario di lavoro settimanale svolto dal dipendente assunto, avvenuta entro
        i 12 mesi successivi alla assunzione, è comunicata dall’impresa beneficiaria alla Regione
        Marche entro i 20 giorni successivi alla riduzione medesima utilizzando il fa-simile di cui
        all’allegato A4. In tal caso gli importi riconosciuti a partire da tale evento sono
        proporzionalmente ridotti rispetto all’orario a tempo pieno.
         La diminuzione, nei 12 mesi successivi alla domanda, per periodi superiori a n. 90 giorni,
        del numero dei dipendenti a tempo indeterminato già in forza all’impresa, comporta la
        revoca della concessione del contributo. Tale disposizione non si applica ai casi in cui la
        diminuzione è conseguenza delle dimissioni o del licenziamento del soggetto la cui
        assunzione sia stata agevolata e a seguito del quale è prevista, la restituzione parziale o totale
        dell’ importo dell’aiuto.
REGIONE
MARCHE                                                                                          pag.
GIUNTA REGIONALE                                                    seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                             17
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                    delibera 657




        La Regione può eseguire ispezioni al fine di accertare quanto dichiarato dall’impresa oppure
        dai lavoratori e avvalersi della collaborazione dei Centri per l’impiego e può pronunciare la
        decadenza dagli incentivi concessi alle singole imprese, qualora siano stati forniti dati non
        veritieri.
        La pronuncia di decadenza comporta la restituzione degli aiuti liquidati all’impresa, even-
        tualmente maggiorati degli interessi legali decorrenti dalla erogazione con le modalità dalla
        stessa stabilite.


                                        Articolo 18– Tutela della privacy

        Il Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Marche assicura che i dati per-
        sonali acquisiti vengono trattati con la riservatezza prevista dal D. LGS 196/2003, Codice
        della privacy, e sono utilizzati esclusivamente per operazioni relative al procedimento am-
        ministrativo avviato con il presente bando, nel rispetto delle disposizioni di detta legge.
        I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici o privati, previsti dalle norme
        di legge oppure di regolamento, unicamente quando la comunicazione risulti necessaria per
        lo svolgimento delle funzioni istituzionali.
        Il titolare del trattamento è il Dirigente del Servizio Istruzione, Formazione e Lavoro della
        Regione marche.
        Il responsabile del trattamento dati è il Dirigente della posizione di funzione Servizi per
        l’impiego e per il mercato del lavoro.
REGIONE
MARCHE                                                                                            pag.
GIUNTA REGIONALE                                                    seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                18
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                    delibera 657




                                                                                            Allegato A1

                                                                                   (Marca da bollo
                                                                                   da 14,62 €)
         RACCOMANDATA A. R.


                                                         Alla   Regione Marche
                                                                Servizio Istruzione, formazione e
                                                                lavoro
                                                                PF Servizi per l’impiego e per il
                                                                mercato del lavoro
                                                                Via Tiziano, n. 44
                                                                60100 ANCONA



         OGGETTO: FSE OB. 3 (2000-2006) – Incentivi alle assunzioni


   Il sottoscritto____________________________________ nato a _____________il __________
   e residente in _____________________, Via ________________________________, n. ______
   legale rappresentante dell’impresa _____________________________________________ con
   sede legale in ____________________ , Via ___________________________ e sede operativa
   in ________________________ Via __________________________________________, n. ___
   Codice fiscale: __________ e Partita IVA: ________________, telefono: ___________ fax
   _______________ esercente l’attività di ____________________________________________
   Codice ISTAT ______________ , ai sensi dalla deliberazione della Giunta regionale n. ____ del
   _______“FSE - POR Obiettivo 3 2000-06.

                                                   chiede

   la concessione, nella misura prevista dalla delibera n. _______ del _______, dell’incentivo per
   la assunzione a tempo indeterminato del sotto elencato soggetto :

   Cognome ____________________________________ Nome ___________________________
   Nato a __________________________________ il ___________________________________
   Residente ____________________________________________________________________


                                                 dichiara
REGIONE
MARCHE                                                                                              pag.
GIUNTA REGIONALE                                                      seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                 19
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                      delibera 657




   ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, sotto la propria responsabilità ed a conoscenza
   delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445 in caso di dichiarazioni
   mendaci (dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà):

       1) di conoscere e di accettare le condizioni previste dal bando di accesso all’aiuto alle
           assunzioni in questione, approvato con la delibera della Giunta Regionale Servizio
           Istruzione, Formazione e Lavoro n. _______ del_______________;
       2) di impegnarsi ad assumere a tempo il soggetto di cui alla presente domanda nel rispetto
           di quanto previsto nel bando medesimo ed entro il termine di 30 giorni dalla
           comunicazione di ammissione a finanziamento da parte della Regione Marche;
       4) che il soggetto per l’assunzione del quale viene chiesto l’incentivo sarà assunto a tempo
           indeterminato;
       5) che, in caso di cooperativa , il soggetto assunto in qualità di socio-lavoratore, è iscritto al
           libro paga ed al libro matricola;
       6) che il lavoratore per la assunzione del quale è presentata domanda di contributo non è un
           lavoratore a domicilio né pensionato;
       7) che l’impresa è in regola con i versamenti contributivi di legge e che l’assunzione per la
           quale è richiesto l’aiuto è avvenuta in conformità alle vigenti disposizioni di legge;
       8) che l’impresa non ha ottenuto e si impegna a non richiedere per il dipendente assunto
           altre agevolazioni per la assunzione, previste da norme nazionali, regionali o comunitarie,
           salvo le agevolazioni previste dalla legge n. 407/1990;
       9) che l’impresa non ha in corso e non ha attivato, nei dodici mesi precedenti la data della
           presente dichiarazione, procedure concorsuali;
       10) che l’impresa applica le condizioni del contratto collettivo nazionale di lavoro oppure, in
           sua assenza, degli accordi locali tra le rappresentanze sindacali dei datori di lavoro e
           lavoratori;
       11) che l’impresa non opera nei settori dei trasporti e delle attività legale alla produzione, alla
           trasformazione o alla commercializzazione dei prodotti di cui all’allegato I del trattato
           CE, a favore di attività connesse all’esportazione ossia gli aiuti direttamente connessi ai
           quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione o ad altre
           spese correnti connesse all’attività di esportazione, agli aiuti condizionati all’impiego
           preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti importati;
       12) che il soggetto per la assunzione del quale viene richiesto il contributo, nell’ultimo
           rapporto di lavoro precedente lo stato di disoccupazione, non è stato dipendente a tempo
           indeterminato di imprese dello stesso settore di attività le quali presentino assetti
           proprietari sostanzialmente coincidenti con l’impresa rappresentata dal sottoscritto
           ovvero risultino, ai sensi dell’art. 2359 del codice civile, in rapporto di collegamento o di
           controllo con l’impresa rappresentata dal sottoscritto;
       13) che l’impresa si impegna a dare comunicazione dei licenziamenti, delle dimissioni e della
           riduzione dell’orario settimanale svolto dai lavoratori assunti, entro i 20 giorni successivi
           alla data degli stessi;
REGIONE
MARCHE                                                                                                                                         pag.
GIUNTA REGIONALE                                                                                    seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                                                           20
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                                                    delibera 657



        14) che l’impresa non ha effettuato nei dodici mesi precedenti la data della presente
            dichiarazione riduzioni di personale a tempo indeterminato, fatti salvi i casi di dimissioni
            volontarie o di cessazione del rapporto di lavoro per collocamento a riposo;
        15) che l’impresa si impegna ad accettare tutti i controlli che la Regione od i Centri per
            l’impiego riterranno di effettuare in ordine ai dati dichiarati nella presente domanda ed a
            quelli che verranno forniti con l’allegato n. A4 del bando;
        16) di essere a conoscenza che l’erogazione del primo acconto e del saldo è subordinata alla
            presentazione della dichiarazione di cui all’allegato A4;
        17) che l’impresa ha beneficiato, nei tre anni precedenti la presentazione della domanda di
            aiuto alle assunzione, di altri agevolazioni, a titolo di aiuti de minimis, per un importo di
            Euro _________________ (1) e che l’impresa si impegna a rispettare, per un periodo di
            tre anni dalla data di concessione degli aiuti il limite di cumulo di 100.000,00 Euro di
            agevolazioni de minimis complessive (regolamento CE n. 69/2001);
        18) che l’aiuto concesso venga versato su c/c bancario n. ____________________________
            intestato a “___________________________________________________________“ ed
            intrattenuto presso la banca “ _______________________________________________”
            Agenzia di ________________________ ABI: ________ CAB: _____ - CIN _____ “;
        19) che la presente domanda si compone di n. _____ pagine.

   Alla presente allega:

                                                    ietà (art. 47 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445)
   sottoscritta dal dipendente per l’assunzione del quale si chiede la concessione dell’aiuto,
   unitamente a copia fotostatica del documento di riconoscimento in corso di validità;
                                    mpiego circa la posizione lavorativa del soggetto da assumere.

   Data ________________
                                                                                 Firma per esteso e leggibile

                                                                                       ____________________________




   (1) Indicare “zero” in assenza di altre agevolazioni. Con il termine “agevolazioni” si intende qualsiasi beneficio pubblico sia che si tratti di una
       allocazione positiva di risorse, sia di riduzione di oneri, di varia natura, normalmente gravanti sulla impresa.
REGIONE
MARCHE                                                                                                               pag.
GIUNTA REGIONALE                                                                         seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                                  21
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                                         delibera 657




                                                                                                            Allegato A2

                                      (Da compilare a cura del soggetto assunto)


                      DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETA’
                                 (Art. 47 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445)


   Il sottoscritto ________________________________ nato a _______________ il __________e
   residente (domiciliato, per gli extracomunitari) a __________________ , via ______________ ,
   n. __ , Codice fiscale: ________________________ , con riferimento alla domanda di incentivi
   alle assunzioni presentata dalla impresa _____________________________________________
   ________________________________- con sede legale in________________ ed operativa in
   _________________ , via __________________ , n. ___ , per la assunzione del sottoscritto,
   sotto la propria responsabilità ed a conoscenza delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del
   D.P.R. 28/12/2000, n. 445 in caso di dichiarazioni mendaci (dichiarazione sostitutiva dell’atto di
   notorietà)

                                                           dichiara

       1. di essere nato e di essere residente (domiciliato, per gli extracomunitari) nei luoghi sopra
          indicati e di avere la cittadinanza ________________________ e il seguente Codice
          fiscale ____________________________________________________
       2. di possedere il/i seguente/i titolo/i di studio: __________________________________




   Luogo e data _________________
                                                                        Firma per esteso e leggibile
                                                                        _______________________

   Allegare copia fotostatica di un documento di riconoscimento, in corso di validità.
REGIONE
MARCHE                                                                                             pag.
GIUNTA REGIONALE                                                     seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                                 22
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                     delibera 657




                                                                                             Allegato A3

                                  Il Centro per l’Impiego di _____________




   Con riferimento alla richiesta di incentivo presentata dalla impresa ________________________
    _____________________________________________________________________________
   con sede legale in ________________________________ ed operativa in _________________
   via ___________________________ , n. ___ per l’assunzione del soggetto di seguito indicato:
   cognome : __________________________ nome ____________________________________
   nata a ________________________________________________________________________
   residente a ____________________________________________________________________


                                                     attesta


       – che la / il Signor / Signora _________________ già iscritto/a nelle liste di mobilità ex
         legge 223/1991, 236/1993 è stato/a cancellato/a per decorrenza dei termini di
         permanenza nelle liste in data ______________(la data di cancellazione dalle liste deve
         essere compresa a partire dal 1/1/2000 fino al termine di scadenza del bando)

          che il soggetto è stato utilizzato/a ai sensi dell’art. 7 del D. lgs 468/1997 per almeno 12
           mesi;

       – che il soggetto risulta disoccupato dal____________________



   data ________________________



                                                                                    Timbro e Firma
                                                                                     ___________
REGIONE
MARCHE                                                                                          pag.
GIUNTA REGIONALE                                                   seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                              23
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                   delibera 657



                                                                                    Allegato A4
                         SCHEDA DI MONITORAGGIO E CONTROLLO



   FSE – POR Obiettivo 3 2000-06 – Aiuti alle assunzioni.

   Il Sottoscritto …………………….nato a ……………….. il …………., legale rappresentante
   dell’impresa ……………………….. con sede legale in ……………….. via ……………………., e
   sede operativa in ………………. via ……………….., con riferimento al dipendente per il quale
   l’impresa è stata ammessa ai benefici degli aiuti alle assunzioni,

                                           Dichiara

Ai sensi dell’articolo 47 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, sotto la propria responsabilità ed a conoscenza
delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R 28/12/2000, n. 445 in caso di dichiarazioni
mendaci (dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà), che la posizione del dipendente di cui sopra
nei confronti di cui sopra è la seguente:

     COGNOME E              IN            RIDUZIONE ORARIO               DATA                  DATA
       NOME                SER-         NUOVO    DECORRENZA            DIMISSIONI          LICENZIAMEN
                           VIZIO        ORARIO        (3)                                       TO
                            (1)           (2)


                                           Dichiara inoltre

  con riferimento a tutti i dipendenti a tempo indeterminato dell’impresa, che il numero dei dipendenti a
 tempo indeterminato risultanti già in forza all’impresa all’atto della assunzione per la quale è stato
 concesso l’aiuto, è stato costantemente mantenuto successivamente all’assunzione predetta ed è
 tutt’ora mantenuto alla data della presente dichiarazione , pur in presenza delle dimissioni (o del
 licenziamento) del sig.:

N.            COGNOME E NOME                        DATA DIMISSIONI                DATA
                                                                              LICENZIAMENTO
REGIONE
MARCHE                                                                                       pag.
GIUNTA REGIONALE                                                   seduta del 05/06/2006

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE                                                         24
ADUNANZA N. ___________ LEGISLATURA N. _______________
                                                                   delibera 657




mediante la sostituzione con l’ assunzione a tempo indeterminato del sig.

N.                        COGNOME E NOME                               DATA ASSUNZIONE A
                                                                             TEMPO
                                                                        INDETERMINATO




Data________________

Firma del dichiarante_________________
(Allegare copia fotostatica di un documento di riconoscimento, in corso di validità

   ________________________________________________________________________________
   ______________
   Note
      (1) Contrassegnare con “x” se il soggetto è alle dipendenze dell’impresa alla data della
          dichiarazione;
      (2) Nel caso di riduzione dell’orario di lavoro settimanale rispetto a quello previsto all’atto
          dell’assunzione, indicare il nuovo orario;
      (3) Indicare la data nella quale è avvenuta la riduzione dell’orario.

								
To top