DS ordinaria by lHe42B

VIEWS: 13 PAGES: 27

									   INDENNITA‟
  ORDINARIA DI
 DISOCCUPAZIONE
  NON AGRICOLA
CON REQUISITI NORMALI

         INCA CGIL   1
    Riforma del collocamento Pubblico
   DLsg 297 del 19/12/2002 pubblicato GU 15/01/2003




Modifica integrale delle procedure per
individuare lo “Status di disoccupato”,
definito dalla nuova normativa come la
condizione del soggetto privo di lavoro e
che sia immediatamente disponibile allo
svolgimento ed alla ricerca di un’attività
lavorativa



                   Disoccupazione Ordinaria           2
    Riforma del collocamento Pubblico
    DLsg 297 del 19/12/2002 pubblicato GU 15/01/2003




I lavoratori, pertanto, alle domande
di disoccupazione devono allegare
una dichiarazione di responsabilità
con la quale attestino di possedere lo
stato di disoccupato e di aver
adempiuto all'obbligo di presentarsi
presso i Centri per l'impiego per
l'immediata disponibilità

                    Disoccupazione Ordinaria           3
       SOGGETTI BENEFICIARI

Lavoratori subordinati senza garanzia di
  stabilità di impiego con qualifica di:

     operaio non agricolo
     lavoratori extracomunitari con
    permesso non stagionale
     impiegato
     quadro
     dirigente
     socio di cooperativa (esclusi DPR 602/70)



                  Disoccupazione Ordinaria        4
                    SOGGETTI ESCLUSI

 lavoratori dipendenti subordinati che abbiano garanzia di stabilità
di impiego, in particolare i dipendenti dello Stato e degli Enti Locali
 apprendisti
 lavoratori autonomi
 lavoratori parasubordinati iscritti alla gestione separata INPS
 soci di cooperative, di cui al DPR n. 602/70
 soci di cooperative della piccola pesca di cui alla legge n.250/98
 soci di cooperative teatrali e cinematografiche
 lavoratori dello spettacolo che esplichino la loro attività basandosi
su caratteristiche artistico professionali
 lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno stagionale
 lavoratori titolari di pensione diretta
 caratisti , agli armatori e proprietari armatori imbarcati su navi da
pesca da loro stessi armate




                           Disoccupazione Ordinaria                5
              CONDIZIONI PER IL DIRITTO


Licenziamento, anche per giusta causa,
Sospensione temporanea dell’attività
lavorativa (per cause esterne e non
prevedibili),
Dimissioni durante il periodo di
gravidanza ( dalla data di gestazione - 300 giorni dalla data
presunta del parto) o nel primo anno di vita (o
dall’entrata in famiglia in caso di adozione o affido) del
figlio, il diritto può riguardare entrambi i genitori,
Dimissioni per giusta causa                        (circ.INPS
n.163/2003)              Disoccupazione Ordinaria                6
      In caso di SOSPENSIONE occorre


A) COMUNICAZIONE TEMPESTIVA
DELL‟AZIENDA ALLA DIREZIONE
PROVINCIALE DEL LAVORO-SERVIZIO
ISPETTIVO E ALL‟INPS

B)   PRESENTARE LA DOMANDA DI DS

C) RILASCIARE LA DICHIARAZIONE DI
IMMEDIATA DISPONIBILITA‟ AL LAVORO
PRESSO IL CENTRO PER L‟IMPIEGO

                Disoccupazione Ordinaria   7
      DS ORDINARIA - Requisiti soggettivi

 • ESSERE DISOCCUPATI QUANDO SI INOLTRA LA DOMANDA


• AVER VERSATO UN CONTRIBUTO PER LA DS ALMENO 2 ANNI PRIMA


 • AVERE 52 SETTIMANE DI CONTRIBUTI NELL‟ULTIMO BIENNIO


 • AVER PRESENTATO AL CENTRO PER L‟IMPIEGO “LA DICHIARAZIONE
 DI IMMEDIATA DISPONIBILITA‟ AL LAVORO”


 • CONSERVARE UNA RESIDUA CAPACITÁ LAVORATIVA




                                         approfondiamo
                       Disoccupazione Ordinaria           8
     ANZIANITA‟ di ASSICURAZIONE

Il lavoratore deve far valere almeno 2 anni di
assicurazione contro la disoccupazione nel
biennio precedente l'inizio del periodo di
disoccupazione.

Si prende a riferimento il primo giorno
successivo alla data di licenziamento e il
corrispondente giorno di due anni prima.

(esempio: nel caso di lavoro cessato il
13/11/2004, il biennio decorre dal 14/11/2002 )

                 Disoccupazione Ordinaria   9
 AVER VERSATO 1 CONTRIBUTO PER LA DS
   ALMENO 2 ANNI PRIMA SIGNIFICA:
AVER LAVORATO ALLE DIPENDENZE CON QUALIFICA DIVERSA
DA APPRENDISTA PRESSO DITTE PRIVATE O ENTI PUBBLICI
ASSICURATI ALL‟INPS PER LA DS (CROCE SULLA CASELLA DS
NEL MODULO CUD) ED AVER ALMENO 1 CONTRIBUTO
SETTIMANALE

AVER LAVORATO ANCHE SOLO PER UN GIORNO NEL SETTORE
                     AGRICOLO

Esempio: data di cessazione 30/11/2004 - biennio da ricercare
fra il 30/11/2004 e il 1/12/2002 – una giornata con qualifica da
OTD lavorata in qualsiasi mese nell‟anno 2002 determina la
maturazione del biennio.

                         Disoccupazione Ordinaria           10
     Le 52 sett. nel biennio devono essere


   CON VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI DS

Si deve procedere con l‟operazione di verifica
del minimale contributivo (dividendo la retribuzione
imponibile annua, erogata o dovuta, per il minimale
settimanale pari al 40% del TM –INPS).

art. 7, comma 1°, L.638/83:
per l‟anno 2004 il valore settimanale minimo è
pari a € 164,87


                    Disoccupazione Ordinaria     11
     Le 52 sett. nel biennio devono essere

  CON VERSAMENTO DEL CONTRIBUTO DI DS

NEL COMPUTO DELLE 52 SETTIMANE POSSONO RIENTRARE
       ANCHE CONTRIBUTI FIGURATIVI QUALI:


                                        SERVIZIO MILITARE
                                      EFFETTIVO (solo se prima
        MATERNITA‟                   ha almeno 24 sett per la DS)




           LAVORO ALL‟ESTERO IN PAESI
           CONVENZIONATI o UE


                     Disoccupazione Ordinaria                 12
Periodi NEUTRI di prolungamento del biennio
  MATERNITA‟ NON              SERVIZIO MILITARE (SOLO SE
    COPERTA DA                   ANTERIORMENTE NON CI
     FIGURATIVI                 SONO 24 SETT. UTILI PER
(FACOLTATIVA FUORI                      LA DS)
  DAL RAPPORTO DI
    LAVORO NON                         SOSPENSIONE DAL
    RISCATTATA)                          LAVORO PER
                                            CASSA
 LAVORO ALL‟ESTERO                      INTEGRAZIONE
     IN PAESI
NON CONVENZIONATI
                                                 ARRESTO O
                                                DETENZIONE
    MALATTIA
 o INFOTUNIO SUL                       Assenze per permessi e
     LAVORO                               congedi per i figli
                                        portatori di handicap

                     Disoccupazione Ordinaria                   13
  “CONSERVARE UNA RESIDUA CAPACITA‟ LAVORATIVA”
SIGNIFICA ESSERE IN GRADO DI LAVORARE AL MOMENTO
               DELLA DOMANDA DI DS



   SE LA CESSAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO AVVIENE
    A SEGUITO DI UN LUNGO PERIODO DI MALATTIA O
     INFORTUNIO, L‟INPS DISPONE          ACCERTAMENTI
    SANITARI    AL FINE DI DETERMINARE LA RESIDUA
                 CAPACITA‟ DI LAVORO




           SE SI E’ INABILI AL LAVORO
           NON C’E’ DIRITTO ALLA DS

                    Disoccupazione Ordinaria            14
         DS ORDINARIA - DURATA

  DECORRE DALL‟ 8° GIORNO SE PRESENTATA
ENTRO 7 GIORNI DALLA CESSAZIONE DELLA
ATTIVITÁ,

   DAL 5° GIORNO SUCCESSIVO ALLA
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA, SE
PRESENTATA ENTRO I 68 GIORNI, E PROSEGUE PER
180 GIORNI OPPURE DALLA DATA DI ISCRIZIONE
NELLE LISTE SE SUCCESSIVA ALLA
PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA


   Per i lavoratori ultra 50enni la durata è
       di 270 giorni (Legge 388/2000)
                  Disoccupazione Ordinaria     15
            DS ORDINARIA


IL LAVORATORE OCCUPATO
CONTEMPORANEAMENTE PRESSO DUE
DATORI DI LAVORO, SE RESTA
DISOCCUPATO A SEGUITO DELLA
CESSAZIONE DI UNA DELLE DUE
OCCCUPAZIONI, PUO‟ ESSERE AMMESSO
ALL‟INDENNITA‟ ECONOMICA DI
DISOCCUPAZIONE, SE QUESTA INTERVENGA
NELL‟ATTIVITA‟ CHE COSTITUISCE LA SUA
PRINCIPALE RISORSA ECONOMICA

              Disoccupazione Ordinaria   16
     CESSAZIONE DELL‟INDENNITA‟
  TRASCORSO IL PERIODO MASSIMO DI GODIMENTO (180 o 270
GG NEI 365 GIORNI DALLA CESSAZIONE DEL RAPPORTO DI
LAVORO)

   A SEGUITO DI RIOCCUPAZIONE PER OLTRE 5 GG

   RIFIUTO DI UN‟OCCUPAZIONE ADEGUATA

   PERDITA TOTALE DELLA CAPACITA‟ DI LAVORO (possibilità di
ripristino dopo la guarigione)

   INIZIO DI UN‟ATTIVITA‟ AUTONOMA

  IN CASO DI CHIAMATA A SERVIZIO MILITARE DI LEVA
(possibilità di ripristino al rientro)

   TITOLARITA‟ DI UNA PENSIONE DIRETTA

   ESPATRIO

   DECESSO DEL DISOCCUPATO

                     Disoccupazione Ordinaria                  17
        CESSAZIONE DELL‟INDENNITA‟

Il lavoratore che espatria per motivi di lavoro o
per raggiungere la residenza di un familiare
all'estero decade dal diritto alle prestazioni di
disoccupazione nonché all'indennità di mobilità

Nel caso in cui il lavoratore, titolare di una
qualsiasi delle prestazioni di disoccupazione, espatri
per "brevi periodi", motivati da gravi e comprovati
motivi di salute, personale o di un familiare, o da
altri motivi familiari (ad esempio, matrimonio, lutto),
l‟INPS nel messaggio n. 931 del 27/10/2003 precisa
che lo stesso conserva il diritto alle prestazioni

                     Disoccupazione Ordinaria      18
       SOSPENSIONE DEL PAGAMENTO
CON POSSIBILITA‟ DI RIOTTENERLO UNA VOLTA CESSATA LA
                CAUSA DI SOSPENSIONE

 Attenzione: ripresentare sempre la domanda

      RIOCCUPAZIONE
        FINO A 5 GG
         (ESCLUSO I                            MALATTIA
          FESTIVI)

    RICHIAMO SERVIZIO MILITARE

                                   MATERNITA‟
        TBC

                    Disoccupazione Ordinaria              19
              INCOMPATIBILITA‟


• CON PENSIONI DIRETTE (SIA COME DIPENDENTI CHE AUTONOMI)

• CON ATTIVITA‟ DI LAVORO AUTONOMO

• CON L‟INDENNITA‟ DI MALATTIA

• CON L‟INDENNITA‟ DI MATERNITA‟ E PATERNITA‟: IN TAL
CASO VIENE EROGATA L‟INDENNITA‟ PARENTALE ED E„
DIFFERITA LA DISOCCUPAZIONE


• CON L‟ INDENNITA‟ GIORNALIERA TBC (LA POST-
SANATORIALE è COMPATIBILE SE NON C‟è UNO STATO DI
MALATTIA)

• CON ALTRE PRESTAZIONI PREVIDENZIALI (ES: CIG,
MOBILITA‟, ECC..)

                     Disoccupazione Ordinaria           20
                    IMPORTO

                 DAL 01/12/2000
  40% DELLA RETRIBUZIONE MEDIA GIORNALIERA
      DEGLI ULTIMI 90 GIORNI PRECEDENTI
  LA CESSAZIONE DELL‟ATTIVITA‟(COMPRENSIVA
DEI RATEI DI 13° E 14°) purché inferiore al massimale
               previsto per la CIGS


  Per il 2004 l’importo massimo giornaliero
     dell’indennità è pari ad euro 32,33

DAL 01/10/98 IL PAGAMENTO E‟ EFFETTUATO TRAMITE
 ASSEGNO INVIATO A DOMICILIO O CON ACCREDITO
            SU C/C BANCARIO O POSTALE

                    Disoccupazione Ordinaria            21
                   IMPORTO


Gratifica natalizia:
a favore degli assicurati che usufruiscono
dell‟indennità di disoccupazione, anche per una
sola giornata, nel periodo compreso tra il 18
ed il 24 dicembre è corrisposto, oltre
all‟indennità normalmente spettante, uno
speciale assegno di ammontare pari a sei giorni
di indennità comprese le quote giornaliere di
assegno al nucleo familiare (circ. n. 53081 obg
1949/591; obg 1950/372 e 3-278 PRS 1957/1042).


                  Disoccupazione Ordinaria   22
                         SCADENZA


LA DOMANDA VA INOLTRATA ALL‟INPS ENTRO

    68 GIORNI                                    98 GIORNI
  SE LICENZIATI                                      SE
(PIU‟ L‟EVENTUALE                             LICENZIAMENTO
   PERIODO DI                                 IN TRONCO (PIU‟
    PREAVVISO                                   L‟EVENTUALE
   SE DOVUTO)                                   PERIODO DI
                                                 PREAVVISO
                                                SE DOVUTO)


    Il termine sopra riportato può subire slittamenti in caso di:
vertenza sindacale o giudiziaria, per malattia del lavoratore iniziata
      entro gli 8 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro


                         Disoccupazione Ordinaria                        23
            DS ORDINARIA
      VALIDITA‟ DELL‟ACCREDITO FIGURATIVO




VALE PER:

• DIRITTO E MISURA PENSIONE DI
VECCHIAIA, INVALIDITA’ E
SUPERSTITI

• SOLO MISURA ( o maggiore anzianità
contributiva, senza vicolo di età:
38/39/40) PENSIONE DI ANZIANITA’
                Disoccupazione Ordinaria    24
       ESPORTABILITA‟ DELLA DS

Il lavoratore disoccupato in uno degli Stati membri
dell‟Unione Europea e, dal 1/6/2002 anche nella
Svizzera, e che matura il diritto alla prestazione di
DS in base alla legislazione dello Stato dove ha
prestato il lavoro,può recarsi presso un altro Stato
membro UE conservando il diritto alla DS.
  ART.69 Reg. CEE 1408/71

 La DS viene erogata dallo Stato presso cui il
lavoratore si reca, per conto dello Stato in cui
         ha maturato il diritto alla DS
             per un max. di 3 mesi
                    Disoccupazione Ordinaria     25
             ATTENZIONE

  PER CHI E‟ IN PROSSIMITA‟ DEL
      DIRITTO A PENSIONE DI
    ANZIANITA‟ (in particolare per
    raggiungere le 1820 settimane)
   POTREBBE AVERE INTERESSE A
 RINUNCIARE ALLA DS PER PAGARE
 LA CONTRIBUZIONE VOLONTARIA

   CHI PERCEPISCE L‟ASSEGNO AL NUCLEO
FAMILIARE DURANTE L‟ATTIVITA‟ LAVORATIVA
 NE HA DIRITTO ANCHE SULL‟INDENNITA‟ DI
             DISOCCUPAZIONE
               Disoccupazione Ordinaria   26
           ATTENZIONE


      Rinuncia alla indennità

   L'indennità di disoccupazione
      non può essere rinunciata
quando il lavoratore ha regolarmente
 percepito l'importo dell'indennizzo



             Disoccupazione Ordinaria   27

								
To top