IMOLA bando affitto 2011 by stariya

VIEWS: 26 PAGES: 3

									                                                  AVVISO PUBBLICO

                              Dal 17 maggio al 21 giugno 2011
        Sono aperti i termini per presentare le domande per usufruire del
            CONTRIBUTO INTEGRATIVO PER IL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE
                                  (CONTRIBUTO AFFITTO)
               RELATIVI ALL’ANNO 2011 - ai sensi della Delibera Regionale n°2264/2010

Requisiti da possedere alla data di presentazione della domanda da parte dei beneficiari:
1)   essere cittadino italiano o di uno stato dell’Unione Europea
     oppure
     essere cittadino extracomunitario in possesso di valido permesso di soggiorno di durata non inferiore ad un anno o di
     permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ai sensi del D.lgs 286/98 (da esibire al momento della
     presentazione della domanda) In caso di permesso di soggiorno o permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo scaduti è
     ammissibile la domanda di contributo qualora sia stata fatta domanda di rinnovo, l’Azienda non procederà comunque all’erogazione del
     contributo eventualmente aspettante in assenza dell’avvenuto rinnovo

2) essere residente nel Comune di Imola, nell’alloggio oggetto del contratto di locazione; si precisa che:
     il canone annuo è costituito dalla somma di tutte le eventuali locazioni relative ad alloggi situati sia nel Comune di residenza che in altri Comuni
     della Regione Emilia Romagna nell’anno 2011 (fermo restando la presenza dei requisiti necessari per l’accesso al contributo al momento della
     presentazione della domanda).Il richiedente è tenuto a comunicare e a presentare le variazioni di residenza che interverranno
     successivamente alla presentazione della domanda.;
3)   essere titolare:
     - di un contratto di locazione ad uso abitativo regolarmente registrato (sono esclusi i contratti cosiddetti ad “uso
        foresteria”),
     - di un contratto di assegnazione in godimento di un alloggio di una cooperativa a proprietà indivisa qualora siano
       presenti le seguenti condizioni:
                 La cooperativa deve prevedere, nel proprio statuto o in apposita convenzione, un vincolo di inalienabilità ai soci del patrimonio
                  residenziale indivisibile con l’obbligo, nel caso di cessazione o di cambiamento di attività, a devolvere gli immobili residenziali
                  assoggettati a tale vincolo ad enti pubblici appositamente individuati da disposizioni normative di settore;
                L’alloggio per il quale si richiede il contributo non deve essere compreso in eventuali piani di cessione ai sensi dell’art. 18 della l.
                 179/92 e s.m. mentre l’ammontare del canone non deve comprendere nessuna somma che possa costituire, per qualsiasi titolo, un
                 credito per il socio assegnatario.
            La sussistenza delle predette condizioni deve essere certificata dal rappresentante legale della cooperativa assegnante.


     La domanda può essere presentata da un componente il nucleo ISEE anche non intestatario del contratto di
     locazione, purché residente nel medesimo alloggio oggetto del contratto.
     Nel caso di contratto di locazione cointestato a due distinte famiglie anagrafiche coabitanti nel medesimo alloggio, i due nuclei familiari
     possono fare domanda di accesso al contributo anche separatamente; il comune considererà la loro situazione economica separatamente
     dividendo l’importo del canone per due, salvo la diversa disposizione contrattuale in merito alla obbligazione economica.
     Nel caso di contratto di locazione cointestato a due distinte famiglie anagrafiche coabitanti nel medesimo alloggio di cui una però non
     residente nell’alloggio, potrà fare domanda solo la famiglia residente, il comune considererà solo la situazione economica della famiglia
     residente e dividerà l’importo del canone per due, salvo la diversa disposizione contrattuale in merito alla obbligazione economica.

4. non essere assegnatari di un alloggio ERP o alloggio comunale (ad                                esclusione degli alloggi con contratto a     canone
     contenuto)
5. non essere titolari di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio in ambito provinciale [è consentito
   l’accesso al contributo in caso di: titolarità di nuda proprietà o di una quota non superiore al 50%; alloggio ritenuto inagibile o inabitabile
     con provvedimento del Sindaco; concessione dell’uso dell’alloggio in comodato gratuito a parenti sino al terzo grado ed affini sino al secondo
     grado non facenti parte del nucleo famigliare ai fini ISEE (L. R.2264/2010 art. 7.9 lettera e); alloggio di proprietà non adeguato alle esigenze
     del nucleo famigliare (L. R. 2264/2010 art. 7.9 lettera f)]
6. avere un patrimonio mobiliare (depositi bancari, postali, titoli ecc.) non superiore a € 35.000,00 al lordo della
     franchigia prevista dal D.Lgs 109/98, così come modificato dal D.Lgs 130/00 . Tale limite è aumentato a € 45.500
     per i nuclei familiari in cui almeno uno dei componenti abbia un’età superiore ai 65 anni o abbia un grado di
     invalidità superiore al 66%;
7. avere un valore ISE non superiore a € 34.310,00;
8. avere un valore ISEE non superiore a € 17.155,00 diminuito del 20% in presenza di uno dei seguenti requisiti:
      presenza di un solo reddito derivante da solo lavoro dipendente e/o da pensione;
    reddito da pensione e presenza di almeno un componente di età superiore a 65 anni;
N.B. Per l’incidenza il canone massimo tenuto in considerazione è di € 680,00 mensili .
SONO ESCLUSI DAL CONTRIBUTO I NUCLEI:
-    CON VALORE ISE FINO A € 11.985,00 LA CUI INCIDENZA CANONE/ISE SIA INFERIORE AL 14%;
-    CON VALORE ISE DA € 11.985,01 FINO A € 34.310,00 LA CUI INCIDENZA CANONE/ISE SIA INFERIORE AL 24%;
-    CHE DICHIARANO ISE ZERO O CHE HANNO UNA SOMMA DEI REDDITI IRPEF E IRAP INFERIORE O PARI AL CANONE DI
     LOCAZIONE (FATTI SALVI I REDDITI ESENTI) IN QUANTO SI RITIENE CHE IN TALE EVENIENZA IL CANONE SIA
     ECCESSIVO IN RELAZIONE ALLE DISPONIBILITA’ ECONOMICHE DICHIARATE DAL NUCLEO E QUINDI LA DOMANDA E’
     CONSIDERATA INCONGRUA AD ECCEZIONE DEI CASI RELAZIONATI DAI SERVIZI SOCIALI, DALL’AZIENDA USL E DALLE
     DOMANDE SUPPORTATE DA IDONEA DOCUMENTAZIONE.

Il contributo verrà erogato in un’unica soluzione nel mese di marzo 2012 tramite il tesoriere dell’ASP; l’elenco
provvisorio sarà esposto a metà dicembre 2011, per 30 giorni durante i quali i beneficiari potranno
rivolgersi all’ufficio per chiedere chiarimenti sulle modalità di calcolo del contributo medesimo ; l’elenco
definitivo sarà esposto a metà febbraio 2012.
In caso di contributo inferiore a € 50,00 non si procede all’erogazione (Delibera di Giunta Reg. n°2264/2010 ).
Il mancato pagamento da parte del conduttore al locatore del canone di locazione (morosità) non è
causa di esclusione dal contributo.

In caso di morosità il contributo destinato al conduttore (inquilino) potrà essere erogato al locatore (proprietario)
interessato a sanatoria della morosità medesima. L’autodichiarazione attestante la morosità del conduttore e la
richiesta di riscossione del contributo dovrà essere inoltrata dal proprietario al Direttore dell’ASP Circondario
Imolese entro e non oltre il 13 gennaio 2012 unitamente a fotocopia della ricevuta di invio della stessa al
conduttore. Il conduttore potrà opporsi alla suddetta richiesta del locatore esibendo all’ASP idonea
documentazione attestante i pagamenti effettuati.

Per il ritiro deI modulo di domanda e il bando e per avere le informazioni necessarie gli interessati possono rivolgersi a
decorrere dal 16 maggio 2011 presso i seguenti uffici

-    Sportello Sociale dell’ASP Circondario Imolese, V.le d’Agostino 2/A
        Lunedì- mercoledì e venerdì: 8,30-12,30; martedì e giovedì 8,30-12,30/15,30-17,45 ;
-    URP – Informacittadino via Mazzini 14, dal lunedì al venerdì h. 8,30-13,00, martedì pomeriggio h.15,00-18,00; sabato h.8,30-
     12,30     tel. 0542 / 602308;
-    Sindacati: SUNIA, SICET, UNIAT, UGL;

Il modulo di domanda e il bando sono disponibili altresì sul sito dell’ASP Circondario Imolese:
                                        www.aspcircondarioimolese.bo.it

L a d o m a n d a c o m p i l a t a s u a p p o s i t o m o d u l o , va f i r m a t a d a va n t i a l f u n zi o n a r i o ; s e c o n s e g n a t a d a u n a t e r za
persona o spedita, occorre allegare alla stessa una fotocopia del documento di identità valido del
richiedente;

A l la d om an d a de v o no es s er e O BB LIG AT O R I AM ENT E al l e ga t i i s e gu e nt i d oc um ent i:
-    F O T O C O P I A d e l l a d i c h i a r a zi o n e s o s t i t u t i va u n i c a e d e l l ’ a t t e s t a zi o n e I S E E i n c o r s o d i va l i d i t à ;
-    I n f o r m a t i va s t a t i s t i c a d a c o m p i l a r e s u m o d u l o a l l e g a t o a l l a d o m a n d a ;
-    Fotocopia contratto d’affitto (ad esclusione dei contratti ancora validi già presentati negli anni precedenti).
-    F o t o c o p i a d e l l a r e g i s t r a zi o n e d e l c o n t r a t t o ( F 2 3 ) d o p o l a p r i m a s c a d e n za d e l c o n t r a t t o


L a d o m a n d a va c o n s e gn a t a e n t r o e n o n o l t r e le o r e 1 7 , 4 5 d e l 2 1 g i u g n o 2 0 1 1 p r e s s o l ’ U F F I C I O C A S A
dell’ASP Circondario Imolese, V.le d’Agostino 2/A, Imola, nei seguenti giorni ed orari:
-    D a l 1 7 m a g g i o a l 1 1 g i u g n o 2 0 1 1 n e l l e g i o r n a t e d i m a r t e d ì e g i o ve d ì , o r a r i o 9 , 0 0 - 1 3 , 0 0 ; 1 5 , 3 0 – 1 7 , 4 5
-    Dal 13 giugno al 21 giugno 2011 nelle seguenti giornate e orari: lunedì, mercoledì e venerdì 9,00 – 13,00
                                                                     martedì e giovedì: 9,00-13,00; 15,30 – 17,45


Le domande inviate tramite il servizio postale saranno ritenute valide se spedite con raccomandata R/R entro il
21/06/2011 e pervenute all’ASP Circondario Imolese entro il 26 giugno 2011.

In ot t e mpe r anz a al la delibera regionale n° 2264/2010 sa r à sotto po st a a co nt rol l i una percentuale
pari al 5% delle domande valide presentate che saranno sottoposte a sorteggio in seduta pubblica.

Si informa che il contributo in oggetto è alternativo alla detrazione dall’IRPEF per canoni di locazione di immobili adibiti
ad abitazione principale prevista dall’articolo 16 del TUIR


     Imola, maggio 2011
                                                                                                                             La Responsabile
                                                                                                                   Settore Finanziario Amministrativo
                                                                                                                           Dott.ssa Stefania Dazzani

								
To top